Ospedale di Frattamaggiore

 
3.1 (8)
Scrivi Recensione
Indirizzo
Via Giovanni XXIII, Frattamaggiore (NA)
Telefono
081 8891111
L'Ospedale civile San Giovanni di Dio, situato in Via Giovanni XXIII a Frattamaggiore in provincia di Napoli, è presidio ospedaliero della Azienda Sanitaria Locale Napoli 2 Nord, che comprende un territorio articolato in 32 Comuni della provincia di Napoli, collocati nel territorio a nord del capoluogo. Presso il S.Giovanni di Dio sono attivi i reparti di: Cardiologia, Chirurgia Generale, Ginecologia ed Ostetricia, Medicina Generale ed Endoscopia, Nido – Pediatria, Oncologia, Ortopedia, Pronto Soccorso - Triage, Psichiatria, Rianimazione. Sono presenti i servizi di Radiologia e di Analisi di laboratorio e patologia clinica. Il Centro Unico Prenotazioni (CUP) è attivo dal lunedì al venerdì dalle 08 alle 12 ed è collocato al piano terra dell’edificio.

Recensioni dei pazienti

8 recensioni

 
(3)
 
(1)
3 stelle
 
(0)
 
(3)
 
(1)
Voto medio 
 
3.1
 
3.4  (8)
 
2.9  (8)
 
3.1  (8)
 
3.0  (8)

Filtra per malattia, intervento, sintomo

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Viva per miracolo. Grazie.

Viva per miracolo.
Accoglienza infermieristica perfetta.
L'equipe del Dott. L. Ferrara mi ha curato benissimo. In particolare il Dott. A. Vitrano.
Grazie di cuore.

Patologia trattata
Pancreatite.


Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Complimenti al reparto Medicina

Sono la figlia di un paziente dimesso due giorni fa dalla Medicina dell'ospedale di Frattamaggiore. Ero già stata in questo reparto un anno fa. Pensavo stessi in un altro ospedale. Reparto bellissimo. Accoglienza perfetta da parte del personale infermieristico ed OSS. Una caposala sempre presente e precisa. Un nuovo primario, gentilissimo e molto professionale. Grazie anche al dr. Aruta, che ha curato mio padre. Complimenti.

Patologia trattata
Esiti di ictus.
Diabete.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Grazie al reparto Medicina

Sono la figlia di un paziente dimesso. Voglio ringraziare il personale medico, infermieristico ed OSS del reparto di Medicina dell'Ospedale per la loro professionalità.

Patologia trattata
Esiti di ictus. Diabete.


Voto medio 
 
2.0
Competenza 
 
4.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
1.0
Servizi 
 
2.0

Pessima igiene al P.S.

Essendo cardiopatico, per un forte dolore allo stomaco e sudorazione, mi sono recato all'ospedale di Frattamaggiore. Sono stato visitato da un cardiologo con grande competenza e serietà. Poi sono passato ai prelievi e qui, per questa grande banalità, sono rimasto a dir poco basito. L'infermiera insegnava ad una giovane dottoressa come inserire un ago cannula e dopo aver perforato varie volte il braccio sinistro sono passate a destra. Nonostante la mia richiesta di evitare di agire di nuovo, con grande strafottenza hanno iniziato a provare col braccio destro. Dopo vari tentativi, pensando di esserci riuscite, hanno lasciato la cannula per il secondo prelievo. Prelievo effettuato dopo quattro ore da un altro infermiere. Dopo un'ora di attesa vengo chiamato perché il prelievo non era idoneo e hanno di nuovo cambiato il braccio passando a sinistra. Il tutto in condizioni igieniche pessime. Basta dire che il cotone per disinfettare veniva appoggiato sul lettino, dove certamente si appoggiano le scarpe dei degenti, ma con grande probabilità sporco di liquidi organici. Risultato: sono uscito con un braccio gonfio, che solo dopo molti giorni è migliorato e spero di non aver preso nulla.

Patologia trattata
Dolore allo stomaco e sudorazione in cardiopatico.
Voto medio 
 
1.5
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
1.0

Pronto Soccorso

Mia madre, cardiopatica, è stata portata al pronto soccorso per sodio basso. Era cosciente, e noi avevamo portato la sua cartella clinica, ma nessun medico si è preso la briga di leggerla.... Il risultato: le hanno fatto flebo di sodio senza preoccuparsi di farle iniettare in modo lento e senza darle il medicinale che lei prendeva per il cuore.
La mattina dopo mia madre si è aggravata ed il giorno dopo ancora è volata in cielo e non sappiamo il motivo del suo decesso...
I dottori del pronto soccorso si facevano da scarica barile perché non si erano preoccupati di leggere la cartella clinica che avevamo consegnato.

Patologia trattata
Sodio basso.
Voto medio 
 
3.8
Competenza 
 
4.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
4.0

Ringraziamento

Ringrazio il personale al completo del pronto soccorso. Ringrazio altresì tutte le persone del secondo piano, dal personale delle pulizie ai dottori. Ringrazio per la loro gentilezza gli infermieri/e per avere accudito mia mamma Adelina.

Patologia trattata
Sub occlusione intestinale.
Voto medio 
 
1.5
Competenza 
 
2.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
1.0

Reparto oncologia

Beh che dire, sono senza parole, soprattutto con il dott. Del Prete Salvatore. I suoi orari sono come gli impiegati comunali, 9.00-12.00 13.00-16.00, esclusi il venerdì pomeriggio ed i sabato e domenica. Quindi, per chi è un ammalato oncologico, deve mettersi l'animo in pace e non deve disturbarlo oltre questi giorni ed orari. La sua umanita' e pari a zero..
Naturalmente, ci sono alcuni medici ed infermieri di questo reparto che sono persone splendide ed ottimi professionisti. A loro va il mio augurio di non mollare.
La professione di medico deve essere una missione, non un lavoro.

Patologia trattata
Cancro.
Voto medio 
 
1.0
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
1.0
Servizi 
 
1.0

UN ANGELO DISCESO DAL CIELO

In data odierna in questo ospedale stavano operando una persona di 88 anni per una frattura femorale, e fin qui niente di strano. Ricoverata gia' da sabato, per poter parlare con un dottore siamo dovuti ricorrere alla conoscenza di una persona per poter avere delucidazioni in merito alla "frattura"; tranquillizzati che veniva il tutto rimandato alle prime analisi di routine della paziente, attendiamo quindi di buon grado. Arriviamo al lunedì e martedì quando, cercando di "elemosinare" ulteriori informazioni in merito alla paziente, veniamo finalmente fatti entrare in una sala del reparto ortopedico e anche lì i medici, alquanto seccati, ribadiscono che si attendono gli esiti da parte del cardiologo e dell'anestesista per un eventuale intervento riparatore. Comunque vada da sè che i congiunti avranno l'ultima parola in merito alla decisione finale. Arriviamo alla giornata del mercoledì e ci viene detto che l'elettrocardiogamma non era dei migliori, ma che comunque avrebbero aspettato il parere dell'anestesista, il quale si presenta in tarda serata per comunicare il suo parere favorevole all'operazione e che gia' avevano inserito il paziente nella lista degli interventi del giorno successivo, con grande stupore dei familiari. Questa mattina, portata la paziente in sala operatoria pronta per l'intervento, "UN ANGELO" (presente per caso, forse) leggendo la cartella clinica blocca l'operazione chiedendo agli altri se il figlio dell'anziana paziente fosse stato messo al corrente della reale pericolosità dell'intervento sulla madre, constatando una anamnesi negativa. Il figlio, vedendo riaccompagnare la madre in stanza, chiedeva cosa fosse accaduto, sentendosi rispondere che l'intervento sarebbe stato eccessivamente rischioso. Cosa che l'anestesista la sera prima aveva invece CONSIGLIATO, ANZI, RACCOMANDATO DI ESEGUIRE. A VOI LETTORI L'INTERPRETAZIONE DI QUESTI FATTI.

Patologia trattata
Frattura femore.
Punti deboli
Tutti, a partire dalla cordialità inesistente degli operatori sanitari, e intendo medici, assistenti e quant'altro.


Altri contenuti interessanti su QSalute