Rianimazione Ospedale Pescara

 
5.0 (1)
Scrivi Recensione
Il reparto di Terapia Intensiva e Anestesiologia dell'Ospedale Civile Spirito Santo di Pescara, situato in Via Fonte Romana 8, ha come Direttore la Dott.ssa Rosa Maria Zocaro. Il reparto, ubicato nei locali del nuovo Ospedale al piano rialzato in prossimità del Pronto Soccorso, svolge attività di rianimazione polivalente, accogliendo pazienti affetti da svariate patologie. E' dotato di 12 posti letto con un tredicesimo letto per le emergenze; i letti sono dislocati in camere da 2, 3 e 1 per eventuali pazienti da trattare in isolamento. La U.O. di Rianimazione dispone, per singolo posto letto, di monitor multiparametrico, respiratore meccanico, materasso anti-decubito, aspiratore, pompe infusionali. Fanno parte della dotazione del reparto, inoltre, due elettrocardiografi, due monitor-defibrillatori, un apparecchio radiologico portatile, monitors portatili, elettrobisturi, letto operatorio e tutti gli altri mezzi tecnologici atti al trattamento del paziente critico. Dirigenti medici Rianimazione: Dott. Gioiamaria D'Amato, Dott. Umberto Pantano, Dott. Giuliano Mascitelli, Dott. Giuliano Iervese.

Recensioni dei pazienti

1 recensioni

Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0  (1)
Assistenza 
 
5.0  (1)
Pulizia 
 
5.0  (1)
Servizi 
 
5.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Semplicemente grazie

Sono stata ricoverata presso il vostro reparto ben 17 anni fa nel 2003 a seguito di un episodio di trombosi cerebrale del seno longitudinale e traverso dovuto a mutazione di gene protrombina. Non dimenticherò mai le vostre attenzioni, il vostro rispetto e profonda umanità. Mi sono sempre sentita a casa e curata nel migliore dei modi. Dei miei 5 giorni di coma rimane solo un ricordo...: quello del risveglio nel vostro reparto. Sono felicissima nel vedere che molti dei medici che mi hanno curata lavorino ancora lì. In questi giorni di pandemia il mio pensiero è stato solo per voi: per il vostro coraggio e la vostra tenacia. Vi ringrazio profondamente dal profondo del mio cuore per allora e per adesso. Siete, insieme alla neurochirurgia ed all'ambulatorio di emostasi e trombosi, i miei reparti del cuore.
Con immenso affetto, Francesca

Patologia trattata
Coma da trombosi cerebrale.




Altri contenuti interessanti su QSalute