Villa Fulvia Roma

 
3.3 (6)
Scrivi Recensione
Indirizzo
Via Appia Nuova 901, Roma
Telefono
06 710501
La Casa di Cura privata Villa Fulvia è situata a Roma in Via Appia Nuova 901. La struttura, nata a Roma nel 75, è inserita per convenzione nel Servizio Sanitario Nazionale. Villa Fulvia è specializzata in attività di Riabilitazione Neuromotoria e del Linguaggio, Ricoveri ordinari, Day Hospital riabilitativo, Reparto di Medicina, Riabilitazione Ex Art.26 in regime Residenziale, Semiresidenziale, Ambulatoriale e Domiciliare e in Neuropsichiatria Infantile. All’interno della struttura è presente anche una R.S.A. per anziani e disabili, una piscina per l’Idrokinesiterapia, un Laboratorio di Analisi Cliniche ed un settore polispecialistico ambulatoriale privato.


Recensioni dei pazienti

6 recensioni

 
(2)
 
(1)
 
(1)
 
(2)
1 stella
 
(0)
Voto medio 
 
3.3
 
3.3  (6)
 
3.0  (6)
 
3.3  (6)
 
3.5  (6)
Recensioni più utili
Voti (il più alto è il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
06 Settembre, 2016
Marina
Voto medio 
 
2.8
Competenza 
 
3.0
Assistenza 
 
2.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
3.0

Mai ad agosto

Oggi ho scritto alla direzione sanitaria di questa clinica e ve la copio di seguito. Di certo spero non capiti mai a nessuno di essere ricoverati ad agosto in questo mese devo dire che sono rimasta molto delusa da questa struttura, del 4° piano in particolare, dall'inesperienza e trascuratezza del paziente dei giovani medici lasciati a lavorare, mentre i "grandi" sono andati giustamente in ferie. Io so solo che mia mamma, dopo essere stata operata al femore il 25/07/2016, è stata trasferita il 1° agosto in questa struttura e ne è uscita il 1° settembre senza essere minimamente autonoma, in carrozzina e con il catetere perchè non la si poteva portare in bagno di continuo, non essendo in grado di alzarsi e fare movimenti con un minimo di autonomia. Il 05 settembre, solo 4 giorni dopo la dimissione mia mamma si trova in ospedale ricoverata per una grave infezione alla ferita dell'intervento e rischia di essere operata di nuovo perchè trascurata e non rinviata in tempo appropriato presso un ospedale dove l'avrebbero curata e sicuramente l'infezione sarebbe stata controllata. Sono arrabbiata.

Buongiorno,
mi chiamo ***** Marina e sono la figlia di una signora di 83 anni che ha avuto la sfortuna di essere inviata presso la vostra struttura per la riabilitazione dopo la rottura del femore, il 1° agosto, sig.ra GIULIA 4° piano stanza 4 letto 411. Le scrivo perché sono molto arrabbiata della poca cura riservata a mia madre che per voi, mi rendo conto sia solo un numero e nulla più, visti i risultati ottenuti, ed in breve spiego il perché:
dimessa il 1° settembre, in carrozzina, in quanto senza l’assistenza vigile del Dott. Tommaso Romano, persona squisita e professionale, non era in grado di rimanere in piedi neppure un attimo e con il catetere, mai successo nonostante i vari ricoveri di mamma, quindi senza che mia madre fosse assolutamente un minimo autosufficiente, dopo che il 17 agosto, con un colloquio voluto dal medico del reparto, l’assistente sociale, la fisioterapista e me per valutare gli sviluppi a loro dire ed i progressi di mia madre, vedendo, ma ignorantemente ovviamente non essendo un medico, che mamma non faceva alcun progresso, chiesi un prolungamento in altra struttura -ed anche a pagamento- riabilitativa, che mi fu sconsigliata poichè a loro dire mamma per la fine della degenza sarebbe stata in grado di riprendersi e fare progressi. Ovviamente loro sono medici ed io no, per cui ho accettato i loro consigli.
Una decina di giorni prima della dimissione mia mamma cadde dal letto, io sono stata avvisata dalle persone che erano ricoverate nella sua stanza, neppure una telefonata dalla clinica per avvisarmi, e quando sono andata dalla dottoressa di turno a chiedere se avesse avuto problemi, se si fosse fatta male, la risposta della dottoressa è stata “io neppure lo sapevo” e nulla più, massimo disinteresse.
Qualche giorno prima della dimissione mamma ha avuto la febbre e le sono stati somministrati degli antibiotici senza però darmi alcuna spiegazione, ho pensato avesse preso un colpo d’aria, di certo non potevo immaginare il perché della febbre, considerato che nessuno mi aveva avvisata di quanto stesse accadendo alla sua ferita e, seppure lo chiesi alle infermiere poiché mamma se ne lamentava ogni tanto, mi è stato detto che era tutto a posto.
Ieri 5 settembre, per cui 4 giorni dopo la sua dimissione, mamma è stata ricoverata per una grave infezione alla ferita dell’intervento, e rischia di essere operata nuovamente, cosa che, se fosse stata rimandata in ospedale in tempo utile, si sarebbe potuta evitare.
Dire che sono arrabbiata è dire poco, anche con la dottoressa (di cui non conosco il nome) che il giorno delle dimissioni è stata molto sgarbata nei miei confronti, ma soprattutto di mamma, visto che neppure l’aveva conosciuta ma si basava su quanto scritto ed ha anche messo in dubbio la mia richiesta di ulteriore assistenza fatta il 17/08 ai medici, che è vero che io sono ignorante in quanto non sono medico, ma che mia mamma la conosco bene e sapevo che qualcosa non andava, non reagiva, chissà forse anche perché qualcuno le aveva ricordato che ha poco tempo per vivere, ed alla faccia della privacy lo sapevano tutte le pazienti del reparto. Un po' di professionalità ed interesse per il malato, nonostante l’età e nonostante le condizioni di salute, servirebbero, se non altro ad evitare mali peggiori.

Patologia trattata
Riabilitazione dopo frattura del femore.
Trovi utile questa opinione? 



07 Luglio, 2016
Veronica
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Complimenti a tutti

Mi sembra il minimo ringraziare tutti coloro che lavorano nel reparto di riabilitazione. Mio padre, dopo un intervento al femore, si è ripreso veramente in fretta grazie alla loro competenza, gentilezza e pazienza. Tutti e dico tutti gli infermieri, medici, fisioterapisti,ci hanno felicemente sorpresi per il trattamento ricevuto in questa struttura pubblica. Dovreste essere portati da esempio per gli altri ospedali - e purtroppo per varie vicende, noi ne abbiamo visitati tanti.

Patologia trattata
Riabilitazione per frattura femore.
Trovi utile questa opinione? 
11 Mag, 2016
Paola Giacomello
Voto medio 
 
4.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
4.0

OTTIMA RIABILITAZIONE

Sono stata ricoverata in questa struttura per riabilitazione dopo intervento di protesi all'anca. Ho trovato tra i fisioterapisti persone squisite e molto preparate; voglio ringraziare in particolare Giulia e Flavio della palestra del II piano. Anche il personale infermieristico, indipendentemente dalla loro nazionalità, si è rivelato molto preparato e gentile. In conclusione è stato un soggiorno gradevole e molto fruttuoso per il mio recupero. GRAZIE.

Patologia trattata
Riabilitazione dopo intervento di protesi totale d'anca.
Trovi utile questa opinione? 
14 Settembre, 2015
Andrea
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Qualità e cordialità

Eccellente struttura per organizzazione, efficienza e cortesia. ottimo il team medico con cui ho avuto a che fare.

Patologia trattata
Frattura tibia.
Punti di forza
Gentilezza di tutto il personale ed estrema competenza.
Trovi utile questa opinione? 
21 Febbraio, 2015
Pamela
Voto medio 
 
1.5
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
2.0

Artroprotesi anca

Ho avuto mia madre in degenza presso questa struttura per artroprotesi dell'anca. Una donna tutto sommato non anziana e più giovane rispetto agli ospiti. Che dire? Pochi infermieri per centinaia di anziani in una struttura semi privata della quale non si mantiene un buon ricordo.
Si parla con gli infermieri e sembra di parlare al muro, parli coi dottori e sono sempre scontrosi e strafottenti. Gli anziani sono abbandonati a sè stessi, rimangono nelle loro stanze e, a parte le visite dei parenti, vengono parcheggiati nei corridoi. I fisioterapisti fanno il loro lavoro, ma per il resto è un cronacario. Gli anziani meritano maggior rispetto e cura. Abbandonati a loro possono solo che peggiorare. Ho fatto uscire mia madre in anticipo perchè la degenza si stava rivelando deleteria. Senza rimpianti.

Patologia trattata
Artroprotesi anca.
Trovi utile questa opinione? 
09 Febbraio, 2014
ugo
Voto medio 
 
1.5
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
2.0

Commenti degenza

Una struttura pagata da tutti noi dove è evidente lo spreco di soldi pubblici, ma non per quanto concerne la parte professionale del personale fisioterapico, ma per quella del personale medico e amministrativo. Perlomeno per quanto riguarda la mia esperienza.

Patologia trattata
Protesi anca.
Punti di forza
I Fisioterapisti.
Punti deboli
I medici.
Trovi utile questa opinione?