Casa di Cura San Raffaele di Cassino

 
4.2 (21)
Scrivi Recensione
Indirizzo
Via G. Di Biasio 1, Cassino (FR)
Telefono
0776 3941
La Casa di Cura San Raffaele è una casa di cura privata situata in Via G. Di Biasio 1 a Cassino in provincia di Frosinone. La struttura, accreditata con il Servizio Sanitario Nazionale, fa parte del Gruppo San Raffaele, azienda leader nel panorama della sanità nazionale in campo riabilitativo, ove svolge un’attività di assistenza multidisciplinare e specialistica, curando lo studio e la ricerca dei modelli più avanzati di intervento. Presso il San Raffaele Cassino la Riabilitazione, attiva nelle specialità di Neurologia ed Ortopedia, è integrata dalla presenza di un reparto di Riabilitazione Pediatrica in regime di Day Hospital, da una Residenza Sanitaria Assistenziale e da una Lungodegenza post-acuzie. Presso la struttura è inoltre attiva una unità di Neuroriabilitazione di alta specialità assieme alle Unità Operative di: Riabilitazione Intensiva, Riabilitazione Neuromotoria, Riabilitazione pediatrica (D-H), Lungodegenza Medica, Riabilitazione Parkinson, Riabilitazione Alzheimer, RSA, Servizi Ambulatoriali.

Recensioni dei pazienti

21 recensioni

 
(15)
 
(1)
3 stelle
 
(0)
 
(5)
1 stella
 
(0)
Voto medio 
 
4.2
 
4.1  (21)
 
4.2  (21)
 
4.3  (21)
 
4.3  (21)

Filtra per malattia, intervento, sintomo

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Ottima casa di cura

Sono stato ricoverato dopo essere stato colpito da ictus e mi sono trovato benissimo.

Patologia trattata
Esiti di ictus.


Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Cure palliative domiciliari

Sono la figlia di un paziente oncologico affidato per circa cinque mesi alle Cure palliative domiciliari dell'Hospice del San Raffaele di Cassino. Voglio esprimere il mio personale ringraziamento per l'elevata professionalità e l'estrema disponibilità del Dott. Del Monte, della Dott.ssa Di Vozzo e dell'infermiera Lucrezia Di Benedetto, che quotidianamente si sono presi cura del mio amato papà. Non finirò mai di ringraziarvi.

Patologia trattata
Carcinoma renale con metastasi polmonari e linfovascolari.
Voto medio 
 
4.3
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
5.0

Hospice

Mia madre è stata presa in carico dal reparto Hospice quando il suo tumore era in una situazione irreversibile. Ho passato gran parte delle 3 settimane in Hospice con lei e ho avuto modo di vedere il reparto in prima persona.
La struttura mi è parsa sottodimensionata a livello di personale infermieristico, il che è a volte risultato in lunghe attese per assistenza di routine. Per quanto invece riguarda assistenza nei giorni più difficili, è stata sempre molto celere.
La pulizia non è fatta a livello giornaliero, come forse auspicabile in un posto con pazienti il cui sistema immunitario è gravemente suscettibile, ma anche quello è, da quel che ho potuto osservare, dovuto a carenza di risorse.

Al di là di ciò, il personale ha dimostrato una gran serietà nel prendersi cura di mia madre, come pure di tutti gli altri pazienti durante la nostra permanenza.
Mi sento di fare un grande elogio ai medici Del Monte ed Apruzzese, per aver assistito mia madre in maniera veramente impeccabile.
Un grazie alle infermiere Eviola e Silvana per essere state sempre di grande aiuto e aver prestato assistenza in maniera celere e meticolosa.

Per concludere, grazie infinite all'assistente sociale Marica che dal primo giorno è andata ben oltre l'obbligo professionale, dimostrando una grande umanità e un gran cuore, sia nei confronti di mia madre che mio e della famiglia. Marica è stato il nostro punto di riferimento, offrendoci tutto l'aiuto di cui avevamo bisogno e molto di più, dandoci supporto morale e pratico, dimostrando comprensione ed affetto in un momento così delicato, sempre mantenendo la sua grande professionalità. Grazie, grazie, grazie.

Patologia trattata
Linfoma stadio terminale.


Voto medio 
 
2.0
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
3.0

Mai più...

Nessuna informazione da parte dello staff sul paziente nè sulle visite che venivano svolte. Scarsa comunicazione, personale spesso assente se il ricoverato chiamava...
Mia madre, dopo diversi giorni che vedevamo non star bene, e nonostante lo avessimo fatto presente, è stata trasportata con urgenza all'ospedale di Cassino, dove dopo qualche ora, ci hanno chiamato per informarci del decesso.
Una figlia.

Patologia trattata
Tracheotomia, problemi cardiaci e respiratori.
Voto medio 
 
2.0
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
2.0

Esperienza negativa

Negligenza nelle cure al paziente. Maleducazione.
Mia madre, trasportata all'ospedale di Cassino in stato comatoso dopo diversi giorni che stava male, è deceduta dopo qualche ora.

Patologia trattata
Paziente tracheostomizzato.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Cure palliative domiciliari

Debbo proprio ringraziare l'infermiera Lucrezia Benedetto e la dottoressa Nadia Divozio per le cure che hanno portato alla mia mammina 93enne nel periodo molto difficile avvenuto nella fase terminale della sua brutta malattia (metastasi epatiche in seguito a K primitivo del colon).
La loro estrema professionalità e precisione hanno lasciato sempre spazio all'umanità e alla simpatia, caratteristiche imprescindibili per chi opera in questo settore. La mia mammina ci ha lasciato qualche giorno fa, come purtroppo era fatale, ma è tutto successo nella sua amata casa, senza sofferenza né dolore.

Patologia trattata
Metastasi epatiche.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Cure palliative domiciliari

A distanza di quasi 5 mesi dalla scomparsa della mia cara mamma.... ci tengo a ringraziare di cure la dottoressa Nadia Divozio e l'infermiera Lucreia Di Benedetto!
Mia madre ha combattuto una neoplasia polmonare per 2 anni, finchè non c'è stato più nulla da fare per colpa delle metastasi al cervello.
Ha fatto le sue ultime cure a casa ed ogni giorno, con grande impegno, esperienza e amore, Lucrezia e la dottoressa Nadia si prendevano cura di lei nel miglior modo possibile, in modo che lei non sopportasse neanche il minimo dolore! Infatti grazie alle loro cure mamma è stata bene fino al suo ultimo giorno di vita! Grazie infinite dottoressa e grazie Lucrezia per il bene che le avete voluto..

Patologia trattata
Neoplasia polmonare.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Ricovero Covid-19

Sono stato prima in ricovero all'Ospedale di Cassino per 9 giorni, in seguito sono stato trasferito al San Raffele di Cassino per altri 8 giorni. Non c'è paragone... la struttura è lussuosa e pulita, ma più di tutto mi ha lasciato perplesso l'amorevolezza che tutti hanno verso i pazienti. Purtroppo non ricordo tutti i loro nomi, per tutti però vorrei ricordare il Primario del reparto medicina-Covid, la dott.ssa Di Biasio, che anche se vorrebbe apparire burbera e cattiva... in realtà ha un cuore grande come una casa. La dott.ssa Stella, che mi ha supportato in alcuni momenti di sfogo, e la dottoressa Casale che, pur avendomi fatto ben tre tamponi, ha avuto una delicatezza veramente unica. All'ospedale invece mi avevano dissanguato le narici, forse più che il virus stavano cercando un tesoro... Anzi, a proposito di questo, vorrei chiedere alla dott.ssa Casale se fosse possibile di farmi fare da lei gli altri tamponi che devo fare (mi aiuti in questo) poichè sto facendo un ulteriore periodo di isolamento domiciliare a casa e poi dovrò ripetere non so se uno o due tamponi.
Ringrazio inoltre tutte le infermiere e gli infermieri, gentilissimi e veramente professionali. Vorrei ringraziare tutti voi per quello che avete fatto per me e per tutti i pazienti che purtroppo incappano in questo grosso problema, se non altro per le condizioni difficili in cui siete costretti a lavorare
Grazie con tutto il cuore.

Patologia trattata
Polmonite bilaterale interstiziale da Covid-19.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Professionali ed umani

Mia nonna, dopo essere stata abbandonata a sè stessa dal reparto di Ematologia di Frosinone, in quanto non più trattabile con chemioterapia, è stata affidata alle cure domiciliari dell'Hospice del San Raffaele di Cassino.
Seppur per solo una settimana, il Dott. Conti, la Dott.ssa Nardecchia e l'instancabile infermiera Sabrina si sono dimostrati professionalmente e umanamente eccezionali.
Un plagio ed un immenso ringraziamento per averci aiutato ad assistere giornalmente una donna di 84 anni, molto malata, con infinita disponibilità, cortesia, umanità e rispetto.
Siete da prendere d'esempio per la buona sanità, ogni purtroppo difficile da trovare.
Grazie.

Patologia trattata
Mieloma Multiplo - Cure domiciliari.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Ringraziamenti

Ottima struttura, ottima esperienza.
Un grazie particolare all'infermiera Tiziana Maggio per la sua professionalità e la sua pazienza.

Patologia trattata
Melanoma.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Sarcoma di Kaposi

Sono la figlia della Sig.ra Maria D’Alessio, che purtroppo è venuta a mancare il 21 maggio scorso.
E’ stata presa in cura grazie alla richiesta fatta dalla dottoressa di famiglia (Anna Luisa Catracchia) che prevedeva l’attivazione dell’assistenza domiciliare.
Il servizio è partito subito e tutti i giorni, festività comprese, ha ricevuto tutte le attenzioni mediche di cui aveva bisogno.
Ringrazio di cuore la Dr.ssa Nadia Di Vozzo e l’infermiera Lucrezia Benedetto che l’hanno seguita con professionalità e competenza, alleviandole le sofferenze causate dalla malattia e rassicurandola in ogni occasione.
Persone di cuore che hanno mostrato tanta delicatezza ed umanità tanto da rappresentare, per lei e per me, un grande sostegno.
Entrando in casa sempre con il sorriso sulle labbra, le hanno regalato momenti di serenità, ricambiati inevitabilmente da un grande affetto da parte sua.
Sono state insostituibili e non le ringrazierò mai abbastanza, senza di loro non avrei saputo davvero cosa fare.
Particolare gratitudine vorrei rivolgere a Lucrezia, che quotidianamente ha saputo alimentare quel legame speciale che mia mamma ha instaurato sin da subito con lei grazie alla fiducia che le aveva ispirato e mantenuto nel tempo.
Grazie anche a tutti coloro che si occupano dell’organizzazione di questo servizio a supporto delle famiglie che vivono la difficoltà della malattia.

Patologia trattata
Sarcoma di Kaposi.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Gli angeli esistono sulla terra

Sono la figlia della signora Faiocco, spentasi il 9 di marzo. Non conoscevo l'assistenza domiciliare fino a quando l'oncologia di Frosinone non me ne ha parlato. Mia mamma è stata seguita 3 giorni dopo la richiesta di assistenza domiciliare. Un elogio in primis alla dottoressa Nadia, creatura dolce e meravigliosa, disponibile e competente. L'infermiera Lucrezia Benedetto, un angelo in terra, ci ha dato il supporto giusto in questa situazione delicata, ci ha accompagnato per circa un mese prendendosi cura di mia mamma con professionalità. Ma ciò che è più importante è il rapporto umano che ha instaurato sia con mia mamma che con noi familiari. Mia mamma si è spenta serena con la cura del dolore, senza Lucrezia non avremmo saputo cosa fare. Il primario è persona generosa che ha capito i problemi che gli ho esposto risolvendoli egregiamente. L'unica cosa che suggerirei, è di far attenzione a chi risponde al numero d'emergenza: noi siamo familiari, non infermieri professionali!
Grazie dottoressa Nadia. Grazie Lucrezia. Grazie dottor Del Monte.
La figlia della signora Faiocco

Patologia trattata
Cancro all'intestino.
Voto medio 
 
2.0
Competenza 
 
2.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
1.0
Servizi 
 
1.0

Mai giudicare il libro dalla copertina

La struttura è molto bella e lascia intendere buone cose.. ma appena si entra in reparto la storia cambia.
C'è una dottoressa (di cui ignoro il nome) scortese ed antipatica..
La camera è ampia ma con un misero armadio dove a stento ci entra una busta.. Dietro i letti ci sono 3 dita di polvere.
Riscaldamento altissimo (alto rischio di contrarre infezioni).
La struttura non passa né l'acqua né la carta igienica..
C'è da dire che però le infermiere sono molto gentili.
Non fidatevi delle apparenze.

Patologia trattata
Cardiorespiratoria.
Voto medio 
 
4.5
Competenza 
 
4.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
5.0

Ottima struttura in tutti i sensi

Mi sono trovato benissimo in tante situazioni e sotto ogni aspetto.

Patologia trattata
Tumore al pancreas.
Voto medio 
 
2.0
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
2.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
2.0

Centro Cure Palliative - Assistenza Residenziale

Giovane paziente di 42 allettata fin da subito, seguita ottimamente dal Policlinico Gemelli di Roma, in cura con terapia molecolare che stava facendo effetto a detta dello staff di Oncologia; dimessa dal primo ricovero al Gemelli con l'obiettivo di essere almeno rimessa seduta sul letto o sulla sedia a rotelle.
Presa in carico all'inizio dal CAD di Frosinone e, in seguito ad un ricovero urgente al Gemelli, presa in carico dall'Hospice - Centro per le Cure Palliative mediante Assistenza Residenziale:

La paziente ha subìto due ricoveri urgenti al Gemelli di cui uno mentre era in carico al CAD di FROSINONE per disidratazione ed ipercalcemia; è arrivata al Gemelli in stato delirante, ripresa per fortuna nel giro di un paio di giorni. L'oncologa del CAD di Frosinone, pur non avendola MAI vista prima, chiamata per l'urgenza ha detto che era ai suoi ultimi momenti.
Dimessa in buona salute dal Gemelli, per quanto dato dalle circostanze, è stata quindi presa in carico dall'Hospice - Centro per le Cure Palliative in Assistenza Residenziale.
Secondo ricovero urgentissimo al Gemelli nel reparto di Medicina Interna per stabilizzarla, da cui non è piu' uscita.
Riscontrata ancora la cistite con la quale era uscita, dal suo ultimo ricovero per radioterapia al Gemelli, con la cura di antibiotici che le hanno somministrato a casa per il tempo prescritto, ma l'assistenza domiciliare non si è preoccupata di farle una semplice analisi delle urine per vedere se la cistite era guarita.
Al Gemelli hanno riscontrato ancora la cistite, si sono accorti che le avrebbero dovuto cambiare almeno una settimana prima il catetere, e non era stato fatto;
Sempre durante l'ultimo ricovero al Gemelli è stata riscontrata una infezione ai polmoni dovuta probabilmente al fatto che non era stata sottoposta a casa ad una cura preventiva antibiotica in quanto, come paziente da quasi tre mesi allettata, era piu' suscettibile a questo genere di complicazione;
uscita dal Gemelli dopo un ciclo di radioterapia, durante il periodo di assistenza domiciliare a casa non le è stato fatto neanche un "misero" emocromo per valutare lo stato dei globuli bianchi e rossi; ricoverata quindi con massima urgenza l'ultima volta al Gemelli a causa di gravi malesseri generali, sono state riscontrate diverse ischemie al cuore dovute ad un abbassamento del numero dei globuli rossi, con conseguente minor apporto di emoglobina, e quindi di ossigeno, al cuore. Con un emocromo se ne sarebbero accorti in tempo per intervenire e forse risolvere la situazione. Sottoposta a due trasfusioni il cuore non ha comunque retto ed è deceduta, NON PER LA SUA GIA' GRAVISSIMA MALATTIA, ma a causa del cuore indebolito. La paziente era naturalmente in uno stato generale estremamente preoccupante.
Riscontrata inoltre, sempre al Gemellli, anche una pericolosissima infezione da stafilococco aureo nel sangue.
Bastava qualche piccolo accorgimento in più e lei sarebbe ancora viva, forse con la possibilità di godersi un pochino suo marito ed i suoi due bambini di 10 e 8 anni, magari da una sedia a rotelle invece che da un letto.
Non credo ci sia da aggiungere altro... mia sorella è morta così a soli 42 anni... Lo staff di Oncologia del Gemelli non ha detto nulla, ma il viso di tutti loro parlava: sembravano tutti allibiti!

Patologia trattata
Tumore al IV stadio ai polmoni con metastasi diffuse in tutto il corpo (colonna vertebrale, base del cranio, bacino, femore, fegato, pleura, linfonodi e probabilmente un surrene).
Punti di forza
Assistenza per quanto riguarda le dotazioni di cui un paziente ha bisogno a casa (Ossigeno, letto, etc.); il materasso antidecubito è stato invece comprato privatamente.
Voto medio 
 
2.3
Competenza 
 
2.0
Assistenza 
 
2.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
2.0

Reparto UNAI

Non saprei valutare il reparto, i parenti non vengono informati di nulla, viene fatto un quadro generale poco dopo il ricovero e poi non si viene messi a conoscenza di nulla su quello che viene fatto al malato in termini riabilitativi. Non viene dato modo di fare domande e le risposte sono molto evasive.

Patologia trattata
Post rianimazione.
Punti di forza
Personale infermieristico disponibile su richiesta.
Punti deboli
Poca chiarezza.
Se suona un macchinario, il personale non si presenta ma deve essere chiamato.
Caldo eccessivo nel reparto, pazienti letteralmente in un bagno di sudore.
Poca umanità.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Reparto 2° LDM

Un grandissimo ringraziamento al personale medico e paramedico del reparto LDM 2° per le cure prestatemi con successo nel mese di agosto 2014.

Patologia trattata
In appoggio (ad agosto) -provenienza medicina- ricovero per polineuropatia, diabete mellito, insufficienza renale cronica, discopatia, osteoporosi e fibrillazione atriale.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Reparto medicina E

Sono stata ricoverata presso il reparto di medicina E per una fibrillazione atriale e in circa una settimana ho avuto un miglioramento completo e di questo devo ringraziare caldamente il Prof. Tripodi e il suo staff medico nelle persone dei medici Dr. Nicola Landi e Dottoressa Petrillo. Grazie anche al personale paramedico. La struttura è un esempio di buona sanità del Lazio.

Patologia trattata
Fibrillazione atriale.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

U.O. RIABILITAZIONE NEUROMOTORIA

Desidero ringraziare il personale medico e paramedico del reparto di Riabilitazione Neuromotoria, e in particolare il Prof. Mascio e la signora Roberta Ragno, che si sono adoperati con professionalità e umanità per alleviare e curare con successo la patologia di cui soffro.

Patologia trattata
Discopatia lombosacrale con protusione discale D12-L1, L4 + Radicolopatia L5 dx.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Eccellenza ortopedica

Voglio pubblicamente ringraziare il Dr. Roberto Speciale per l'intervento eseguito al mio ginocchio destro con impianto di protesi monocompartimentale mediale in mininvasività.
Mi ha visitato presso il San Raffaele di Cassino.
Ho ripreso a camminare il giorno dopo l'intervento.
Grazie tante.

Patologia trattata
Artrosi mediale ginocchio destro.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Buona sanità privata

Desidero ringraziare il Prof. Roberto Speciale, ortopedico che, dopo aver lasciato gli ospedali della ASL di Frosinone, ha voluto mettersi a disposizione dei pazienti pensionati, come me, che non possono permettersi di fare una visita privata ortopedica. L'umanità del dr. Speciale e la professionalita' è tanta, e tale, che, nonostante noi facciamo la visita con l'impegnativa, veniamo comunque visitati, non solo guardati in faccia come fanno in ospedale..
Finalmente un ortopedico competente veramente nella struttura del San Raffaele di Cassino.
Oramai siamo circondati negli ospedali pubblici solo da medici che pensano solo ad arrivare al 27 del mese.
Non hanno un minimo di umanità e soprattutto manifestano un'arroganza che nasconde solo incompetenza.

Patologia trattata
Artrite.
Punti di forza
Professionalità, umanità ma, soprattutto, competenza.


Altri contenuti interessanti su QSalute