Ginecologia Ospedale Faenza

 
3.9 (20)
Scrivi Recensione
Il reparto di Ginecologia ostetricia dell'Ospedale Degli Infermi di Faenza in provincia di Ravenna, situato in Viale Stradone 9, ha come Responsabile il Dott. Esposito Enzo. Il reparto eroga le proprie prestazioni in regime di ricovero, di day hospital ed ambulatoriale, occupandosi inoltre della donazione del sangue del cordone ombelicale. Fanno parte dell'equipe medica dell'unità operativa i dottori Esposito Enzo (responsabile Day hospital ginecologia), Carla Maria Teresa Isola, Chiara Belosi, Daniela Americo, Letizia Zannoni, Nicola D'Urso, Paolo Bricchi, Rebecca Marconi, Sandra Vetruccio, Stefano Vernocchi, Valeria Caroli.

Recensioni dei pazienti

20 recensioni

 
(11)
 
(2)
 
(3)
 
(4)
1 stella
 
(0)
Voto medio 
 
3.9
 
3.9  (20)
 
3.8  (20)
 
4.1  (20)
 
3.9  (20)

Filtra per malattia, intervento, sintomo

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
3.3
Competenza 
 
4.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
4.0

Esperienza da dimenticare

La mia esperienza in questo reparto è da dimenticare non tanto per la competenza del ginecologo che mi ha visitata, perché molto competente nella pratica del suo lavoro, ma con dei modi di interfacciarsi, a mio parere, sbagliati, perché senza un minimo di tatto. Sono stata mandata in reparto dal medico di famiglia con impegnativa urgente per sospetta minaccia d'aborto spontaneo, quando non sapevo neanche di essere o di poter essere incinta, perché non cercata la gravidanza, quindi immaginate il mio sconvolgimento ed incredulità. Però, fidandomi dell'esperienza del mio medico di famiglia, sono corsa in reparto come indicato di fare, anche se poi fortunatamente non era un aborto. Qui ho trovato un medico che mi ha parlato con aria di sufficienza, senza un minimo di interessamento a ciò che dicevo nello spiegare bene tutti i miei sintomi, con un modo arrabbiato di spiegarmi le cose, molto più preoccupato di farmi sapere che puzzavo di fumo di sigaretta che del resto. Un po' di sensibilità nel capire il mio stato d'animo in quel momento doveva averla visto il lavoro che fa, ma nel mio caso purtroppo non è stato così. Niente da dire invece sul resto del personale di reparto con cui ho avuto a che fare, infermiere e altre operatrici gentilissime e carine nei modi.

Patologia trattata
Minaccia di aborto spontaneo.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Ospedale da portare nel cuore

La mia compagna ha partorito con parto indotto presso il reparto di ostetricia e ginecologia di Faenza, che porteremo sempre nel cuore.
Siamo stati supportati durante tutta la lunga giornata non facile di induzione in modo impeccabile da tutto lo staff del reparto. Le ostetriche meravigliose ci hanno accompagnato dalle contrazioni più lievi a quelle decisive, arrivate solo a tarda sera, per poi arrivare al momento del parto quando decisiva è stata la cara dottoressa Sandra Vetruccio, che con grande sicurezza in mezz'ora ha guidato la mia compagna al parto. La dottoressa ci ha accompagnato nei nove mesi di gravidanza con attenzione e grande cura. Molto competente, in tutte le nostre richieste e dubbi ci ha sempre consigliato anche fuori orario di lavoro.
Abbiamo un ricordo meraviglioso della nascita di nostro figlio Andrea. Un reparto fatto di persone professionali che operano con dedizione e calore umano.

Patologia trattata
Gravidanza. Parto indotto.
Voto medio 
 
1.8
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
1.0

PARTO DA DIMENTICARE

La calma è la virtù dei forti disse Shakespeare, qui ce n'è fin troppa dico io e vi racconto con immenso dispiacere la mia odissea. Dal Paradiso all'Inferno in un attimo.
Dopo giorni di avanti e indietro per l'ospedale, siamo arrivati finalmente al giorno fatidico della nascita del nostro PRIMO figlio; sottolineo primo perché prima esperienza, prime gioie ed emozioni e, come ci riferivamo tutti, IL GIORNO PIÙ BELLO DELLA VOSTRA VITA.
Purtroppo questo bel giorno che tutti dovrebbero ricordare con immenso piacere, è stato rovinato.
Mi riferisco alla dottoressa di turno il 23/8, che con estrema CALMA e sufficienza, dopo 2 ore di tentata espulsione non portata a termine, causa il bimbo che si era girato all'ultimo e non voleva uscire, non decide cosa fare e chiede consiglio al dottore che passava di lì. Quest'ultimo, dopo aver monitorato ed eseguito l'esame ecografico del bambino, esegue una manovra manualmente dicendo che è tutto a posto e si defila dicendo con la dottoressa Americo e le ostetriche: fate voi. L'incertezza regna sovrana!!! Nel frattempo il dottore esce dalla sala e si avvicina alla madre della mia ragazza, dicendole: sua figlia è grossa e non spinge bene, il bambino si deve solo incanalare - quando in sala tutti dicevano sei bravissima a spingere. Altro parere discordante. Intanto in sala parto il tempo passa inesorabilmente, il bambino non esce e ci sono questi lunghi tempi morti. L'ostetrica che ci ha seguito (a mio avviso un po' acerba per questo ruolo data l'età ed il solo anno di esperienza), dice che è tutto nella norma, come ha sempre detto da inizio parto, e che tutto procede bene. Alle 19.50 arriva la dottoressa Vetruccio e le ostetriche presenti in sala esclamano con fierezza: ooh adesso arriva la tua dottoressa e ci pensa lei!!! Ma come??? È la dottoressa di prima che cosa sta a fare??? Non sa prendere decisioni importanti??? Qui non si scherza. Non ho tollerato questo tipo di situazione. Dal tutto bene che mi dicevano prima, al facciamolo subito -esclamato dalla dottoressa Vetruccio- visti i lunghi tempi d'attesa, altrimenti ti dobbiamo aiutare a partorire. Io l'ho vissuta come una corsa contro il tempo, un trauma per me e per i familiari che stavano fuori. La dottoressa Vetruccio ha preso in mano la situazione e, in un momento di panico, ha dovuto gestire una situazione difficile e complicata (dato che è stata fatta una iniezione di oxitocina 2 minuti prima che entrasse in sala - e poi il classico "ci pensi tu adesso") in maniera egregia, con la sua professionalità che la distingue da tutti!!! E dico tutti perché facile stare a temporeggiare ore e ore non sapendo cosa fare e lasciare la patata bollente a quella che viene dopo, che tanto ci pensa lei e si assume le responsabilità. Non ci si comporta così. Se mio figlio sta bene è solo grazie alla dottoressa Sandra Vetruccio, una dottoressa con gli attributi che quando c'è da prendere delle decisioni DECIDE! Ce ne fossero di persone come lei in sala parto. Uscendo dalla sala parto in panico, un mio caro amico mi dice che era successa la stessa cosa 5 anni prima in occasione della nascita di sua figlia, con protagonista in positivo sempre la dott.ssa Vetruccio, che ha tolto le castagne dal fuoco. Gli anni passano, i dubbi restano, ma i migliori si distinguono sempre. Grazie Sandra, non finirò mai di ringraziarti per quello che hai fatto! Un ultimo appunto: a colloquio col dottor Esposito in data 25/8 mi viene riferito da lui stesso che l'espulsione può durare anche 5 ore. Il mio bambino dopo 2 ore era sfinito ed è stato ventilato dopo il taglio cesareo richiesto dalla dott.ssa Vetruccio. Traumatico!!! Qui c'è qualcosa che non quadra e i pareri sono sempre discordanti. Fate chiarezza e fatevi un esame di coscienza prima di affermare che va sempre tutto bene. Buona vita e A MAI PIÙ!!!

Patologia trattata
TAGLIO CESAREO D'URGENZA.

Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Reparto ottimo.. impeccabile !

Sono stata operata martedì 26 luglio 2016, mi è stato tolto l'utero (completamente), l'ovaio sinistro, la tuba sinistra e chiusa la tuba destra (l'ovaio era ancora perfetto per fortuna!). Sabato 30 luglio ero già a casa! All'inizio hanno cominciato l'intervento in laparoscopia, solo che poi era da togliere anche l'ovaio sinistro e quindi per lavorare bene mi hanno fatto il classico taglio "bikini" trasversale sopra la zona del pube (è un bel taglio lungo ma sottilissimo, una volta guarito non si vedrà neppure). Quando mi sono svegliata ero un po' dolorante, ma ancora intorpidita dall'anestesia. Vi ritroverete con un drenaggio che vi esce dalla vagina ed il catetere, nonché con un grosso pannolone sotto al sedere... ma dopo due giorni vi toglieranno tutto tranquille!!! Una cosa che vi consiglio è di comprarsi due paia di mutandine belle alte e di una/due taglie più grandi perché avrete la pancia un po' gonfia e così l'elastico superiore non andrà ad appoggiarsi proprio dove c'è la ferita. Se vi fa male la pancia state tranquille e ditelo alle infermiere, così vi faranno una flebo di antidolorifico e starete subito benone.
Volevo dire a tutte le amiche che hanno paura di fare questo intervento, di farsi coraggio e che in fin dei conti non è nulla di così terribile! Io sono già 4 giorni che cammino, certo un po' di dolori ne ho, ma vi giuro che passa veramente in due giorni il peggio!
Il dottor Vernocchi che mi ha operata e tutta l'equipe sono stati semplicemente meravigliosi!! Mi hanno coccolata dal momento in cui sono entrata in sala operatoria finché non mi sono risvegliata nel letto del reparto. Le infermiere del reparto sono TUTTE gentilissime, brave e simpatiche... credetemi se vi dico che ti fanno sentire veramente quasi a casa! Il mangiare per essere in ospedale è anche buonino e c'è anche tanta scelta e le ragazze che lo portano in stanza sono simpaticissime e super gentili. Impeccabile la pulizia dei letti, delle stanze e del bagno, lo puliscono tutti i giorni!
Amiche... la ginecologia di questo ospedale secondo me è da 10 e lode!! Coraggio, siamo donne... e non abbiamo paura di niente. Vedrete che poi starete meglio una volta guarite del tutto. BUONA FORTUNA A TUTTE!

Patologia trattata
Fibromatosi uterina.
Laparoscopia diagnostica, isterectomia laparotomia, annessiectomia sinistra, salpingectomia destra.
Voto medio 
 
4.0
Competenza 
 
4.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
5.0

Parto cesareo programmato con interruzione

Dopo l'orribile esperienza vissuta, sento il dovere di consigliare a chi ne avesse bisogno un'ottima ginecologa a Faenza. Il suo nome è Dott.ssa Vetruccio Alessandra e per poterla contattare i numeri sono: 848 884 499 (da telefono fisso)
e 191 166 (da cellulare).
Vi starete chiedendo il perché di questa pubblicità gratuita, ma in realtà non lo è. Io vivo a Imola da circa tre anni e ho uno splendido bimbo di 4 anni. A luglio scorso ho scoperto di essere incinta, felicità assoluta... Ora bisognava trovare un bravo ginecologo. Comincio le mie ricerche su internet e trovo tante ottime recensioni sulla Vetruccio, ma non trovo il recapito e in più non mi venne di provare a chiamare in ospedale, fatto sta che trovo il numero di un altro medico e lo contatto. Il destino però ha voluto che all'ottava settimana di gravidanza avessi dei dolori e andassi al pronto soccorso di Faenza, dove c'era proprio la Vetruccio di guardia che mi visita; alché io le dico che avrei voluto rivolgermi a lei per essere seguita e siccome mi rispose che potevo sempre farlo e non ero la prima a farlo, feci così.. Poi sfortuna volle che lei potesse ricontrollarmi solo dopo un mese (causa ferie, prima mie e poi sue) e alla visita riscontrò subito un grave problema alla mia bimba e mi consigliò di fare dei controlli più specifici presso centri specializzati, anche se lei sapeva che la soluzione era solo una: interrompere la gravidanza, perché la mia bimba era destinata a una vita di sofferenza.. Una mamma però spera fino alla fine e ho deciso di fare tutti i controlli necessari, che confutassero ogni dubbio..
Per farla breve, la Vetruccio aveva ragione e a 17+1 settimane ho dovuto interrompere la gravidanza. Vi sto parlando della mia tragedia perché non è affatto facile trovare un dottore competente e professionale e allo stesso tempo dotato di tatto e tanta umanità... lei non è stata semplicemente la ginecologa, ma il mio angelo. Inoltre vorrei aggiungere che anche le infermiere ed ostetriche sono state meravigliose, gentili e umane data la circostanza.

Patologia trattata
Malformazione al feto.
Voto medio 
 
3.0
Competenza 
 
4.0
Assistenza 
 
3.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
3.0

Parto naturale a basso rischio

Ho scelto di partorire a Faenza perché, come affermato al corso pre-parto organizzato dal Consultorio faentino, lì la donna sarebbe la protagonista del proprio parto al punto da poter decidere in che posizione stare durante il travaglio e il parto medesimo. Ho fatto un parto naturale, a basso rischio. Sono arrivata in ospedale accompagnata dalla mia ostetrica privata, quando ero già alla massima dilatazione. In sala parto sono stata subito messa stesa su un lettino col tracciato come 40 anni fa! Dopo quello che era stato promesso al corso! Ma in quei momenti la partoriente non è certo in grado di mettersi a discutere su certe cose. La dott.ssa Isola ha voluto assistere a tutto il parto dall'inizio alla fine, pur non essendoci complicazioni. A un certo punto stava per procedere con un'episiotomia che la mia ostetrica privata ha impedito, a ragione, dato che ho partorito naturalmente senza farla, anche se ho spinto per quasi 3 ore (e non scherzo...!). La dott.ssa in quei frangenti mi ha pure detto: "Non stai facendo tutto quello che potresti per lei!" riferendosi a mia figlia!
Per metà del travaglio mi hanno tenuto in una sala parto, poi breve sosta sul water, seconda parte sempre lì, infine ultima parte nell'altra sala parto. Non commento.
Giunta in camera per tutto il giorno, la mia compagna di stanza ha ricevuto un flusso continuo di visitatori numerosi e rumorosi: nessuno, neppure il personale dell'ospedale entrato in stanza in quei momenti, ha osato richiamare a un poco di ordine e silenzio, invitando qualcuno ad uscire: aria irrespirabile, caldo atroce nonostante il mese, confusione continua con tanto di biberon altrui caduto sotto il mio letto, bambini appoggiati e quasi seduti al mio letto... Anche durante la pausa pranzo del primo giorno la camera era piena di visitatori della mia compagna e nessuno dell'ospedale che sia intervenuto! Anche se girano diversi carrelli delle pulizie, la mattina ho trovato il water sporco dell'alone di sangue altrui. In camera entra continuamente personale ospedaliero senza presentarsi: pertanto non sapevo mai chi fosse chi avevo davanti (infermiera, ostetrica, dottoressa...?) e spesso chiedevano le stesse cose come se ognuno ripetesse il lavoro dell'altro o non comunicassero tra loro. Poi nessuno ti spiega prima cosa dovrai fare: i vari controlli tuoi e del bambino. Ti piombano in camera e devi essere pronto a tutto!
Al momento delle dimissioni mi hanno consegnato la lettera sbagliata, di un'altra paziente: da quando l'ho comunicato a quando mi hanno consegnato la mia lettera di dimissione, sono passate circa 3 ore. Non solo. Mentre aspettavo in camera, è arrivata una signora a chiedere se mi fosse stato detto che alle 14.10 avrei dovuto avere già lasciato la stanza (in quel momento ero l'unica ricoverata in quella camera, perché la vicina di letto era stata dimessa la sera prima), così spiego la situazione, poco dopo torna e dice che posso aspettare lì, ma un istante dopo arriva un'altra signora invitandomi ad andare ad aspettare nella nursery perché in quella camera dovevano procedere con "le pulizie profonde". Così si va alla nursery e lì l'ostetrica di turno si altera un po' perché quello è un luogo adibito solo al cambio pannolino e allattamento; io le rispiego la situazione e pare comprenderla... Per togliere il disturbo a quel punto vado nella saletta d'aspetto per circa 1 ora prima di partire. Sembrerà una cosa poco grave, ma dopo un parto e 4 giorni senza dormire venire sballottati così per 3 ore, al momento delle dimissioni (quando non vedi l'ora di tornartene a casa tua!), per un errore veramente banale come consegnare la lettera di un'altra... mette a dura prova!
Faenza mi ha deluso perché il motivo per cui l'ho scelta (la donna protagonista!!) è venuto meno col mio parto a basso rischio come 40 anni fa, bloccata su un letto a pancia in su. L'errore delle dimissioni può capitare, ma non aiuta a fidarsi dell'ambiente. Temo comunque che gli altri ospedali non siano migliori. Alla fine non è l'ospedale in sé a fare la differenza, ma il personale di turno quando devi partorire. In conclusione: oggi nel caso di una gravidanza a basso rischio, se tornassi indietro partorirei a casa.

Patologia trattata
Parto naturale a basso rischio.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Reparto fantastico

Ho scelto questo ospedale per un cesareo programmato e sono felice della scelta. Medici impeccabili (sono stata operata dal dottor Vernocchi e dalla dottoressa Amerigo) e personale davvero speciale. La gentilezza e professionalità delle ostetriche (vorrei ringraziarle tutte, ma erano tante e non ricordo i nomi), fondamentali nei giorni dopo il parto per impostare l'allattamento al seno ed aiutarmi in ogni momento con la bimba.
Le stanze sono pulite e spaziose, insomma, consigliatissimo!

Patologia trattata
Taglio cesareo programmato.
Voto medio 
 
4.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
3.0

Sono stata fortunata

Ho partorito due volte all'ospedale di Faenza, la prima volta ho incontrato un'ostetrica molto brava, Simona, che però finito il turno è stata sostituita da una collega che mi ha fatto una flebo di ossitocina a sproposito.. con il risultato di essere andata in tilt e non aver sentito più le spinte per l'espulsione (ho partorito col cervello invece che con l'istinto). Alla seconda ho ritrovato Simona ed il parto è stato meraviglioso. Mi hanno assecondato in tutto quello che volevo fare è bastato dirlo al momento del ricovero. Ho fatto il travaglio in acqua, hanno aspettato a tagliare il cordone, non hanno lavato il bambino e mi hanno seguito tutte con empatia e gentilezza. Anche la ginecologa Daniela Americo è stata davvero brava, ci ha fatto sentire accolti come a casa.. e io infatti avrei voluto partorire a casa, ma si vede doveva andare così. Io consiglio questo ospedale perchè è piccolo a misura di persona.

Patologia trattata
Parto spontaneo.
Voto medio 
 
1.5
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
2.0

Pessima esperienza

Ho partorito in quel reparto nel 2011, praticamente da sola perché l'ostetrica era impegnata in un'altra sala parto. Oltretutto, nonostante avessi il tampone positivo, non mi sono state fatte tutte le dosi di antibiotico; con il risultato che a 9 giorni di vita mio figlio é finito in terapia intensiva a Ravenna. Nel 2011 non é accettabile che accadano cose del genere!!

Patologia trattata
Parto.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Reparto ginecologia

Complimenti al personale del reparto ginecologia di Faenza, in particolare al dottor Nicola D'Urso, che in primis è molto molto bravo; poi nel reparto sono tutti gentili e cordiali. Complimenti a tutto lo staff!
Grazie mille, Francesca B.

Patologia trattata
Intervento chirurgico ginecologico.
Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
4.0

Raschiamento

Ho dovuto effettuare un raschiamento per un aborto interno; mi sono rivolta al reparto ginecologia ostetricia di Faenza, dove sono stata seguita con grande umanità e professionalità. Vorrei segnalare l'ottima organizzazione e la competenza.

Patologia trattata
Aborto interno.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Esperienza molto positiva

Sono stata operata in laparoscopia nel 2005 per adenocarcinoma endometriale. L'intervento è stato molto delicato, ma il dott. Bucolo è stato bravissimo e molto competente, così come il resto del personale ospedaliero; mi hanno trattata benissimo ed io mi sono sentita coccolata e protetta. Grazie a tutti.

Patologia trattata
Adenocarcinoma endometriale.
Voto medio 
 
4.5
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
5.0

PARTO

ESPERIENZA PIU' CHE POSITIVA.
Ho dovuto partorire a Faenza per un allergia al lattice (sono di Ravenna) ed avevo mille dubbi e paure.
Dalla presa in carico ho conosciuto del personale meraviglioso, sorridente e molto disponibile. Non si sono mai indispettiti per le mille domande che facevo e per le paure che avevo.
Poi è arrivato il parto, difficile, tante ore di travaglio per poi fare un cesareo. La mia sux ostetrica e la sux ginecologa sono state fantastiche, in sala operatoria idem. Comunque tutti i dottori sono molto professionali e simpatici, tutte le ostetriche e infermiere sono il top. L'unica pecca sono le pulizie.. la cooperativa in appalto non è il massimo!! Voto complessivo comunque 10 e lode. Reparto che consiglio a tutti.

Patologia trattata
parto.
Voto medio 
 
2.5
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
3.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
1.0

Esperienza assolutamente negativa

Riporto la mia esperienza. Sono stata operata all'ospedale di Faenza nel 2006 per endometriosi ovarica e cisti nel setto retto vaginale. Mi hanno fatto firmare la liberatoria per procedere con l'eventuale resezione intestinale la mattina stessa dell'intervento. L'intervento, che doveva essere semplice, è andato male e, da laparoscopia, si è trasformato in una laparotomia. Durante la laparotomia mi hanno sbeccato l'intestino e hanno chiamato i chirurghi d'urgenza (forse si poteva pre-allertare il reparto in questione vista la delicatezza dell'intervento). A quel punto ha continuato l'intervento il chirurgo e ne sono uscita dopo 8 ore con un sacchetto attaccato all'addome (stomia). Alla fine dell'intervento la ginecologia mi ha fatto trasferire in chirurgia perchè non sapevano trattare le problematiche legate alla stomia (sacchetto - e la cosa ci può anche stare). Il primario di ginecologia, che mi ha operata, è venuto una volta a vedere come procedevo con una visita lampo. Nelle visite successive, fatte privatamente, ha sempre sottovalutato i problemi che, un intervento così invasivo, ha necessariamente comportato. Per concludere, in casi di endometriosi, consiglio di lasciar perdere Faenza e di rivolgersi in un ospedale con un centro specializzato per questa patologia.

Patologia trattata
Endometriosi.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Ottimo reparto di Ginecologia e Ostetricia

Ho effettuato in Day Hospital l'asportazione di un polipo in endometrio. La competenza, la gentilezza e la cordialità sono a dir poco eccellenti. Mi sono sentita protetta e coccolata come non mi è mai capitato in altri ospedali.
Il personale del reparto è delizioso, direi impeccabile e, anche se fortunatamente sono stata poche ore, mi hanno lasciato un senso di benessere.
Per la mia esperienza, mi sento di consigliarlo a chi ne avesse la necessità.

Patologia trattata
Asportazione polipo endometriale in isteroscopia diagnostica.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

esperienza in ospedale

Sono stata ricoverata in aprile 2010 per un isteroscopia diagnostica. Poi a distanza di un mese ho subito un altro intervento per neo-plasia al corpo uterino. Il dott. Bucolo ha eseguito lui l'intervento in modo impeccabile. L'operazione è durata 6 ore. Il decorso post-operatorio è stato più che regolare.
Lo consiglio a chiunque debba operarsi di andare a Faenza: certamente è un ospedale all'avanguarda. Lo consiglio a tutti.

Patologia trattata
isteroscopia diagnostica (aprile 2010); intervento per neoplasia al corpo uterino (maggio 2010).
Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

esperienza ottima!

Sono entrata per la prima volta in ospedale, per questa operazione piuttosto delicata: tutto il reparto di ginecologia è stato eccellente nell'accudirmi e coccolarmi. Il Primario, Dr. Bucolo, ha effettuato un intervento difficile in modo impeccabile. Sono stata felicissima di aver scelto lui e la sua equipe. Sono andata apposta a Faenza da un'altra città, perché avevo ottime referenze del Primario. Anche tutte le infermiere sono state di una gentilezza squisita. Perfino il cibo era buonino. Il Primario mi ha operata il venerdì ed il sabato ha telefonato in ospedale per informarsi sulle condizioni delle operate. Che assistenza!Tutto molto pulito e tranquillo. Lo consiglio!

Patologia trattata
miomectomia multipla in minilaparotomia laparoassistita.
Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
5.0

esperienza piu che positiva

Sono una neo mamma. mi sono sentita in dovere di aggiungere il mio contributo personale dopo aver letto i due episodi non troppo felici successi ad altre due mamme... sono dell'idea che purtroppo in tutti gli ospedali succedano fatti del genere, ma non sempre sono da deputare a incompetenza o malasantà... Circa tre mesi fa, la mia creatura Emma è venuta alla luce. E' stata un'esperienza meravigliosa. Sono arrivata in reparto in piena notte... e tutti sanno che di notte il personale è ridotto al minimo.. Nonostante questo sono stata accolta seguita e coccolata con tutta la competenza e professionalità che tutti noi speriamo sempre di ricevere... All'ingresso in reparto, un'infermiera molto simpatica mi ha informato che l'unica ostetrica in turno era in sala travaglio ed io mi sono subito un po' allarmata pensando di dover passare tutto il periodo del travaglio abbandonata a me stessa.. Ma non è stato così.. L'infermiera non mi ha abbandonata un istante e si alternava con l'ostetrica che seguiva anche un altro travaglio e con le dottoressa che si divideva tra le due sale. Quando la mia Emma stava per nascere, l'infermiera mi ha tenuto la mano e ha guidato le mie spinte aiutando l'ostetrica che mi ha fatto partorire. Tutto il personale è stato meraviglioso ed è stata l'esperienza più bella della mia vita.. Un immenso grazie a tutto il personale

Patologia trattata
parto.
Voto medio 
 
1.5
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
1.0

esperienza assolutamente negativa

sarei tanto interessata a sapere se a qualcun'altro è successo qualcosa di simile, ora vi racconto...
per colpa del dottore B. che non ha voluto effettuare il cesareo, mia figlia, nonostante avesse delle decelerazioni del battito cardiaco, è nata si un'ora e mezzo più tardi dai primi segni di sofferenza, ma è nata in arresto cardiaco con indice di apgar1. dopo vari tentativi di rianimazione il suo cuoricino è tornato a battere 10 minuti dopo, ma haimè la troppa carenza di ossigeno alla testa l'ha resa un vegetale ed è stata trasferita di corsa al T.I.N. di Ravenna dove, dopo essere stata attaccata al respiratore e alimentata col sondino, ha cessato di vivere dopo 35 giorni. Voi ditemi se nel 2010 con tutte le tecniche e i macchinari che si possiedono, devono ancora succedere di queste cose, e tutto solo perchè dall'alto hanno dato dei tagli ai cesarei perchè costano troppo.
non ci siamo, sono indignata e intanto una piccola creatura ci è andata di mezzo e nessuno mai me la restituirà.

Patologia trattata
parto.
Voto medio 
 
2.3
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
3.0

pessimo

peggio non poteva andare!...appena c'è un problema, che sia piccolo o grande, non ti bada nessuno.
per non elencare tutti i problemi che ho avuto... e sono stati tanti... l'unica che mi ha dato retta una volta, aiutandomi e dandomi consigli, è stata un'inserviente mentre mi portava il tè...
vi consiglio con il cuore di evitare di partorire a faenza... mi hanno fatto passare la voglia di avere altri figli... e se mai mi ritornerà non succederà di sicuro all'ospedale di faenza!!!

Patologia trattata
parto.


Altri contenuti interessanti su QSalute