Neurologia Ospedale Reggio Calabria

 
1.4 (3)
Scrivi Recensione
Reparto
Il reparto di Neurologia - Centro Regionale Epilessie degli Ospedali Riuniti Bianchi - Melacrino di Reggio Calabria, ha come Direttore il Dott. Luciano Arcudi. Il reparto, Centro Direzione Universitaria in convenzione con l'Università Magna Grecia di Catanzaro, si occupa delle principali patologie neurologiche, con particolari competenze su: epilessie sclerosi multipla, ictus, demenze (morbo di Alzheimer, demenza vascolare, etc.), cefalee, morbo di Parkinson ed altri disturbi del movimento, neuropatie periferiche acute e croniche (Guillain- Barrè, CIDP, etc.), malattie rare. Si effettuano i seguenti esami specialistici: elettroencefalografia, poligrafia, video EEG poligrafia, EEG dinamico, potenziali evocati visivi, potenziali evocati somatosensoriali, potenziali evocati acustici, potenziali evocati motori, elettromiografia, elettroneurografia, test Neuro-Psicologici. Fanno parte dell'equipe dell'unità operativa i dirigenti medici Dr.ssa Adele Latella, Dr.ssa Vittoria Cianci, Dr.ssa Domenica Crupi, Dr.ssa Iris Teodora Garreffa, Dr.Vincenzo Dattola, Dr.ssa Margherita Russo, Dr.ssa Concetta Russo.

Recensioni dei pazienti

3 recensioni

Voto medio 
 
1.4
Competenza 
 
1.7  (3)
Assistenza 
 
1.0  (3)
Pulizia 
 
2.0  (3)
Servizi 
 
1.0  (3)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
1.5
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
1.0

Neurologia (cefalee)

Dopo essermi prenotato e aver perso 2 ore al reparto di neurologia di Reggio Calabria , hanno inziato a mandarmi da un piano all'altro (trattandomi con sufficienza e superficialità) per poi scoprire che il medico non era presente e quindi non poteva visitarmi.
Esperienza negativissima. Ho toccato con mano per la prima volta la malasanità calabrese e l’arroganza dei medici. Mi auguro solo che sia un problema di questa sezione e non di tutto l’ospedale.

Patologia trattata
Cefalea tensiva.



Voto medio 
 
1.3
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
1.0

Due neurinomi dell'acustico e NF2

Arrivo nel 2008 al pronto soccorso con una diagnosi di papilledema da stasi bilaterale con richiesta di Tac e risonanza, dato che ho anche forti disturbi agli occhi. Mi viene fatta la TAC con esito negativo e vengo mandato in neurologia, dove incontro la Dott.ssa Latella che, probabilmente essendo le 13.00, riteneva non avessi nemmeno necessità di una visita perchè la Tac era negativa.
Dopo le nostre insistenze, vengo visitato e la dottoressa dice che non c'era niente, ma "per sicurezza vada esternamente a fare una risonanza". Esternamente all'ospedale la risonanza mi è stata data dopo due mesi. Nel frattempo i sintomi non diminuivano e dopo due giorni sono stato ricoverato a Messina.
La dottoressa non si è accorta di 2 TUMORI SUI NERVI ACUSTICI, uno di 5 cm. e uno di 2 cm. con ipertensione endocranica, cervelletto compresso e tronco encefalico spostato.

Patologia trattata
Due neurinomi dell'acustico e neurofibromatosi NF2.
Voto medio 
 
1.5
Competenza 
 
3.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
1.0
Servizi 
 
1.0

Segnalazione disservizi

Mio papà è ricoverato da 10 giorni al Riuniti, reparto neurologia, e noi familiari siamo indignati per il modo in cui assistono i pazienti. Mio papà sta ore senza essere cambiato (pannolone), è una assistenza che non esiste, dalla pulizia all'atteggiamento del personale.

Patologia trattata
Ictus e piccola ischemia.



Altri contenuti interessanti su QSalute