Dettagli Recensione

Voto medio 
 
2.0
Competenza 
 
4.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
1.0

Ambiente troppo freddo e asettico

Il mio incubo inizia il 29 dicembre dopo una visita di controllo per una gravidanza gemellare: vengo ricoverata nell'ospedale di Monza il 3 gennaio, partorisco alla 28° settimana, le bimbe vengono ricoverate in terapia intensiva e da lì inizia il nostro calvario. Ma grazie all'aiuto dei medici e delle infermiere del reparto, superiamo i vari ostacoli. Poi purtroppo una gemellina viene trasferita in Mangiagalli per essere operata: l'operazione va bene e sulla preparazione del personale non ho nulla da dire, ma qui troviamo un ambiente freddo e asettico che non aiuta i genitori nè i bambini.. Mia figlia è stata due mesi e mezzo a Monza e sì ha avuto molti problemi di salute, ma è sempre stata curata con affetto e gentilezza da tutti, con il tatto ed il calore di cui ha bisogno un bambino. Invece alla Mangiagalli è solo un posto letto, uno di quei pazienti che per fortuna degli infermieri non possono lamentarsi del trattamento che ricevono..

Patologia trattata
Prematurità.

Commenti

1 risultati - visualizzati 1 - 1  
 
Per Ordine 
 
Inviato da Antonio Colombo
02 Dicembre, 2016
Abbiamo avuto esperienza identica di sentirci meno di un numero. Non sembra esserci un medico di riferimento, la sensazione è che chi passa passa.
Ma senza un medico che ti ha in cura, non ci può essere una relazione: la conseguenza è la scarsa umanità (il percepito da noi pazienti). Magari hai seppellito un figlio e lo stesso giorno ti può venire detto "come va? Come un periodo difficile?". Rischi di dover spiegare che un figlio ti è morto anche mille volte: del resto per tutti i medici, ostetriche, infermieri che incontri, sei uno sconosciuto.
Poi per i padri il bagno è quello del piano terra, utilizzato quotidianamente dai padri dei bimbi malati come dai senzatetto, ospitati dall'ospedale quotidianamente nelle ore notturne (apparentemente consapevolmente: si rischia di stare male solo per l'odore).
Il punto è come è pensata l'organizzazione: del personale non posso dire nulla, perché alla fine non posso dire di avere conosciuto nessuno per più di pochi istanti.
1 risultati - visualizzati 1 - 1  
 
 

Altri contenuti interessanti su QSalute