Dettagli Recensione

 
Ospedali e case di cura a Milano
Voto medio 
 
3.0
Competenza 
 
3.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
4.0

Terapia efficace, rispetto INESISTENTE

Soffro di un'ostruzione totale del canale lacrimale sinistro. Purtroppo, a causa anche di una brutta influenza, un giorno ho iniziato a notare i sintomi di una congiuntivite ma, date le condizioni di cui sopra, la situazione si era molto aggravata: soffrivo di dolori lancinanti e il gonfiore all'occhio sinistro era diventato mostruoso. Essendo prefestivo, il mio medico non era disponibile, così in farmacia mi consigliano di farmi visitare al pronto soccorso. Mi reco all'oftalmico del Fatebenefratelli proprio perché ero già stata visitata lì dal bravissimo Dr. De Gaetano, che mi aveva diagnosticato la dacriostenosi. In accettazione faccio presente la cosa, soprattutto sottolineo i fortissimi dolori, e l'infermiere sembra prendere seriamente la situazione: comunque, mi mette in attesa in codice bianco, attesa devo dire breve tutto sommato, di un paio d'ore.
Non appena entro, vengo "accolta" dal Dr. Nocera che, di spalle, senza nemmeno guardarmi in faccia, esordisce sornione "lei porta lenti a contatto?" e, a mia risposta affermativa, si autocompiace tutto, lasciando intendere che la causa della mia condizione siano solo le lenti: sorvoliamo. Gli dico del mio problema al canale lacrimale sinistro, e gli mostro il verbale del Dr. De Gaetano: nemmeno lo guarda, e dice "beh, ma quel problema era già lì, io mica posso risolverlo"... come se glielo avessi chiesto! Gli rispondo che avevo pensato che MAGARI potesse avere UNA QUALCHE RILEVANZA nel caso specifico in atto. Rischio di dacriocistite, per esempio?? Ovviamente vengo ignorata. Poi sottolineo anche di aver avuto l'influenza nei giorni scorsi, circostanza durante la quale non ho nemmeno indossato le lenti a contatto, per una settimana buona direi. Il dottore fa il vago e risponde "beh sa... i giorni di incubazione"... a quel punto getto la spugna, e rinuncio alla possibilità di essere presa sul serio. Vengo dimessa con una terapia (efficace) per la congiuntivite, ma la ciliegina sulla torta è l'infermiere, che pensando di essere utile, mi dice "mi raccomando, si astenga almeno per 8 giorni dalle lenti a contatto! (ma dai?? Pensavo di indossarle la sera stessa, con l'occhio tumefatto come un krapfen ripieno) che tanto sta bene anche così"... Ma si può essere più fuori luogo?!?? E faccio presente che ho 30 anni, non 12!! E poi, come se la gente indossasse le lenti a contatto per "vanità", e non magari per praticità o altro... incommentabile.
Concludo dicendo che la terapia era indicata, e certamente efficace, ma la sufficienza con la quale sono stata trattata meritava di essere commentata. Inoltre, la terapia per il dolore non è stata minimamente considerata, nonostante credo chiunque avrebbe capito che, con il canale lacrimale ostruito, il dolore non poteva che essere insopportabile. Per la disperazione, dopo 24 ore di sofferenza e di ibuprofene, mi sono dovuta auto-curare con del toradol che avevo in casa per altri motivi, con tutti i rischi del caso, e non aggiungo altro.

Patologia trattata
Congiuntivite (aggravata causa dacriostenosi occhio sinistro).

Commenti

 
 
Per Ordine 
 
 
 
 

Altri contenuti interessanti su QSalute