Dettagli Recensione

 
Ospedali e case di cura a Milano
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Professionisti e umanità

Ho iniziato il mio rapporto con il cancro (Linfoma di Hodgkin) a 17 anni la prima volta…. Poi a 35 l’ho incontrato nuovamente e questa volta, a differenza della prima, oltre alla chemio e alla radio, avrei dovuto combattere anche con un intervento chirurgico, che per quanto conservativo possa essere, avrebbe reso il mio seno irrimediabilmente diverso.
Sono approdata allo IEO per una serie di fortunate coincidenze e quando il 16.07.2012 ho incrociato lo sguardo del Dott. Pietro Caldarella, un medico che oltre ad essere un ottimo professionista è anche un miscuglio di umanità, di gentilezza e sprigiona rassicurazione da ogni poro, mi sono sentita sicura e certa che il mio percorso sarebbe stato in questa struttura.
Grazie alla professionalità della Dott.ssa Monica Iorfida, che ha saputo trovare il protocollo più indicato per il mio caso, ho affrontato la chemio terapia (6 mesi) che ha ridotto considerevolmente il nodulo così poi l’equipe del Dottor Caldarella, nello specifico la Dott.ssa Paola Naninato, ha potuto eseguire una quadrantectomia invece della mastectomia annunciata all’inizio.
Dopo l’intervento, per escludere qualsiasi cosa, il Dottor Caldarella mi ha indirizzato verso la brachiterapia: una particolare radioterapia mirata, che avrei potuto subire anche se ero già stata radio-trattata. Ancora una volta mi imbatto in professionisti pieni di umanità e i medici che incontro, la Dott.ssa Federica Gherardi e il Dott. Andrea Vavassori, fanno un ottimo lavoro dandomi la possibilità di ritornare ad una vita quasi normale…
Dico quasi, perché anche se non voglio ammetterlo, per mettere la parola fine a questa storia e considerarla chiusa, devo risolvere un problema psicologico, che non mi permette di vivere la vita serena che avrei voluto.
Durante i controlli semestrali, il Dottor Caldarella intuisce questo mio disagio e mi suggerisce di intervenire esteticamente per simmetrizzare i seni. Seguo il suo consiglio e decido di fare una prima visita dal chirurgo plastico per valutare la soluzione migliore e mi metto in lista di attesa.
Il 10 marzo 2016 ho fatto il pre-ricovero ed è qui che conosco l’ultimo(ultimo, ma solo in ordine di tempo) angelo, che ha fatto di me una donna nuova, una donna che non ha più paura di specchiarsi e di guardarsi a seno nudo senza voler scappare via e che mi ha aiutato a mettere il “The End” a 4 anni pesanti. L’angelo è il chirurgo estetico Dott. Marco Galati. Per simmetrizzare il seno, ha dovuto fare un lipofilling sul seno operato e conseguente mastoplastica riduttiva e mastopessi sul seno sano.
L’operazione è stata fatta una settimana fa e posso affermare con assoluta certezza che il lavoro eseguito è altamente professionale e sono pienamente soddisfatta. Il dott. Galati si è rivelato un ottimo professionista con doti di umanità, bravura e passione che per un medico sono doti fondamentali.
Ringrazio di cuore tutti questi ottimi professionisti che mi hanno fatto sentire una persona e non un numero. Per un malato di cancro, un sorriso e una parola gentile possono fare la differenza.
Grazie.
Martina

Patologia trattata
Carcinoma Mammario.

Commenti

 
 
Per Ordine 
 
 
 
 

Altri contenuti interessanti su QSalute