Ematologia San Gerardo Monza

 
4.5 (28)
Scrivi Recensione
Reparto
Il reparto di Ematologia e CTA dell'Ospedale San Gerardo di Monza, appartenente all'Azienda Ospedaliera San Gerardo e situato in via G.B. Pergolesi 33, ha come Direttore il Prof. Carlo Gambacorti Passerini. Il reparto si occupa della cura delle malattie del sangue e degli organi ematopoietici (anemie, leucemie, linfomi, mielomi, sindromi mieloproliferative, mielodispalsie, piastrinopenie, malattie emorragiche e trombotiche), della terapia intensiva per emopatie con supporto di cellule staminali emopoietiche, della gestione di pazienti sottoposti a trattamento scoagulante. Gestisce il Centro Trapianti Midollo Osseo, la S.S. di Day-hospital ed i seguenti ambulatori: Ambulatori di prime visite e visite di controllo; Ambulatori leucemie, mielomi e linfomi; Ambulatorio Emostasi e Trombosi - Centro Terapia anticoagulante orale (TAO). Fanno parte dell'equipe medica dell'unità operativa i dottori Eraldo Lanzi (responsabile Day-hospital ed Ambulatori), Pietro Pioltelli (responsabile Trapianto Midollo), Silvia Bolis, Lorenza Borin, Monica Carpenedo, Ivana Casaroli, Monica Fumagalli, Pierfranco Maffè, Matteo Parma, Fausto Rossini, Elisabetta Teruzzi; Elena Elli, Paola Perfetti, Luisa Verga.

Recensioni dei pazienti

28 recensioni

 
(23)
 
(1)
 
(1)
 
(3)
1 stella
 
(0)
Voto medio 
 
4.5
 
4.7  (28)
 
4.5  (28)
 
4.6  (28)
 
4.3  (28)

Filtra per malattia, intervento, sintomo

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
2.0
Competenza 
 
3.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
1.0

Averlo saputo prima, evitavamo decisamente!

Mio padre attualmente è ricoverato da quasi un mese.
Un calvario. Medici che fanno mille esami ma non parlano o dicono nulla al paziente se non sei tu a chiedere ogni volta.
Infermieri non ne parliamo; molto scocciati e spesso irreperibili (mio padre ha avuto un'urgenza durante la notte e dopo diversi minuti di tentativi ha dovuto provvedere ad alzarsi da solo tra mille dolori, con il risultato che non aveva più fiato per diverse ore).
I medici si chiudono spesso nella loro stanzetta quasi a tener fuori (è il caso di dirlo) ogni problema (o meglio parente che chiede informazioni sullo stato del paziente).
Poi, dicono che devono fare una cosa, il mattino successivo è già tutto cambiato senza una spiegazione. Dicono che vogliono dimettere mio padre perchè non c'è più nulla da fare, ma che non ci dobbiamo preoccupare perchè penseranno tutto loro, tramite l'Operatore Sanitario dell'ospedale, ad organizzare il tutto per la degenza a casa... Invece ancora non abbiamo sentito questa fantomatica figura dell'ospedale, e mio padre è prossimo ad essere dimesso. Non abbiamo neppure ricevuto i recapiti dell'operatore(i) che dovranno passare a casa nostra. Neanche uno straccio di aiuto per la degenza a domicilio...

Patologia trattata
Leucemia mieloide cronica/acuta.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Piastrinopenia

Mia madre è stata ricoverata con 1000 piastrine. Fortunatamente dopo alcuni giorni la situazione si è sbloccata e le piastrine hanno cominciato a salire. Ringrazio tutti i medici e il personale del reparto; penso che non sia per nulla facile lavorare in un reparto a impatto emotivo così forte. Nonostante nei primi giorni non fosse possibile per loro rassicurarci sull'esito della malattia di mia madre, abbiamo sempre avuto la sensazione netta di trovarci in un reparto di massima eccellenza. Non deve essere facile nemmeno per i medici non poter dire subito la magica parola: guarirà! Noi abbiamo sempre pensato che stesse ricevendo le migliori cure possibili.
Grazie a tutti.
Paola

Patologia trattata
Piastrinopenia.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

OTTIMO TRATTAMENTO

A nome di ROMUALDO CANESI ringrazio di cuore per la professionalità, la competenza, l'umanità e il costante supporto dei medici e il personale del reparto di EMATOLOGIA ADULTI diretto dal Dott. Pietro Pioltelli.
Un grazie al personale del Day Hospital.
Un grazie particolare alle dottoresse dr.ssa Paola Perfetti, dr.ssa Monica Fumagalli, dr.ssa Fedele.

Patologia trattata
LEUCEMIA MIELOIDE ACUTA.

Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Trapianto midollo osseo

Ho trovato tanta professionalità e umanità. Grazie di cuore ai medici e a tutto il personale della clinica ematologia.

Patologia trattata
Mielodisplasia.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Ottimo trattamento

Organizzazione stupenda, grazie di cuore al Dott. Pietro Pioltelli e al Dott. Matteo Parma, due medici semplicemente meravigliosi.

Patologia trattata
Mielofibrosi.
Voto medio 
 
4.3
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
4.0

Ottimo trattamento

Ho riscontrato una grande competenza e molta dedizione da parte del personale ed in particolare dalla dottoressa Borin, che mi ha seguita e mi segue tuttora con molta attenzione e cortesia, fornendo le informazioni via via richieste. La cura prescritta sta dando buoni esiti e ho ricevuto anche ottimi consigli per altri disturbi non collegati alla patologia in trattamento.

Patologia trattata
Aplasia midollare.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

UN GRAZIE ALLLA EMATOLOGIA DI MONZA

GRAZIE A QUESTO REPARTO E A CHI NE FA PARTE, MEDICI, INFERMIERI, INSERVIENTI: A TUTTI VOI VA IL MIO ABBRACCIO PIù FORTE. MI AVETE FATTO STARE BENE NONOSTANTE LA MALATTIA. UN GRAZIE VA AL PROF. POGLIANI E AI SUOI COLLABORATORI DOTT.ANDREA CASTELLI, DOTT.ssa MONICA FUMAGALLI, DOTT.ssa CASAROLI. GRAZIE A TUTTI VOI, MEDICI DI QUESTO REPARTO, DI AVERMI RIDATO LA VITA CHE STAVO PER PERDERE.. NON CI SONO PAROLE PER RINGRAZIARVI, SIETE MAGNIFICI ED IO NON FINIRò MAI DI RINGRAZIARVI.
GRAZIE GRAZIE GRAZIE.
GASPARE GIAMBALVO

Patologia trattata
LEUCEMIA PROMIELOCITICA.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Reparto competente e professionale

Vorrei lasciare un elogio al medico responsabile del centro TAO che, nonostante tutti i commenti dei media, ha svolto un lavoro indubbiamente professionale durante gli ultimi anni. Il problema del centro Tao è che non è mai stato gestito adeguatamente dalla direzione ospedaliera; fino al 2009 il servizio era gestito separatamente dai cardiologi ed ematologi, ciascuno per la propria competenza (erano e sono tuttora per il 90% pazienti cardiologici). La Direzione decise di accorpare in un unico ambulatorio tutti i pazienti, eliminando la figura del cardiologo e riversando tutto su un unico ematologo. La figura del contrattista di supporto, aldilà della maternità, non è sufficiente per la gestione dell'elevatissimo numero di terapie giornaliere. La direzione ha quindi deciso di delegare al medico di base una parte dei casi, i più facilmente gestibili. E' troppo facile far cadere la responsabilità su un reparto altamente specializzato che in questi anni ha dedicato il proprio lavoro e professionalità a supporto dei pazienti.

Patologia trattata
Terapia Anticoagulante Orale (TAO)
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Dottor Parma competente e (umano)

Purtroppo abbiamo conosciuto anche noi il reparto di ematologia (dico noi perché quella interessata in prima persona è mia moglie Angela), comunque abbiamo trovato competenza, umanità e pulizia, praticamente tutto quello che una persona si augura di trovare in un ospedale siamo in attesa (per i primi di giugno)del trapianto del midollo osseo e la forza di farlo è merito di una persona che vogliamo ringraziare per la fiducia che ci trasmette: grazie grande dottor MATTEO PARMA.
Angela Caparra e famiglia ringraziano ancora il dottor Parma e tutto il reparto.

Patologia trattata
Linfoma non hodgkin.
Voto medio 
 
1.5
Competenza 
 
2.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
1.0

Mancanza di comunicazioni sulla salute del parente

Mancanza di informazioni da parte dei medici ai parenti di un malato ricoverato ormai da più di un mese. Un GRAZIE alla dott.ssa Monica Fumagalli per la sua disponibilità nel darmi tutte le informazioni per avere un quadro più completo sulla salute di un familiare molto caro. Lo stesso non dico invece riguardo la dott.ssa Borin, perché quando si chiedono informazioni su episodi avvenuti alla paziente, non dà mai spiegazioni in merito a quanto è avvenuto. A distanza di un mese dal ricovero questa persona è peggiorata moltissimo non solo per la malattia, ma anche a causa di alcune complicazioni forse dovute alla malattia, o forse anche per il troppo tempo perso a fare esami. Al momento non saprei dire se consiglierei il reparto, data la poca professionalità sia da parte di alcuni medici, sia da parte del personale infermieristico, compresi ASA ed OSS, soprattutto quelli stranieri, che parlano un po' troppo per niente...

Patologia trattata
Mieloma multiplo.
Voto medio 
 
2.3
Competenza 
 
4.0
Assistenza 
 
3.0
Pulizia 
 
1.0
Servizi 
 
1.0

Ematologia

Purtroppo non ho solo cose positive da raccontare. In day hospital tutto funziona meglio, mentre nel reparto i medici (bravi) vengono oscurati dall'atteggiamento degli infermieri, la maggior parte stranieri, poco educati con i pazienti sofferenti, prepotenti e parlano delle regole come si trattasse di una prigione e non di una struttura ospedaliera! Non c'è flessibilità, non sanno adattarsi alle esigenze dei pazienti (capisco che la visita duri un'ora..).

Patologia trattata
Ematologica.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Un sincero ringraziamento alla Dott.ssa Scollo

Sono stato curato nel reparto con la Dott.ssa Chiara Scollo. Una persona stupenda aldilà della grande competenza professionale. Un sincero augurio per la sua nuova carriera.

Patologia trattata
Linfoma.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Auguri e buona fortuna Dr.ssa Scollo

Apprendo oggi, non senza un po' tristezza, dello spostamento della Dr.ssa Scollo ad altro reparto del San Gerardo.
A molti pazienti mancherà sicuramente il suo approccio ed il suo sorriso terapeutico. Io sono stato curato da lei per Linfoma non hodgkin ed il mese scorso mi ha rilasciato la patente di RC (remissione completa n.d.r), facendomi in pratica tornare a vivere.
Non mi resta che augurarle tutta la fortuna del mondo, pregandola di non dimenticare del tutto i "suoi" pazienti.

Patologia trattata
Linfoma non hodgkin.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Cura completa anche in termini di professionalità

Grazie a tutto lo staff di ematologia, reparto e day hospital, incredibilmente competente e sempre sorridente. E' un reparto che funziona veramente.. Un ringraziamento speciale alla Dott.ssa Scollo, una persona molto competente e positiva.

Patologia trattata
Linfoma non hodgkin.
Voto medio 
 
3.0
Competenza 
 
3.0
Assistenza 
 
3.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
3.0

Ematologia

Purtroppo non devo esprimere un giudizio tanto positivo del reparto. Innanzitutto le prime visite per ematologia vengono fatte nel day hospital, dove si puo' vedere le persone che vanno avanti e indietro e che fanno le chemioterapie; quindi, per chi deve fare la prima visita di ematologia, l'impatto e' veramente devastante!!!!
Il personale medico ha guardato le analisi, ma probabilmente era molto stanco della lunga giornata e quindi sicuramente abituato a cose molto peggiori; così il consulto e' stato sufficiente... Personalmente credo di non tornare piu' a fare nessun'altra visita...

Patologia trattata
Gammopatia monoclonale.
Voto medio 
 
4.5
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
3.0

Il trasloco

Oggi mi è capitato di rileggere una mia recensione lasciata qualche tempo fa, una opinione sull'unità di ricerca clinica dell'ospedale San Gerardo diretta dal prof. Gambacorti. Il mio giudizio espresso non è cambiato , anzi mi trovo a consolidare ulteriormente le posizioni esposte. Devo confessarvi che la frase con la quale conclusi il commento, letta oggi, suona quasi come un presagio; infatti auspicavo che tutte le persone e lo staff del reparto rimanessero al loro posto per molto tempo.
Premetto che per esprimere tutta la mia gratitudine al prof. Gambacorti, agli infermieri, i ricercatori e tutti i medici, non basterebbero cento pagine.
Solo chi come me si è preso il tempo di approfondire la storia della Leucemia Mieloide Cronica e delle terapie per curarla, può capire fino in fondo quanto l'unità di ricerca clinica e il prof. Gambacorti, con l'Azienda ospedaliera S. Gerardo, abbiano SIGNIFICATIVAMENTE cambiato in meglio la storia e la prognosi della malattia che, non dimentichiamo, prima del 2000 non dava scampo.
E' bene ricordare che il prof. Gambacorti ed il suo gruppo di lavoro hanno fatto parte di quei pochi centri di ricerca al mondo (San Gerardo unico in Italia) che svilupparono l'Imatinib (Glivec), un farmaco che ha rivoluzionato la storia della LMC, un farmaco che è stato il capostipite di altri ancora più efficaci, un farmaco che ha contribuito a cambiare gli approcci anche per altri tipi di neoplasie. Mentre prima dell'avvento del Glivec il paziente doveva sopportare cure pesantissime e dall'esito il più delle volte molto incerto, ora la LMC viene curata tranquillamente con pastiglie da assumere per via orale e la maggior parte dei pazienti conduce una vita del tutto normale. Quindi se ci chiediamo quanto l'unità di ricerca clinica e il prof. Gambacorti abbiano inciso sulla mia vita e su quella di altre migliaia di persone, non penso vi sia un giusto parametro che quantifichi adeguatamente questo fatto, visto che la vita di ogni singolo a mio modesto parere ha un valore inestimabile.
Non trascurabile è la visibilità che questo gruppo di medici ha dato a livello internazionale sia al San Gerardo, sia a tutta l'ematologia italiana; constato purtroppo che nell'ambiente dell'ematologia italiana non viene dato il giusto peso e soprattutto i giusti meriti a questo gruppo di ricerca. Ora io mi chiedo, se queste persone lavorando con passione, competenza e umiltà, hanno raggiunto tali risultati, cosa potrebbero mai riuscire a fare se fossero messe nella giusta condizione (economica, logistica e perchè no emotiva) per noi malati di LMC...? forse riuscire a trovare una cura definitiva per questa malattia? ... vi assicuro che conoscendo personalmente questi medici io sono convintissimo di questo!!
Tutto ciò per arrivare a quanto sta succedendo nel reparto. Sembra vi sia in essere una ristrutturazione di tutto l'ospedale; per altro innovazione e riorganizzazione sono due fattori positivi, a patto che ogni cambiamento sia volto al bene del paziente. E' un bel po' che si sentivano voci insistenti su una possibile chiusura dell'unità di ricerca clinica e vi assicuro che, se ciò avvenisse, la ricaduta sui pazienti (non solo quelli seguiti qui) sarebbe davvero disastrosa. Tuttavia un paio di mesi fa, in occasione del periodico controllo, mi è stato riferito che il reparto si trasferirà in altra sede.
Informandomi ho scoperto che l'unità di ricerca è stata traslocata in una struttura al pian terreno distaccata dall'ospedale; i locali sono stati rinnovati, ma gli spazi a disposizione sono ristretti e angusti ed anche dal punto di vista logistico e funzionale non sono ottimali.
A questo punto io mi chiedo se a fronte di quanto ho scritto sopra, e considerando che lo staff del prof. Gambacorti ha numerosi contatti internazionali (per fortuna), visto il prestigio e i risultati raggiunti negli anni, non fosse stato meglio forse trovare una sistemazione migliore di quella attuata che di fatto non permetterà di offrire ai pazienti la qualità espressa fin ora. Non vorrei che la nuova sistemazione sia vista dagli occhi attenti dei collaboratori internazionali come un ridimensionamento, con conseguente perdita di credibilità anche da parte delle case farmaceutiche che attualmente sostengono e contribuiscono alle sperimentazioni. Chiaramente, visti gli enormi interessi economici in ballo, gli “investitori”, se così li vogliamo definire, non troverebbero più appetibile riporre aspettative in strutture poco rappresentative, con una conseguente ricaduta molto negativa sui pazienti.
Io sono convinto per usare un vecchio proverbio “che l'abito non fa il monaco” e siano le persone con tutto il loro bagaglio di esperienza e professionalità, e in questo caso di umanità, a fare la differenza … forse sarebbe ancora peggio avere una “Super struttura” ma gestita da incapaci . Tutto sommato ciò che sta accadendo al reparto rispecchia molto la situazione italiana dove tutto ciò che funziona viene chiuso e dove le persone meritevoli non vengono minimamente sostenute.
Per quanto mi riguarda, prima di esprimere ulteriori giudizi, constaterò di persona (sulla mia pelle intendo) se questa scelta intrapresa dalla direzione sanitaria porterà svantaggi sia alla qualità del servizio, sia all'armonia che fino ad oggi si respirava in reparto. Penso che chi ha passato un'esperienza forte come la malattia, meriti solo il meglio da ogni punto di vista. Gravissimo e frustrante è constatare che chi, come me e gli altri pazienti seguiti a Monza, che da sempre hanno avuto “il meglio”, debbano lottare per non perdere questa condizione.
Concludo ringraziando il prof. Gambacorti, Cristian, il dottor Piazza e tutti i ricercatori, infermieri, medici specializzandi e rinnovo con forza l'auspicio sempre più egoistico e di parte che vede tutti ben saldi ai propri posti attuali.
Con tanto affetto, Pucher Michele

Patologia trattata
Leucemia Mieloide Cronica.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Grazie a voi ho avuto una seconda vita

Prima di ogni altro commento, vorrei dire che se ho la fortuna di essere ancora qui, è grazie a tutto il reparto, medici ed infermieri, dell'ematologia e il reparto trapianto midollo osseo. Grazie di cuore a tutti voi che mi avete salvato la vita e ho ancora la possibilità di veder crescere i miei figli, che sono la mia gioia di vivere. Siete persone speciali con il grande dono di curare e salvare la vita alle persone. Per me, in quel lunghissimo periodo da luglio 2007 a settembre 2008, siete stati una grande famiglia e vi porterò sempre nel mio cuore.

Patologia trattata
Leucemia mieloide acuta.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Grande Professionalità di tutto lo Staff

Che dire.. il Prof. Carlo Gambacorti Passerini é conosciuto da tutti nel settore, dottori e pazienti ne apprezzano il valore quindi direi che parlano i fatti.
Io ho avuto la fortuna di conoscerlo nel lontano anno 2000 (se non ricordo male) e ancora oggi sono in trattamento con il Glivec. Concordo con alcuni commenti, in effetti non é comune essere seguiti sempre dal primario ogni volta che si ha un appuntamento, perché questo avviene al San Gerardo di Monza.
Grazie a lui ed al suo staff, che ci aiutano a combattere questa battaglia per la vita.
Renato.

Patologia trattata
Lucemia Mieloide Cronica.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Dottor Lanzi unico e irripetibile!

Grazie a tutti i professionisti che ogni giorno fanno del loro meglio per curare noi pazienti, in questa struttura ospedaliera dopo 11 anni di malattia posso affermare di aver avuto la fortuna di incontrare delle persone competenti e con un livello di umanita' davvero eccezionale. Un grazie particolare con tanto sincero affetto allo straordinario dottor Eraldo Lanzi, che mi sopporta e mi supporta da oltre un decennio... certi illuminati medici andrebbero clonati per dimostrare ai posteri come il rapporto col proprio ematologo di riferimento sia importante nel decorso, spesso ricco di complicazioni, di certe patologie maligne. Complimenti a tutto il personale!

Patologia trattata
linfoma non hodgkin follicolare.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Fortuna nella Sfortuna- prof. Gambacorti

Sono in trattamento da ormai due anni presso l'unità di ricerca clinica dell'ospedale San Gerardo a Monza diretto dal prof. Carlo Gambacorti Passerini. Molte sarebbero le parole da scrivere e da dedicare in primis al prof. Gambacorti ed a seguire a tutto il suo staff che davvero sono stati come una seconda famiglia in un momento non certo felice della mia vita.
Cosa dire, senza dubbio il mio essere approdato in questa struttura mi ha permesso di ricevere, sia dal punto di vista terapeutico ma soprattutto da quello umano, un trattamento eccezionale!! Non capita tutti i giorni che un paziente venga seguito direttamente dal dirigente del reparto, una persona impegnata su più fronti- ricerca, sperimentazione, cattedre universitarie, convegni ecc.- come il prof. Gambacorti che, tuttavia, è presente a quasi tutti i miei controlli trimestrali ed esegue direttamente in prima persona alcuni delicati prelievi (midollo osseo); devo inoltre ribadire l'estrema umiltà e umanità di questa persona che, pur occupando mansioni direzionali, non si sottrae mai a colloqui di approfondimento sulla malattia, oppure a dedicare qualche minuto in più ai pazienti che davvero traggono beneficio da ciò. Ricordo ancora con piacere una mattina nel 2011, la sala d'attesa era gremita di pazienti e il professore con gli infermieri avevano il loro bel da fare. Da pochi mesi mia moglie era in cinta. Il prof. Gambacorti ha voluto assolutamente uscire dall'ambulatorio per salutare e congratularsi per il lieto evento, nonostante la mattinata fosse davvero piena... io sarò ancora di vecchio stampo, ma questi che possono sembrare piccolo gesti, sono molto importanti.
Un grande ringraziamento ai miei cari infermieri Cristian, Zaira e prima Cristina e Sabina, che in questi anni mi hanno davvero "viziato": sono persone competenti nel loro lavoro ma soprattutto molto cordiali. Grazie mille anche al dottor Piazza, che in assenza del prof. mi fa il prelievo di midollo ed è davvero molto bravo! Grazie mille anche al primario prof. Pogliani che non ho mai conosciuto di persona ma che, tuttavia, coordina il reparto di ematologia e anche la ricerca clinica.
Io egoisticamente spero che queste persone non lascino mai i loro incarichi e possano seguire noi pazienti per ancora molti, anzi, moltissimi anni!!!
grazie ancora.
Pucher Michele

Patologia trattata
Leucemia mieloide cronica.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

eccellenza totale, dr.ssa Teruzzi e staff tutto

un enorme grazie a tutti, medici ed infermieri, di questo reparto; hanno saputo rendere facile un passaggio difficilissimo della vita.
un particolare ringraziamento alla Dott.ssa Elisabetta Teruzzi e al suo sorriso terapeutico.

Patologia trattata
leucemia mieloide acuta (LMA); trapianto di midollo.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Un reparto col sorriso!

... nei momenti difficili trovare persone capaci di farti sorridere serve a sentirsi meglio ..e poi visto che riescono a trovare le mie vene, meritano sicuramente un applauso! Senza dimenticare la grande competenza che contraddistingue i medici di reparto.

Patologia trattata
Linfoma di hodgkin.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Ottimo reparto

Grazie di tutto! E più di tutto grazie di esserci. Siete un reparto eccellente sotto ogni aspetto, sia dal punto di vista della competenza che della umanità.

Patologia trattata
Linfoma non Hodgkin.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

I miei dottori!!

Dal 1995 sono cambiate molte cose, ma leggo con piacere che i "miei" adorati medici mantengono sempre uno standard di altissimo livello... e non solo per la professionalita'...!!
Un enorme abbraccio!
Lory

Patologia trattata
Linfoma.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Meno male che c'è, e grazie al Dr. Pioltelli

Ottimo reparto, con medici competenti e preparati. Mi sono sentita fiduciosa e in ottime mani anche con una patologia grave, grazie soprattutto al mitico dott. Pietro Pioltelli.

Patologia trattata
Linfoma non Hodgkin.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Le scelte terapeutiche

da 13 anni il mitico Prof. Pogliani mi accudisce proteggendomi dai reumatologi. Grazie a lui e ai suoi predecessori dell'ematologia pediatrica, dopo 25 anni di malattia non ho mai assunto farmaci immunosoppressivi. La malattia è ben controllata e la mia qualità di vita è pari a quella di una persona normale.
Chi ha malattie come la mia sa cosa vuol dire peregrinare in cerca di una diagnosi e di una cura... e sa anche quanto sia pericoloso finire nelle mani sbagliate.
Un grazie di cuore.

Patologia trattata
Lupus eritematoso sistemico.
Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
4.0

ottimo reparto

In questo reparto leucemie, linfomi e mielomi fanno meno paura.

Patologia trattata
mieloma multiplo.
Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
4.0

PORPORA TROMBOTICA TROMPOCITOPENICA

Ringrazio tutta l'equipe del Dott. Pogliani, reparto Ematologia Adulti, dal primo all'ultimo dottore ed infermiere e assistente che mi ha ospitata per 52 giorni nel maggio 2008.
Grazie a loro e all'equipe del Dott. Perseghin, Reparto Aferesi e Trasfusionale, sono viva e posso scrivere qui, oggi, adesso.
Con competenza, sorriso e tenacia le hanno provate tutte fino a quando non mi hanno guarita.
Immensa è la mia riconoscenza e affetto, anche a distanza di due lunghi (brevissimi) anni.
Un abbraccio, la Valentina

Patologia trattata
PTT porpora trombotica trombocitopenica.


Altri contenuti interessanti su QSalute