Endocrinologia Ospedale Parma

 
3.9 (5)
Scrivi Recensione
Il reparto di Endocrinologia e Malattie del metabolismo dell'Ospedale Maggiore di Parma, situato in viale Gramsci 14, ha come Direttore il Dott. Riccardo Bonadonna. Il reparto si occupa delle malattie endocrinologiche e delle patologie metaboliche, operando anche ambulatorialmente nel settore endocrinologico e delle tireopatie. Il reparto si occupa inoltre delle malattie tiroidee in soggetti in terapia con interferone in collaborazione con la struttura di Malattie infettive ed epatologia, collaborando anche con i reparti di Nefrologia e Chirurgia generale - trapianti d'organo per i trapianti di rene e pancreas nei diabetici. Fanno parte dell'equipe medica i dottori Monica Antonini, Simona Cataldo, Alessandra Dei Cas.

Recensioni dei pazienti

5 recensioni

Voto medio 
 
3.9
Competenza 
 
4.0  (5)
Assistenza 
 
3.6  (5)
Pulizia 
 
4.2  (5)
Servizi 
 
3.8  (5)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Elogi alla Prof.ssa Roberta Minelli

Durante una ecografia di controllo il medico rileva vari noduli tiroidei e, per conformazione e dimensioni, decreta immediatamente la tipologia di noduli maligni. Il medico di base, vista l'ecografia, conferma lo stesso prescrivendomi una visita endocrinologica.

Prenoto la visita endocrinologica da uno specialista, di cui non menziono il nome, mi prescrive alcuni esami del sangue. Ritorno ad esami effettuati e mi prescrive un ago aspirato (in entrambe le visite non un commento, non un'indicazione, nulla...).
Tutto questo periodo per me è stata una grande sofferenza, fra ecografia e visita specialistica non ho dormito per un mese.
Finalmente, dietro consigli di amici, prenoto una visita con la prof.ssa Roberta Minelli, endocrinologa all'ospedale Maggiore di Parma.
Fin dal primo approccio ho avuto finalmente la percezione di qualcuno di cui potessi fidarmi, mi ha tranquillizzata e subito visitata.
Immediatamente, visionando l'esito dell'ecografia, ha confutato la diagnosi dei precedenti medici. Per sicurezza abbiamo comunque effettuato l'ago aspirato, eseguito sempre dalla professoressa Minelli, senza che sentissi alcun dolore.
Ieri è arrivato l'esito e, come previsto dalla Minelli, era fortunatamente tutto negativo.
Ora, a parte la grande esperienza e competenza medica, la professoressa Minelli ha la grande dote di saper mettere a proprio agio le persone che in quel momento sono estremamente preoccupate.
Secondo le parole di un detto tibetano, l'efficacia di una cura dipende anche dall'affettuosità e gentilezza del medico. In campo medico l'umanità è quindi fondamentale. Un grande grazie alla prof.ssa Minelli.
Consigliatissima per chiunque ne abbia necessità.

Patologia trattata
Nodulo tiroideo.


Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Competenza e umanità

Quando ti diagnosticano un tumore, è un momento fisicamente e psicologicamente spiazzante. Ho trovato qui medici preparati ed empatici, capaci di guidarmi al meglio in un percorso difficile. Dall'anatomopatologo dott. Corcione che ha fatto la diagnosi (e me l'ha comunicata subito, in modo diretto ma incoraggiante), alla dott.ssa Simona Cataldo, che mi ha guidato nei passi seguenti e mi ha preso in cura (con estrema disponibilità), al chirurgo dott. Del Rio che ha effettuato l'intervento, mi sento di avere incontrato una equipe medica che unisce all'altissimo livello professionale una umanità rara e preziosa.

Patologia trattata
Carcinoma papillare alla tiroide t6.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Elogio per prof.ssa Minelli

Nella vita ho avuto a che fare con tanti medici, ma mai avevo conosciuto un medico che sia dal punto di vista professionale che dal punto di vista umano fosse così di altissimo livello. Ho conosciuto la professoressa Roberta Minelli per mio nodulo tiroideo e sono uscito con le lacrime agli occhi dalla felicità per aver avuto mezz’ora di consulenza con il medico più in gamba che ho abbia mai conosciuto.
La ringrazio tanto professoressa, lei è una persona speciale e, come le ho detto prima di salutarla, lei ha una grande anima. Mi auguro che anche altre persone bisognose possano incontrare medici come la professoressa Minelli.
Grazie di cuore

Patologia trattata
Nodulo tiroideo tir 3A.


Voto medio 
 
2.8
Competenza 
 
4.0
Assistenza 
 
2.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
2.0

Tiroidite

Sono in cura dalla dott.ssa Cataldo e con me è stata brava, paziente, competente. Quando mi hanno diagnosticato cosa avevo, mi ha consigliato 2 medici per potermi fare operare a Parma; sono andata dal dott. Del Rio, molto bravo. Quando sono stata dimessa mi ha seguita molto bene, mi ha persino dato il suo numero di cellulare per poter essere aggiornata. Mi segue tutt'ora (sono 3 anni) e mi trovo bene. Ha in cura anche mio figlio di quasi 17 anni, anche a lui ha dato Eutirox 25 per rimettere a posto la sua tiroidite di Hashimoto e, in attesa che si rimetta a posto, potrebbe in seguito anche toglierlo.
L'esame per l'antitireoglobulina inizialmente lo abbiamo fatto, ora solo tsh.
Caterina

Patologia trattata
Neoplasia a cellule di Hurtle.
Tiroidite di Hashimoto.
Voto medio 
 
1.8
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
2.0

Pessima esperienza nel 2003

Anno 2003: ancora me lo ricordo. Mi hanno somministrato eutirox per un lievissimo ipotiroidismo, SENZA antitireoglobuline. Hanno praticamente colpito una mosca con una clava. Il mio ipotiroidismo è rientrato, senza eutirox, ma ho perso anni di università e mi stavo per laureare. Oggi ho una tachicardia parossistica e soffro di mood swelling tremendi.
Pessima esperienza.

Patologia trattata
Ipotiroidismo - Errore diagnostico: tiroidite di hashimoto inesistente.


Altri contenuti interessanti su QSalute