Dettagli Recensione

 
Ospedali e case di cura a Milano
Voto medio 
 
1.5
Competenza 
 
2.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
1.0

Pronto soccorso oftalmico Fatebenefratelli

Vorrei segnalare la mia esperienza negativa al pronto soccorso oftalmico Fatebenefratelli.
Arrivo al pronto soccorso con dolore forte (non riuscivo a sopportare la luce), occhio rosso e molto gonfio. Codice bianco, attesa 4 ore.
Diagnosi di ulcera corneale, mi danno la cura e mi dicono di ritornare ogni 24 ore!
Dopo la cura avevo la vista offuscata. L'indomani chiedo all’oculista di turno come mai avessi la vista offuscata. Risposta: ha la cornea velata senza una minima spiegazione (ed anche sgarbata). Leggo il foglio illustrativo e mi aveva fatto l'effetto collaterale il farmaco (detto da me, non da loro, che non ti danno una minima spiegazione e si urtano anche se gliela chiedi).
Cura esatta sì, ma inutile, perché in 3 -e sottolineo in 3- non si sono accorti che avevo un corpo estraneo nell'occhio! Vado da un altro oculista privato che mi toglie il corpo estraneo.... Dopo una settimana dolore forte all'occhio. Sono dovuta tornare al Fatebenefratelli perché era mattina presto e non sapevo dove andare... Premesso che non riuscivo a stare con gli occhi aperti per il dolore, arrivo e non c'era nessuno prima di me, ho chiesto dove fosse l'oculista di turno e mi è stato detto che prima doveva fare le visite in reparto e poi sarebbe venuta a visitarmi (alla faccia del pronto soccorso)!
Insomma, alla fine arriva la dottoressa, mi chiede la documentazione passata ( sinceramente una che va al pronto soccorso non pensa a prendere la documentazione, visto che non riuscivo a guardare nulla per il dolore e poi dovrebbero averla archiviata loro da qualche parte)! Le dico che non l'ho portata ma le spiego di aver avuto un ulcera corneale. Con in aria di una che non crede a ciò che dico, mi dice “ se avesse avuto l'ulcera corneale l'avremmo ricoverata “ ... Le dico che mi era stata diagnosticata da 3 dei suoi colleghi lì ed uno fuori! Mi dice che ho un infiltrato corneale e la diagnosi è: LIEVE iperemia congiuntivale (avevo l'occhio rosso e gonfio). E mi dà un antibiotico da mettere nell'occhio, che ovviamente non ho messo ma uscita da lì sono ritornata dall'oculista privato, che mi ha detto che l'occhio era peggiorato. Io gli ho detto “ pensi che stamattina sono andata al pronto soccorso e mi hanno detto che era lieve iperemia congiuntivale ed un infiltrato corneale e basta”. L'oculista, pensando fossi andata in un pronto soccorso generico e non oculistico, mi dice “ ma sa, a volte non trova l’oculista al pronto soccorso, sono medici più generici e quindi ci sta che le abbiano detto questo“.
L'unico che mi aveva indovinatosi è rivelata inutile.

Patologia trattata
Ulcera corneale.

Commenti

 
 
Per Ordine 
 
 
 
 

Altri contenuti interessanti su QSalute