Casa di Cura Tortorella di Salerno

 
2.4 (4)
Scrivi Recensione
Indirizzo
Via Nicola Aversano 1, Salerno
Telefono
089 2578111
La Casa di Cura Tortorella è situata a Salerno in Via Nicola Aversano 1. Si tratta di una casa di cura privata accreditata con il S.S.N. che conta 150 posti letto di degenza e di day hospital. L'attività è caratterizzata dalla presenza di numerose specialità di base e ad alta intensità di cura, tra cui spiccano la Chirurgia Generale, la Medicina, la Cardiologia e l'Oncologia. L'attività è articolata nello specifico nei seguenti unità: Chirurgia Generale e Oncologia, Nido, Ostetricia e Ginecologia, Oculistica, Ortopedia, Otorinolaringoiatria, Endoscopia Operativa e ERCP, Medicina, Cardiologia, Oncologia. La Casa di Cura Tortorella consta inoltre di un'area di Diagnostica per immagini dotata di tutte le attrezzature di un moderno servizio, in grado di eseguire ogni indagine di radiologia tradizionale, digitalizzata contrastografica, mammografie, ecografia 3D Mineralo metria Ossea, Sistema DEXA, e Tac di tutti i distretti anatomici, con tecnica volumetrica o spirale (16 slices). Gli ecografi, dotati di Doppler, Color-Doppler e Power-Doppler, coprono tutti i campi d'indagine.

Recensioni dei pazienti

4 recensioni

Voto medio 
 
2.4
Competenza 
 
2.8  (4)
Assistenza 
 
2.0  (4)
Pulizia 
 
2.8  (4)
Servizi 
 
2.0  (4)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
1.8
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
1.0

Dalla prenotazione alla visita ginecologica

Dovevo sottopormi ad una visita ginecologica di controllo. Il passaggio allo sportello prenotazioni del piano terra mi aveva lasciata gradevolmente sorpresa per la gentilezza, la rapidità e la competenza dell'addetta, quantunque io reputi questi requisiti FONDAMENTALI e non un valore aggiunto, ma questa è ahinoi la prassi in moltissime strutture del nostro sgangherato e cafonissimo Paese: sgarbatezza e ostilità sono perlopiù i modi comuni a chi sta dietro al vetro e, quel che più mi fa rabbrividire, accettati passivamente da una utenza che usa gli stessi modi, si adegua; la competenza, il garbo e la gentilezza (nei due sensi) sono percepiti come straordinari...
Il giorno degli esami mi presento all'accettazione degli ambulatori con largo anticipo, fiduciosa e rassicurata dal fausto passaggio allo sportello prenotazioni (mi dico "ci sarà una coerenza"). Mi viene consegnato un numero da due addette, apparentemente molto disponibili ma che poi si esibiscono in vari numeri semi-comici di inadeguatezza inaccettabile: si recano sul pianerottolo a chiacchierare con un infermiera che "svapa" (!!!!!) allegramente ed impunitamente, fanno qualche telefonata palesemente privata ecc.. Il meglio mi viene riservato da una terza addetta che, dopo 48 minuti di attesa che erano oramai sfociati nell'orario delle mie visite, mi dà informazioni nettamente contrastanti a quelle ricevute dalle altre due e in toni chiaramente critici rispetto alle colleghe (anche questa è prassi, lo spirito di corpo, la deontologia qui sono altamente sconosciuti e rifuggiti).
Venuto il mio turno (minuti 59), mentre mi alzo, questa addetta fa passare con gesto rapido della mano una persona che non era in fila, sua conoscente con la quale aveva parlottato poco prima. La guardo incredula ma lei non si scompone. Taccio perché temo ritorsioni, questo tipo di persone così maleducate, col cartellino in petto, possono fare di tutto e io, conoscendo queste dinamiche locali, sono in qualche modo ricattata dalla situazione. Attendo altri 16 minuti... Allo sportello, la penultima angheria. L'impiegata mi chiede le generalità ma poi viene interpellata da un suo collega del vicino sportello e, SENZA DEGNARMI NEANCHE DI UN MINIMO "SCUSI SIGNORA, PERMETTE?", si dilunga su una discussione amministrativa corredata di telefonate a superiori e colleghi, pareri dei colleghi di uffici adiacenti etc. che dura 12 minuti circa. Senza degnarmi di uno sguardo, una spiegazione, scuse. Ultimo atto di questo percorso, la visita ginecologica. Una vera opera d'arte. Medico che mi accoglie con una frase che suona sorprendentemente come un rimprovero: Cosa viene a fare? Lei deve fare altri esami, la visita semplice non serve, non posso vedere niente, lei in più ha uno spessore (ho l'adipe!!! sono leggermente in sovrappeso a causa della menopausa??? è una colpa???). Mi fa accomodare in malo modo sulla sedia e poi, crediatelo o no, comincia la visita ma quando urlo letteralmente per il dolore (è per questo che sono qui) MI DICE DI ZITTIRMI! E RICOMINCIA! Il dolore è insopportabile, allora bruscamente finisce la visita senza una parola, senza una spiegazione se non qualche parola smozzicata sugli esami da fare che riesco a tirargli fuori a malapena... Anche questo medico si è adeguato alle dinamiche di questo cafonissimo e degradato Paese. Peccato.

Patologia trattata
Ginecologica.



Voto medio 
 
1.3
Competenza 
 
2.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
1.0
Servizi 
 
1.0

Considerazioni

La macchina per la risonanza magnetica risale a venti anni fa (volendo essere generosi). Così come la sua pulizia (nel 'tubo' ci sono grappoli di polvere incrostata, uno schifo per un paziente che si trova col viso e il corpo a pochi cm. da questo sporco). Lo stesso sporco si trova sulle 'gabbiette' che i tecnici ti mettono addosso. La macchina è strettissima e veramente mal messa. Forse i professionisti ci saranno pure, anche se non si vedono, ma i servizi e la cortesia del personale sono veramente molto soggettivi. Peccato, perchè siamo nel privato con costi elevati da privato. In Campania c'é molto ma molto di meglio, con macchine di ultima generazione e perfino costi coperti dal SSN.

Patologia trattata
Pelvi.
Voto medio 
 
1.5
Competenza 
 
3.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
1.0
Servizi 
 
1.0

Brutta esperienza

Se dovete fare una risonanza, andate altrove. La Campania è piena di ottimi centri con macchine moderne. E non solo: la macchina RM è sporca dall'interno (cosicchè il paziente si trova in un tubo con strati di polvere e sporco a pochi cm. dal proprio corpo). Ne ho ricevuto l'immagine di una catena di montaggio. Interessati alla quantità di pazienti, non al benessere del paziente.

Patologia trattata
Risonanza magnetica.

Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Seguiteli come esempio

Direi all'intera sanità italiana di prendere esempio da questa struttura come: preparazione, professionalità, dolcezza, educazione, gentilezza e onestà. Mentre ai campani direi "inutile andare in America quando l'America è qua".
Forse la clinica Tortorella è l'unica in Italia che davvero merita di tutto di più..

Patologia trattata
Problemi al seno.


Altri contenuti interessanti su QSalute