Ginecologia Ospedale Pordenone

 
4.0 (14)
Scrivi Recensione
Il reparto di Ostetricia e Ginecologia dell'Ospedale Santa Maria degli Angeli di Pordenone, situato in Via Montereale 24, ha come Direttore il Dott. Francesco Pirrone. Il reparto è una Struttura Complessa che garantisce la seguente principale attività: assistenza al parto fisiologico; attività ambulatoriale; degenza ordinaria; degenza diurna; gestione del paziente con patologia disfunzionale del pavimento pelvico; gestione del diabete gestazionale; gestione delle urgenze ostetriche ad accesso diretto; gestione delle urgenze ginecologiche; gestione in elezione delle patologie ginecologiche (in integrazione con l'IRCCS CRO di Aviano, per le patologie neoplastiche). Fa parte dell'equipe medica dell'unità operativa la dottoressa Maria Maddalena Casarotto (responsabile S.S. Degenza ostetrica, blocco parto e gravidanza a rischio).

Recensioni dei pazienti

14 recensioni

 
(9)
 
(1)
 
(2)
 
(2)
1 stella
 
(0)
Voto medio 
 
4.0
 
3.9  (14)
 
3.8  (14)
 
4.5  (14)
 
3.9  (14)

Filtra per malattia, intervento, sintomo

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
4.5
Competenza 
 
4.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Gravidanza e Parto

Sono stata seguita qui durante la gravidanza, il parto e il post-parto. Ho trovato il personale, in generale, dai modi gentili, paziente e disposto ad ascoltare. Di alcune OSS che mi hanno seguita in post-parto invece ho trovato freddezza e modi bruschi (la OSS che mi ha fatto andare a piedi in sala parto dilatata di 8 cm, sgridandomi perché non trovavo gli assorbenti, senza pensare che ero terrorizzata per aver perso sangue all'improvviso e sfinita da 20 ore di contrazioni, forse non si ricorda l'episodio, ma io non lo dimenticherò mai). Le ostetriche e in particolare Giulia, che mi ha fatto partorire, è stata un angelo: mi ha trasmesso senso di sicurezza, mi sono sempre sentita al sicuro. Ho potuto assumere tutte le posizioni, avevo musica e aromi durante il parto, mi hanno spiegato nel dettaglio perché mi facevano le varie procedure.
Nel post-parto ho trovato le ostetriche molto delicate nel visitarmi e le infermiere del nido gentili e disponibili a spiegarmi come gestire la bambina. Meno disponibili invece a concedermi un po' di riposo prendendo qualche ora la bambina al nido, o quando chiedevo di guardarla qualche minuto perché ci mettevo tanto a fare pipì, con i punti. In quei casi si sono sempre rifiutate di aiutarmik dicendomi che ora ero mamma e dovevo fare da sola. Purtroppo di fronte alla mia stanchezza mi hanno messo la bambina nel lettino. Spesso ho dormito con la bambina accanto o sopra, quindi non in sicurezza.
Infine una nota negativa: il papà non è mai stato ammesso alle ecografie, è stato presente durante il parto ma avrei voluto che potesse restare anche dopo oltre le due ore del bonding, visto che non me la prendevano al nido, per darmi modo di riposare con la bambina in sicurezza, ma anche perché ci teneva a imparare dalle infermiere a cambiarla, lavarla ecc.
Spero che questi protocolli Covid così stringenti si allentino, perché per il resto valuto l'esperienza molto positivamente.

Patologia trattata
Gravidanza e parto.


Voto medio 
 
3.8
Competenza 
 
4.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
3.0

Visita ginecologica

Ho effettuato ieri 10 gennaio 2020 una visita con il professore Pirrone Francesco, primario del reparto di ginecologia. Mi son trovata benissimo, ero in apprensione... ma è stato molto umano e ha risposto alle mie domande.
Ottima valutazione per me.

Patologia trattata
Utero fibromatoso.
Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
4.0

Con il cuore

Desidero trasmettervi la mia esperienza vissuta nel reparto di ginecologia e ostetricia dell'ospedale di Pordenone.

Nel 2013 è nata Giulia, la mia prima bambina.
Il parto è stato spontaneo con un ricovero di 4 giorni. In quell'occasione ho trovato un ospedale vecchio, un reparto bisognoso di ristrutturazione ma un personale ostetrico ben preparato e gentile.
Le due ostetriche che durante il travaglio mi hanno seguito sono state disponibili al dialogo e alle spiegazioni.
Il personale infermieristico neonatale invece in più occasioni non è stato coerente nelle indicazioni e nei messaggi che ha dato riguardo l'allattamento e alle prassi da seguire con la piccola appena arrivata e questo ha creato dubbi e titubanze in me neomamma.

A novembre 2018 alla 26 settimana di gravidanza, sono stata ricoverata nello stesso reparto per una sospetta appendicopatia. Il racconto di quel giorno merita una descrizione a parte, perché in quella occasione la mia esperienza è stata negativa.

A febbraio 2019 è nata la mia seconda bambina.
Questa volta ho trovato un reparto completamente ristrutturato e funzionale ai bisogni delle neo mamme e dei loro piccoli. Grazie anche alla possibilità di avere una camera tutta per me (camera dozzinanti a pagamento) ho vissuto la degenza con molta serenità e tranquillità.
In reparto mi sono sentita accolta, accudita e seguita e la sensazione è stata molto vicina al calore domestico e familiare.
Una nota sulla camera però la farei; essendo una camera a pagamento credo che un fasciatoio riscaldato, oppure una lampada riscaldante, come accade in altre stanze, sia un'opportunità maggiore che può essere data a questi piccoli appena venuti al mondo.

La ginecologa, che mi ha preso in carico, che mi ha parlato e spiegato cosa avrebbero fatto, è stata precisa, comprensiva e accogliente.

Il personale ostetrico che mi ha seguito é stato eccezionale.
La prima ostetrica, Tiziana, che già conoscevo perché aveva seguito una parte del travaglio della mia prima bambina nel 2103, ha creato tutte le condizioni per favorire un travaglio sereno e rilassato. Ha preparato la stanza con una luce rilassante (cromoterapia) ha acceso degli oli essenziali (aromaterapia) e sempre con molta discrezione e rispetto mi ha proposto un massaggio alla schiena che poi il papà avrebbe potuto continuare a farmi. La musica, che questa volta avevamo portato da casa in una chiavetta, è stata preziosa perché cullata dalle canzoni preferite mi ha permesso di abbandonarmi anche a dei movimenti.
Emanuela la seconda ostetrica é arrivata a travaglio già avviato e mi è piaciuta subito perché ha trasmesso la forza e la determinazione che mi servivano per arrivare al momento del parto.
Mi ha consigliato la doccia perché mi avrebbe aiutata nella dilatazione e mi ha messa a mio agio in tutto, permettendomi varie posizioni, risposte alle mie domande e piccole attenzioni come la proposta di una coperta o il riscaldamento del lenzuolo dopo la doccia.

Nel momento cruciale ha avuto nei miei confronti gesti speciali che ho apprezzato molto, come mantenere la luce soffusa, farmi il massaggio con l'olio e versare l'acqua calda nel perineo per evitare lacerazioni. Mi ha invitato con delicatezza e senza insistenza a toccare la mia bambina ancora prima che venisse al mondo, permettendomi di sentire la sua testolina che stava uscendo e ha coinvolto il papà in ogni suo gesto.

Tiziana ed Emanuela sono state delle presenze discrete e trasmettitrici di serenità nel nostro speciale momento. Hanno accompagnato ogni loro gesto con le parole e hanno chiesto sempre il permesso per fare ogni cosa.
La loro professionalità e umanità rimarranno per sempre nei miei ricordi e nel mio cuore.

Il personale del nido che ho incontrato questa seconda volta é stato molto disponibile e rispettoso, coerente nei messaggi e nelle indicazioni per la cura di mamma e neonato e utile nei consigli dati prima della dimissione.

Tutto il personale è sempre entrato in stanza con rispetto e delicatezza, cercando durante la notte di mantenere silenzio e toni di voce adeguati.

Questa è la mia esperienza positiva di un momento molto delicato che ho vissuto con serenità e positività e che voglio dedicare a chi fa questo lavoro con amore e passione e che spesso non si ringrazia abbastanza… quindi solo una parola.. GRAZIE!

Elena
mamma di Giulia e Paola, venute al mondo aiutate da persone speciali.

Patologia trattata
Parto.


Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Le migliori!

Dopo aver eseguito con successo la manovra per girare la mia bambina che era podalica, in questo ospedale due mesi fa è nata la mia Gaia. Prima figlia, parto in ritardo di qualche giorno, mi hanno ricoverata con un po’ di anticipo perché dicevano che c’erano dei segnali che il parto stava per partire, e da quel momento sono stata super coccolata.
Il reparto di ostetricia e ginecologia merita pienamente la reputazione che ha in giro, il mio voto per queste meravigliose professioniste (non me ne vogliano gli uomini, che non ho conosciuto) è 10! Attente, gentili e professionali: consiglierei a chiunque di partorire in questa struttura! Ricordo di aver detto a qualcuna di loro che si vede che non sono lì solo per svolgere un lavoro, ma che ci mettono l’anima!

Patologia trattata
Parto naturale.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Il top

Esperienza positivissima, ginecologi e ostetriche bravissimi e umani, mi hanno seguita a fine gravidanza perché la mia bimba sino all'ultimo non aveva deciso in che posizione stare... Poi si è decisa a nascere con parto naturale, aiutata da una bravissima ostetrica, Elena:
4 kg. e 53 centimetri senza nemmeno un punto!
Niente da togliere alle altre ostetriche dei turni precedenti, Alessandra e Sonia dolcissime e bravissime.

Patologia trattata
Parto.
Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
4.0

Ottimo

La mia esperienza è stata positiva su tutti i fronti, dalla diagnosi corretta di endometriosi nel 2013 (sfuggita ad altri ginecologi) che mi provocava sterilità grazie al bravissimo dott. Stimoli, all'assistenza nell'amniocentesi e nella comunicazione del suo esito (dott.ssa Piccoli, dotata di professionalità e umanità) fino al parto in cui sono stata seguita con professionalità, dedizione e pazienza da dottori, ostetriche e assistenti nido.
Nel post parto sono stata continuamente circondata da personale cortese e disponibile e la mia bimba accolta con particolare affetto e attenzione alle sue problematiche dal reparto di neonatologia. Inservienti cortesi e sempre sorridenti; reparto pulito e cibo buono.
Grazie di cuore.

Francesca Fabbri

Patologia trattata
Endometriosi, amniocentesi e parto.
Voto medio 
 
1.8
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
1.0

Mi hanno privata del dono più grande

Ho perso mia figlia, perfettamente sana, alla ventesima settimana di gravidanza a causa dell'amniocentesi fatta in questo ospedale senza una terapia antibiotica di sostegno (che tutti fanno) e senza alcun controllo post esame.. Dopo quasi UN MESE, al controllo ecografico, si sono accorti che il battito non c'era più. Anita era morta da giorni. Avevo la placenta anteriore (bucata per ben due volte per prelevare il liquido amniotico) che ha poi sviluppato un'infezione che ha ucciso mia figlia. Sarebbe nata lunedì prossimo. Non mi perdonerò mai per aver fatto questo esame e, ovviamente, consiglio a tutte le future mamme di non correre questo rischio e, soprattutto, di non correrlo in questo ospedale. Se mi fossi fidata del mio istinto, oggi mia figlia sarebbe con me.

Patologia trattata
Amniocentesi.
Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
5.0

Post parto

Ringrazio calorosamente l'Ostetrica Chiara e la Dottoressa Bet per avermi accompagnata con professionalità ed umanità nel mio parto non proprio facile. Ringrazio poi l'intero reparto per la disponibilità e la perizia con cui hanno seguito il ricovero; e così anche le operatrici del nido. Un grazie e complimenti a tutti.

Patologia trattata
Parto.
Voto medio 
 
3.0
Competenza 
 
4.0
Assistenza 
 
2.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
3.0

Degenza post aborto

Sono stata ricoverata la sera per aborto interno alla 11° settimana; mi ha ricoverata la dott.ssa Fracas, gentile, paziente, attenta anche per l'aspetto psicologico. Il giorno verso le 12.00 ha eseguito l'intervento una seconda dott.ssa, della quale purtroppo non ho registrato il nome (cervello in tilt in quel momento). Questa dott.ssa, bravissima, mi ha rassicurato prima dell'intervento e in sala operatoria, chiamandomi per nome e dandomi conforto in quel brutto momento. Fin qui tutto bene...
Purtroppo da quando sono stata riportata in stanza, non ho più visto nessuno se non alle nove di sera, quando sfinita dall'attesa e dalla giornata, sono andata a sollecitare l'infermiera che mi desse qualche informazione... Mia mamma e il mio compagno erano stati lì tutto il giorno e non volevo farli aspettare ancora... visto che a quel punto probabilmente non mi mandavano più a casa, come invece avevano detto.
Alle nove arriva finalmente un'altra dott.ssa che firma le dimissioni senza guardarmi neanche in faccia.. io capisco la stanchezza e le urgenze, ma penso che alcune domande che a lei sembravano normali, per noi non lo siano!
Risultato: tre giorni dopo sono tornata perchè al pronto soccorso ho ritrovato la dott.ssa Fracas!!!! Eccezionale!

Patologia trattata
Aborto interno alla 11° settimana gestazionale.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Esperienza eccellente

Premetto che ho raccolto esperienze negative in altri reparti di questo ospedale e ho scelto di essere seguita qui solo per la stima personale che provo per la mia ginecologa. Ho partorito con induzione una settimana fa per varie complicanze e dopo una gravidanza tutt'altro che lineare. Dal ricovero al parto sono trascorsi 5 giorni di analisi anche quotidiane, monitoraggi costanti e la possibilità di confrontarmi sempre con tutti i medici in turno, oltre alle infermiere e alle ostetriche. Ho trovato un gruppo di professionisti attentissimi alla salute del mio bambino e mia, che avevano cura di entrambi e dei ritmi della natura: la decisione è stata quella di raggiungere per gradi il parto affinché tutto il mio corpo potesse "ritararsi" al parto con due settimane di anticipo. L'esperienza del travaglio la auguro col CUORE a tutte: dalla cromoterapia all'aromaterapia, dai massaggi di mio marito, scrupolosamente istruito dalle ostetriche, alla loro costante e attentissima presenza: ho vissuto quelle ore sentendomi protetta, accompagnata dalle spiegazioni su ciò che mi stava accadendo e che stavo provando.
Posso concludere dicendo che in tutti ho trovato non solo professionalità, ma anche AMOREVOLEZZA: mi sono sentita messa al centro del lavoro di tutto il personale, e con me il nostro bambino e mio marito. Non dimenticherò mai nessuna delle persone che in quei giorni ci hanno seguiti, e ora che mi sto affidando alle infermiere del nido per il post ricovero l'esperienza positiva e la fiducia crescono ancora.

Patologia trattata
Parto pretermine indotto.
Voto medio 
 
2.8
Competenza 
 
2.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
3.0

Parto cesareo

Mi dispiace, ma in base alla mia esperienza personale, devo scrivere una recensione negativa. Ho partorito in questo ospedale, ho sofferto per 3 giorni consecutivi con le doglie, puntualmente mi mandavano a casa dicendomi che non era l'ora (e qui tutto regolare). Poi però all'atto pratico il mio utero non si dilatava e invece di attivarsi ad effettuare un taglio cesareo, mi hanno somministrato l'ossitocina e lasciata in camera sola con mio marito senza l'assistenza di nessuno. Quindi concludendo dalle 16.00 fino alle 21.00 (fino a quando è cambiata l'equipe quella competente per effettuare il cesareo) sono entrata in sala operatoria con le doglie all'ennesima potenza, per concludere con un cesareo che a mio parere doveva essere effettuato molto tempo prima. Conseguenze: adesso mi ritrovo un utero con retroversione del fondo deviato a sinistra, quando invece prima della gravidanza il mio utero era antiverso flesso, latero- verso a destra, cioè nella posizione normale! Giudicate voi che leggete! Ovviamente non consiglio di partorire in questo Ospedale! Spero che la mia esperienza vi sia di aiuto!

Patologia trattata
Parto cesareo.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Operazione cisti del Bartolino- dr. Adamo

Pur non abitando a Pordenone, ho scelto il Reparto di Ginecologia dell'Ospedale di Pordenone perchè stimo il Primario dott. Valter Adamo. Ho dovuto operare una cisti del Bartolino, intervento delicato che comporta abilità e competenza del chirurgo e che è per la donna motivo di disagio, oltre che di dolore acuto.
Nel periodo di degenza ho ammirato i modi cortesi ed empatici del personale medico e paramedico, che mi ha assistita non solo con competenza e puntuale organizzazione, ma anche con capacità relazionale davvero speciale, rara da trovarsi. Ringrazio di cuore.

Patologia trattata
Cisti di Bartolino.
Voto medio 
 
4.5
Competenza 
 
4.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
4.0

Gravidanza- travaglio difficile- parto

Presso il reparto opera personale preparato, sollecito ed empatico.
Nonostante le difficoltà durante il travaglio, sono stata trattata sempre con gentilezza e prontezza.

Patologia trattata
Parto.
Voto medio 
 
1.8
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
2.0

un reparto vergognoso

Non si sono accorti che avevo una infezione alle tube se non al pronto soccorso, dove sono stata obbligata al ricovero in ginecologia. sono stata lasciata solo in osservazione e dopo 4 giorni, con il rischio di setticemia, mi sono autodimessa e sono andata in altro ospedale della zona dove sono stata ricoverata ed imbottita di antibiotici e operata dopo poche ore: mi hanno tolto entrambe le tube, ma hanno salvato il resto. I medici nell'ospedale santa maria degli angeli erano assenti, il dottore che mi ha visitato la prima sera (domenica) ha detto che non capiva il perchè di un ricovero e che avevo SOLO una ciste. La dott.ssa Casarotto, con estrema dolcezza durante l'unica visita che mi ha fatto IL MERCOLEDI, mi ha chiesto se volevo figli dicendo che il giorno dopo avrebbero tolto tutto e che non avrei più potuto averne...

Patologia trattata
Salpingite (infezione alle tube).