Ostetricia Ginecologia Ospedale Vicenza

Ostetricia Ginecologia Ospedale Vicenza

 
4.1 (41)
Scrivi Recensione
Il reparto di Ostetricia e Ginecologia dell'Ospedale San Bortolo di Vicenza, situato in via Rodolfi 37, ha come Direttore il Dott. Giuliano Carlo Zanni. L'Unità Operativa consta di un reparto Ginecologia, di Day- Hospital Ginecologico, di un reparto Ostetricia, di una Sala Parto, di Pronto Soccorso Ginecologico, di un ambulatorio Ginecologia e Ostetricia e di uno CTG e Gravidanza oltre il termine, fornendo inoltre servizi di Ecografia e di Diagnostica Prenatale Invasiva. Fanno parte dell'equipe dell'unità operativa i dirigenti medici Dr. Tito Silvio Patrelli, Dr. Piergiorgio Rosenberg, Dr. Giorgio Adile, Dr.ssa Anna Lisa Barberi, Dr.ssa Michela Bonora, Dr.ssa Giorgia Burul, Dr. Benedetto Ciancio, Dr.ssa Francesca Panerari, Dr. Pierluigi Cuccurese, Dr. Gabriele Falconi, Dr.ssa Annalisa La Rosa, Dr.ssa Monia Lussana, Dr.ssa Michela Marchesini, Dr. Santo Monte, Dr.ssa Elisa Nordio, Dr.ssa Paola Pozzo, Dr. Andrea Stella, Dr.ssa Elisa Tarocco, Dr.ssa Laura Tralli, Dr.ssa Chiara Vernier.

Recensioni dei pazienti

41 recensioni

 
(25)
 
(5)
 
(5)
 
(5)
 
(1)
Voto medio 
 
4.1
 
4.2  (41)
 
3.9  (41)
 
4.2  (41)
 
3.9  (41)

Filtra per malattia, intervento, sintomo

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Parto naturale

Ho avuto un travaglio molto lungo e il piccolo non ne voleva sapere ad uscire. Ho avuto l’occasione di conoscere molte (se non tutte) le ostetriche che ad ogni cambio turno mi seguivano. Tutte fantastiche... vorrei avere un’occasione per ringraziarle ancora.
Per quanto riguarda il post parto, sono stata seguitissima in tutto e per ogni cosa tutto il reparto era pronto ad aiutarmi. Eccezionali!

Patologia trattata
Parto naturale.


Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Miomectomia multipla e aderenze

Buongiorno a tutte, sono stata ricoverata da Venerdì a Lunedì per un intervento di miomectomia multipla. Grazie al Dott. Pierluigi Cuccurese per avermi operata e a tutte le infermiere per essersi prese cura di me nel migliore dei modi...
Ho ricevuto anche la visita dal dottor Giuliano Zanni, davvero una bella equipe.
Quindi per chi deve fare un intervento a Vicenza... tranquille, si è davvero in buone mani :)

Patologia trattata
Miomectomia multipla.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Grazie, avete reso la degenza più leggera

Sono rimasta ricoverata da martedì a venerdì per intervento di asportazione dell’utero per prolasso e volevo ringraziare il personale e lo Staff del dottor Giuliano Zanni: tutti gentilissimi, disponibili e professionali. Grazie mille.

Patologia trattata
Prolasso uterino.


Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Ottima gestione urgenza ginecologica

Volevo scrivere due righe per rendere omaggio alle persone che mi hanno seguita durante il mio problema di salute. Ho trovato competenza, serietà, professionalità ed una gentilezza ed umanità assolutamente non scontate. Questo mi sento di dire a tutto il reparto del pronto soccorso ginecologico, alla degenza e a chi mi ha operata e mi ha assistita. In un mondo dove ci sono tante cose che non vanno e gente che lamenta disorganizzazione, io posso dire che queste persone, che lavorano anche 12 ore di fila, hanno un senso di responsabilità da ammirare... Un grazie sincero.

Patologia trattata
Displasia polipolide ad alta vascolarizzazione.
Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
4.0

Parto naturale

Ho partorito la mia secondogenita al San Bortolo a maggio 2019. Sono arrivata in ospedale già dilatata ed ho avuto un parto abbastanza veloce: arrivata in pronto soccorso alle 23.30, alle 00.53 è nata. Tutte le ostetriche che ho incontrato sono state tutte molto gentili e attente. Purtroppo la vasca travaglio non era agibile (avevo scelto questo ospedale anche per fare il travaglio in acqua) e il monitoraggio attaccato sempre ti limita nelle posizioni, per fortuna è stato tutto molto veloce.
Il post parto invece è stato una vera sorpresa e sono stata soddisfattissima: con il primogenito ho partorito in altro ospedale (ad Abano) e non ho ricevuto alcun aiuto dal personale nonostante fossi primipara, tante ore di travaglio e subito episiotomia; ero abbandonata a me stessa. A Vicenza invece sono stata seguita, aiutata, anche con l'allattamento, fin da subito appena portata in stanza da ostetriche e ragazze del nido. Essere aiutata a lavarmi e cambiarmi dopo il parto in piena notte da un'ostetrica fantastica, per me è stato un sogno.

Patologia trattata
Parto.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Parto fisiologico

Sono arrivata al PS del S.Bortolo con pressione alta, mi hanno subito ricoverata e indotto il parto. Il 27 ottobre 2018 é nata la mia piccola Eva. Ringrazio immensamente Alessia, l'ostetrica che mi ha aiutata moltissimo durante il parto, i miei ginecologi, la Dr.ssa Paola Pozzo e il Dr. Benedetto Ciancio (entrambi professionali ed umani).
OSS ed infermiere del nido fantastiche.

Patologia trattata
Parto fisiologico.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Parto fisiologico

Il 18 settembre 2018 sono arrivata in pronto soccorso ginecologico perché a 5 giorni dalla dpp avevo la pressione alta. Hanno deciso dopo vari controlli di ricoverarmi e, dopo aver tentato lo scollamento il 19, visto che ero dilatata di 2 cm., il 20 abbiamo fatto l'induzione con la fettuccina che si è rivelata efficace, perché dalle 17.00 mi sono partite le prime contrazioni per poi partorire alle 1.36 di notte del 21. Mi ha assistita al parto l'ostetrica Nina, competente, simpatica, empatica, mi ha sostenuta e messa a mio agio: grazie a lei ho partorito e mi è servito poi un solo punto. Per l'epidurale invece mi ha seguita Olga e anche lei meravigliosa, delicatissima e soprattutto ha chiamato per sapere come stavo e quando è nato il mio bimbo è riuscita a passare in sala parto per congratularsi. Anche il dottor Rosenberg, che era in PS il giorno in cui sono stata ricoverata e che ho trovato di turno la sera del parto, più volte è venuto a vedere come stavo mentre ero in travaglio. Ringrazio di cuore loro perché ho un ricordo meraviglioso della notte della nascita di mio figlio, ma ringrazio anche lo staff del nido e delle ostetriche di reparto e di sala parto con cui ho avuto modo di interagire durante la mia permanenza in ospedale.

Patologia trattata
Parto.
Voto medio 
 
4.5
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
5.0

Parto naturale

Il mio bimbo è nato il 3 febbraio 2018 con parto indotto. Le ostetriche e l’anestesista che mi hanno seguita mi sono sembrati davvero molto bravi e pazienti. In particolare l’anestesista è sempre intervenuto tempestivamente, cosa da non dare per scontata.
Le sale parto sono spaziose, e ben attrezzate.
Sono rimasta 16 ore in sala parto prima che fosse necessario intervenire con ventosa e kristeller, e qui mi viene da chiedermi se fosse davvero necessario aspettare 16 ore... anche perché 16 ore di ossitocina ed epidurale hanno avuto avuto i loro effetti collaterali.
L’assistenza delle ostetriche del reparto è stata eccezionale, persone che amano il loro lavoro e che ti trattano come se fossi un’amica oltre che una paziente. Chi organizza il reparto e gestisce il personale è davvero in gamba.
Avevo prenotato la stanza privata, così appena le mie condizioni l’hanno permesso sono stata trasferita al piano dedicato alle degenze private, ma con il senno di poi non ce n’era bisogno, anzi, mi sono trovata meglio la prima notte in reparto.
Unico neo: mi sarebbe piaciuto avere più supporto sull’allattamento, hanno una consulente ma che forse ha troppe pazienti perché non mi ha seguita per niente.

Patologia trattata
Parto naturale.
Voto medio 
 
4.5
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
4.0

Parto

L'8 ottobre ho partorito il mio secondo figlio al San Bortolo. Il parto è stato abbastanza veloce rispetto il mio primo, ma ci tenevo a ringraziare tutto lo staff che mi ha seguita, in particolare l'ostetrica Mariannina, competente ed empatica, e la ginecologa dott.ssa Monia Lussana. Anche l'assistenza post parto e la degenza è stata un'esperienza positiva.

Patologia trattata
Parto naturale.
Voto medio 
 
4.5
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
4.0

Grazie

Per la terza volta ho scelto questo reparto per partorire, nonostante il trattamento scortese ricevuto ad un controllo un mese prima del parto da parte di una ginecologa preoccupata solo del protocollo e di tutelarsi legalmente, invece che di ascoltare la gravida che aveva davanti. Giustifico questo atteggiamento perché purtroppo oggi troppo spesso i medici sono oggetto di rivalse da parte dei pazienti che li costringono a rispettare più i protocolli che le persone... ma non dovrebbe essere così.
Ho dovuto prendermi la responsabilità di rifiutare un ricovero per induzione del parto da lei fissato con largo anticipo per via del diabete gestazionale.
Alla fine però la mia tenacia è stata ripagata: travaglio insorto spontaneamente ed ho avuto una FANTASTICA assistenza al parto da parte della ostetrica Lucia Fregi, competente, umana e rispettosa della fisiologia del parto. A lei vanno ancora adesso le mie benedizioni.

Patologia trattata
Parto.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

ECCEZIONALE

Grazie, grazie, grazie a tutti, dal dott. Gabriele Falconi (bravissimo, professionale ed umano) all'anestesista, alle ostetriche, all'ostetrico paziente e preparatissimo.

Patologia trattata
Parto cesareo.
Voto medio 
 
2.5
Competenza 
 
2.0
Assistenza 
 
2.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
2.0

Pronto soccorso ostetrico-ginecologico

Sono capitata in pronto soccorso reparto ostetrica/ginecologia per due volte, ed entrambe le volte mi sono sentita a disagio, e spiego il perché.
Prima volta: vengo "accolta" in studio dalla ginecologa, che chiede se le perdite che ho avuto siano collegate in qualche modo al fatto che ho avuto rapporti. Io le dico che sì, ho avuto rapporti prima. Lei asserisce che È FORTEMENTE SCONSIGLIATO AVERE RAPPORTI IN GRAVIDANZA, A MENO CHE IO NON MI TROVI AL NONO MESE. Io sconcertata da questa affermazione dico che a me nessuno l'ha mai sconsigliato e lei testuali parole risponde: "io lo sconsiglio, perché poi vengono tutte qui a farsi visitare dopo i rapporti".
La seconda volta che mi sono presentata, la ginecologa di turno tanto era scocciata di dover alzarsi dalla sedia per visitarmi, che nemmeno ha provato a nascondere il suo continuo sbuffare e quel modo di fare svogliato. Posto che mi ha convinta di una cosa: non ci tornerò mai più, figuriamoci a partorire. Il personale dovrebbe imparare un po' di educazione, e cura nel proprio lavoro. Dico questo perché ho scritto solo il 20% delle cose negative che sono capitate in quelle due volte. Mi sono sentita come se andassi a chiedere l'elemosina. Concludo dicendo che tutte le volte che io sono andata lí, le operatrici/ostetriche/ginecologhe non mi parevano oberate di lavoro, anzi, il loro reparto era praticamente deserto, quindi a maggior ragione non comprendo il loro atteggiamento.

Patologia trattata
Perdite ematiche in gravidanza.
Voto medio 
 
3.3
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
2.0

Secondo parto VBAC, esperienza inaspettata

Ho partorito il mio secondo genito il 02/03/2018. Avevo stabilito un cesareo per il giorno 05/03, ma il mio bambino ha voluto sorprenderci facendo partire il travaglio qualche giorno prima. Volevo ringraziare il personale della sala parto, gli anestesisti e le ostetriche Laura e Nicole che hanno seguito il mio percorso con professionalità e cure ammirevoli. Un ringraziamento particolare lo porgo al dott. Cuccurese, che è stato presente attento e dedito al mio caso, come ogni medico che svolge questa professione dovrebbe fare. Ho partorito per via naturale grazie alle sue cure, contro ogni mia aspettativa avendo partorito il mio primo bimbo con taglio cesareo d'urgenza. Professionista ineccepibile, persona seria e di estrema delicatezza anche nel corso della visita di dimissione.

Patologia trattata
Parto naturale secondo figlio.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Ottimo reparto

Ho partorito la mia seconda bambina il 9 febbraio. Ringrazio ostetriche, infermieri, OSS, medici, puericultrici per la professionalità, disponibilità ed affetto dimostrati nei miei sei giorni di degenza. Splendido reparto!!
Poi ringrazio la mia splendida dottoressa Annalisa La Rosa, una dottoressa ed una persona splendida! E un grazie all'ostetrica Antonella Pica che ha fatto nascere la mia Giulia.

Patologia trattata
Parto naturale.
Voto medio 
 
4.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
4.0

Complimenti a tutti!

Un ringraziamento di cuore al dr. Cuccurese, medico molto professionale e attento, oltre che una grande persona!
Ringrazio gli angeli del TIP, bravissime e gentilissime, così come le infermiere del nido che hanno accudito i nostri due bimbi con tanto amore.

Patologia trattata
Parto gemellare.
Voto medio 
 
1.3
Competenza 
 
2.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
1.0
Servizi 
 
1.0

Pessimo reparto

Sconsiglio vivamente questo reparto. Infermiere ed operatrici sono quasi tutte maleducate, scortesi ai limiti dell'accettabile. La pulizia è pessima. Aiuto e supporto zero, si ha quasi paura a chiedere qualcosa. Senza parole.

Patologia trattata
Ricovero post parto con bimbo in TIN.
Voto medio 
 
4.5
Competenza 
 
4.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Parto

L'1 febbraio ho partorito al San Bartolo il mio bambino. Volevo ringraziare tutte le ostetriche (in particolare Lucia Dalla Pozza), le infermiere del nido, la dottoressa Scalchi, i pediatri, le assistenti e tutto lo staff per l'assistenza data. Sono state sempre molto attente nei miei confronti e in quelli di mio figlio. Unica nota negativa il secondo anestesista arrivato al cambio turno, che non si è accorto che l'ago dell'epidurale si era spostato!!!

Patologia trattata
Parto naturale.
Voto medio 
 
3.5
Competenza 
 
2.0
Assistenza 
 
2.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Non consigliabile

Reparto importante, strutturato. Il personale medico nel complesso tuttavia non è all'altezza del livello complessivo del San Bortolo:
Le visite al pronto soccorso ginecologico sono svolte da medici spesso impreparati o inaccurati.
In urgenza per presunta rottura del sacco, l'esame obiettivo svolto dalla dottoressa di turno, ci ha riportato una situazione dell'utero totalmente diversa da quanto descritto dal Primario tre giorni prima in una visita privata.
Al termine di una successiva visita, svolta al termine del tracciato, viene eseguito dal medico di turno lo scollamento delle membrane senza nemmeno informare mia moglie che andava ad effettuare tale fastidiosa procedura, peraltro eseguita dall'ostetrica soltanto 24 ore prima; un'esecuzione brutale come un fulmine a ciel sereno, laddove l'ottima ostetrica Martinello aveva eseguito la cosa senza far urlare mia moglie dal dolore.
La cosa più inquietante è che il sanitario poi ci consiglia di ripresentarci tra sette giorni, pur osservando un livello del liquido amniotico molto vicino ai limiti più bassi per la sicurezza del bambino.
Il giorno dopo l'ostetrica, preparata e premurosa, ci convoca in quanto vuole tenere d'occhio la situazione: sospetta una subdola rottura alta del sacco. Infatti ci troviamo immediatamente condotti in sala parto, dove la Sig.ra Martinello si conferma una brillante ostetrica.
Fino a che, ahimè, torniamo ad avere bisogno dell'ennesima dottoressa di turno, che appare a me che sono chirurgo orale e sto assistendo al parto, in evidente difficoltà a controllare il sanguinamento durante la sutura della lacerazione del parto naturale che, non essendoci noi per fortuna presentati dopo sette giorni come consigliava il collega, ci aveva appena regalato una bella bambina sana...
Ma si trattava ora di suturare una paziente stanca e sofferente, perciò la dottoressa che doveva destreggiarsi da sola alle tre di notte con questa piccola ferita sanguinante, abbondava decisamente con la Marcaina andando a produrre una bella tossicità da anestetico locale, con dei sintomi che gettavano i presenti in sala in un momento di paura. Momenti sbloccato solo per il passaggio in sala di un bravo anestesista, che inquadra correttamente la situazione e inietta il farmaco giusto.
Tuttavia la paura o la mancanza di un'adeguata mano chirurgica, producono una sutura con lembi giustapposti malamente, dolore prolungato e invalidante, un mese di antibiotici e un danno permanente che si spera sara' solo estetico.
Che dire.. il Primario è sicuramente preparato, il personale ostetrico e paramedico è di alto livello, ma alcuni medici dovrebbero fare un esame di coscienza o cambiare specialità.

Patologia trattata
Parto.
Voto medio 
 
2.3
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
3.0

Pessima esperienza

Dopo una settimana che andavo avanti e indietro dal pronto soccorso ginecologico per pressione alta, hanno deciso di indurmi il parto a 38 settimane.. Il 13 ottobre vengo ricoverata e alla mattina alle 9.30 vengo visitata dalla dott.ssa Marchesini, che non si presenta assolutamente, mi chiede se sono sicura di fare l'induzione ed ovviamente io dico decisamente di sì, per prevenire una gestosi grave e rischiare sia io che la mia piccola.. Senza avvertirmi e senza spiegarmi cosa stesse facendo, lei mi somministra in via vaginale a fettuccia facendomi un male atroce... A metà pomeriggio partono le contrazioni forti che durano fino alla mattina dopo. Nel frattempo ho fatto su e giù dalla sala parto al reparto, da sola con contrazioni, per tracciati.. Alla mattina dopo vengo visitata sempre dalla dottoressa Marchesini, che per togliermi la fettuccia che non aveva fatto effetto, ma solo male, mi fa un male super atroce (delicatezza zero) e di conseguenza mi metto a piangere. L'ostetrica (della quale non so il nome perché nessuno si presenta) mi dice che non avrò più male. Poi in mezzo al corridoio davanti a tutto il personale ad alta voce dice "datele una bella colazione e mettetela a dormire 2 ore" (poca discrezione e zero conforto in un momento di bisogno), quindi mi riporta nella stanzetta e con un foglio attaccato fuori dalla porta con scritto "non disturbare grazie" mi liquida e da lì in poi per 2 ore non vedo assolutamente nessuno. Passate le 2 ore sulla porta della stanza la dottoressa Marchesini mi dice "signora, veda lei cosa fare se andare avanti o mollare tutto". Io non sapevo che cosa fare.. Da lì a pochi minuti entra il dott. Rosemberg, che con molta più professionalità mi convince ad andare avanti. Mi somministrano sempre in via vaginale il gel per provocare contrazioni. Altre 24 ore di contrazioni e nessun miglioramento.. Alla sera vengo mandata in reparto per riposare un po', mi sale la febbre a 38.6. L'ostetrica in turno preoccupatissima mi dice "mamma mia ti mando subito giù in sala parto con una mia collega a fare un tracciato". Io attendo nel salottino davanti al bancone per quasi mezz'ora, con le contrazioni, e vedo che l'ostetrica si fa misurare la pressione, si mette a cercare una scopa perché è caduta la polvere del caffè, poi si fa 4 chiacchiere con le colleghe, poi si gira verso di me e mi dice "ma tu sei ancora qui?!" Non ci potevo credere.. Passo la notte in sala parto sotto antibiotici antipiretici e tracciati che intuivo dagli sguardi che iniziavano a peggiorare, ma nessuno mi diceva niente... Ovviamente nessun miglioramento laggiù. Arriva il terzo giorno, ossitocina, la dottoressa marchesini continua ad attendere nuovi cambiamenti...ma nulla di fatto...Arriva il turno nuovo. La nuova ginecologa (della quale non ricordo il nome...) che mi visita, tenta di rompermi il sacco 3 volte con dilatazione di 1 cm., un male indescrivibile.. Senza riuscirci decide finalmente di farmi il cesareo. Alle 15.34 nasce la mia piccola Elena fortunatamente senza nessuna complicazione.

Patologia trattata
Induzione a 38 settimane di gravidanza.
Voto medio 
 
3.8
Competenza 
 
3.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
4.0

Varicella non riconosciuta

Ho partorito con taglio cesareo il 22 settembre 2015: bambino sano, ma a me dopo quasi due giorni escono in tutto il corpo boccole. Chiamato pure dermatologo, che non si è espresso, fatti due volte esami per capire se fosse una reazione allergica (presi antistaminici e crema al cortisone), dagli esami non mi hanno saputo dire nulla! Più volte ho chiesto se fosse infettiva per il mio bambino, ma mi hanno sempre detto di non preoccuparmi. Oggi 15 ottobre sono in pediatria perché mio figlio ha preso la varicella dopo neanche 15 giorni di vita. Mille dottori ed un dermatologo non hanno capito che io avevo preso la varicella!!!

Patologia trattata
Parto.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Soddisfazione

Noi genitori di Emma, nata sabato 3 ottobre 2015, dobbiamo dire che siamo stati veramente, veramente soddisfatti del trattamento dello staff di ostetricia. Complimenti.

Patologia trattata
Parto.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Gravidanza seguita dalla splendida La Rosa

Il 10 gennaio 2014 scopro di essere incinta, emozione indescrivibile. Quindi gravidanza a rischio con diversi ricoveri e terminata con parto prematuro in 35 settimane.
Volevo ringraziare la dottoressa Annalisa la Rosa, che mi ha seguita fino alla nascita del mio piccolo: dottoressa, mamma, donna favolosa, umile, professionale, con un cuore immenso, attenta ad ogni piccolo imprevisto o rischio.
In 35 settimane mi ha sempre confortata, è una persona adorabile, la ringrazio per tutto. Siamo fortunate ad avere in reparto ginecologia, pronto soccorso ginecologico e sala parto, una dottoressa come lei. Complimenti di vero cuore, io le sarò grata per tutta la vita.

Patologia trattata
Gravidanza a rischio, parto.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

OTTIMI REPARTO E DOTT. ROSENBERG

Sono stata operata in laparoscopia per un teratoma ovarico. Assistenza pre e post operatoria ottima. Competente e attento il Dott. Rosenberg che ha eseguito l'intervento. Tutto il reparto di ginecologia e le infermiere si sono dimostrati gentili e premurosi nei miei confronti, in particolare la capo sala!
Consigliatissimo!

Patologia trattata
Teratoma ovarico.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Dott. Rosenberg

La mia esperienza col dottor Rosenberg e col reparto è stata eccellente.

Patologia trattata
Sospetto polipo cervicale.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Intervento in ginecologia

Ho subìto due interventi in reparto ginecologia: TVT o e plastica genitale. Devo dire che un'assistenza così positiva non l'ho mai riscontrata in altri reparti e altri ospedali. Il personale, i medici, il settore sala operatoria sono altamente gentili disponibili e umani. Ringrazio il primario dott. Zanni e l'anestesista dott. Abete in primis. Consiglio a chiunque quindi di rivolgersi al predetto reparto.

Patologia trattata
Operazioni di TVT-o + plastica vaginale.
Voto medio 
 
3.5
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
3.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
2.0

Parto naturale

Ho tre bimbi tutti nati a Vicenza. Con l'ultima, che è nata nel 2014, è stata però una delusione incredibile. Il parto è andato bene, ma la degenza in ospedale un incubo.. La mia compagna di stanza faceva entrare chi voleva e quando voleva e nessuno le diceva niente.. così io avevo sempre la camera affollata di gente, vi rendete conto?? Nessuno che venisse a guardare le perdite, la pancia, o a dire qualcosa.. niente. Delusa, tanto.

Patologia trattata
Parto naturale.
Voto medio 
 
3.3
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
1.0

Parto cesareo

Personalmente trovo ginecologi molto competenti e alcuni di loro molto umani e disponibili, in particolare la dott.ssa Pozzo, ma anche La Rosa, Catapano, Scalchi, Scavo...
Ringrazio tutti per avermi seguito in un momento difficile dopo il cesareo, in particolar modo il primario Dott. Zanni.

Patologia trattata
Emorragie post cesareo.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

OTTIMO reparto

Mia madre è seguita dal Primario, Dott. Zanni, per presunta carcinosi peritoneale originata dall'ovaio. Stiamo riscontrando una grande umanità, oltre che professionalità e bravura da tutto lo staff, in primis dal Dottor Zanni e dalla Capo sala Signora Federica, BRAVISSIMI!
Si percepisce che queste persone svolgono il loro lavoro con grande passione ed una particolare sensibilità verso i pazienti. Grazie di cuore a tutto lo staff! Consiglio a tutti questo reparto.

Patologia trattata
Carcinosi peritoneale.
Voto medio 
 
2.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
1.0
Servizi 
 
1.0

Esperienza parto e post parto

Ho partorito il 28/12/2013, ho avuto un parto abbastanza veloce e sono stata molto fortunata ad avere avuto una ostetrica professionale (Elena), al tempo stesso dolce e che mi rassicurava.
Ho avuto bisogno di alcuni punti, la dottoressa Tralli è stata bravissima e, anche dopo il post parto, è sempre stata lei a togliermi i punti.. Gentile, dolce! Per una mamma che avuto magari un parto traumatico e con qualche problemino post parto, avere delle sicurezze è importante.

Per quanto riguarda il reparto di ostetricia... le ostetriche e infermiere non si curavano minimamente di chi aveva avuto punti, tagli ecc.. Io avevo, dopo 2 ore dal parto, drenaggio dopo i punti, catetere, emorroidi.. e non riuscivo minimamente a stare seduta o a essere autosufficiente.
Ho chiesto aiuto ad una ostetrica che mi ha risposto.. "puoi essere autonoma, te la devi cavare da sola"...
La mia situazione era che avevo mio figlio ricoverato in Tin ed io che a malapena riuscivo a girarmi nel letto. Potete immaginare in che situazione mi trovavo.

Mi facevo aiutare dalla mia compagna di stanza e aspettavo mio marito la sera per aiutarmi a farmi lavare.
Ho supplicato un antibiotico, il quale è arrivato, ma in ritardo.
A distanza di 15 giorni ho avuto l'ingrossamento della ghiandola di bartolini, per via del catetere post parto, e per via della mancanza di un antibiotico consigliato post parto.

Poca cortesia, poca umanità... Ringrazio solo ed esclusivamente la Dottoressa Tralli e l'ostetrica Elena che hanno fatto venire al mondo mio figlio.

Patologia trattata
Parto.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Intervento per carcinoma ovarico

Mia madre è stata operata il 19.03.2014 per un carcinoma ovarico dal Dott. Zanni, il quale, oltre ad una grande competenza professionale, ha dimostrato una stupenda vicinanza umana.
Grazie anche a tutto lo staff medico, infermieristico e agli operatori dell'intero reparto.

Patologia trattata
Carcinoma ovarico.
Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Sterilizzazione tubarica

Il 9/10/12 mi sono sottoposta all'intervento di "sterilizzazione tubarica" in laparoscopia, salpingectomia bilaterale e rimozione IUD. Sono stata operata dal mio attuale ginecologo, il Dott. Benedetto Ciancio: una persona estremamente professionale, carismatica e sensibile alle buone pratiche comunicative e all'importanza di costruire assieme al paziente un'efficace relazione di supporto e consulenza.
Spiego brevemente il mio percorso clinico in ambito ginecologico.
Nel 2008, dopo due gravidanze, avevo preso in considerazione l'ipotesi di una terapia anticoncezionale, cosi' il mio ginecologo di allora mi consiglio' la spirale. Sfortunatamente, dopo poco tempo la sua applicazione, cominciai a soffrire di ripetute e fastidiose infezioni. Pertanto nel 2010, dopo due anni di mancati miglioramenti ed ormai esausta di queste continue infiammazioni che avevano finito col pregiudicare le mie attivita' quotidiane, decisi di rivolgermi ad un altro medico e la mia scelta ricadde sul Dott. Ciancio, il quale fin da subito dimostro' ottime doti di ascolto, oltre alla sua innegabile preparazione medica: altamente preciso, puntiglioso, che sa comprendere i dubbi e le paure del proprio paziente e al contempo sa intercettare e assecondare le sue esigenze, esprimendosi sempre in modo chiaro e comprensibile. In quell'occasione mi spiego' tutti i passaggi della visita ginecologica che mi avrebbe effettuato di li' a poco, e gli esami che avrei dovuto fare. Mi chiese se avevo intenzione di concepire altri figli e, di fronte a mia risposta negativa, alle mie ripetute infezioni, nonche' a due figli ormai grandicelli (8 e 16 anni - nati a Vicenza) mi consiglio' la sterilizzazione tubarica. Mi rassicuro' immediatamente comunicandomi nel modo piu' esaustivo possibile tutte le procedure dell'intervento: preparazione pre-operatoria, durata dell'operazione, terapia post-operatoria, possibili effetti collaterali dell'anestesia totale (che sono comuni a qualsiasi anestesia totale, nonche' variabili da persona a persona).
L'intervento, eseguito il 9/10/12, e' durato venti minuti in anestesia totale, tuttavia dal momento del mio risveglio alle dimissioni, non ho avvertito alcun dolore. L'unico effetto collaterale che mi ha disturbato e' stato il vomito; nonostante cio', il giorno seguente ero gia' in ottima salute, tant'e' che sono stata dimessa con un giorno di anticipo.
Durante la mia permanenza in Ospedale ho trovato tutto il personale del reparto professionale, paziente, puntuale, accomodante e cortese: gli operatori infermieristici hanno saputo promuovere un'eccellente qualita' assistenziale e relazionale con me, andando decisamente oltre le mie aspettative. Mi sono sentita come a casa!
Alle dimissioni ho contattato la Sig.ra Tiziana, segretaria del reparto, la quale mi ha fornito indicazioni inerenti la visita post-operatoria che avrei dovuto effettuare dopo circa quaranta giorni. L'ho trovata preparata, gentile e disponibile a rispondere a tutte le mie martellanti domande.
Ad oggi l'intervento mi ha lasciato solo tre minuscole cicatrici quasi invisibili, ma soprattutto niente piu' infezioni e... concepimenti!
Dal 2010 quindi continuo ad essere assistita periodicamente alle visite di controllo dal Dott. Ciancio.
Per concludere, mi permetto di dissentire dai feedback negativi che ho avuto tristemente modo di leggere. Al contrario, consiglio fortemente a tutte le donne che stanno valutando- per necessita', o libero arbitrio, di sottoporsi alla sterilizzazione tubarica, di rivolgersi al Dott. Ciancio ed alla sua équipe: una squadra competente e seria che non "cura" semplicemente le pazienti, bensì "se ne prende cura" prima, durante e dopo l'intervento.

Patologia trattata
Sterilizzazione tubarica laparoscopica, Salpingectomia bilaterale, rimozione IUD.
Voto medio 
 
4.3
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
3.0

Dr.ssa Marchesini ottima professionista

Il 27 dicembre 2011 ho partorito -dopo 30 ore dalla rottura del sacco- il mio primo figlio, Giacomo.
Sono stata seguita durante tutta la gravidanza dalla Dottoressa Michela Marchesini. E' universalmente nota per i suoi modi secchi e per essere un medico molto diretto e di poche parole.
Personalmente mi sono sempre sentita rassicurata dalla sua tranquillità, in quanto so per esperienza personale che, nel caso in cui sospetti anche solo minimamente qualche complicazione, lo fa subito presente senza troppi problemi.
La mia DPP era il 24 dicembre e lei ha chiesto di essere informata al momento del mio ricovero. Sono stata ricoverata il 26 dicembre, lei "smontava" dal turno di notte per entrare in ferie. E' venuta a vedere come stavo e ha continuato a chiamare in ospedale per sentire come procedeva il travaglio (2 chiamate). Il giorno seguente, sentendo che ero ancora bloccata e che i suoi colleghi stavano discutendo il da farsi, è venuta in ospedale a mi ha fatto lei il cesareo! (un taglio magnifico che ad 1 anno di distanza è quasi completamente sparito).
Con il nido ho avuto qualche problema riguardo le divergenze d'opinione tra turni, ma niente di irrisolvibile.
Oltre alla professionalità e cortesia della Dottoressa Marchesini, devo dire che mi sono trovata benissimo anche con gli altri professionisti, ostetriche, infermiere e medici, durante tutto il travaglio (4 turni).
Certo è un grande ospedale, non c'è tempo per le coccole, ma nelle cose che contano veramente, riguardo al reparto che ho visitato, l'ho trovato ineccepibile!

Patologia trattata
Parto cesareo d'urgenza.
Voto medio 
 
1.5
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
1.0

Soldi buttati!

Ho fissato una visita in libera professione alla mia sesta settimana di gravidanza con la dott.ssa Marchesini, durante la quale:
1- alle mie normali domande riguardanti abitudini quotidiane (alimentazione, fumo, alcool, creme...) la dottoressa, anziché rispondere e spiegarmi, mi riempiva di volantini che avrei dovuto leggere. Potevo arrangiarmi in una libreria, no?
Inoltre al posto di rispondere alle mie domande la dottoressa Marchesini continuava solo a ripetere che, data la mia età (30 anni) le possibilità di avere un figlio affetto dalla sindrome di down diminuivano rispetto a donne di 40 anni... Cosa che sapevo da anni....
2- al mio medico di base mi aveva già prescritto gli esami classici da fare (emocromo, urine...) quindi, in occasione di questa prima (e ultima) visita con la dott.ssa, li avevo con me. Erano 3 facciate di esami.. Bastava leggerli... E invece la dottoressa Marchesini mi ha prescritto nuovamente il test di Coombs (che avevo fatto due giorni prima) dicendo che mancava e che, visto che il mio RH era negativo, avrei dovuto farlo... Io, non sapendo di cosa si trattasse e non avendo visto che era stato invece fatto, non ho detto nulla.. E il giorno dopo sono andata a ripetere l'esame.
Quindi non ha neanche letto i miei esami!

3- avevo fatto il pap-test un mese prima, quindi quando la dottoressa ha chiesto se avessi dovuto fare la visita, gliel'ho fatto presente. Non sapevo (l'ho scoperto solamente dopo) si dovesse comunque fare per verificare che il collo dell'utero risultasse chiuso (e comunque per un controllo). Quando le ho detto del pap-test, la dottoressa ha risposto che non serviva....

4- durante l'ecografia (fatta in maniera veramente brusca) ho chiesto, come ogni mamma vorrebbe, se si poteva sentire il cuore e la dottoressa non ci ha pensato due volte ad accendere il doppler. Solo successivamente ho saputo che, soprattutto all'inizio, l'utilizzo del doppler per sentire il cuore é fortemente sconsigliato.

5- il costo totale di questa visita é stato di 200 euro. Sono tornata a casa piena di paure, di volantini e con un sacco di domande irrisolte.
Per fortuna poi ho trovato dei medici NON A PAGAMENTO grazie ai quali ho avuto una gravidanza magnifica.

Non dubito certo dei suoi studi, ma credo che dopo una prima visita così... una possa nutrire dei forti dubbi in merito a qualsiasi dottore.

Laura Guglielmi

Patologia trattata
Gravidanza.
Voto medio 
 
3.0
Competenza 
 
2.0
Assistenza 
 
2.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
4.0

Esperienza purtroppo negativa

Ho partorito nel gennaio 2010.
sono stata ricoverata 3 gg. prima del parto per sospetta rottura del sacco.. sono stata monitorata per questi 3 gg. finchè non si è deciso di indurmi al parto, in quanto era pericoloso per il piccolo rimanere col dubbio che poteva portare a infezioni (il test della rottura risultava sempre negativo, ma io continuavo ad avere perdite).

Mi hanno indotta alle 13.00 e ho iniziato le contrazioni alle 22.00 precise. Ora.. io non so quante possano avere avuto esperienza dell'indotto, ma è una cosa tremenda. Le contrazioni sono partite dolorosisssime e già ogni 2 minuti, ma non mi dilatavo di nemmeno un centimetro.
Ho chiesto mille volte di poter chiamare mio marito, ma me lo hanno sempre negato perchè mi hanno tenuta in stanza per non farmi andare in sala parto e non poteva entrare per "rispetto verso la mia compagna di stanza che dormiva"!!!
(che poi credo facesse fatica a dormire con una che soffriva le pene dell'inferno vicino...)
per cui mi sono fatta le prime 3 ore completamente sola, e non è bello!
Ad un certo punto ho sentito come se fosse scoppiata una bomba dentro e ho chiamato l'ostetrica. sono andata in bango e abbiamo visto che avevo perdite di liquido verde, cosa che al corso preparto mi hanno sempre detto essere molto pericolosa per il bambino.
Finalmente quindi si sono decisi a portarmi in sala parto e farmi vedere dal dottore, il quale ha detto che potevo tranquillamente aspettare di partorire senza cesareo. Io ho chiesto di essere tagliata (per paura per il piccolo) ma mi son sentita anche rispondere a malo modo.
Per fortuna mi hanno lasciato chiamare mio marito, che è venuto a darmi un po' di sostegno morale, in quanto ero sola come un cane nella stanza attigua alla sala parto, dove mettono le donne sotto osservazione dopo il parto.
Non so nemmeno a che ora mi abbiano portata in sala parto e, per fortuna, ho trovato un'ostetrica, LAURA, di una gentilezza infinita che ringrazierò per sempre.
Fatto sta che non mi dilatavo, sono arrivata a 5 cm..
Alle 7.00 arriva il dottore a visitarmi e in 2 minuti ero già in sala operatoria!
Alle 7.05 sono entrata in sala operatoria, alle 7.17 hanno estratto mio figlio.

Pensarci prima no? lasciarmi dalle 22.00 alle 7.00 con dolori lancinanti ogni 2 minuti non dilatandomi, non sembra un po troppo????

Parliamo poi del nido... una disperazione!
Purtroppo non avevo latte, nemmeno colostro; il piccolo non riusciva ad attaccarsi al seno e non ha mangiato per 2 giorni!
Ho dovuto litigare, sentendomi dare della madre incapace, per avere i biberon!! ogni volta che doveva mangiare, era un litigio perchè volevano che lo attaccassi al seno! ma se non si attaccava??? E se oltrettutto non avevo latte, cosa poteva mangiare???

Ah si, per finire in bellezza avevo una gamba che non riuscivo a muovere... era morta.... continuavo a dirlo e nessuno ci dava peso. Finchè al terzo giorno è venuto l'anestesista che si è accorto che mi avevano lasciato dentro l'ago dell'anestesia sulla colonna vertebrale, che probabilmente mi schiacciava qualche nervo... appena tolto l'ago, magicamente la gamba ha ricominciato a muoversi!!!

Purtroppo anche per la seconda gravidanza dovrò andarci, perchè la mia ginecologa (bravissima!!) lavora lì, per cui, siccome dovrò farmi cesareo... voglio che sia lei a farmelo.
Ma di tornare in reparto non è che ne abbia tanta voglia....

Patologia trattata
Parto indotto + cesareo.
Voto medio 
 
2.8
Competenza 
 
3.0
Assistenza 
 
2.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
3.0

Parto cesareo programmato

A dicembre 2007 sono stata ricoverata per parto cesareo programmato in quanto la bimba era podalica. dopo una gravidanza perfetta e senza alcun tipo di problema, mi sono recata in ospedale tranquilla e fiduciosa pensando che un parto cesareo programmato non dovesse presentare particolari difficoltà. invece devo dire di non essere mai stata così male in vita mia; nel corpo e nello spirito. assoluta la mancanza di rispetto per la mia persona in qualità di "malato". non sono mai stata informata su cosa stessero per farmi, dopo l'operazione mi hanno lavato a "porte aperte sul corridio!!", il nome del chirurgo l'ho scoperto poi richiedendo copia della mia cartella clinica. quella mattina erano previsti 4 cesarei programmati (uno ogni 2 ore) ed in reparto c'era solo un'altra partoriente, quindi non credo che il carico di lavoro fosse particolamente gravoso. io era la terza della lista. non so se sia stato per la fretta o per cosa altro, ma vorrei sapere se il chirurgo avrebbe fatto sulla pancia di sua figlia quello che ha fatto a me... poi le cose non sono certo andate meglio in reparto, ostetriche che di notte chiacchieravano a voce alta, non venivano quando chiamate (neanche la prima notte a poche ore dall'intervento), una ostetrica appena terminata la flebo di antidolorifico: "signora, ha un taglio sulla pancia, si giri dall'altra parte e si metta a dormire" .che strega!!!. aggiungo che per la mancata medicazione della ferita sono tornata a casa con piaghe e pustole nella zona del cerotto che copriva il taglio.. 2 anni dopo ho avuto un secondo t.c. all'ospedale di Valdagno (sono degli angeli, tutti, medici, infermiere e personale ausiliario), e lì ho avuto la conferma di quanto male mi avesso fatto a Vicenza.

Patologia trattata
Parto cesareo programmato.
Voto medio 
 
1.8
Competenza 
 
2.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
1.0

Poco rispetto

Non è il luogo adatto per una partoriente: mancanza di intimità e di rispetto, attese estenuanti, assistenza carente, scortesia e maleducazione! Mi sono sentita un numero e non una persona. Non mi hanno mai informato su cosa stavano per fare a me o al mio bambino e anche col mio dissendo hanno fatto quel che hanno voluto (non era un trattamento sanitario obbligatorio!). Morale della favola: se cercate un parto rispettoso per voi e il vostro bambino non andateci, quei momenti speciali non ve li ridarà indietro più nessuno!!!
Aggiungo che non ho percepito sintonia tra il personale, ognuno la pensa in modo diverso e mi sono stati dati consigli discordanti su molte tematiche (allattamento, medicazione del moncone, ecc). Davvero spiacevole anche la maleducazione di alcune ostetriche, ginecologi e OSS (ma, lo sottolineo, ce n'erano anche di squisite). In un ospedale, il rispetto per le persone non dovrebbe mai mancare!

Patologia trattata
Parto fisiologico.
Voto medio 
 
4.5
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
4.0

Intervento in laparoscopia

PER ESSERE LA MIA PRIMA ESPERIENZA OSPEDALIERA, IL REPARTO, LE INFERMIERE, IL PRIMARIO E GLI AIUTI SONO STATI MOLTO COMPETENTI E PRECISI.
IL PRIMARIO, MEDICO MOLTO PREPARATO E' UN PO' INTROVERSO MA CON DOTI DI PAZIENZA E PRECISIONE UNICI. I MEDICI CHE MI HANNO VISITATA, IN PARTICOLARE IL DOTTOR ROSEMBERG, SONO MOLTO DISPONIBILI A SPIEGARE PRE E POST INTERVENTO.
LA CAPOSALA E' INFERMIERA MOLTO EFFICIENTE E PREPARATA.
UNICO NEO... NON ASPETTATEVI DI TRASCORRERE NOTTI TRANQUILLE. NELLE DUE NOTTI TRASCORSE UNA E' STATA SICURAMENTE TRANQUILLA (LA NOTTE POST INTERVENTO), L'ALTRA E' STATA UNA VERA E PROPRIA TORTURA, DOVUTA ALL'INSENSIBILITA' DI UNA INFERMIERA, CHE FACEVA DI TUTTO PER FARE RUMORI MOLESTI, TIPO SBATTERE PORTE, ROVESCIARE BOTTIGLIETTE DI FARMACI, URLARE DA UN CAPO ALL'ALTRO DEL REPARTO PER CHIAMARE LA COLLEGA, OPPURE ENTRARE IN STANZA IN PIENA NOTTE, ACCENDERE LA LUCE E POI USCIRE DIMENTICANDOSI DI SPEGNERLA, OPPURE METTERSI A CANTARE CANZONCINE DI CARTONI ANIMATI ALLE 5,30 DEL MATTINO. TUTTO SOMMATO COMUNQUE ALL'OSPEDALE E AL REPARTO DO' VOTO 10!!! GRAZIE A TUTTI PER QUELLO CHE AVETE FATTO PER ME.

Patologia trattata
Annessiectomia - eradicazione endometriosi peritoneale pelvica.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

partorire a vicenza

Ho partorito a luglio 2010 dopo una gravidanza molto travagliata per minaccia di parto pretermine. Il parto è stata un'esperienza meravigliosa grazie all'ostetrica Nina che, partendo da dilatazione di soli 2 cm. in tre ore, mi ha aiutata a partorire con solo 3 punti di sutura. Nei due giorni di ricovero per il parto, infermiere ed ostetriche mi hanno dato consigli che si sono rivelati fondamentali per la gestione e la cura del bambino.

Patologia trattata
parto.
Voto medio 
 
2.0
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
2.0

Esperienza negativa

In base alla mia esperienza personale ritengo alcuni componenti di tale reparto come assolutamente inadeguati.. Soprattutto un'ostetrica giovane, e quindi senza esperienza, NON PUO' ASSISTERE DA SOLA L'INTERO PARTO CON LA NECESSARIA COMPETENZA. NELL'80% DEI CASI IL BAMBINO NASCE SENZA ALCUNA COMPLICAZIONE, MA E' PROPRIO NELLE DIFFICOLTA' CHE E' IMPORTANTE AVERE UNA OSTETRICA PREPARATA (NON NEL NOSTRO CASO PURTROPPO) ED UNA DOTTORESSA PREPARATA..

Patologia trattata
parto.
Voto medio 
 
4.5
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
4.0

parto a Vicenza

Ad agosto 2009 ho partorito Marta. L'ostetrica di turno (Mariannina, detta Nina) nonostante fosse sveglia da 24 ore (io sono arrivata in ospedale la notte alle 3) si e' trattenuta oltre il suo orario per aiutarmi a partorire. Poi l'assistenza in reparto e per la bimba e' stata ottima. Io abito a Padova, ma se avro' un altro figlio mi faccio tranquillamente di nuovo quei 30 km per tornare a Vicenza!

Patologia trattata
parto.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

grazie MariaAngela

nel 2005 (il 03-10-2005) ho partorito un bellissimo bambino con l'ostetrica MariaAngela. Grazie di cuore... anche perchè non sono stata proprio una paziente collaborante.
MariaAngela.. un angelo per una paziente come me... ho partorito un bebe' bellissimo e sanissimo... Grazie ancora all'ostetrica di turno.

Patologia trattata
Parto (anno 2005).


Altri contenuti interessanti su QSalute