Presidio Gradenigo Torino

 
4.2 (16)
Scrivi Recensione

Giudizio dei pazienti

Voto ospedale
 
4.2 (16)
Voto reparti
 
4.6 (199)
Indirizzo
Corso Regina Margherita 8, Torino
Il Presidio Sanitario Gradenigo è situato a Torino in Corso Regina Margherita 8. L'ospedale, fondato nel 1899 dal professor Giuseppe Gradenigo come struttura sanitaria per la cura di pazienti otorinolaringoiatrici, si è ampliato nel corso degli anni e alla divisione di Otorinolaringoiatria si sono aggiunte divisioni di Medicina Generale, Chirurgia e di altre specialità chirurgiche, insieme ad un Pronto Soccorso qualificato oggi come DEA di primo livello. Nel 1985 l'Ospedale Gradenigo ha inoltre ottenuto il riconoscimento di Presidio Sanitario dalla Regione Piemonte.

Recensioni dei pazienti

16 recensioni

 
(11)
 
(1)
 
(2)
 
(1)
 
(1)
Voto medio 
 
4.2
 
4.4  (16)
 
4.1  (16)
 
4.1  (16)
 
4.1  (16)

Filtra per malattia, intervento, sintomo

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
2.0
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
3.0

Neurologia - cefalee

Stamattina ho portato mia figlia in visita per cefalee ricorrenti. Mi sono trovata molto male. Il medico non l'ha visitata e continuava a darci risposte molto vaghe.Forse non so ma... siamo uscite dall'ambulatorio senza aver capito e senza rassicurazioni. Visita pessima. Tempo e soldi buttati al vento. E adesso siamo punto da capo.

Patologia trattata
Cefalee.



Voto medio 
 
4.3
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
2.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Degenza pronto soccorso

Portata al pronto soccorso per frattura vertebrale d12, in attesa di essere trasferita in una struttura di lungodegenza, ho dovuto stare 6 giorni nella degenza del pronto soccorso. Ho trovato un reparto pulito, bene ha organizzato, cibo discreto. Il personale, a parte 2 OSS (di cui non ricordo i nomi, ricordo però una signora spagnola e un ragazzo di origine sarda), l'ho trovato scostante e cafone. Si sono comportati come se io lì dentro non esistessi, eppure proprio perché essendo vigile e rendendomi conto delle esigenze del reparto, ho fatto in modo di disturbare il meno possibile. Non potendomi muovere perché allettata, chiamavo per le mie esigenze fisiologiche. Essendoci le tende intorno ad ogni letto, le quali però non si chiudono totalmente, pretendevo che in qualche modo le sigillassero con delle graffette o legandole tra di loro. Questa mia pretesa dava fastidio a chiunque, ma io credo che la mia privacy venisse prima di ogni cosa. Per questo motivo sulla mia cartella di dimissioni, dal diario giornaliero, è stato scritto "paziente indisponente". Pretendere la privacy in una situazione del genere è da indisponenti? Inoltre il mio letto era situato proprio davanti alla porta d'ingresso, o quasi, per cui chiunque entrasse poteva vedere all'interno della stessa, aperta per un bel pezzo, senza contare il guardone che stava quasi davanti al mio letto.
Gli infermieri non hanno mai avuto la minima attenzione nei miei confronti, si comportavano come se io non esistessi, certo facevano il loro dovere per le mie esigenze personali, mi davano le terapie, ma non si sono mai degnati di chiedermi una sola volta in 6 giorni se avevo bisogno di qualcosa, così come facevano con gli altri. Non solo, ma la mattina quando accendevano le luci per incominciare a cambiare le persone, l'unica luce che veniva accesa era quella sopra la mia testa; non un saluto, niente di niente, io non esistevo. Ho trovato veramente il personale privo di sensibilità.
Essendomi permessa di chiamarli con il mio campanello quando ho visto dei vecchietti in pericolo seduti sul bordo del loro letto, e vedendoli barcollare, questo ha dato loro molto fastidio. Questi giorni sono stati per me un'esperienza pessima sotto tutti gli aspetti e soprattutto quello umano. Mi auguro non si ripeta mai più.

Patologia trattata
Frattura vertebra d12.
Voto medio 
 
1.0
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
1.0
Servizi 
 
1.0

REPARTO RECUPERO E RIABILITAZIONE FUNZIONALE

In data 28/02/2018 la paziente, operata presso il reparto di ortopedia del Gradenigo per impianto di protesi totale del ginocchio destro, viene trasferita come da prassi nel reparto di recupero funzionale e riabilitazione - paziente sana di 78 anni autosufficiente senza alcuna patologia cardiaca nè gastrica nè di nessun tipo. Intolleranza a codeina, penicillina e alcuni antibiotici, indicata in fase di accettazione e dichiarata più volte.
In reparto le vengono somministrati farmaci antidolorifici che le creano fortissimi disturbi gastrici e conati di vomito. Non riesce nè a bere e nè a mangiare per quasi tre giorni e nessuno si preoccupa di intervenire (anche prima di tre giorni magari!!!) nonostante la paziente lamentasse dolori fortissimi ed insopportabili allo stomaco da un giorno e una notte, continui conati notte e giorno, forte giramento di testa, tremori, tensione diffusa, nausea insopportabile, secchezza delle mucose, pelle fredda e diffusamente umida. Fino a che la paziente, completamente disidratata e stremata da tre giorni continui di conati di vomito, si sente malissimo, è ipotonica e si accascia sul letto quasi priva di sensi gridando aiuto. Per fortuna il parente sopraggiunge nel momento della sincope e in reparto non c'è un medico; invoca la presenza di un dottore con infermiera maleducata che nega la presenza di un medico e la parente disperata chiede la presenza immediata di un medico.
Arriva subito una dottoressa del pronto soccorso, le fanno esami Ecg del sangue e poi finalmente decidono di infonderle in vena un idrolitica per idratarla e un gastroprotettore.. Evviva miracolo, l'hanno capito!
Atteggiamento maleducato di tutte le infermiere; qualche singolo infermiere umano; servizi scadenti; pressapochismo nell'assistenza al paziente; maleducazione; camera sporca; campanello in bagno che non funzionava (ora lo hanno riparato). Per non parlare dei pavimenti e dei tavolini sporchi più di un marciapiede per strada (effettuato fotografie a documentazione di questa vergogna). La caposala maleducata e molto brusca quasi aggressiva con i pazienti. Per fortuna che il parente è stato presente quasi sempre 24 h, altrimenti non voglio pensare...
Provvederemo a informare chiunque sia necessario perchè non si verifichi più che un paziente si trovi in grave difficoltà in questa struttura; nel nostro caso oltretutto un paziente entrato sano nella struttura e portato a condizioni vitali pericolose per la sua sopravvivenza.
Verrà informato chi di dovere, devono essere presi dei provvedimenti.

Patologia trattata
Recupero funzionale post impianto protesi ginocchio dx.

Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

UROLOGIA

Operato dall'equipe del prof. Muto per prostatectomia radicale tumorale, vorrei ringraziare oltre al professor Muto che ha effettuato l'intervento, anche il dr. Giacobbe, suo aiuto, che ha seguito tutto l'evolversi della malattia e che mi ha supportato anche psicologicamente dimostrando, oltre indubbie doti tecniche (che non sono in grado di giudicare), anche una presa in carico dell'aspetto umano. Ringrazio anche la dottoressa Leucci che mi ha seguito in reparto. Tutti davvero competenti, gentili e comprensivi. Anche il personale di reparto, dalle infermiere a tutti gli altri con grande carica umana, disponibilità e pazienza.
L'esperienza è stata difficile, ma è stata superata bene. Ora solo i problemi di incontinenza, che spero si risolvano in fretta.
Ringrazio quindi tutto l'ospedale, che raccomando in assoluto anche per l'ambiente piacevole e pulito.

Patologia trattata
Prostatectomia radicale.
Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
5.0

Urologia - TURP

Desidero ringraziare il personale infermieristico per la competenza e la assistenza durante la mia degenza nel mese di ottobre c.a.
Particolare segnalazione per i medici prof. Muto e dott. Paolo Caccia, mio personale urologo da tempo.

Patologia trattata
Prostatica.
Voto medio 
 
4.5
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
4.0

Ringraziamenti

Il giorno 30-5-2017 alle ore 18.34, con ambulanza, sono stato portato al pronto soccorso per una lussazione alla spalla sinistra. Devo assolutamente ringraziare il medico che mi ha accolto e tempestivamente visitato e, dopo i raggi, in pochi secondi mi ha rimesso a posto la spalla fuoriuscita senza che io sentissi alcun dolore. Bravissimo, competente e per me dalle mani d'oro! Il medico in questione è il Dott. Di Giannicola Luigi, ex giocatore di basket. Ringrazio anche il medico che mi ha ricevuto per la sua cortesia.
Cordialmente saluto e ancora GRAZIE,
Sergio Malgarotto

Patologia trattata
Lussazione alla spalla sinistra.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Mi hanno salvato

Voglio ringraziare i dottori del pronto soccorso del GRADENIGO, un grande ospedale con GRANDI MEDICI E INFERMIERI che mi sono stati vicini e aiutato sia me che la mia mamma in un momento difficile. E grazie a tutti gli altri dottori che hanno preso a cuore il mio caso, aiutandomi a non avere più quei dolori atroci, facendomi trasferire d'urgenza all'ospedale San Giovanni Bosco, presso il reparto del Dottor GRIVA, grande uomo, il quale mi ha operato per un GLIOBLASTOMA di IV Grado. Esistono ancora persone UMANE, io le ho incontrate in questi due ospedali... e posso garantire che sono dei veri professionisti. GRANDI UOMINI E DONNE che lavorano per aiutare le persone che stanno male, sempre pronti per una parola dolce... GRAZIE, GRAZIE di vero CUORE.
Roberto MUIA

Patologia trattata
GLIOBLASTOMA IV GRADO.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Giudizio sul mio recente ricovero Urologia

Sono stato ricoverato il 6 maggio u.s. nel reparto urologia del dr. Randone e sono stato operato il giorno stesso dal dr. Caccia. Voglio esprimere il mio più sincero ringraziamento allo stesso dr. Caccia per il risultato dell'intervento, per il suo costante interessamento e a tutti i medici del reparto. Ringrazio anche tutto lo staff infermieristico, sempre molto attento, professionale ed umano.

Patologia trattata
Adenoma prostatico.
Punti di forza
Competenza, disponibilità ed attenzione continua.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Grazie alla Urologia!

Sono stato ricoverato l'8 aprile u.s. nel reparto urologia del dr. Randone e nella tarda mattinata dello stesso giorno sono stato sottoposto a TURP da parte del mio medico curante, dr. Caccia. Non posso che esprimere innanzitutto il mio più sincero ringraziamento al dr. Caccia per l'ottima riuscita dell'intervento e per il costante interessamento; alle infermiere sempre pronte, molto professionali, umane e, cosa che non guasta, anche carine e spesso con quel pizzico di allegria che sdrammatizzava certe ansie e preoccupazioni; a tutto il personale medico che giornalmente passava a visitarmi.
Pur essendomi trovato veramente bene, spero nessuno si sia offeso se il giorno in cui sono stato dimesso non ho detto "arrivederci"...

Patologia trattata
Adenoma prostatico.
Punti di forza
competenza, disponibilità, prontezza, attenzione continua e quel pizzico di allegria e di humour che servono ad alleggerire certi momenti non facilissimi.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Questa è buona sanità

Per l'ennesima volta, dovendo purtroppo ricorrere al Pronto soccorso del Gradenigo per un mio famigliare, ho riscontrato professionalità, umanità e pazienza a tutti i livelli di intervento. Competenza nella sua accezione più alta: dal latino cum-petere, mirare allo stesso scopo, andare verso la stessa direzione. Grazie.

Patologia trattata
Caduta con trauma arti inferiori in paziente anziano.
Voto medio 
 
4.5
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
4.0

Pronto Soccorso: ottimo direi!

Ringrazio tutto il personale del Pronto Soccorso che scrupolosamente mi ha curata e aiutata, in particolare il dottor Gandolfo e le giovani infermiere. Scrupolosi e attenti anche i medici a cui è stata richiesta una consulenza a proposito della mia cefalea associata ad emesi.
Esperienza molto positiva.

Patologia trattata
Cefalea ed emesi.
Punti di forza
Professionalità e attenzione ai pazienti;
Personale disponibile e umano.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

ECCELLENZA

Spett. Direzione Sanitaria OSPEDALE GRADENIGO Torino, 20.07.2013.

Sono stato dimesso questa mattina dai medici dei Reparti UROLOGIA (Dr. Paolo Caccia) e CHIRURGIA (Dr. Francesco Balcet), dopo essere stato ricoverato ieri e sottoposto agli interventi di uretrocistoscopia e plastica erniale. Con grande piacere e riconoscenza, intendo segnalare l’eccellente assistenza fornitami per l’occasione da tutto il Personale della Struttura, dal Dottor Caccia al Dottor Balcet, dall’anestisista Dr.ssa Silvia Destefanis agli infermieri. Tale atteggiamento ha accompagnato la mia permanenza in ospedale e ha trasformato in esperienza piacevole una circostanza normalmente causa di forte apprensione. Auspico che realtà come queste possano quanto prima essere sulle cronache dei giornali e far dimenticare i casi di mala sanità che, in altri plessi, purtroppo ancora sono latenti.
Con i migliori saluti,
Mario Dalmasso

Patologia trattata
Ernia inguinale monolaterale - uretrocistoscopia.
Voto medio 
 
3.3
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
3.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
1.0

Disservizi

Oltre mezz'ora di attesa allo 011/8154401 prenotazioni. La segreteria automatica ripete sempre la stessa musichetta di attesa senza dare altre informazioni Utili. SONO STATO CONDANNATO A TENERE LA CORNETTA ALL'ORECCHIO PERCHÈ OGNI MOMENTO SAREBBE STATO BUONO PER IL CONTATTO, OLTRE IL COSTO. Mentre avrei potuto decidere di chiamare in altro momento. Con questa segreteria il pubblico non è in grado di sapere se gli operatori stianno facendo il loro servizio, o addirittura siano al bar. Un consiglio ai responsabili: basta copiare il tipo di segreteria del SOVRACUP 011840705007.
Nella speranza di essere stato utile..

Patologia trattata
Diverse.
Voto medio 
 
4.5
Competenza 
 
4.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

buon ospedale

Sto meglio... è la cosa importante!!!

Patologia trattata
colite addominale acuta
Punti di forza
i medici, infermieri, poca attesa
Punti deboli
molti medici e infermieri hanno insistito chiedendomi se ero incinta! ma io avevo solo una forte colica!!!!
Voto medio 
 
3.3
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
1.0
Servizi 
 
3.0

GRADENIGO

MI HANNO SALVATO LA VITA...CHE DIRE ?!?? GRAZIE !!!

Patologia trattata
POLMONITE
Punti di forza
OTTIMI MEDICI, MOLTO ACCORTI, NON SI LIMITANO A CURARE LA PATOLOGIA PER CUI SI E' RICOVERATI, MA SI VIENE DIMESSI CONUN BEL CHECK UP. I PARAMEDICI SONO SPECIALI !!!
Punti deboli
LA PULIZIA SCARSA, ED IL MANGIARE...IO CHE ADORO MANGIARE ALL'OSPEDALE, IN QUESTO, MI FACEVO PORTARE IL MANGIARE DA CASA !!!
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Presidio Gradenigo Torino

Avrei gradito una camera a pagamento, se fosse stato possibile.

Patologia trattata
Urologica
Punti di forza
L'equipe
Punti deboli
Camere piccole, tre pazienti sono troppi.


Altri contenuti interessanti su QSalute