Pronto Soccorso Ospedale Sant'Andrea Roma

Pronto Soccorso Ospedale Sant'Andrea Roma

 
3.5 (14)
Scrivi Recensione
Il reparto di Pronto Soccorso e osservazione dell'Azienda Ospedaliero Universitaria e Policlinico Sant'Andrea di Roma, situata in Via di Grottarossa 1035-1039, ha come Direttore la Dott.ssa Rita Bonfini. Il reparto è una U.O.C. che fa parte del Dipartimento Emergenza ed Urgenza (D.A.I.) e che gestisce le seguenti 3 Unità Operative Semplici: Ambulatorio di Medicina d'urgenza; Osservazione Breve; Pronto Soccorso. Garantisce attività di pronto soccorso con inquadramento della gravità clinica dei pazienti, attività di Breve osservazione semintensiva (9 letti monitorizzati) e di Breve Osservazione subintensiva. La sezione di Medicina d'urgenza, dotata di 26 letti di cui 8 monitorizzati, si occupa del ricovero di pazienti provenienti dal pronto soccorso che necessitano di degenza per patologie mediche urgenti. Al reparto è inoltre dedicato un Ambulatorio di Medicina Generale (stanza 11 piano terra) per il Follow-up dei pazienti dimessi dal Pronto Soccorso o dalla Medicina d'Urgenza. Fanno parte dell'equipe dell'unità operativa i dirigenti mediciB. Alfei, A. Angelino, R.Baldoncini, A. Bernardini, D. Berti, M. Corsino, D. Crialesi, R. D’Angelo, G. Forte, G. Iuliano, I. Lalle, L. Magrini, G. Morabito, V. Mura, G. Murante, M. Musolino, A. Petrilli, O. Piras, M.G. Privitera, C. Quirini, C. Santori, M.C. Stella, A. Taranto, D. Tarasi, V. Terranova, S. Torrico, F. Travaglino, S. Truglia, G. Wappner.

Recensioni dei pazienti

14 recensioni

 
(6)
 
(1)
 
(3)
 
(4)
1 stella
 
(0)
Voto medio 
 
3.5
 
3.2  (14)
 
3.2  (14)
 
4.1  (14)
 
3.4  (14)

Filtra per malattia, intervento, sintomo

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Grazie alla dottoressa Murante

Sono andata al P.S. con i classici sintomi dell'influenza... ma sapevo che c'era qualcosa che non andava. Solo grazie alla professionalità e competenza della dottoressa Giovanna Murante ho scoperto di avere la polmonite... E che umanità! Sto ancora seguendo la cura, ma va già meglio. Aspetto i controlli.

Patologia trattata
Polmonite.
Voto medio 
 
4.5
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
4.0

Un dolore preoccupante

Accesso rapido in codice Giallo per un dolore preoccupante allo sterno. Assistenza immediata da parte del personale medico coordinato dal Dr. A Bernardini.
Cortesia e professionalità.

Grazie e complimenti a tutto lo staff.

Patologia trattata
Reflusso gastroesofageo/ dolori forti in corrispondenza del cuore.
Voto medio 
 
2.8
Competenza 
 
3.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
4.0

Rispettare secondo codice il numero progressivo

Ore 2 e mezza di questa mattina. Il medico generico ha dimenticato di indicare il numero dei giorni del primo farmaco IM somministrato, e il dosaggio del secondo (cortisone, 1,5 o 4?). Ma questa svista - che comunque chiedo di correggere - credo sia dipesa dall'improprio trasferimento dalla accettazione/ sportello alla sala visite, di una tensione accumulatasi nelle cinque ore di attesa per poter essere visitato, con alcuni pazienti che scavalcavano altri nell'ordine di arrivo al Pronto Soccorso. I tabelloni luminosi non funzionano - ha detto una infermiera a un paio di utenti che lamentavano questo disguido. E a chi chiedeva come mai non venisse dato il foglio di accettazione con stampato il numero progressivo - come normalmente si faceva e si fa in altri ospedali - è stato risposto che questa prassi è stata da tempo abolita. Perché? Non è il caso di ripristinarla? L'ordine di progressione secondo i 4 codici è sacrosanta. Ma dentro lo stesso codice bisognerebbe evitare che si creino possibili scavalcamenti, che diventano oggettivamente abusi.

Patologia trattata
Trauma.

Voto medio 
 
2.8
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
3.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
3.0

Poca professionalità

Arriviamo al pronto soccorso perché un mio familiare aveva la febbre da oltre una settimana ed ogni terapia antibiotica prescritta dal medico curante non aveva avuto effetto. L'infermiere che si è occupato dell'accettazione consiglia a papà di cambiare medico curante e gli dà codice bianco (perché la febbre secondo lui doveva essere curata dal medico). Dopo 8 ore di attesa volevano rimandarlo a casa dato l'affollamento del PS; fortunatamente l'infermiera che è subentrata nel turno successivo gli ha cambiato codice in verde a causa del mal di testa. Una volta entrato gli fanno le analisi del sangue ed una tac per capire la causa del dolore allo stomaco. Risultato: gli diagnosticano una polmonite paracardiaca sinistra, ma lo invitano a tornare a casa perché non ci sono posti per il ricovero ed il mio familiare, fidandosi del medico e con la terapia prescritta, torna a casa. Il dottore che lo visita gli segna inoltre una visita per 2 giorni dopo all'ambulatorio dicendo di non dover pagare il ticket; il procedimento adottato da tale medico fa infuriare la dottoressa che aveva il turno in ambulatorio e, dopo una sommaria visita, lo spedisce nuovamente in pronto soccorso, dove gli viene dato un codice verde e dove si prospetta ancora una lunga attesa. La diagnosi è la medesima: polmonite che si sta attenuando e cura da fare a casa. Dopo 9 punture di penicillina che si sono dimostrate inefficaci, il medico curante consiglia di andare al Policlinico Umberto I: qui, dopo gli opportuni esami, gli verrà diagnosticato un liposarcoma dedifferenziato che era la causa della febbre. Che dire: sicuramente non torneremo più al PS del Sant'Andrea, ma la prossima volta andremo in un'altra struttura. In famiglia ci stiamo ancora interrogando su come i dottori siano riusciti a diagnosticare una polmonite che non c'era.

Patologia trattata
Polmonite (ma non lo era).
Voto medio 
 
1.5
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
1.0

Dormiamo qui!!!

Sono al pronto soccorso da ormai quattro ore per un trauma sportivo di mio figlio di dodici anni. Sono qui dalle otto di questa mattina con solo due persone avanti per l'ortopedia - purtroppo in codice bianco, quindi chiunque arrivi con altro codice ci passa avanti. Non puoi andare al bagno o fuori a prendere una boccata di aria sennò perdi il turno, quindi stai agli arresti del pronto soccorso!!! Direi che il servizio sanitario fa letteralmente acqua da tutte le parti, paghiamo una marea di tasse per niente; che dovrei fare: forse fare una lastra a pagamento? andare da un ortopedico a pagamento? magari fare un eventuale gesso a pagamento?
Dormiremo qui??

Patologia trattata
Trauma sportivo.
Voto medio 
 
4.3
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
3.0

Meno male che ci sono

Il personale fa quello che puó e forse anche di più; la disponibilità c'è ma a volte non basta per coprire le esigenze dei pazienti e fra questi ce ne sono molti che, subendo la necessità di ricevere cure, non riescono a vedere oltre i propri bisogni che sono più che legittimi, ma di più il personale non riesce per carenze strutturali, organizzative ed attrezzature insufficienti.

Patologia trattata
Polmonite virale.
Voto medio 
 
2.3
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
2.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
2.0

Poca professionalità

Arrivo al pronto soccorso con dolori addominali. Dopo sei ore e mezza di attesa senza un lettino per distendermi, riescono a farmi le analisi del sangue. Primo buco non prende la vena, secondo buco più in alto nel braccio mi prende il nervo. Aspetto due ore per i risultati... Finalmente mi chiamano, ma i risultati vanno ripetuti perché il sangue si è coagulato! Altro buco e altre due ore di attesa: in totale 10 ore!

Patologia trattata
Dolori addominali.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

GRAZIE SIETE FENOMENALI!!!!!

GRAZIE A TUTTI I MEDICI CHE SI SONO PRESI CURA DI ME, PER LA LORO PROFESSIONALITA', COMPETENZA, "Umanità". GRAZIE PER IL RISPETTO, NON SOLO DELLA MALATTIA, MA ANCHE DEL MALATO IN QUESTO DELICATO MOMENTO DELLA MIA VITA. GRAZIE Perché NON MI SONO SENTITO SOLO. GRAZIE Perché NONOSTANTE SIA SUPER AFFOLLATO, RIUSCITE, NONOSTANTE IL SUPER LAVORO, AD OCCUPARVI DI TUTTI NOI!!!
CHE DIO VI BENEDICA!
GRAZIE

Patologia trattata
COMA IPERCAPNICO.
Voto medio 
 
1.8
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
3.0

Blocco renale e complicazioni cardiologiche

Mia madre, paziente ormai da anni in questo ospedale e in cura con vari professori, date le sue molteplici patologie è stata portata ieri al pronto soccorso per blocco renale e complicazioni cardiologiche. Doveva essere trasferita immediatamente al reparto Utic dello stesso ospedale e, benchè il posto fosse stato disponibile, il dott. Vittorio TERRANOVA, nonostante i solleciti del reparto Utic, ha deciso il da farsi sulla salute di mia madre.
Lui ha deciso che non era il caso e l'ha tenuta in pronto soccorso, su una barella tutta la notte. Oggi, quando ci sono state le visite ai pazienti, mia madre è peggiorata ed ha i battiti del cuore lentissimi ed è ancora lì per volere del medico. Questa è la seconda volta che il dott. decide quello che secondo me non dovrebbe decidere. Se mia madre dovesse peggiorare ancora, lui sarà il solo responsabile dell'accaduto.

Patologia trattata
Blocco renale e complicazioni cardiologiche.
Voto medio 
 
2.5
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
3.0

Diagnosi errata

Ho accompagnato mio padre al S. Andrea in seguito ad una caduta accidentale per la quale accusava forti dolori nella zona costale e lombare. Accadeva di sabato (e capisco che l'affluenza fosse tantissima); dopo 6 ore e mezza dal triage riesce ad essere visitato da un medico (una dott.ssa), che lo sottopone a ecografia e RX torace. Il radiologo "scopre" un addensamento polmonare, nulla invece per il trauma, "fortunatamente". La dottoressa era però incredula, perchè lei all'ascolto non percepiva alcuna polmonite e mio padre non aveva sintomi in merito, PERO' il radiologo scrive che c'è, la lastra è indecifrabile (io un pò me ne intendo) quindi provo a dire alla dottoressa che in quella lastra è impossibile diagnosticare qualcosa (è senza contrasti, praticamente un'informe massa bianca)... però il radiologo la VEDE bene. Ci informano che dovrebbero trattenerlo, nel frattempo si era fatta quai mezzanotte, per fare EGA ecc...
Firmiamo per andarcene, nel caso di aggravamento saremmo tornati, gli prescrivono 2 tipi di antibiotico cercando tra quelli a cui non è allergico, aereosol con 3 farmaci dentro da fare 3 volte al giorno ecc...
Mio padre la domenica si sente male per gli antibiotici (eruzioni cutanee, tachicardia, formicolio). Gli faccio smettere tutto e lunedì il nostro medico curante lo invia a fare un'altra lastra, perchè per lui non c'è alcuna polmonite. Fortunatamente la lastra IN DIGITALE ci conferma che mio padre non aveva NESSUNA POLMONITE...

Patologia trattata
Trauma accidentale.
Voto medio 
 
1.8
Competenza 
 
2.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
1.0

Assistenza inesistente

Non è possibile per noi valutare la competenza dei medici, perché dopo ore, ore, ore di attesa abbiamo cambiato ospedale nella prima occasione, siamo stati mandati via nella seconda e siamo andati via disperati la terza.... Neanche un antidolorifico... niente di niente.

Patologia trattata
Broncopolmonite, periartrite acuta.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

6 volte paziente- esperienza personale

Presso questo pronto soccorso ho sempre riscontrato grande discrezione e competenza all'accettazione, competenza e tempestività nell'assistenza medica, rispetto e dignità per il paziente.

Patologia trattata
fibrillazione atriale, pressione alta, aritmia da sindrome di Cushin.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

5 esperienze personali da fine maggio a novembre

In questo pronto soccorso ho sempre trovato eccellenza nella organizzazione, nella tempestività, nella competenza e nell'assistenza, sia da parte del personale medico che di quello infermieristico.

Patologia trattata
ipertensione e fibrillazione atriale da sindrome di Cushing.
Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
4.0

Alta professionalità

Questa la mia esperienza: accesso rapido alle cure nonostante il grande affollamento ed assistenza immediata condotta da personale qualificato.
Un pronto soccorso di alta professionalità.

Patologia trattata
insufficienza renale acuta.


Altri contenuti interessanti su QSalute