Dettagli Recensione

 
Farmaci
Voto medio 
 
2.0
Efficacia 
 
3.0
Assenza di effetti collaterali 
 
1.0

Effetti collaterali del Letrozolo

Mi chiedo con quale leggerezza si possa prescrivere un farmaco pieno di effetti collaterali quale il Letrozolo, senza prima capire quali siano le problematiche della paziente.
Nel 2012 sono stata operata di quadrantectomia per K al seno, e in seguito oltre alla radioterapia, che ho tollerato benissimo, l'oncologo mi ha prescritto una pillola di Femara (Letrozolo), al giorno per 5 anni. Gli effetti collaterali non si sono fatti attendere: insonnia, malumore improvviso, dolori alle articolazioni, colpi di calore, senso di panico notturno, perdite ematiche vaginali,e altro ancora. Nel 2013 mi è arrivata anche un'infezione urinaria, su consiglio del medico di base ho fatto l'urinocoltura, il cui esito diceva che era in via di risoluzione, ma intanto, ogni tanto vedevo un po' si sangue quando mi pulivo dopo aver urinato, ma pensavo fossero vaginali, visto che il bugiardino del Femara lo dice.
Nel 2015, da una semplice ecovaginale di routine, si evidenziano in vescica grossi polipi. Da allora è cominciato un vero e proprio incubo, dal 2015 a oggi ho subìto 9 interventi alla vescica con 22 instillazioni di BCG, relative cistoscopie, 3 TAC ecc. Fortuna che il medico urologo che mi cura è a dir poco eccezionale, e gliene sarò grata fin che vivrò. Durante le mie degenze in urologia, per ben 2 volte mi son trovata in camera con donne che mentre facevano l'ormono- terapia dopo un intervento al seno, si sono trovate con un carcinoma vescicale; mi viene quindi spontaneo, visto che lo sospettavo già, dare la colpa al Letrozolo, che dopo averlo preso per 3 anni e mezzo, l'urologo mi detto chiaramente di smettere. Tra i medici delle varie discipline ho trovato tanto scetticismo, ma ho trovato anche medici che se anche non lo dicono esplicitamente, lasciano ben trasparire i loro dubbi sull'innocuità del farmaco, che si continua a prescrivere come se fosse il miracolo assoluto, mentre invece non c'è nessuna certezza che dopo una terapia a base di Letrozolo il K mammario non torni. Ma quando un K vescicale ti prende, posso assicurare che la vita non è più la stessa di prima, quindi credo che nel bugiardino del Letrozolo dovrebbe essere aggiunta una voce in più!

Fascia di età
Oltre 60 anni
Sesso
Donna
Malattia trattata
K mammella e K vescica.

Commenti

1 risultati - visualizzati 1 - 1  
 
Per Ordine 
 
Inviato da antiweb
17 Settembre, 2018
Il Letrozolo non ha niente a che vedere con il carcinoma vescicale, cerchi di evitare di scrivere notizie totalmente prive di evidenza scientifica.
1 risultati - visualizzati 1 - 1  
 
 

Altri contenuti interessanti su QSalute