Istituto dei Tumori Milano

 
4.5 (7)
Scrivi Recensione

Giudizio dei pazienti

Voto ospedale
 
4.5 (7)
Voto reparti
 
4.5 (221)
Indirizzo
Via Giacomo Venezian 1, Milano
La Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori è situata a Milano in Via Giacomo Venezian 1. Si tratta di un ospedale semi-pubblico dedicato esclusivamente alla cura del cancro, rappresentando il più grande centro del genere in Lombardia. La struttura accoglie i seguenti Dipartimenti: Oncologia Sperimentale Medicina Molecolare (Direttore Dott.ssa Maria Grazia Daidone); Patologia Diagnostica e Laboratorio (Direttore Dott. Antonino Carbone); Medicina Predittiva e per la Prevenzione (Direttore Dott. Franco Berrino); Anestesia, Rianimazione e Terapia del Dolore e Cure Palliative (Direttore Dott. Martin Langer); Chirurgia (Direttore Dott. Mario Santinami); Diagnostica per Immagini e Radioterapia (Direttore Dott. Emilio Bombardieri); Medicina (Direttore Dott. Paolo Corradini).

Recensioni dei pazienti

7 recensioni

 
(5)
 
(2)
3 stelle
 
(0)
2 stelle
 
(0)
1 stella
 
(0)
Voto medio 
 
4.5
 
4.9  (7)
 
4.7  (7)
 
4.6  (7)
 
3.9  (7)

Filtra per malattia, intervento, sintomo

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Competenza e umanità ai massimi livelli

Sono stata operata per un carcinoma mammario dal Dott. Agresti con l'assistenza del Dott. Rampa. Ho apprezzato nel post intervento la grande professionalità e le doti umane di entrambi.

Patologia trattata
Carcinoma mammario.
Voto medio 
 
3.5
Competenza 
 
4.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
1.0

Al secondo step

Siamo appena stati in questo istituto per delle visite ambulatoriali. Il problema non sono i medici e gli infermieri che seguono i pazienti, perché la professionalità è molto alta e si vede che hanno nel sangue la capacità di aiutare le persone, ma gli sportelli, in particolare al CUP e al ritiro referti.
Queste persone ci hanno trattato con molta superficialità e freddezza, senza nessun sentimento nè aiuto verso il paziente, nonchè contribuente. In un caso, al CUP, siamo stati trattati come ignoranti, quando credo che per occupare quella posizione non si debba essere delle cime (anzi, mi sa che fanno corsi appositi per non assecondare ed aiutare il paziente, se al concorso raggiungi il minimo dei voti, ti mandano allo sportello...).

Patologia trattata
Visite ambulatoriali.
Punti di forza
Assistenza al malato/paziente durante l'esame di PET, davvero professionali e gentili.
Punti deboli
Allo sportello, totale incapacità di relazioni col pubblico, da licenziare.
Voto medio 
 
4.5
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
3.0

Encomiabile professionalità

Professionalità ai massimi livelli, compresa la gestione della parte psicologica. Io sono stata seguita dal dott. Gennaro, senologo, per un secondo carcinoma mammario. A due mesi e mezzo dall'intervento di mastectomia, posso essere più che soddisfatta del risultato, non solo estetico, ma soprattutto per la mobilità dell'arto. Sono arrivata terrorizzata all'istituto ed ho trovato un medico che ha saputo gestire la mia paura, pur non nascondendo la gravità della situazione. GRAZIE a tutti.

Patologia trattata
Carcinoma mammario. Mastectomia con escissione ascellare.
Punti di forza
Estrema professionalità non solo dei medici, ma anche del personale infermieristico e di assistenza e della segreteria. Grande umanità da parte di quasi tutti i medici, ma a me interessava il chirurgo che mi ha operata. Un ringraziamento particolare, quindi, al dott. Gennaro. Personale infermieristico competente e simpatico.
Punti deboli
L'unico punto veramente debole che ho rilevato è il vitto, scadente in modo imbarazzante. Del resto, non sono andata lì per mangiar bene... Però, se si potesse far qualcosa per i posteri... non guasterebbe!!!
Struttura non proprio attualissima, ma pulita e funzionale.

Voto medio 
 
3.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
3.0

Ombre e Luci

Ombre e luci.
Per un intervento di esofagectomia, se un paziente rimane ricoverato 20 giorni, vede le luci.
Se invece rimane in ospedale 61 giorni, come il sottoscritto, vede le ombre.
Comunque, se dovessi avere bisogno di nuove terapie oncologiche, l'Istituto rimarrà il mio riferimento principale.

Patologia trattata
GIST all'esofago.
Punti di forza
Intervento chirurgico.
Monitoraggio e assistenza da parte di operatori esterni al reparto, come: anestesisti, fisioterapisti, nutrizionisti, neurologi, otorinolaringoiatri, oculisti, ecc.
Punti deboli
Informazione e comunicazione da parte del personale sanitario piuttosto carenti.
Riferimenti gerarchici e funzionali di reparto e di struttura non comunicati.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Ottima struttura

Nella mia esperienza ho riscontrato tanta umanità e un'ottima preparazione del personale.

Patologia trattata
Problemi gastrointestinali.
Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
5.0

chirurgia colorettale Dott. Vannelli

Un grazie al dott. Alberto Vannelli del reparto di chirurgia colorettale dell'Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, che con grande competenza e disponibilità ha risolto un mio problema di tumore al retto (durata degenza 6 giorni).

Patologia trattata
tumore del retto.
Punti di forza
La struttura dispone di personale medico e infermieristico con grande spirito umano e disponibilità.
Punti deboli
La cucina potrebbe essere migliore, ma non siamo in albergo!
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

professionalità ed umanità

Nonostante il grosso problema che ci ha colpiti, il personale dell'Istituto Nazionale dei Tumori ha saputo gestirlo, spiegandoci ogni risvolto con delicatezza e soprattutto con un'encomiabile pazienza. Grazie alla loro professionalità e la gestione del difficile intervento, sono riusciti a far "rinascere" nostra figlia. Ottimo il coinvolgimento da parte anche delle assistenti sociali e del personale volontario.

Patologia trattata
Tumore di wilms in paziente pediatrico.
Punti di forza
L'elevata professionalità di TUTTI gli operatori, senza trascurare l'aspetto umano e psicologico.


Altri contenuti interessanti su QSalute