Villa Sofia di Acireale

 
3.4 (19)
Scrivi Recensione
Indirizzo
Via delle Terme 80, Acireale (CT)
Telefono
095 7631997
La Casa di Cura Villa Sofia è una casa di cura privata situata in Via delle Terme 80 ad Acireale in provincia di Catania. Si tratta di una struttura riabilitativa accreditata con il Sistema Sanitario Nazionale che nasce per erogare trattamenti riabilitativi in regime di rico­vero ordinario e day hospital in linea con le più moderne caratteristiche tecniche ed organizzative di una struttura riabilitativa. Dispone di 60 posti letto, di cui 6 in Day Hospital, a indirizzo specifico per la riabi­litazione delle disabilità conseguenti: malattie ortopediche e traumatiche; affezioni del torace e dell’apparato respiratorio; affezioni riguardanti le malattie ere­ditarie e degenerative del sistema nervoso; malattie del sistema osteo-artro muscolare e del tessuto connettivo; affezioni dell’apparato cardiova­scolare. Tra i principali servizi si annoverano: Psicomotricità e Ginnastica Correttiva; Pedana Vibrante; Idrokinesiterapia e Fisiokinesiterapia; Onde D’urto; Tecar terapia; Ultrasuonoterapia e Horizontal terapia; Laserterapia e Laser YAG; Magnetoterapia e Cryomag. All’interno di locali creati appositamente per l’uso di metodiche di alta specializzazione, è possibile inoltre effettuare esami strumentali con apparecchiature di ultima generazione, quali Elettrocardiografia (ECG), Holter ECG, Holter pressorio, Eco cardiografia, Eco doppler tronchi sovraortici (TSA), Elettromiografia. Contatto email: villasofia@cataniacura.it. per contattare la Medicina riabilitativa, chiamare il numero 095/7633290.

Recensioni dei pazienti

19 recensioni

 
(9)
 
(1)
 
(1)
 
(7)
 
(1)
Voto medio 
 
3.4
 
3.4  (19)
 
3.2  (19)
 
3.7  (19)
 
3.2  (19)

Filtra per malattia, intervento, sintomo

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
4.5
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
4.0

Riabilitazione ortopedica

Ottimo il trattamento per la riabilitazione ortopedica. Molto gentile e disponibile il personale che assiste.

Patologia trattata
Riabilitazione ortopedica.


Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Pensa alla salute, ma quando non c'è...

Sono stato per oltre due mesi ricoverato presso la struttura e, nel tempo successivo, ho usufruito dei servizi riabilitativi in vasca e al DH. Nutro un sentimento di forte gratitudine per medici e infermieri, ausiliari e fisioterapisti senza dimenticare il personale amministrativo sino a chi si è occupato dell'accoglienza. I risultati ottenuti sono stati ben al di sopra le aspettative e il tratto umano che caratterizza l'operato da me riscontrato è stato determinante per la mia ripresa e per quella di tante persone incontrate, soprattutto in un tempo di solitudine dettato dalle misure anti COVID. Infine credo che sia per me necessario fare una nota a parte per i tanti fisioterapisti con i quali ho lavorato, consapevole che la mia situazione non era affatto semplice da trattare: competenza e empatia oltre che serietà e positività nel comunicare con il paziente è la base largamente riscontrata in più di un anno di trattamento, a loro va la mia gratitudine e un sentimento di amicizia che ha superato, nella crescita, il mio pur ottimo recupero. Con convinzione non posso fare altro che augurare a tutti un buono stato di salute, ma laddove mancasse questa condizione consiglio di fare visita a Villa Sofia: troverete un opportuno riscontro!

Patologia trattata
Grave politrauma causato da incidente stradale (gamba sx, polso dx, mignolo mano dx, spalla dx, spalla sx).
Voto medio 
 
1.5
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
1.0

CIAO NONNO

Mio nonno in data 5 novembre viene dimesso dal Cannizzaro dopo un brutto ictus, con emiparesi sinistra, ma con una grande probabilità di riprendere la funzionalità della gamba. Arrivato a villa Sofia, già dai primi giorni abbiamo notato un repentino passo indietro. Mio nonno è entrato mentalmente lucido e stabile, piano piano ha iniziato a dissociarsi. Certi che fosse causa dell'ospedalizzazione, non ci siamo allarmati.
Nei giorni seguenti abbiamo fatto più volte richiesta di avere un colloquio con i medici interni per spiegare il quadro clinico del paziente, ma non siamo mai stati ricevuti. Grazie al medico fisioterapista abbiamo ottenuto un permesso per far visita in giorni alterni e ogni volta notavamo sempre qualche passo indietro, fino a quando un medico ci ha detto che ci avrebbero tolto questo permesso, dato che il paziente non aveva bisogno di noi. Mio nonno era un paziente cardiopatico e con broncopatia, patologie gestite in modo autonomo a casa e in modo impeccabile in ospedale. A villa Sofia invece dicevano che mio nonno si rifiutava di fare la terapia respiratoria notturna.
Il giorno 15 novembre, esattamente dopo 10 giorni, siamo stati chiamati alle ore 7.50 dal cellulare di mio nonno, in cui un medico per telefono ci ha annunciato che mio nonno alle ore 6.00 era deceduto per arresto cardiaco. Immaginate cosa si possa provare quando si riceve la chiamata di un padre ricoverato e in realtà ti annunciano la sua morte, per telefono.. Arrivati in struttura dopo una lunga attesa scende un medico, un ragazzo giovane completamente ignaro dei fatti, che a tentativi cerca di spiegare le cause della morte. In sunto, mio nonno è morto ma non sappiamo come, dato che portava un pacemaker e loro neanche lo sapevano.
Quando ci è stata consegnata la salma abbiamo notato che in realtà l'ora del decesso non era corretta, mio nonno è morto in nottata e nessuno ha visto nulla. In sunto vi elenco i punti salienti: -non sappiamo come sia morto - il medico che ha firmato il decesso non si è fatto presente - l'ora della morte non e' esatta - la morte ci è stata annunciata con il telefono personale di mio nonno -mio nonno ha chiamato più volte aiuto (lo dimostra una piccola fossa nella falange del pollice che si è portato con sè) ma non ha ricevuto soccorso, come mai?? - ci hanno detto di non fare affidamento al paziente che era in stanza con mio nonno, paziente che in realtà era sano e autonomo.
Ci sarebbero tante altre cose da dire...

Patologia trattata
RIABILITAZIONE POST ICTUS.


Voto medio 
 
2.0
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
3.0

Riabilitazione

Mio padre è stato ricoverato un mese e mezzo circa in questa struttura. Dopo tale ricovero, non corrispondono al vero tutte le eccellenze a vario livello decantate nello stesso sito della Casa di Cura Villa S. Sofia, oppure mio padre sfortunatamente non si è imbattuto in queste. A livello infermieristico e medico riscontrate gravi pecche (massimo disinteresse ed abbandono del paziente da parte di alcuni infermieri e medici, aggravandosi così le altre patologie in Lui presenti). A livello riabilitativo un trattamento scadente e irrilevante ai fini del miglioramento personale delle proprie condizioni di salute (complessivamente una presa in giro). Mio padre ci ha pregato più volte di portarlo via, ed infatti ha richiesto Lui di essere dimesso. Mai più un'altra volta in questa struttura.

Patologia trattata
Frattura del femore ed altre legate al diabete.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Degenza post ictus ischemico

Sono stato ricoverato per due mesi a Villa Sofia a causa di un ictus ischemico che mi ha paralizzato il lato destro e mi sono trovato molto bene.
Cordialità, competenza, disponibilità e professionalità distinguono tutto il personale che con zelo lavora all'interno della struttura, rendendo la degenza meno pesante in questi momenti difficili.
Il mio ringraziamento va a tutti, indistintamente!

Patologia trattata
Ictus ischemico con emilato destro.
Voto medio 
 
1.3
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
1.0

Pessima esperienza

Auguro a tutti i medici e infermieri di ritrovarsi in giorno, come mio papà operato al cervello, sporco di feci, gli occhiali sporchissimi, il pulsantino per chiamare nascosto, le piaghe nel sedere, il telefono sequestrato e lasciato in balia di sè stesso senza fargli praticamente niente.
MENO MALE CHE È DURATO SOLO SEI GIORNI IN QUESTA CHE CONTINUANO A CHIAMARE CASA DI CURA.

Patologia trattata
Esiti intervento per tumore cerebrale.
Voto medio 
 
2.8
Competenza 
 
3.0
Assistenza 
 
2.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
3.0

Riabilitazione motoria

Mia madre ha subìto un intervento delicato al femore con anestesia totale. Questa esperienza e la prima ospedalizzazione sono state già problematiche. Ha subìto uno shock che l’ha dissociata e le ha compromesso lucidità e competenza cognitiva. In queste condizioni è stata accolta presso la Villa Sofia che, invece di contattare subito il neurologo interno, ha iniziato a lamentare il comportamento disconnesso e violento di mia madre e la scarsa partecipazione alla riabilitazione. Nonostante abbiamo dovuto fare intervenire un neurologo esterno, le hanno operato un TSO con intervento di ambulanza e sedazione e senza avvertire i familiari, continuando a lamentare tutti i comportamenti inadeguati e parossistici di mia madre, completamente slaterizzata. Ci hanno suggerito di ricoverarci per farla calmare oppure un trasferimento alla RSA. Soltanto alla fine della degenza hanno acconsentito ad una Tac e fatto intervenire un neurologo interno, che ha sistemato la terapia. In tutto questo, mia madre ha fatto così pochissima riabilitazione ed è tornata a casa ripiegata su sè stessa. Così dopo più di un mese di degenza saremo costretti a fare intervenire una terapista privata. Una struttura, per quanto all’avanguardia nella riabilitazione, che non si sa occupare dell’aspetto neurologico, non è a mio avviso riabilitativa, perché non utilizza il più importante strumento per una piena riabilitazione, cioè il paziente.

Patologia trattata
Frattura femore.
Voto medio 
 
1.5
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
1.0

Esperienza totalmente negativa

Mia mamma è stata ricoverata in questa struttura dopo una serie di esperienze ospedaliere negative, quindi fortemente debilitata, con la convinzione che fosse il posto giusto per la tanto desiderata ripresa. Così non è stato.... Assistenza scadente (ci è stata pure chiesta una persona a pagamento per la notte!), medici poco disponibili e attenti. L'alternanza dei turni di lavoro equivale ad ignorare le problematiche che si possono verificare, poiché segnalando un problema ad un medico, il giorno dopo ce n'è un altro che non sa niente, e così via, per giorni. Una serie di inconvenienti spiacevoli e incomprensibili. Dopo 15 giorni nessun miglioramento, anzi, peggio di come è entrata...! Quindi abbiamo deciso di portarla a casa.

Patologia trattata
Indebolimento fisico a seguito di cure oncologiche e successiva polmonite.
Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
5.0

Recupero post intervento per frattura acetabolo

Sono stato ricoverato presso la casa di cura Villa Sofia di Acireale per trattare il recupero motorio dopo un intervento chirurgico di inserimento di placca e viti per la frattura dell'acetabolo destro. Ho trovato serietà e competenza a tutti i livelli, in particolar modo dal punto di vista amministrativo. Vorrei ringraziare Giuseppe Buttà per l'efficienza e la disponibilità dimostrate; dal punto di vista medico, un encomio al dott. Francesco Cosentino e, per la professionalità, le fisioterapiste che mi hanno permesso di riacquistare la libertà: le dottoresse Giacoma Avellina e Lucia Vasta.

Patologia trattata
Frattura acetabolo dx trattata con osteosintesi con placca e viti.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Day Hospital per recuperare da intervento

Ho effettuato la fisioterapia in day hospital per recuperare da un intervento di “protesi d’anca”. Ho riscontrato ottima professionalità, personale cordiale e gentile. Menzione particolare per la Dott.ssa Avellina e il Dott. Cosentino per la loro grande disponibilità.

Patologia trattata
Esiti di protesi d’anca.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

FISIOTERAPIA

OTTIMA COMPETENZA DEL PERSONALE, MI HANNO PRESTATO UN SERVIZIO ECCELLENTE.
TUTTI CORDIALI E GENTILI.
UN'OTTIMA STRUTTURA CHE CONSIGLIEREI A TUTTI.

Patologia trattata
FISIOTERAPIA ALL'ANCA DESTRA.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Fisioterapisti bravissimi

Sono una studentessa di Fisioterapia e ho fatto tirocinio in questa struttura. Il personale ha accolto me e i miei colleghi nel miglior modo possibile. Ho visto alti livelli in tutta la riabilitazione che viene svolta in questa struttura, in particolare al Day Hospital con la dottoressa Giacoma Avellina, che oltre ad essere una bravissima fisioterapista che cura col cuore i suoi pazienti, è stata un'ottima guida durante il mio percorso rendendo migliore non solo la mia permanenza, ma anche la mia professionalità. Mi ha insegnato tecnica ed umiltà che sono le basi di questo lavoro.

Patologia trattata
/
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Ottima accoglienza e professionalità

All'interno della casa di cura ho trovato ottima accoglienza e professionalita' del personale in tutti i settori. Medici e fisioterapisti collaborano in modo attivo per migliorare le condizioni del paziente. Mia madre ha trascorso ottimamente il periodo di riabilitazione.

Patologia trattata
Esiti di ictus ischemico.
Voto medio 
 
1.5
Competenza 
 
3.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
1.0
Servizi 
 
1.0

Esiti di ictus

I medici e i fisioterapisti fanno un buon lavoro.
Invece la cura dei pazienti è poco professionale, non vengono lavati nè curati.
La condizione dei pazienti quindi peggiora enormemente.
Riguardo a ciò i medici non possono farci niente, ma è inaccettabile.

Patologia trattata
Esiti di ictus.
Voto medio 
 
1.8
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
1.0

Esperienza fortemente negativa

Mia madre, colpita da ictus, viene accettata a villa Sofia, dopo che i neurologi dell’Ospedale Cannizzaro avevano trasmesso la cartella clinica. Dopo due ore due ore dal ricovero, il dott. Magrì ritiene di doverla nuovamente rimandare all’Ospedale Cannizzaro: sostiene che dalla Tac risulti un’emorragia. La Tac viene effettuata di nuovo all’ospedale Cannizzaro e l’affermazione del dott. Magrì risulta sbagliata. Il Dott. Magrì sostiene in una lettera che mia madre è paralizzata dal lato destro (invece mia madre non muove il lato sinistro, ed è proprio per questo che viene ricoverata per la riabilitazione). Sostiene altresì che sia in stato di afasia (non vero). In breve, mia madre deve affrontare un secondo trasporto nello stesso giorno.

Patologia trattata
Ischemia.
Voto medio 
 
4.3
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
3.0

Bravissimi i fisioterapisti

Fisioterapisti SUPERLATIVI per competenza, professionalità e cortesia nei riguardi del paziente!

Patologia trattata
Esiti di protesi d'anca.
Voto medio 
 
1.5
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
1.0

Esiti di ictus

In base a quella che è stata la nostra esperienza, non la consiglierei.
La mia mamma è stata ricoverata per venticinque giorni circa, paralizzata dal lato destro per causa ictus, non parlava. In questi giorni in questa struttura non ha avuto che peggioramenti, non le eseguivano alcun tipo di terapia fisioterapica- riabilitativa; intanto lei cominciava ad avere piaghe e arrossamenti in tutto il corpo. Quando chiedevi spiegazioni agli infermieri, dicevano sempre che erano arrivati in quel momento. La mia mamma si è aggravata e così ho dovuto portarla in ospedale, ove purtroppo non ce l'ha fatta.

Patologia trattata
Esiti di ictus ischemico.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Complimenti a medici, infermieri, fisioterapisti

Ho trascorso ricoverata dei giorni assistita con cortesia, professionalità ed anche pulizia. Sono stata poi dimessa con il rilascio della cartella clinica chiara.
Faccio i complimenti a tutti e vi ringrazio.

Patologia trattata
.
Patologia trattata
Frattura del femore.
Voto medio 
 
2.0
Competenza 
 
3.0
Assistenza 
 
2.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
1.0

Entro senza piaghe, esco con piaga da decubito

Dopo la frattura del femore, mia nonna è stata operata e successivamente trasferita in struttura riabilitativa presso villa sofia. Dopo giorni ci siamo resi conto che mia nonna non faceva progressi, anzi, peggiorava. Dopo 20 giorni circa, mia mamma ha chiesto al medico come mai ancora non ci fossero segni di miglioramento. Dopo ancora 7-8 giorni mia mamma ha voluto dimetterla e portarla a casa. Nella dimissione si trovava scritto "segni di piaghe da decubito"; a casa il mio medico d fiducia riscontra una piaga di oltre 8 cm. e aveva pure superato l'altezza del coccige.

Patologia trattata
Riabilitazione post frattura femore.