Aurelia Hospital Roma

 
3.3 (52)
Scrivi Recensione
Indirizzo
Via Aurelia 860, Roma
Telefono
06 664921
La Casa di Cura privata Aurelia Hospital, situata a Roma in Via Aurelia 860, gode di una posizione strategica nei confronti soprattutto dei centri abitati della zona del litorale a Nord di Roma quali Cerveteri, Ladispoli eccetera. Appartenente al gruppo sanitario privato Gruppo Garofalo, è una struttura sanitaria privata accreditata ed autorizzata per 383 posti letto, che si pone quale parte integrante del sistema sanitario della Regione Lazio. L'Aurelia Hospital il 31 luglio 2009 è stata riconosciuta tra i centri di riferimento di II livello nell'emergenza regionale h24 per la chirurgia della mano, microchirurgia e reimpianto degli arti. Sono quindi assicurati nell'arco delle 24 ore gli interventi di complessità elevata delle patologie traumatiche degli arti che richiedono tecniche di microchirurgia durante il turno settimanale stabilito dalla Regione.

Recensioni dei pazienti

52 recensioni

 
(24)
 
(1)
 
(8)
 
(12)
 
(7)
Voto medio 
 
3.3
 
3.7  (52)
 
3.2  (52)
 
3.4  (52)
 
2.9  (52)
Visualizza tutte le recensioni

Filtra per malattia, intervento, sintomo

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Urologia - dott. Zuccalà

Un ringraziamento di cuore al Dott. Alessio Zuccalà e alla sua equipe, per la professionalità e disponibilità nell'intervento chirurgico robotico eseguitomi per prostatectomia Radicale.

Patologia trattata
Carcinoma alla prostata.
Voto medio 
 
2.5
Competenza 
 
4.0
Assistenza 
 
2.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
2.0

Valutazione a 18 mesi di distanza

Sono stato operato dal prof. Oransky per una frattura scomposta dell'acetabolo. Lungo ricovero: assistenza mediocre in ortopedia, migliore in riabilitazione, pur con tutte le difficoltà di un reparto che assolve anche i compiti di un geriatrico. Un plauso speciale a tutta l'equipe di fisioterapia, davvero eccellente in tutte le sue persone, ma anche nel day hospital (bravissima Romina) frequentato dopo la dimissione.
Una notazione invece seriamente negativa per il prof. Oransky. Sarà anche un luminare, non discuto, ma dal punto di vista del rapporto col paziente siamo proprio al di là del bene e del male, tant'è che ho deciso di farmi seguire da un altro ortopedico, forse meno celebre, ma sicuramente migliore nel rapporto coi pazienti, dopo che, a due mesi dall'intervento, senza nemmeno ricordare chi fossi, si è sbarazzato della questione dicendo che tanto nel 2019 avrei dovuto fare protesi per artrosi ad ambo le anche, compresa quella appena operata. Vabbè, speriamo bene, per adesso il 2019 è quasi passato e di artrosi non ce n'è ancora traccia…

Patologia trattata
Frattura acetabolo.
Voto medio 
 
4.5
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
4.0

UROLOGIA - Dott. ALESSIO ZUCCALA'

Esprimo un sincero e cordiale ringraziamento al Dott. Alessio Zuccalà e alla sua gentilissima equipe, per l’elevata professionalità, umanità, disponibilità e solerzia nell’intervento chirurgico eseguito per un carcinoma uroteliale papillare, eseguitomi perfettamente appena una settimana dopo la visita urologica da lui effettuata.

Patologia trattata
CARCINOMA UROTELIALE PAPILLARE.

Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
4.0

Complimenti a tutto il personale Cardiologia

Sono stata ricoverata presso il reparto di cardiologia per eseguire una coronarografia. Faccio i miei complimenti al dott. Andrea Celestini che mi ha impiantato i due stent, medico di grande professionalità e competenze. Gli infermieri della sala operatoria sono stati gentilissimi e molto umani.
Ringrazio tutto il personale infermieristico del reparto, molto preparato e disponibile in ogni richiesta. Rimarrete tutti sempre nel mio cuore.
Una struttura d'eccellenza.

Patologia trattata
Cardiopatia ischemica.
Voto medio 
 
1.0
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
1.0
Servizi 
 
1.0

Per capire i voti leggere la recensione

E' l'ambulanza che decide dove devi essere curato, per me è stato qui. Ingresso pronto soccorso ore 22.30 circa, sospetta frattura femore in seguito a caduta da scooter, subito confermata dalla lastra. Sono stato lasciato in barella senza ricevere neanche una sanagola fino all'indomani mattina. La mattina mi hanno trasferito in reparto e fino alle 18.00 del giorno successivo, che mi hanno portato in sala operatoria, non si sono preoccupati di nulla. Tanto meno di darmi una mano a pulirmi.
In tre ricoverati in una stanzetta, aria condizionata assente. I pasti (non voglio spendere parole) vengono abbandonati lì sui vassoi, se li mangi o no a loro non interessa. Se chiedi assistenza il loro intento è darti una dose di antidolorifico. Dopo l'intervento un medico dice di lasciarmi la morfina per le 24 ore previste, ma 1 ora dopo passa un altro e me la leva. Per me qui è tutto da voto più basso. Anche la competenza (che non ho i requisiti per giudicare) è da voto più basso perchè un medico competente pretenderebbe di lavorare in posti dove assistenza pulizia e servizi siano pari livello suo. A 18 ore dall'intervento ho firmato e me ne sono andato; ora mi aspettano per la visita di controllo :-) ....

Patologia trattata
Frattura femore.
Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
4.0

In Osservazione Breve hanno salvato mio padre

Dopo il primo intervento al Pronto Soccorso dell'Aurelia Hospital, dove mio padre 80enne, cardiopatico con blocco renale, è arrivato in condizioni difficili per una polmonite mal curata da altro ospedale con dimissione precoce, il trasferimento al primo piano in Osservazione breve è stato un vero e proprio salvataggio. Le cure mirate con il supporto altamente professionale e umanitario di tutto il personale medico e paramedico, hanno scongiurato il peggio. Un particolare ringraziamento anche da mio padre Omero, va al Dott. Hossain Hadjiamiri che pazientemente ha supportato anche noi parenti e seguito con attenzione l'evolversi della situazione. Papà era praticamente morente ed è stato rimesso in piedi ed è attualmente fuori pericolo anche se necessita di deambulatore. Anche l'assistente sociale dell'ospedale ha fatto il possibile per farlo trasferire in un post acuzie dove prosegue la riabilitazione con risultati lenti ma importanti. Grazie a tutti.
Unico neo, come ormai tanti ospedali, il parcheggio un po' caro per chi va tutti i giorni in ospedale come visitatore.

Patologia trattata
Polmonite, blocco renale e scompenso cardiaco.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Operata dal dottor Massimiliano Nannerini

Congratulazioni al dottor Nannerini, un grandissimo ortopedico di livello mondiale.

Patologia trattata
Ginocchio, spalla, piede.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Ringraziamento al personale pronto soccorso

Forse sarà una questione di fortuna, anche se non credo, ma sono dovuto venire qui per due volte ed entrambe sono stato trattato in modo eccezionale. Uno staff straordinario guidato dalla dottoressa Pugliese, persona gentile, educata e professionalmente eccezionale.
Grazie ancora di cuore a tutti.

Patologia trattata
Problemi di pressione e dolori petto.
Voto medio 
 
2.5
Competenza 
 
4.0
Assistenza 
 
2.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
2.0

Figlia di paziente

Commento in seguito al ricovero di mia nonna. Senza dubbio lo staff medico del reparto Medicina generale e Nefrologia risulta competente e disponibile, non posso dire altrettanto dello staff infermieristico. Assenti, completamente inefficienti. Lavoro duro per carità, ma se si sceglie di essere pagati e di affrontare quel mestiere, si deve fare bene. Non si possono lasciare i pazienti con le feci addosso per tutta la notte, non si può apparire soltanto quando c'è l'orario visite per far vedere la presenza.
Servizi pessimi.

Patologia trattata
Insufficienza renale.
Voto medio 
 
2.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
2.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
2.0

Chirurgia 3 - nefrectomia

Posso ridurre a poche righe il mio commento. Lo staff chirurgico è eccezionale, il barelliere anche, ma le infermiere veramente incommentabili: sarà anche un lavoro stressante, ma se lo fai fallo come si deve, soprattutto umanità e pazienza con chi è ricoverato, e che non sta certo lì per divertirsi.

Patologia trattata
Nefrectomia radicale.
Voto medio 
 
1.3
Competenza 
 
2.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
1.0
Servizi 
 
1.0

Riduzione chirurgica lussazione

Mio marito, arrivato qui in pronto soccorso per lussazione della protesi, è stato operato per riduzione della lussazione. Fin qui, a parte il caos fisiologico di un pronto soccorso, niente di particolarmente grave, ma in reparto ho notato incuria ed errori nella somministrazione dei farmaci, sostanziale disinteresse, cibo abominevole e, per giunta, il taglieggiamento di 5- 7 € a volta per 2 ore di parcheggio. Ho preso un'ambulanza privata e ho portato mio marito altrove, tra l'altro con una seconda lussazione e piaga da decubito sacrale al 4° stadio di cui non ero stata messa al corrente, rivelatami all'arrivo al PS del Sant'Eugenio: un buco di 8 cm. di diametro profondo 3 cm.
Maria Filigno

Patologia trattata
Lussazione protesi anca.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Ringraziamento reparto Rianimazione

Un grande ringraziamento a tutto il reparto di Rianimazione.
Hanno ricoverato mia moglie per intossicazione da farmaci e sono stati eccezionali: gentili, educati e di una disponibilità che non avevo mai trovato.
Un grande ringraziamento alla caposala.

Patologia trattata
Intossicazione farmaci.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Vorrei ringraziare

Sfortunatamente ho avuto esperienze in diversi ospedali, in Italia e negli U.S.A. Il top è stato negli U.S.A. Ma il top in Italia è stato all'AURELIA HOSPITAL. Lo staff medico, nelle persone del Prof. Pescatore e Prof. Cusumano, è stato meraviglioso. Lo staff paramedico, infermieri, O.S.S. e personale della riabilitazione, sono stati semplicemente superbi. Poichè nessun vincolo di parentela mi lega a questi signori, li voglio ringraziare tramite internet e menzionerò alcuni: Sig.re Rita, Patrizia, Simona Apicella, Giusi, Sarah Andrea, Alfonso, Alessandro, Luca, Brizzolari Laura. Chi non ho menzionato, mi vorrà scusare.
Franco Quintilli.

Patologia trattata
Sostituzione protesi anca destra e intervento urologico.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Congratulazioni al dottor Massimiliano Nannerini

Grandissima competenza e professionalità del dottor Massimiliano Nannerini, che mi ha operata con successo. Grande luminare e persona umana e sempre disponibile in qualsiasi momento.
Ringraziamenti a tutto il personale ed al primario.

Patologia trattata
Fascite plantare cronica.
Voto medio 
 
1.8
Competenza 
 
2.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
1.0

Intervento per frattura gran trocantere

Volevo far sapere che non è il caso andare in questo ospedale nel reparto di ortopedia. Mia madre, operata per la sostituzione dello stelo della protesi dell'anca e riduzione di una frattura scomposta al gran trocantere, ha dovuto aspettare più di 40 giorni per essere operata, con dolori atroci per la frattura, quando ci era stato detto che era urgente. Per non parlare poi dell'indifferenza del personale medico ed infermieristico. Dopo una settimana dall'intervento ancora non le avevano medicato la ferita, nessun medico, e men che meno il suo ortopedico, si sono degnati di dirci cosa avevano fatto e lo stato di mia madre, nonchè i tempi di degenza e dimissioni. Per non parlare della maleducazione e dell'indifferenza del personale paramedico. Dopo 4 giorni che mia madre immobile nel letto non riusciva ad evacuare e dopo una nottata di dolori atroci e urla, finalmente si sono decisi a farle un piccolo clistere e alla fine ci hanno messo ben due ore per andare a pulirla, lasciandola così nelle sue feci.

Patologia trattata
Protesi anca e riduzione frattura gran trocantere.
Voto medio 
 
2.0
Competenza 
 
3.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
1.0

Intervento programmato per protesi al ginocchio

Vitto immangiabile. Personale scortese. Parcheggio caro (8 euro per 3 ore). Orari per le visite dalle 18.15 alle 19.45 ma praticamente aprono quando vogliono. Non permettono la presenza di un familiare al di fuori degli orari di cui sopra, cosa che invece in altri ospedali è permessa. Dicono purtroppo che il regolamento sia tassativo.

Patologia trattata
Protesi al ginocchio.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Chirurgia Plastica. Dott. MONTAGNESE Antonella

Il 07-06-2017 sono stata operata dalla Dott.ssa Montagnese Antonella, medico di grande professionalità e gentilezza. Tutta l'equipe medica è molto preparata e responsabile. Mi sono trovata benissimo. Ricoverata al primo piano nel reparto Chirurgia Plastica, ho ricevuto grande assistenza e cordialita' da parte di tutto il personale.
Grazie a tutti per quello che avete fatto per me. Grazie di cuore.
Cinzia

Patologia trattata
Addominoplastica.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Terapia intensiva - dott. Turani

GRAZIE a prof. Turani Franco, un grande professionista, ricercatore, cervellone nello campo rianimazione! Mio marito, già con tanti problemi di salute, dopo una operazione difficilissima per aneurisma, è andato in setticemia. Era in fin di vita (65 anni), ma è stato fortunato perchè i metodi del prof. dr. TURANI di rianimazione, dopo circa 3 mesi hanno dato buoni risultati ed oggi mio marito è salvo! Ogni giorno ho seguito la terapia e posso dire che i nostri cari sono con loro in ottime mani. Non temete!
Grazie anche al resto dello staff, bravissimi e vicino agli ammalati.

Patologia trattata
Setticemia.
Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
4.0

RINGRAZIAMENTI DOTT. MASSIMILIANO NANNERINI

Congratulazioni al dottor Massimiliano Nannerini, sempre disponibile, umano e soprattutto grande ortopedico in tutti i campi: umano, disponibile, mette sempre i suoi pazienti al suo agio. Sapendo che è lui ad operare, si va in sala operatoria tranquilli e sereni, è un grandissimo ortopedico di fama mondiale, pure con i bambini.
Personalmente sono sempre serena quando sto in sala operatoria con lui.
Mille ringraziamenti al dottor Massimiliano Nannerini (io ho fatto 7 interventi con lui!!).
Grazie mille,
Alessandra Cochetti

Patologia trattata
GINOCCHIO ROTULA, DITO A SCATTO, TUNNEL CARPALE, ALLUCE VALGO. INTERVENTO AL GOMITO.
Voto medio 
 
1.5
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
1.0

Considerazioni

Scrivo questa recensione conoscendo esattamente le condizioni in cui si lavora nelle nostre realtà sanitarie, perché anche io sono un'infermiere, ma non per questo voglio giustificare un'assistenza superficiale e poco umana della struttura. Non voglio citare il reparto in questione perché spero di non metterci più piede... ma non posso non parlare della gestione "disumana" del paziente defunto che, una volta portato in camera mortuaria, non puoi più vederlo.. A mio avviso, forse sbaglierò anche ma... si pecca di umanità sia nei confronti della stessa salma che dei parenti affranti dal dolore.
Il parcheggio poi.. e' il top della struttura.. Vi consiglio di fare direttamente un bonifico alla struttura visti i "salassi" ai quali vieni sottoposto!!!
Struttura da migliorare sia a livello di cultura aziendale che di condizione igienica degli ambienti, prestando più assistenza al paziente e rispondere più celermente ai campanelli, poiché non si ha sempre la certezza che dietro un campanello acceso ci sia una richiesta futile da parte di un paziente, ma ci potrebbe essere un motivo molto più serio da non sottovalutare!
Consiglio soprattutto alle coordinatrici infermieristiche di collaborare maggiormente con le dietiste aziendali nel prestare maggiormente attenzione alla scelta delle diete alimentari dei pazienti, poiché non è consono fornire un vitto a base di legumi ad un paziente con scariche diarroiche!!!!
Consiglio infine i medici a prestare maggiore attenzione nella compilazione dell'anamnesi patologica remota e prossima del paziente, poiché non è professionale dimenticare di segnalare determinati stati patologici importanti del paziente preso in carico..

Patologia trattata
Frattura femore.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Rianimazione

Ringraziamo il reparto blocco "D" rianimazione prof. Turani e staff per le cure prestate a nostra madre e per la loro disponibilità e umanità, che nella sanità di oggi sono doti ormai rare. Un forte abbraccio e continuate su questa strada, anche se trovate e troverete molti paletti..
Di nuovo grazie e un buon lavoro.
Grazie dalla famiglia.

Patologia trattata
Arresto cardiorespiratorio.
Voto medio 
 
3.3
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
2.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
3.0

Ottima assistenza operatoria Pessima al reparto 2a

Mi sento di dover ringraziare la dottoressa Vitale, il Prof. Greco e il personale della camera operatoria per l'impegno, la competenza e l'umanità dedicatemi a giugno in seguito ad un intervento di ernia massiva, eseguito dopo una settimana dalla prima visita. Mi trovo però a denunciare la quasi (solo due o tre operatori erano efficienti) totalità di assistenza al reparto 2a dove ero ricoverata: ai campanelli rispondevano dopo ore, parametri vitali mai presi, assistenza praticamente inesistente... E'un peccato buttare alle ortiche il lavoro di tanti operatori coscienziosi.

Patologia trattata
Ernia del disco.
Voto medio 
 
1.5
Competenza 
 
3.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
1.0
Servizi 
 
1.0

Reparto Ortopedia

Ci tengo a ringraziare per la loro professionalità la Dott.ssa Vitale, tutta l'equipe della sala operatoria e Marco, infermiere del reparto ortopedia.
Tutto il resto vissuto nei miei 3 giorni di degenza è stato una esperienza allucinante..

Patologia trattata
Ortopedica.
Voto medio 
 
1.5
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
3.0
Pulizia 
 
1.0
Servizi 
 
1.0

Risvegli

Mia madre è stata operata a novembre 2015. La protesi che le è stata impiantata per permetterle di camminare (non aveva il femore rotto, ma un assottigliamento della cartilagine della testa del femore-anca), le è stata espiantata dopo una ventina di giorni. Dalla ferita infetta è uscito materiale purulento per mesi. Nel frattempo il decubito le perforava la carne producendo una piaga che metteva quasi a nudo l'osso sacro. Infezione, materiale purulento e cattivo odore per mesi. La Vac, un macchinario a cui era applicato un tubicino che andava nella ferita, era costantemente in funzione, ma la piaga era troppo profonda e probabilmente gli escrementi si infiltravano, visto che non si muoveva dal letto (catetere, flebo di antibiotici, tubicino-vac incastonato nella piaga). La gamba, senza più protesi, con un pezzo di anca in meno dopo l'espianto, era rivolta verso l'esterno, non si muoveva e non l'avrebbe sostenuta, se mai si fosse alzata. Al momento del ricovero, mamma pesava più di 100 kg e il medico che l'aveva presa in cura aveva espresso parere favorevole all'intervento,nonostante la mole e una situazione di anemia che ha richiesto tre trasfusioni, una delle quali subito dopo il primo intervento operatorio. Cuore e cervello in perfetto stato al momento del ricovero, mia madre se n'è andata tra atroci sofferenze all'inizio di marzo 2016, dopo embolia, ischemie, clostridium, vomito biliare. Mamma è morta così. In rianimazione per shock settico, setticemia.Fegato distrutto dalle terapie e reni da trapiantare perché non filtravano più. Mamma era nata in Egitto, Africa, è morta così a Roma, Italia. Pulizia e comunicazione, oltre ad una discutibile approssimazione negli interventi ortopedici fatti a catena, con poca prevenzione e valutazione dei rischi variabili da soggetto a soggetto, sono ancora i mali della nostra sanità. La morte mette tutto a tacere, ma forse non deve andare così. Almeno non più.

Patologia trattata
Coxoartrosi.
Voto medio 
 
1.8
Competenza 
 
4.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
1.0
Servizi 
 
1.0

Medici bravi, ma il resto..

Sicuramente ci lavorano bravi specialisti, ma per il resto è veramente fastidioso vedere infermiere, portantini e altri giocare e messaggiare al cellulare; per non parlare di quelli che girano a vuoto.. E poi provate a chiedere informazioni all'accettazione: alle 8.30 già rispondono malamente.

Patologia trattata
Ortopedica (spalla).
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Lettera di encomio

Ringrazio il prof. Pescatore e tutto il suo staff.
Complimenti ad Elisa, infermiera del reparto chirurgia ortopedica che mi ha assistito con amore e professionalità. Un grazie ai fisioterapisti che lavorano con amore ed umanità e professionalità. Siete fantastici, complimenti a tutti.

Patologia trattata
Protesi anca dx.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Dolori vascolari

Mio ospedale amato dove mi hanno salvato.. Grazie.

Patologia trattata
Vascolare. Amputazione gamba destra.
Voto medio 
 
4.5
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
4.0

Pronto soccorso

Per la prima volta questa mattina ho fatto ricorso alle cure del pronto soccorso dell'Aurelia hospital.
Un episodio di ipertensione con grave spossatezza e lieve fastidio toracico, sufficientemente fastidioso e pericoloso per recarmi in ospedale.
Devo evidenziare un'ottima assistenza da parte del personale medico, grande competenza nel pieno rispetto dei protocolli del caso e buona sinergia con il gruppo infermieristico; il tutto condito da un importante supporto logistico delle allieve infermiere.
Un grazie per la passione, un grazie per l'impegno continuo nell'arco delle 24 ore. L'ospedale si pone in una fetta di territorio "caldo", costretto a coprire km. fino a Civitavecchia o giù di lì, e questo ne fa dell'Aurelia l'ospedale di trincea, con ricoveri ed accessi continui.
Forse bisognerebbe sostenere maggiormente questi lavoratori, rinforzare il loro organico e le loro energie, se lo meritano veramente.

Patologia trattata
Ipertensione arteriosa.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Parto da ricordare

Ho partorito il 28 maggio 2015 e volevo fare i complimenti a tutto il reparto di ginecologia e ostreticia, sono fantastiche tutte... Reparto che funziona benissimo, massima gentilezza, educazione, dolcezza e disponibilitá. Per non parlare dell'esperienza: parto difficile ma sono state bravissime..
Grazie ancora.

Patologia trattata
Parto.
Voto medio 
 
2.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
2.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
1.0

Parcheggiate fuori, dentro è carissimo!

Mia madre si è rotta il femore il 21 agosto 2014, ricoverata dal PS in ortopedia, i medici si sono dimostrati bravissimi e tutti molto disponibili in ortopedia. Dopo due giorni dall'intervento è stata trasferita al reparto di riabilitazione: fisioterapisti molto bravi, mia madre era contenta. Per fortuna che lei, nonostante l'età, con la testa ci sta e quindi si è sempre fatta rispettare, anche se un paio di volte ha pianto, e io non capisco come si possa far piangere una paziente ottantacinquenne con una frattura al femore, con diabete e altre patologie correlate all'età, qualcosa non mi quadra.
I medici parlavano con i parenti UNA, e dico UNA, volta a settimana, in orario lavorativo ovviamente, quindi il famigerato mercoledì io andavo lì, facevo la mia bella fila, anche di un'ora, per sentirmi dare notizie che conoscevo già, lette lì per lì dalla cartella, quindi chi dava notizie non sapeva proprio niente dei pazienti, e addirittura l'ultima volta mi diede le notizie della settimana precedente, io glielo feci notare e da quella volta smisi di andare a parlare con lui, nonostante mia madre fosse ricoverata ancora e ci sia rimasta per lungo tempo. Si vedeva proprio che il medico non era tanto interessato alla questione.
Poi avrei da dire qualcosa riguardo al parcheggio dell'ospedale, scomodissimo tra l'altro da raggiungere con i mezzi pubblici, ma al posto della P ci potevano mettere una bella S, come STROZZINI, che tanto era uguale. Un costo esorbitante, ma veramente esorbitante, per essere il parcheggio di un ospedale, dove la gente non va certo a passare il tempo libero.
Infine il servizio di consegna cartelle cliniche: uno va allo sportello, la richiede e la paga, e fin qui tutto ok. Dopo un certo periodo la si va a ritirare, ma non la si trova pronta, bisogna consegnare il foglio all'addetta, la quale cerca la pratica sul computer e, qualora la cartella sia pronta, la manda in stampa sul momento, quindi se sono duecento pagine, come nel mio caso, bisogna aspettare, e con me tutti quelli dopo di me, che la stampante stampi duecento fogli, tra l'altro oggi neanche funzionava il fronte/retro, quindi mi è stato consegnato un pacco enorme di carta, con buona salute degli alberi, e quando ho fatto le mie rimostranze mi è stato risposto dall'addetta allo sportello, non italiana (come buona parte del personale là dentro), che è la burocrazia. Io le ho detto che non si tratta di burocrazia, ma di metodi di lavoro, e non è giusto che uno debba aspettare un'ora avendo 4 persone soltanto davanti, e che loro dovrebbero tenere un archivio di tutte le cartelle cliniche richieste e già PAGATE, già stampate e pronte da consegnare, in ordine alfabetico. Difficile eh? Certo il dio denaro ci guadagnerebbe di meno, ma l'utenza ci guadagnerebbe molto di più.
Un'ultima domanda: come mai la maggior parte delle infermiere non sono italiane? Perchè magari fanno parte di cooperative che costano meno? Certo è così che favoriamo l'occupazione dei giovani in Italia.

Patologia trattata
Frattura femore.
Punti di forza
Dottori in gambissima, a parte quello che dava le informazioni ai parenti del reparto riabilitazione, ben UNA volta a settimana.
Punti deboli
DAL PARCHEGGIO, CHE E' STROZZINAGGIO ALLO STATO PURO, AL SERVIZIO CARTELLE CLINICHE, CHE E' ALLUCINANTE. IO SE FOSSI IL DIRETTORE DELLA STRUTTURA PROVEREI A FARE QUALCHE CAMBIAMENTO A FAVORE DELL'UTENZA E NON DEL DIO DENARO!
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Siete stati speciali!

Ricoverata all'Aurelia hospital dopo un incidente sul lavoro, sono stata seguita e curata con enorme competenza e dedizione..
Personale infermieristico e medico encomiabile, in un momento sociale in cui solo la profonda motivazione e passione possono sopperire alle gravi mancanze politiche..
Un grazie speciale al reparto di ortopedia, a tutto il personale ed al dott. Theodorakis, che con profonda dedizione e umanità accoglie i suoi pazienti come tutti vorremmo essere accolti da un medico..
Grazie!!

Patologia trattata
Mezzi di sintesi frattura calcagno.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Ostetricia e Ginecologia ottimo reparto

Sono stata ricoverata all'Aurelia Hospital nel 2012 per partorire e in seguito nello stesso reparto per cose meno piacecoli. Sono stata benissimo, assistita da ostetriche che fanno il loro lavoro con passione e con il sorriso e medici umani e professionali. Inoltre il reparto è pulito e poco affollato. Sala parto nuova inaugurata nel 2012 quando ho partorito io. Ho fatto anche il corso preparto e sono stati tutti molto gentili (oltre ad avermi dato molti omaggi per la mia bimba). Consiglio a tutti soprattutto la dott.ssa Berta.

Patologia trattata
Parto.
Voto medio 
 
1.5
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
1.0

Pronto soccorso con bimbo di 10 mesi

Arrivo, a seguito di un tamponamento, al pronto soccorso con mio figlio di 10 mesi, manco entro che una signora (non definibile perché priva di cartellino o divisa che dicesse se fosse infermiera, dottoressa o personale delle pulizie) mi dice che il bimbo non sono i grado di visitarlo, quindi di andare altrove perché loro non hanno nemmeno il pediatra!

Patologia trattata
Nessuna.
Voto medio 
 
1.8
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
1.0

PESSIMO SERVIZIO

Pagare 220 euro circa per una tac e scoprire che quest'ultima è fatta così male che non si capisce neanche cosa sia... complimenti per la vostra incompetenza!

Patologia trattata
Uro-tac.
Voto medio 
 
1.3
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
2.0
Pulizia 
 
1.0
Servizi 
 
1.0

Ho visto buttare al vento anni di ricerca..

Lavoro in ambulanza ormai da anni, conosco molto bene gli ospedali della Lombardia, ed entrando nel reparto di rianimazione dell'Aurelia Hospital di Roma, mi sono resa conto di come anni di studi e di ricerca non siano serviti.. Mi chiedo come sia possibile entrare in un reparto di rianimazione ed usare solo un banale gel disinfettante, che noi in Lombardia abbiamo anche nei corridoi delle case di cura per anziani, nei bagni e negli ambulatori... Mi chiedo come sia possibile non obbligare i parenti dei pazienti che entrano in visita (e che poco prima aspettavano seduti sui gradini sporchi, visto che ci sono poche sedie e tanti parenti....) ad usare i basilari principi di auto protezione! Vorrei far notare che il tappetino aderente che viene posto all'ingresso l'ho visto cambiare ogni due giorni, al secondo giorno era totalmente inutile ed inaderente, ma in orario di visita era ancora lì che aspettava di essere sostituito... Vorrei ricordare all'ospedale che chi si reca a piedi, entra passando (per un tratto) su del terreno battuto... Anni fa l'ospedale si è reso famoso per i numerosi casi di morte avvenuti per la sporcizia nella terapia intensiva, in più di dieci giorni non ho mai visto uscire nessuno vivo da qual reparto, mia madre inclusa... Ho chiesto spiegazioni al primario sui principi di auto protezione non utilizzati nel reparto e mi sono sentita rispondere che per mettersi i calzari si toccano le scarpe... sono indignata da una risposta simile, anni di studi buttati al vento e la conferma che negli anni questo reparto non è cambiato... mia madre mi è morta tra le braccia senza che nessuno provasse a rianimarla, perchè tanto stava morendo mi è stato detto...

Patologia trattata
BPCO ed operazione all'apparato gastrointestinale.
Punti deboli
pulizia, comunicazione.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Parto cesareo

Il 7 gennaio è nato il mio secondo bambino, sempre con parto cesareo. Mi sono rivolta all'Aurelia Hospital solo al 7° mese e sono stata seguita dal Prof. Zanetti e dal suo Staff. Devo dire che da subito mi sono sentita a mio agio con loro, ero stata al S. Pietro a chiedere informazioni e mi erano sembrati troppo mal organizzati e menefreghisti, mentre qui (li ho trovati per caso su internet ed ero andata a chiedere informazioni riguardo al parto) sono stati subito alla mano, spiegandomi le cose, si sono dedicati a me, ai miei dubbi, ed il giorno del parto devo dire che sono stati TUTTI fin troppo professionali, competenti e gentilissimi. Ero terrorizzata all'idea del secondo cesareo, invece mi hanno saputa tranquillizzare su tutti i fronti. Dopo 3 giorni dalla nascita del mio bimbo sono tornata a casa... non l'avrei mai detto!!!
Struttura eccellente in tutti i sensi.

Patologia trattata
Gravidanza - parto cesareo.
Punti di forza
Competenze, Professionalità, simpatia, educazione, gentilezza.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Ringraziamento staff rianimazione

Un grazie di cuore a tutto lo staff dell'Aurelia Hospital, a partire dal Pronto soccorso per finire al reparto di rianimazione, dove mio padre era arrivato quasi morto. Non mi davano speranze... ma con la loro professionalità, competenza e umanità, lo hanno rimesso in piedi dopo 55 giorni di calvario...
Grazie al primario del reparto.
Vi porterò sempre nel mio cuore e non dimenticherò mai tutto quello che avete fatto per me.

Patologia trattata
Arresto cardio-polmonare da trauma dopo incidente stradale.








Punti di forza
Pronto soccorso efficiente; Rianimazione eccellente.
Punti deboli
Parcheggio caro.
Voto medio 
 
2.8
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
2.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
3.0

Intervento di artrodesi lombare

Dopo mesi di sofferenze e speranze riposte in persone di "nota capacità", ci siamo ritrovati a subire derisioni e prese in giro dagli stessi professori che ci avevano assicurato soluzioni e assistenza.
E' assurdo che si scherni una persona che soffre e che affida la propria salute in mano ad altri. Questa è la "professionalità" che tanto avevano millantato?

Patologia trattata
Affezione al rachide lombare (artrodesi lombare).
Voto medio 
 
3.8
Competenza 
 
4.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
3.0

Buon parto

Ho partorito nel 2009 con parto cesareo e devo dire che mi sono trovata benissimo, le ostetriche sono state spettacolari, mi sono state vicino tutta la degenza, insegnandomi ad allattare al seno e supportandomi nella prima gestione della bambina. Grazie di cuore.

Patologia trattata
Parto cesareo.
Punti di forza
Assistenza ostetriche.
Punti deboli
Parcheggio caro.
Voto medio 
 
1.8
Competenza 
 
3.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
1.0

Malasanità fa rima con poca umanità

Come figlia di una paziente, non chiedo preferenze o attenzioni particolari: solo professionalità.
E penso che questa professionalità, in un ospedale, debba essere monitorata costantemente, in tutto il personale.
Sto parlando dell’Aurelia Hospital, in particolare del reparto di Medicina Generale Reparto B dove mia madre è stata ricoverata.
Ma non voglio denunciare la scarsa professionalità e i maltrattamenti che ha subìto lei: ci sono altri pazienti che sono nelle stesse condizioni, quando vengono “curati” da alcune infermiere. Ma quello che non accetto è l’imperizia, la trascuratezza, le omissioni, l’incompetenza. In una parola, la scarsa professionalità applicata sulla pelle altrui. Si tratta di vite umane con gravi problemi di salute.
La percezione è stata quella di non essere persone, ma numeri di una catena di montaggio. Le altre infermiere competenti sanno, ma temono di denunciare le colleghe. Il personale è a conoscenza dei problemi, ma tutti alzano gli occhi al cielo, sospirano e continuano a fare come possono il loro dovere.
Io vorrei semplicemente che la Direzione Sanitaria verificasse i fatti e si preoccupasse che i pazienti siano curati in modo professionale, anche se asettico, e che valutasse l’intenzione di assumere “più” personale qualificato - l’equazione 70 posti letto: 3 infermiere/OSS - non consente un supporto efficiente.
L’umanità e la sensibilità non si possono imporre; la professionalità, invece, si deve esigere anche da chi non vive il suo lavoro come una missione o come un servizio agli altri.
Maura Guerriero

Patologia trattata
Malattia renale.
Punti di forza
Nessuno.
Punti deboli
Cattiva gestione.
Voto medio 
 
2.5
Competenza 
 
3.0
Assistenza 
 
2.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
1.0

Ringraziamento

Sono stata operata a Gennaio per un'artrodesi lombare trattata con applicazione di un distanziatore Aspen, tra l'altro mal riuscita in quanto, dopo tre mesi, nulla è cambiato alla mia schiena. Il mio commento non vuole essere inerente all'intervento, ma soltanto rivolto alla presunzione, all'arroganza, all'onnipotenza che alcuni medici si arrogano il diritto di avere nei confronti di quei pazienti che vengono da loro stessi definiti "distimici", ansiosi, depressi per il solo fatto di osare dire che ancora non si sentono bene. La grande stima che avevo per chi mi ha operata, finisce con l'amara certezza che essa è finita nei confronti non solo di un medico, ma anche di un uomo, diventato ormai troppo anziano per svolgere un lavoro tanto importante. Personalmente è stata una brutta parentesi da dimenticare e da cancellare. Vi sono bravi medici anche a Napoli, forse meno famosi, ma sicuramente più umani.

Patologia trattata
Artrodesi lombare.
Punti di forza
Grande fama di alcuni medici.
Punti deboli
Mancanza totale di empatia con i pazienti.
Voto medio 
 
1.3
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
1.0

Reparto urologia

Mi avevano ricoverata per 2 giorni e sono invece poi rimasta dentro per 2 settimane. Dopo l'esame citologico e la biopsia, mi sono procurata una grossa infezione urinaria, con febbre 40 per 5 giorni. Per darmi una tachipirina è stata una guerra. Una volta ho dovuto aspettare con febbre 40 due ore mezzo una tachipirina. Vi sembra normale? Dopo 5 giorni di febbre, mi hanno messo lo stent JJ, stent che il mio corpo ha rifiutato e l'ho tenuto per 5 giorni. Dopo altri 5 giorni di dolori è stato rimosso lo stent JJ ed eccomi con un'altra infezione urinaria. Insomma, 2 settimane di dolori atroci che passavano soltanto con morfina, medici che mettono proprio un muro tra loro e paziente, che non ti dicono mai niente e se chiedi qualcosa la risposta è "vediamo", medici molto svogliati e disinteressati. Sono uscita alla fine con l'infezione urinaria, infezione che mi porto anche oggi e anche con sanguinamento. Per evitare tutto questo, il meglio da fare era quello di alzare il rene, senza mettermi nella sala operatoria per 3 volte ed anche inutilmente. E in più, per concludere la mia brutta esperienza, mi è stata rubata anche la borsa, di giorno. Il bagno lo pulivo da sola.. Non ho parole! Mi prenderò la cartella clinica e sicuramente poi mi affiderò ad un altro ospedale! Che dire altro? Giudicate voi! Grazie, Lucia M.

Patologia trattata
Ptosi del rene dx.
Punti deboli
i pazienti non sono seguiti.
Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
5.0

Operato per protesi anca

Mi sono trovato molto bene!
Un saluto ed un grazie al prof. Pescatore ed alla sig.ra Annalisa.
Un caro ricordo alle varie infermiere, molto pazienti, con particolare riguardo alla sig.ra Sonia; non posso dimenticare il vivandiere molto bravo a cantare.
Un grande saluto anche ai terapisti Alessandro, Fabio, Mario e Gianluigi.

A tutti un grazie di cuore.

Patologia trattata
Coxartosi anca sinistra.
Punti di forza
Bravura del prof. Pescatore e grande capacità del personale paramedico;
molto bravi i terapisti.
Mangiare buono.
Punti deboli
Mancanza di personale.
Voto medio 
 
2.3
Competenza 
 
4.0
Assistenza 
 
3.0
Pulizia 
 
1.0
Servizi 
 
1.0

GRANDE COMPETENZA MA DEGENZA DA FAME

ALL'AURELIA HOSPITAL MI SONO TROVATA BENE PER L'INTERVENTO A CUI SONO STATA SOTTOPOSTA, UN INTERVENTO PER NIENTE FACILE MA CHE IL PROF. CHE MI HA OPERATA (UN MAGO DELL'ORTOPEDIA) HA RESO POSSIBILE E, SOPRATTUTTO, PER IL PERIODO DI RIABILITAZIONE SUCCESSIVO. LE FISIOTERAPISTE CHE MI HANNO SEGUITA SONO PROPRIO IN GAMBA, MA DEVO DIRE CHE E' BEN ORGANIZZATA IN GENERALE LA RIABILITAZIONE NEURO-MOTORIA.
MENTRE NON NE POTEVO PIU' DI MANGIARE LE "SCHIFEZZE" CHE CI RIFILAVANO OGNI GIORNO... SONO STATI 40 GIORNI DI DEGENZA DA FAME!!! PER NON PARLARE DEL BAR INTERNO, DOVE SI TROVANO SOLO POCHI TRAMEZZINI E PANINI... QUANDO SI E' FORTUNATI A TROVARLI!!! MI SEMBRAVA DI STARE NEL TERZO MONDO!!!

Patologia trattata
REVISIONE PROTESI ANCA + RIABILITAZIONE SUCCESSIVA.
Punti di forza
GLI ORTOPEDICI DEL REPARTO (3B) E LE FISIOTERAPISTE DELLA RIABILITAZIONE.
Punti deboli
PULIZIA DEI REPARTI, SERVIZI IGIENICI, PASTI (TERRIBILI), CATTIVA GESTIONE E ORGANIZZAZIONE DEL BAR INTERNO, PARCHEGGIO A PAGAMENTO...TROPPO CARO!!! ARREDI VECCHI NEI REPARTI.
Voto medio 
 
1.5
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
1.0

La noncuranza

Presso la struttura mi è stato effettuato un piccolo intervento per cisti (di grasso) su gluteo.
La dott.ssa Montagnesi mi opera e mi manda a casa. Dopo una settimana la ferita sanguina, passa qualche giorno (20) e sono di nuovo riaperta, punti dentro, fuori...
Dopo 1 settimana altra operazione...stessa cosa.
Si decide quindi di fare una eco con liquido di contrasto e si scopre una sacca, naturalmente si è infettata... quindi antibiotici a go-go... e terzo intervento dopo quasi tre mesi.., che salta perchè per il giorno la sala operatoria era stato disposto fosse chiusa..
devo continuare? nella mia personale esperienza ho riscontrato pochissima professionalità.

Patologia trattata
Cisti su un gluteo.
Punti deboli
troppi..
Guarda tutte le opinioni degli utenti


Altri contenuti interessanti su QSalute