Clinica Città Studi Milano

 
4.3 (119)

Recensioni dei pazienti

9 recensioni con 4 stelle

119 recensioni

 
(90)
 
(9)
 
(5)
 
(13)
 
(2)
Voto medio 
 
4.3
 
4.5  (119)
 
4.3  (119)
 
4.4  (119)
 
4.2  (119)
Torna alla scheda

Filtra per malattia, intervento, sintomo

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
9 risultati - visualizzati 1 - 9  
 
Per Ordine 
 
Voto medio 
 
4.3
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
4.0

Chirurgia generale - Dott. Bagnoli

Un grosso lipoma alla coscia sinistra mi ha portato a una visita alla chirurgia generale. Il primo esame della dottoressa Lucini ha reso necessario un consulto collegiale vista la dimensione e la posizione... Il primario della div. Chirurgia generale Dott. Bagnoli mi ha convocato personalmente per una ulteriore visione del lipoma. Sono stato dettagliatamente informato sulla rimozione e il giorno 20 ottobre sono stato operato dal Dott. Bagnoli. Una assistenza e competenza sia del Primario che dell'equipe interessata si è rivelata subito eccezionale. Una ferita alla coscia di 25 cm. si sta risolvendo nel migliore dei modi. Certo, debbo fare parecchie medicazioni e aspirazioni del siero che si forma (ormai in via di risoluzione). Un particolare grazie ai vari medici dell'equipe che alternativamente in ambulatorio 6 al primo piano, mi hanno curato in queste settimane. Un caloroso ringraziamento al dott. Bagnoli che mi ha seguito.. Sono stato sempre amorevolmente seguito da tutti professionisti che trattano il paziente con grande pazienza e cura.
Grazie mille a tutti.
Iori Devori

Patologia trattata
Asportazione lipoma.



Voto medio 
 
4.3
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
4.0

Ginecologia - dott. Luerti: eccellente

Sono stata dimessa il 27/08/2016 a seguito isterectomia per mioma uterino. Ormai avevo perso le speranze.. Era da mesi che giravo facendo visite private e ottenendo sempre giudizi contrastanti sulla tipologia di cura e d'intervento. Mi sono ritrovata per caso davanti al dott. Luerti, che mi ha subito ispirato per la sua determinazione e mi sono affidata a lui nonostante i pareri negativi di amici conoscenti e anche qualche professionista su quanto si sapeva dell'ex-Santa Rita. Il dott. Luerti è stato di parola, in tempi brevi mi hanno contattato e mi ha operato.
Non potete capire come stia bene adesso, ormai erano mesi che mi trascinavo dietro ciclo ininterrotto che mi stava portando anemia. Le mie paure erano inoltre dovute al fatto che volessi un intervento conservativo per una possibile gravidanza e solo dal dott. Luerti non mi sono sentita derisa per i miei 42 anni. Non voglio citarvi altri medici che mi hanno fatto spegnere entusiasmo e speranza.
Umanità, competenza e professionalità: io ho riscontrato tutto questo dal chirurgo, dalla dottoressa al suo fianco (di cui purtroppo non ricordo il nome) dalla sua equipe e dal personale di reparto. Un grazie particolare alla professionalità e umanità dell'anestesista Marco, che non solo ha reso l'intervento meno doloroso possibile, ma è passato anche il giorno dopo in reparto a chiedere come stavo... Trattamento non solo riservato a me, ma a tutti i suoi pazienti e, credetemi, in un momento in cui ci si sente male, incapaci di fare azioni anche semplici quotidiane e in cui ci si sente emotivamente giù, questi gesti sono oro! Il personale di reparto è stato cortese, disponibile, professionale e molto allegro.. anche questo non guasta mai. Anche la ragazza addetta alle pulizie, oltre a fare bene il suo lavoro da oltre 12 anni, ha sempre avuto un sorriso e parole carine per tutti noi degenti. Mi sono dilungata e per concludere io consiglierei la struttura ad occhi chiusi! Spero di aver dato un quadro generale e chi abbia dubbi in merito alla loro professionalità e ancora un grazie di cuore al dott. Luerti! La professione di medico non è per tutti, ma nel suo caso direi che è proprio il suo lavoro!
Grazie, Paola

Patologia trattata
Mioma uterino.
Voto medio 
 
4.3
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
4.0

Grazie a tutti

Operata di protesi al ginocchio, desidero ringraziare tutti, sia del reparto chirurgia che di fisioterapia, per la competenza e la disponibilità. Non è mai mancato un sorriso. UN grazie particolare alla dottoressa Marina Boeri che mi ha seguito nel passaggio dalla chirurgia alla riabilitazione. Ero molto depressa ed ha saputo tranquillizzare con la sua competenza e accarezzare il mio cuore con la sua gentilezza e disponibilità.
Parlando con altre sue pazienti, so che la mia è opinione largamente condivisa.

Patologia trattata
Protesi ginocchio.

Voto medio 
 
4.3
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
4.0

Intervento ernia del disco L4-L5

Operato dal Prof. Giovanni Broggi, ho riscontrato in lui massima serietà e disponibilità; ho trovato molto preparati e cordiali anche tutti del personale di sala operatoria. In generale molto consigliato.

Patologia trattata
Ernia discale L4-L5.
Punti di forza
Equipe chirurgica.
Voto medio 
 
4.3
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
5.0

ESPERIENZA ORTOPEDICA PROTESI D'ANCA

Finalmente a casa!
Tutto è cominciato il 3 Dicembre, giorno del ricovero. Se avessi dato ascolto alle polemiche dei media o alle voci di strada, non mi sarei mai presentato alla Santa Rita, oggi ICCS, per una protesi totale d’anca.
Ma oggi posso dire che alla gente piace parlare a vanvera, senza aver mai fatto esperienza diretta.
Nessuno mi ha costretto né consigliato; dall’ortopedico al fisiatra prima, dal chirurgo, Dott. Castelnuovo (è uno dei pochi nomi che ricordo) all’anestesista dopo, mi hanno “solo”, si può dire, spiegato minuziosamente gli eventuali rischi cui sarei potuto andare incontro. Nessuna pressione, quindi, valutare io i pro, migliorare il mio percorso di vita, e i contro, percentuale bassissima. “Se vuole, può anche andarsene, le do il permesso” mi ha detto il Dott. Castelnuovo a poche ore dall’intervento vedendo ancora i miei dubbi, “c’è una fila lunga di pazienti pronti al mio posto”
E mi son trovato terrorizzato nella sala chirurgica. “Stia tranquillo”, mi ha detto l’anestesista, “non le farò sentire niente”. Ed io rannicchiato sentivo la mia schiena pennellata di disinfettante per la spinale e un’infermiera che “trafficava” col mio braccio sinistro…ed ecco l’anestesista che mi chiedeva: ”Tutto bene? È finito”. Questo lo dico per tutti quelli che come me hanno paura del chirurgo.
Ascensore, terzo piano, ortopedia, gli occhi di mia moglie e di mia figlia, camera. E comincia periodo postoperatorio. Altri degenti, vecchi pazienti dell’ICCS, già Santa Rita, tutti soddisfatti dell’ospedale nel quale hanno trovato sempre professionalità e cortesia. Pazienti quindi con esperienza personale, voci finalmente affidabili, curati, loro e anche membri della loro famiglia, assolutamente soddisfatti…e tre giorni dopo ci sarebbe stato quel filmato sulla “clinica degli orrori”. Mi domando: c’è qualche ospedale che non è stato coinvolto in qualche scandalo? Certo, sarebbe meglio che non ci fossero, ma questo è un altro discorso.
Parlo per me! Ortopedia, terzo piano. Personale tutto, con una sola eccezione di cui non dirò niente per correttezza, avrei dovuto farlo mentre ero degente, personale di alto livello, dagli infermieri agli ausiliari, dalla Capo Sala ai medici. Preparati, disponibili, veloci. Pronti a soddisfare ogni necessità, a volte anche qualche capriccio. Spesso col sorriso, a volte spiritosi, a volte ironici, ma sempre presenti: questo soprattutto vuole l’ammalato. E il Dott. Carbone (Il gigante buono?) con la sua voce tonante che si annunciava da lontano e già metteva di buon umore e quando entrava in camera un’iniezione, no, ancora? meglio dire una botta di ottimismo. Grazie a tutto “il terzo”.
E poi la riabilitazione al quarto piano: come al terzo. Se devo dare un voto, darei mezzo punto in meno al “quarto”, ma altri pazienti la pensavano diversamente, quindi…
E i fisioterapisti, veri professionisti, Un ringraziamento a tutti, a Gianluca, a Monica, ma particolarmente a Darwin e ad Anna Lisa che mi hanno seguito oserei dire quasi con affetto: nelle loro mani mi sono trovato a casa! Grazie.
E il Capo Sala sempre sorridente, calmo, disponibile, di più!
E per finire il Dott.Gradenigo. Sempre presente, sette giorni su sette penso. Non ricordo un giorno senza averlo visto domenica compresa, anzi propria domenica mi ha medicato. E anche se forse un giorno non c’era, si percepiva la sua presenza! Su e giù nel corridoio, lo incontravo sempre, quasi un incubo, mi sentivo controllato! ero solo osservato, come tutti gli altri pazienti. Col suo severo sorriso ci visitava e ci rassicurava, anche lui pronto ad ascoltarci e a soddisfare immediatamente ogni necessità. Credo che mi porterò a lungo dentro il ricordo di questi “scontri” col Dott. Gradenigo lungo il corridoio, io per allenarmi e scaricarmi, lui per lavoro. Grazie Dottore.
E la cucina, niente da dire, ho sempre trovato tutto buono, siamo comunque in ospedale, tutto caldo, sempre. Attenti alle necessità di tutti: diabetici, vegetariani e qualunque altra richiesta o variante. Chi si lamenta del cibo a casa mangia peggio, questo è il mio parere.
Ma ci sono anche delle mancanze, sempre secondo me: una sono le pulizie. Le ho trovate insufficienti, frettolose e ingombranti, se così posso dire. Per fare un solo esempio, un guanto insaponato è rimasto in bagno sotto il lavandino visibilissimo per tre giorni!
Due sono i cellulari in mano a vari professionisti durante il lavoro, ma ormai… suonano anche in chiesa.
E infine il più grave: la privacy tra un letto e l’altro. Almeno durante l’igiene personale cui siamo sottoposti, il cambio del pannolone, la depilazione, così davanti ad altri malati, la porta che si apre e chiunque può passare. Mi sentivo umiliato! Basterebbe una tendina, giusto in quei momenti, un po’ d’intimità, oserei dire di rispetto.
Queste sono le mie dirette esperienze che diffonderò ai denigratori, per adesso. Fra sei mesi lascerò un altro commento più breve, spero solo per confermare quanto fin qui detto. Per ora non posso che essere soddisfatto.
Grazie, Emanuele Pirani

Patologia trattata
COXARTROSI DX.
Punti di forza
Assistenza; cortesia; professionalità; riabilitazione sul posto.
Punti deboli
Pulizie; privacy durante assistenza e pulizia personale.
Voto medio 
 
4.0
Competenza 
 
4.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
4.0

Sempre ben seguita

Bene! Sono ancora seguita a distanza di mesi dall'intervento. Ho avuto esigenze diverse e sono stata ben accolta ed ascoltata sempre.

Patologia trattata
Morbo di Buerger, chirurgia cardio-vascolare con angioplastiche e terapie piede diabetico.
Voto medio 
 
4.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
3.0

Intervento di bendaggio gastrico

Sono stata sottoposta ad intervento di bendaggio gastrico il 9/1/14 e devo dire che e' andato tutto ok. Sono però rimasta delusa per quel che riguarda la posizione della valvolina. Premetto che nel colloquio con il chirurgo avevo espressamente chiesto dove venisse posizionata la valvola (ho avuto modo di informarmi che, se posizionata vicino lo sterno, dava parecchio fastidio e dolore), ma il chirurgo in questione mi disse (molto seccato) che sarebbe stata posizionata appena sotto la costola..... Indovinate dove l'ha messa? Proprio vicino lo sterno. Considerando che ovviamente ho un seno piuttosto abbondante, per me e' un problema.. Sicuramente ci sara' la soluzione, pero' era meglio forse evitare un altro intervento..

Patologia trattata
Bendaggio gastrico.
Punti di forza
Assistenza, pulizia, personale (gentile ed educato).
Punti deboli
Cibo pessimo, persino una comune minestrina.... (però si può soprassedere..).
Voto medio 
 
4.0
Competenza 
 
4.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
4.0

Commento

Mi chiamo Pacelli Sonia, pesavo 127 kg. e grazie ad un by pass gastrico ho perso circa 70 kg.
Inutile dire che la mia pelle mi inorridiva forse più della mia obesità, ho seguito il lavoro del dott. Reho e la sua equipe per 2 anni grazie alle esperienza di altri, e mi sono convinta a mettermi nelle sue mani, non solo perché può operare presso l'istituto città studi, in regime di convenzione, ma anche perchè tutti i pazienti mi hanno parlato della sua umanità e tutti i suoi collaboratori sono all'altezza di questa fama.. Quando in prima visita l'ho incontrato, ho finalmente capito di aver trovato la risposta a tutte le mie necessità, mi ha spiegato nei dettagli il piano di interventi che dovevo affrontare, con calma e pazienza. Sono stata operata il 30.07.2012 dai dottori Ferrario e Toffanetti e sono ancora sotto controllo medico; mi sono sempre sentita accolta da tutta l'equipe, tutti sono sempre stati gentili e disponibili per consigli medici. A volte carichi di lavoro, trovavano sempre un ATTIMO... e questo non si trova ovunque.
Anche il personale di sala operatoria, per quanto breve sia stato il nostro incontro, mi ha sostenuta emotivamente, visto che è un momento per il paziente carico di tensione, ed ho trovato personale estremamente gentile ed attento.
Mi auguro di cuore che i miei medici possano continuare ad esercitare la loro professione per tutti e che questo ramo della medicina non diventi solo per alcuni (utenti paganti), perché noi ex obesi abbiamo bisogno di TAGlIARE il passato..
Questo corpo imperfetto, nonostante l'impegno per dimagrire, rimane devastato, la pelle eccedente ci rimanda una immagine ancora imperfetta e il nostro cammino rimane ad un PASSO.
Non chiudete questa porta..
Io ringrazio di aver avuto questa occasione, sia di aiuto per eliminare il mio disagio fisico, sia di aver incontrato medici così straordinari che non smetterò mai di ringraziare.

Patologia trattata
Chirurgia estetica/ricostruttiva post bariatrica.
Punti di forza
Umanità, sensibilità, professionalità,
Punti deboli
In reparto purtroppo non ho avuto la stessa cura; direi che il 65% del personale infermieristico si dovrebbe ricordare che i pazienti sono umani! Personale il più delle volte scontroso verso il paziente, scocciato di essere continuamente interrotto, poco disponibile a migliorare la degenza del paziente.
É da migliorare anche il cibo!
Voto medio 
 
4.0
Competenza 
 
4.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
4.0

Degenza in Day Hospital per ginecologia

Mi sono trovata bene nell'assistenza in day hospital presso il reparto di ginecologia per un intervento in isteroscopia (asportazione di polipi dalla cavità uterina).

Patologia trattata
Isteroscopia.
Punti di forza
Ho trovato personale competente, cortese ed efficiente.
9 risultati - visualizzati 1 - 9  
 
 


Altri contenuti interessanti su QSalute