Istituto Neurotraumatologico di Grottaferrata

 
4.4 (178)

Recensioni dei pazienti

4 recensioni con 3 stelle

178 recensioni

 
(134)
 
(18)
 
(4)
 
(18)
 
(4)
Voto medio 
 
4.4
 
4.5  (178)
 
4.4  (178)
 
4.3  (178)
 
4.3  (178)
Torna alla scheda

Filtra per malattia, intervento, sintomo

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
4 risultati - visualizzati 1 - 4  
 
Per Ordine 
 
Voto medio 
 
3.3
Competenza 
 
2.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Visita endocrinologica

L'esperienza negativa con la struttura è cominciata dall'accettazione di una visita specialistica endocrinologica. Arrivata alle 11.00 per un appuntamento fissato alle 11.30, solo alle 12.40 è stata conclusa l'accettazione. La visita presso lo specialista dr. Tatti Patrizio invece è durata 5 minuti ed è stata effettuata per lo più da una sua specializzanda, che non è stata in grado neanche di scrivermi il tipo di eco-color doppler da fare. In tutto questo, 80 euro di visita per poi sentirmi dire che il controllo per valutare gli esiti degli esami diagnostici prescritti, poteva avvenire tramite collegamento on line, previa pagamento di altri 20 euro e prescrizione del medico di base. A mio avviso un atteggiamento non corretto. Esperienza negativa in assoluto.

Patologia trattata
Sospetto ipotiroidismo.


Voto medio 
 
3.3
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
4.0

Sindrome del tunnel carpale

Pochi anni fa sono stata operata per tunnel carpale alla mano destra. La consueta anestesia direttamente nel palmo della mano già mi aveva dato forti dolori, ma poi in fase di operazione è stato ancor peggio! Pur reclamando vivacemente mentre mi stavano incidendo, poichè avvertivo molto dolore e cominciavo ad avere senso di svenimento, il chirurgo ha proseguito fino alla fine continuando a ripetermi che era solo il "ricordo" dell'anestesia! In poche parole l'anestesia che mi avevano fatto, o era troppo leggera o.. era all'acqua!
La scorsa settimana sono stata operata per la stessa sintomatologia alla mano sinistra e, memore del passato, ho cambiato struttura ospedaliera. Risultato: stesso dolore per l'anestesia nel palmo, ma poi più nulla con mio grande sollievo!
Forse la mia disavventura qui all'INI è stata un caso, ma se un paziente si lamenta per dolore intenso dovrebbe essere ascoltato!

Patologia trattata
Sindrome del tunnel carpale.
Voto medio 
 
3.0
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
1.0

DELUSIONE TOTALE

In data 20/12/17 ho effettuato un intervento chirurgico di sindrome del tunnel carpale. Ho iniziato con la visita a pagamento con il prof. Basoccu.
Premetto che ho voluto fortemente tornare dallo stesso chirurgo, perchè già operata nel 2003 per lo stesso problema all'altra mano; intervento totalmente riuscito. Avendone anche un ricordo di persona umana, gentile e professionale.
Purtroppo a distanza di 14 anni ho trovato una persona, un professionista, totalmente cambiato.
Tralasciando le vicissitudini per riuscire ad effettuare la visita con lui, finalmente il 30 novembre faccio la visita ma, con mia grande sorpresa, pagata con lui ma effettuata con un altro medico.
Giorno dell'intervento, attendo in sala operatoria per un tempo indefinito, preparata, parte disinfettata. Dopo circa 45 minuti arriva il professore, ma con mia grande sorpresa non era il prof. Basoccu! Quindi chiedo spiegazioni ma non mi è stato permesso neanche di parlare, viene chiamato il prof. Basoccu che arrivato alterato, con modi arroganti si siede mi inietta l'anestesia (non sto a raccontare il dolore) e mi opera (stranamente ho sentito qualcosina). Io torno a provare a spiegare le mie motivazioni nel pretendere lui in persona, ma vengo liquidata con un "signora lei non si fida, non sia ipocrita". Finito di operare vengo salutata dal prof. con "accontentata, la saluto".
L'altro medico, di cui non conosco il nome dal momento che non si è presentato, mi mette i punti e se ne va lasciando l'infermiere ad affettuare la pulizia dell'arto e relativa fasciatura.
Premetto che lavoro anche io in ambiente sanitario e non avrei avuto problemi nel trovare un ortopedico per questo intervento, se ho scelto di nuovo il prof. Basoccu è per l'esperienza avuta in precedenza, ma ho SBAGLIATO!
Ho trovato un ambiente freddo, inospitale e senza un minimo di rispetto per i pazienti che attendono il loro turno per essere operati in una semplice sala d'attesa.. Questi ESSERI UMANI/PAZIENTI a forza di aspettare ore ed ore diventano impazienti ed arrabbiati!
L'unica nota positiva sono stati gli infermieri che ho incontrato lungo questa avventura, Alessio della sala operatoria che non sapeva più come tamponare la mia lunga attea, gentile, umano e professionale, le due infermiere dell'accettazione, di cui non conosco i nomi (una bionda capelli lunghi e una mora riccia capelli corti), le quali con estrema gentilezza, umanità e professionalità cercano di arginare tutte le lamentele per i disservi dei pazienti in attesa.
Sono stata operata con i miei vestiti, le mie scarpe e mi hanno fatto indossare un semplice camice monouso, cuffia per capelli e copriscarpe!
Tengo a precisare che una mia amica ha effettuato visita con il medesimo professore per intervento di chirurgia estetica, non convenzionata, ed il trattamento è stato ovviamente diverso.
Allora chiedo al Direttore Generale della struttura che, se questo tipo di interventi in convenzione sono scomodi per la struttura, si può sempre rinunciare alla convenzione e non effettuarli più, anzichè trattare gli utenti in questo modo.

Patologia trattata
SINDROME DEL TUNNEL CARPALE.


Voto medio 
 
3.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
1.0

Viva le fisioterapiste, grazie

Dopo 3 mesi di immobilità, passati in una struttura per lunga degenza dovuta alla frattura del bacino, sono stato ricoverato per la riabilitazione all'INI di Grottaferrata che a detta di molti struttura di eccellenza per la riabilitazione riguardante la mia patologia invece con mio grande stupore ho trovato una struttura vecchia e mal gestita con strutture vecchie rotte e insufficienti ho dovuto provvedere per mio conto ad una carrozzella, dato che quelle dell' istituto erano tutte sgangherate e mezze rotte stessa cosa con il deambulatore ascellare che ha dovuto acquistare dato che quelli a disposizione dell'INI erano bassi o rotti.
I primi giorni sono stati traumatici e volevo andarmene; poi le fisioterapiste mi hanno fatto ricredere da tutte le negatività. Loro sono la forza dell'INI e, anche senza le attrezzature necessarie a soddisfare tutti i pazienti, si fanno in quattro per soddisfare tutti. Nonostante abbiano a disposizione una sola magneto ed una apparecchiatura per le correnti, sanno gestire i pazienti alla perfezione.
Sono loro le dottoresse, dato che i dottori non li ho mai visti e solo grazie a loro che ho fatto progressi e, ribadisco, sono costrette a lavorare in un ambiente con strutture vecchie e inesistenti.
Un grazie alle fisioterapiste Roberta, Scilla, Sabrina, Tiziana e allo staff della piscina: Bruno, Ida, Giovanni, Massimiliano.

Patologia trattata
Frattura dx e sx del bacino.
4 risultati - visualizzati 1 - 4  
 
 


Altri contenuti interessanti su QSalute