Medicina Reumatologica Immunologica Cardarelli

 
4.3 (32)

Recensioni dei pazienti

5 recensioni con 4 stelle

32 recensioni

 
(23)
 
(5)
 
(1)
 
(2)
 
(1)
Voto medio 
 
4.3
 
4.6  (32)
 
4.6  (32)
 
4.1  (32)
 
3.9  (32)
Torna alla scheda

Filtra per malattia, intervento, sintomo

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
5 risultati - visualizzati 1 - 5  
 
Per Ordine 
 
Voto medio 
 
4.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
3.0

Splendidi alleati

Mia madre è una cardiopatica severa e purtroppo nell'ultimo anno siamo dovuti ricorrere spesso al Pronto Soccorso, con tutto il giro che ne consegue, di padiglione in padiglione. L'ultimo ricovero è durato 2 mesi e mezzo e, tra un'emergenza e l'altra, non è stato affatto un ricovero semplice sotto nessun aspetto. Dopo il consueto girone dei dannati, approdiamo in Medicina 3, al padiglione B. La prima impressione è stata poco rassicurante, sembrava di essere arrivate in un luogo sconclusionato e di trovare solo referenti e personale sbrigativo. Eppure, vivendo il reparto giorno per giorno per 2 mesi, dal momento che mi sono praticamente trasferita lì con lei, ho notato fin da subito piccole sfumature che fanno la differenza e l'iniziale impressione è cambiata radicalmente, malgrado ci sia comunque qualcosa da poter migliorare. Il paziente chiaramente non è affidato ad un medico specifico, la cartella clinica passa tra i vari dottori di turno e, come in tutti i reparti vissuti finora, non tutti sono votati ad approfondire, a richiedere consulenze esterne, preferendo restare ancorati al mero superamento dell'evento acuto anziché puntare al miglioramento globale delle condizioni di salute e di vita, guardando solo al "caso" e non alla persona. Fortunatamente però i Dottori preparati, competenti, capaci di ampliare le proprie vedute e, nel nostro caso, risolutivi anche nei momenti di massima emergenza, sono numericamente superiori (dott. Bassano -cui sarò riconoscente sempre per averla rianimata dopo l'arresto cardiaco- dott. Di Monda, dott. Gallucci, alcuni nomi su tutti) e loro, insieme allo staff infermieristico, sono il vero motore del reparto.
Essendo infatti lì giorno per giorno e per tanto tempo ti accorgi poi che c'è anche questo popolo più silenzioso forse, ma altrettanto efficiente che svolge il vero lavoro sul campo: infermieri e OSS (Rosaria, Maria, Susy, Gennaro, Rosanna, Maria, Roberta, Marco, Angela, Massimo, Maria, Angela, Luisa, Lia, Annalisa, Titty, Pasquale, Enrico e Massimo). Sono loro a seguire nel concreto le esigenze delle persone ricoverate, a fare i conti con le difficoltà legate al taglio dei fondi sanitari che causano inevitabilmente carenza di materiali e medicinali, ritardi nelle tempistiche di realizzazione degli esami esterni o degli spostamenti e a cercare soluzioni. Sempre loro che,con una marcia in più, si interfacciano realmente con parenti e pazienti innervositi e stanchi e che si fanno carico delle esigenze delle "persone", sempre attenti nella quotidianità dalla somministrazione delle terapie, alla risposta a richieste specifiche fino alla gestione di urgenze e momenti critici. Sempre in un continuo equilibrio tra competenza, professionalità ed empatia malgrado vivano il forte sovraccarico di un lavoro difficile da gestire già solo per il fatto di essere a contatto diretto con un'utenza provata emotivamente e fisicamente. A capo di quest'orchestra il Caposala che cerca costantemente di rimboccarsi le maniche, di trovare soluzioni e di gestire al meglio le poche risorse che ha a disposizione. Detto ciò, non posso che ringraziarli per essersi presi cura di mia madre e per averci fatte sentire costantemente protette e in buone mani! Nella sanità pubblica attuale nulla è scontato e il valore aggiuntivo di un lavoro ben svolto, caratterizzato da umanità anche a dispetto delle tante difficoltà che incontra, e che vada oltre lo "stipendio", non è da sottovalutare. Ricordiamocene anche noi utenti, quando siamo troppo esigenti o poco gentili; davanti a noi ci sono persone che spesso fanno la differenza tra la vita e la morte, dobbiamo essere riconoscenti verso questi alleati!

Patologia trattata
Coronaropatia trivasale.


Voto medio 
 
3.8
Competenza 
 
4.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
3.0

Una piacevole sorpresa

Nel corso degli anni ho avuto in più occasioni la necessità di frequentare questo reparto e, alla fine dell'esperienza l'ho sempre definito "un girone infernale". Quando, la settimana scorsa, mia madre 95enne vi è stata ricoverata, mi sono sentita crollare il mondo addosso, convinta di essere in procinto di vivere l'ennesima esperienza allucinante. Invece, più tempo passava, più mi sorprendevo a ricredermi, e a constatare che la gestione del servizio era completamente cambiata. Pulizia nel reparto attenta e costante; presidi igienici costantemente presenti (sapone e carta in ogni stanza e in ogni bagno, Amuchina all'ingresso di ogni stanza), sollecitudine del personale infermieristico e degli assistenti che hanno saputo dimostrare competenza, attenzione, cortesia in più circostanze. Medici attenti, pazienti, gentili che hanno saputo dimostrare padronanza nel trattamento delle patologie e trasmettere fiducia e tranquillità durante i loro interventi che sono stati solleciti e costruttivi. Efficiente anche la sorveglianza che ha manifestato un giusto rigore nell'esigere il rispetto delle regole. Insomma, confrontato con il reparto che avevo conosciuto, mi è sembrato che il salto di qualità sia stato notevole e mi auguro che in futuro si possano registrare solo miglioramenti e che non si torni mai più indietro.

Patologia trattata
Cerebrovasculopatia; cardiopatia ischemica; epilessia e parkinsonismo.
Voto medio 
 
3.5
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
2.0

Ringraziamenti

Volevo esprimere la mia immensa gratitudine verso il reparto di immunologia e reumatologia dell'ospedale Cardarelli, perchè hanno dimostrato la loro profonda professionalità nell'avermi subito diagnosticato il LES. L'anno scorso, all'età di 20 anni, dopo circa 8 giorni di ricovero in altra struttura ospedaliera, dove non sono riusciti ad identificare ciò che avevo nonostante i chiari sintomi che mostravo (febbre alta, dolori muscolari, gonfiori articolari e rush a farfalla), sono arrivata al pronto soccorso in condizioni molto preoccupanti. Ricoveratami d'urgenza nel reparto del primario G. Uomo, ho trovato i miei "angeli". Il Dott L. Ferrara ha subito saputo confortare me e la mia famiglia, ridandoci un barlume di speranza riguardo la mia patologia. Medico molto qualificato, soprattutto persona umana capace di infonderti tanta fiducia. La sua grande conoscenza medica e la sua costante presenza dei giorni a seguire (sono stata ricoverata al Cardarelli per 15 giorni) mi hanno aiutata ad affrontare meglio la degenza a ad avere una conoscenza approfondita del problema.
Un grazie particolare va soprattutto al mio speciale medico curante, il Dott. R. Russo, responsabile del medesimo reparto, il quale immediatamente, grazie all'alta professionalità medica, ha saputo individuare e prescrivermi la giusta terapia. I suoi preziosi consigli sono fondamentali in questo mio nuovo percorso di vita.
Un grazie va anche a tutto il personale medico e infermieristico del Cardarelli.

Patologia trattata
LES.


Voto medio 
 
4.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
3.0

Grazie

Sono stata ricoverata a Maggio nel Reparto di Medicina 3 diretto in modo magistrale dal Prof. G. Uomo.
Voglio ringraziare l'equipe per la competenza, la professionalità e soprattutto per l'umanità con cui ogni giorno si dedica al malato.
In modo particolare grazie alla Dr.ssa D'Antonio, al Dr. Ferrara e al Dr. Valentino.
Lavorando in questo modo diventerete, forse già lo siete, un riferimento nazionale ed internazionale per la Medicina.
Infine grazie anche alla Capo Sala, sig.ra Ianniello, che ogni giorno coordina in modo perfetto i validissimi infermieri tutti.

Grazie di tutto.

Patologia trattata
Patologia addominale.
Voto medio 
 
4.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
3.0

Complimenti

Sono stata ricoverata nel mese di Aprile 2015 nel Reparto di III Medicina del Cardarelli diretto dal Prof. G. Uomo, dopo aver peregrinato 10 gg. di barella in barella in diverse strutture della stessa Azienda (OBI 1, Medicina d'urgenza, OBI 2) e finalmente accolta come malata e non come un sacco di patate.
Ho finalmente sotto controllo tutti i miei problemi che mi stavano distruggendo (Bronchite, scompenso cardiaco, diabete ed insufficienza renale).
Voglio ringraziare tutta l'Equipe medica ed infermieristica della III Medicina del Cardarelli.
In particolare i dottori: Ferrara e Valentino. Eccellenti professionisti e soprattutto umani.
Due piccoli appunti vanno fatti:
- Come è possibile che in un Reparto così di alto profilo umano e professionale, una anziana signora come me per andare in bagno debba accedere in una stanza diversa da quella in cui è degente?
- Come mai prima di avere un posto letto deve stare così tanti giorni in barella?

Grazie di tutto.

Patologia trattata
Scompenso cardiaco. Diabete. Bronchite.
5 risultati - visualizzati 1 - 5