Ospedale S. Eugenio Roma

 
3.5 (26)
Scrivi Recensione

Giudizio dei pazienti

Voto ospedale
 
3.4 (24)
Voto reparti
 
4.4 (873)
Indirizzo
Piazzale dell'Umanesimo 10, Roma
Telefono
06 51001
L'Ospedale S. Eugenio, situato a Roma in Piazzale dell'Umanesimo 10, è un complesso ospedaliero composto da un primo edificio (A) denominato vecchio padiglione e da un secondo edificio (B) denominato nuovo padiglione. Al suo interno sono presenti 2 unità di Pronto Soccorso - ordinario, ginecologico e punto di primo soccorso pediatrico - aperti H/24. La struttura eroga le proprie prestazioni attraverso le seguenti principali Unità: Dipartimento delle Specialità, Dipartimento di Chirurgia, Dipartimento di Medicina, Dipartimento Emergenza Accettazione (DEA), Dipartimento Materno Infantile, Servizio dei Disturbi Comportamento Alimentare, Servizio di Anatomia e Istologia Patologica, Servizio di Geriatria, Servizio di Malattie Infettive, Servizio di Reumatologia, Servizio Sorveglianza AIDS, Terapia Intensiva.

Recensioni dei pazienti

26 recensioni

 
(12)
 
(3)
 
(3)
 
(7)
 
(1)
Voto medio 
 
3.5
 
3.7  (26)
 
3.5  (26)
 
3.7  (26)
 
3.2  (26)

Filtra per malattia, intervento, sintomo

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Eccellenza ostetrico-ginecologica.

Grazie alla UOC di Ginecologia e Ostetricia dell’Ospedale S. Eugenio in Roma, diretta dal Prof. Fabrizio Signore. Competenza, esperienza, accoglienza, gentilezza, disponibilità, empatia, dolcezza. Un gioiello capitolino di somma professionalità, molto comodo e ben fruibile, laddove il Primario, i ginecologi, gli infermieri, le ostetriche, gli anestesisti, i neonatologi della adiacente Terapia Intensiva Neonatale, gli OSS, il personale ausiliario formano una squadra formidabile e lavorano instancabilmente 24 ore su 24, al servizio completo dei neonati e dei genitori partecipando pienamente al fenomeno magico, meraviglioso, stupefacente della nascita.

Patologia trattata
Parto complicato da rottura "alta" precoce del sacco amniotico.


Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Visita in Urologia

Ottima visita e ottime competenze.
Sono stata trattata con molta professionalità.

Patologia trattata
Calcolosi renale.
Voto medio 
 
4.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
3.0

Parto bellissimo da testimone di Geova

Come testimone di Geova ho scelto questo ospedale per il parto, in quanto in caso di emergenza utilizzano alternative alle emo-trasfusioni. Ho partorito il 15 giugno con parto spontaneo e mi sono trovata benissimo. Anche mio marito è soddisfattissimo dell'esperienza. Ho conosciuto il dott. Signore e sono stata seguita dalla sua équipe; in particolar modo ringraziamo la ginecologa dott.ssa Agnese e la ostetrica Giulia, le specializzande Alessia e Diletta. Abbiamo trovato delle persone professionali ed empatiche, sempre sorridenti e disponibili.
Un ringraziamento anche alle puericultrici/tori e infermiere/i.
Da migliorare un pochino la pulizia e il cibo, in particolar modo l'attenzione verso chi ha allergie e problemi di alimentazione seri.
Nel complesso però è stata un'esperienza molto positiva.

Patologia trattata
Parto.


Voto medio 
 
1.5
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
1.0

Pronto soccorso

Esperienza negativa: pulizia 0, civiltà 0, assistenza all'ammalato non pervenuta, personale maleducato, vigilanza maleducata, tempistiche di attesa assurde.
Dalle 2.00 di notte alle 5.00 entri in pronto soccorso e aspetti senza nemmeno un bicchiere d'acqua un referto (pronto dalle 10.00) che arriverà alle 17.00. E questa è la sanità Romana?!

Patologia trattata
Varie.
Voto medio 
 
1.5
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
1.0

Seconda visita di controllo Chirurgia plastica

Dopo aver fatto 150 km. per un appuntamento di chirurgia plastica causa ustione di un bambino, e dopo un pomeriggio di attesa, il dottore se ne è andato via senza visitarci e nessuno ha potuto fare nulla per visitare questo bambino... Passati dopo mille tentativi anche per il pronto soccorso, nessuno ha effettuato la visita perchè trascorsi 20 giorni dall'ustione. E tutto questo con ticket e regolare prenotazione al CUP. Meritano una denuncia per il mal servizio e il danno arrecatoci.

Patologia trattata
Ustione II grado.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Cardiologia interventistica, grandi medici

Sono stato ricoverato d’urgenza con una coronaria chiusa al 100% e l’altra al 70%. Non ho altro da dire se non grazie, grazie a tutti per non aver perso neanche un minuto.
Grazie al Dott. Francesco Summaria, un vero medico sia per competenza che per la grande umanità che ha nei confronti dei pazienti; un rapporto con lui commovente che ancora mi fa venire le lacrime quando ci penso.
E poi bravi tutti i medici e le infermiere, brave, educate, deliziose.
Che dirvi, io non credevo esistesse gente come voi.

Patologia trattata
Stenosi coronarica.
Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
5.0

Elogi reparto Oculistica S. Eugenio

Un forte plauso alla fantastica dottoressa Maria Luisa Carrella che mi ha sottoposta ad intervento di cataratta a entrambi gli occhi, in due distinte sedute, per la riduzione della mia elevata ipermetropia (13). La sua grande competenza, professionalità e umanità mi hanno accolta (vivo in provincia di Salerno) e accompagnata verso il recupero della mia vi(s)ta!
Un grazie al dottore Basili che ha affiancato la dottoressa Carrella, oltre che con competenza, con una forte carica umana.
Infine, ringrazio il dottore Spanò, molto gentile e rassicurante, che ha utilizzato sui miei occhi la più avanzata tecnologia esistente, il femtolaser, che in soli 30 secondi ha eseguito parte dell'intervento.
Ringrazio tutti loro dal profondo del mio cuore, devo a loro il recupero della mia vista e la conquista di una migliore qualità di vita!
Grazie, grazie, grazie!

Patologia trattata
Ipermetropia e cataratta bilaterale.
Voto medio 
 
2.0
Competenza 
 
2.0
Assistenza 
 
2.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
2.0

Reparto Covid

Per la mia esperienza (ricovero di mia madre in reparto Covid) posso dire che l'ospedale Sant'Eugenio di Roma è pessimo. Gli infermieri con cui mi ha riferito di essere entrata in contatto sono stati maleducati e sgarbati. Il medico con cui io sono entrata in contatto, si è mostrato privo di ogni empatia e alquanto sbrigativo nelle comunicazioni, non certo rassicuranti. L'impressione che personalmente ne ho ricavato è che fosse dedito a considerare il malato ne' più ne' meno come una cartella clinica o un numero di protocollo. Ho girato molti ospedali, ma mai mi ero imbattuta in una situazione così priva di umanità. Alla faccia del giuramento di Ippocrate.

Patologia trattata
Covid.
Voto medio 
 
4.5
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
4.0

GINECOLOGIA: dottor CETTA IL TOP!!

Mi sono affidata al Dott. Luigi Cetta poiché eravamo alla ricerca di una seconda gravidanza che non arrivava da più di un anno. Dopo la prima visita e la prima cura fornitami, ero già incinta. Mi ha seguita egregiamente per tutta la gravidanza. Senza allarmismi, con serenità e disponibilità. Mi ha accompagnata all'evento della nascita della mia piccola Bianca effettuando un cesareo perfetto. Dopo 1 giorno ero già in piedi senza alcun dolore.
Affidatevi a questo professionista dal cuore d'oro e non abbiate Dubbi.
Grazie di cuore Dott. CETTA!

Patologia trattata
PARTO CESAREO PROGRAMMATO.
Voto medio 
 
1.8
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
2.0

Ricovero per ictus cerebrale

Mia madre è stata ricoverata per un ictus cerebrale. In una settimana siamo riusciti a vederla una sola volta. Capisco le regole anti-Covid, ma la scarsa umanità non può essere giustificata solo con questo. Personale paramedico spesso scortese, medici ermetici, fiscalità a livelli stratosferici. Infine non ci hanno dato neanche la possibilità di poter scegliere la struttura ove trasferire la paziente per la riabilitazione, sebbene avessimo avuto disponibilità in almeno due strutture. Trattata come pacco postale.. Lo ricordavo diverso negli anni '90/ inizio 2000.
Molto delusi.

Patologia trattata
Ictus cerebrale.
Voto medio 
 
4.3
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
3.0

Pronto Soccorso S. Eugenio

Sono entrato al Pronto Soccorso la sera del 25/11 per una colica renale. Ho potuto constatare, nelle lunghe ore notturne di permanenza, che per tutto il personale preposto al pronto soccorso, in particolare di una grande città come Roma, non c’è mai un momento di rilassamento, intervengono a tutte le ore con competenza e professionalità. Un particolare plauso di ringraziamento per la sua straordinaria professionalità, alla Dr.ssa Paola Veronica Sonni, che mette al di là dello stipendio, amore nel suo lavoro di medico.

Patologia trattata
Colica renale.
Voto medio 
 
2.5
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
3.0
Pulizia 
 
1.0
Servizi 
 
1.0

Reparto Solventi

Per quella che è stata la mia esperienza personale non consiglio di farsi ricoverare presso il Reparto Solventi dell'Ospedale S.Eugenio. Sono stata ricoverata 5 giorni nel Reparto in regime intramoenia, quindi a pagamento.
La stanza e il bagno risultavano sporchi, nel bagno c'era una doccetta di servizio al WC che perdeva acqua, pertanto si formava una pozza d'acqua che, se calpestata, poteva risultare pericolosa per eventuali scivolate e cadute. Per 3 giorni dopo l'intervento mi è stata somministrata una dieta alimentare per effetti di disfagia (che non avevo), a base di purè di patate, riso, manioca, succhi di frutta confezionati, puree di mele confezionate, che mi hanno aggravato l'iperglicemia di cui dovevano essersi accorti, e l'immobilità intestinale, normale dopo un intervento chirurgico. Solo dopo le mie vive proteste, la dieta è stata cambiata in normale dieta per ricoverati, con minestrine, verdure bollite, frutta fresca, alimenti più adatti al mio intestino.
Ma l'aspetto più grave è quello amministrativo ed economico del Reparto Solventi: il preventivo di spesa non era dettagliato, non si capiva quali indagini fossero incluse nella routine di preospedalizzazione, era invece specificato che potevano essere effettuati ulteriori accertamenti se ritenuti necessari. Così per la preospedalizzazione ho effettuato l'ECG ma non la visita cardiologica. Il giorno dopo l'intervento invece hanno riscontrato un rialzo pressorio (pur avendo dichiarato la mia ipertensione trattata con terapia da 5 anni), rialzo assolutamente non drammatico che ha fatto ritenere necessario un consulto cardiologico consistente nell'esame dell'ECG effettuato in entrata, auscultazione di cuore e polmoni e prescrizione di una nuova terapia anti-ipertensione, che naturalmente non ho minimamente preso in considerazione, non rivelandosi necessaria in quanto la pressione arteriosa era tornata subito ai miei valori normali. Per la modica cifra di 150 Euro aggiuntivi è stata cioè effettuata la normale visita cardiologica che generalmente fa parte della routine di indagini di pre-ospedalizzazione. Inoltre, pur essendo stata operata per rimozione di massa tumorale, anche l'inevitabile esame istologico non era stato incluso nel preventivo (e parliamo di un preventivo di 22.000 Euro), per essere poi aggiunto nel conteggio finale. In definitiva, il trattamento di degenza che avrei ricevuto in un normale reparto dell'ospedale a carico del SSN, si è rivelato molto peggio, ma a pagamento
Ottima invece tutta la parte medica (intervento e assistenza post-intervento) del ricovero, grazie alla professionalità ed esperienza dei medici dell'Ospedale Sant'Eugenio.

Patologia trattata
Neoplasia intracranica.
Voto medio 
 
3.3
Competenza 
 
4.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
1.0

Servizio CUP

Il servizio CUP del Sant'Eugenio è al limite dello scandalo. Oggi ho atteso più di un'ora per poi non essere chiamato allo sportello per la registrazione di una prescrizione riguardante il controllo del Pacemaker. Sono dovuto andare direttamente all'ambulatorio, per non arrivare in ritardo alla visita, dove molto gentilmente mi hanno fatto comunque il controllo del Pacemaker. Oggi su 8 sportelli del CUP spesso ne funzionavano solo 2-3.
Ho raccontato di oggi, ma tutte le volte è così.
Questo servizio va migliorato, non è civile fare aspettare i pazienti, anche ultra ottantenni, tanto tempo spesso in attesa in piedi e all'aperto.

Patologia trattata
Controllo pacemaker.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Salvato dalle capacità professionali

Domenica 06.09.2021, a seguito di un malore, mi sono recato al Pronto Soccorso dell'Ospedale Sant'Eugenio.
Tempestivamente monitorato e trattato per una sindrome pre-infartuale cardiaca, sono stato trasferito in breve tempo all'UTIC del reparto Cardiologia diretto dal Prof. Achille Gaspardone.
La mattina successiva in Emodinamica è stata effettuata una coronarografia che ha evidenziato gravi ostruzioni coronariche. Contestualmente sono stato sottoposto ad angioplastica con posizionamento di due stent e di un "palloncino" per l'applicazione locale di farmaci. Desidero esprimere tutto il mio vivo apprezzamento e ringraziamento a tutto il personale medico ed infermieristico delle unità/reparti sopra menzionati.
Per merito di questi eccellenti professionisti della salute, ho superato una grave patologia acuta che ha messo seriamente a repentaglio la mia sopravvivenza.
Desidero evidenziare che tutti questi professionisti si sono prodigati, con competenza e disponibilità, nonostante le contingenti difficoltà per una emergenza Covid di altri reparti dell'Ospedale.
Rinnovo ad ognuno di loro la mia sentita riconoscenza.

Patologia trattata
Ostruzione coronarica grave - sintomatologia pre-infartuale.
Voto medio 
 
4.3
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
4.0

PRONTO SOCCORSO: PROFESSIONALITA' E CURA

Vorrei ringraziare tutto il personale del Pronto soccorso del Sant'Eugenio per la professionalità e la cura dimostratemi durante il mio ricovero. In modo particolare, voglio ricordare l'infermiera di sala Lina, per il suo sorriso e tono di voce rassicurante e per i suoi modi gentili.

Patologia trattata
Fratture multiple costole in seguito a caduta accidentale.
Voto medio 
 
4.5
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
4.0

Il grande Miracolo della mia Vita

Sono entrata al Sant'Eugenio in autoambulanza dall'ospedale di Fondi la sera della vittoria dell'Italia agli Europei, a sole 29 settimane di gestazione.
Ho affrontato la battaglia più dura della mia vita grazie all'amore ricevuto h24 tra emotrasfusioni, cortisone ad alto dosaggio, immunosoppressori, immunoglobuline. Sono stata sorretta da tutto il personale SEMPRE. Partendo dal primario che mi ha stretto la mano prima del mio cesareo d'urgenza il 5 agosto, ringrazio il dottor Angelo Votino e l'ostetrica Laura che con una calma pazzesca hanno fatto nascere in soli 10 minuti alle ore 14:44 il mio bimbo, tuttora in terapia intensiva, a sole 32+3 settimane.
Ringrazio la dottoressa Simona Patti, l'angelo sceso in terra, con il suo sorriso, la sua grinta, la sua positività, il suo amore incondizionato per il suo lavoro e per le sue pazienti che ha preso parte a questo miracolo, degna sostituta del mio ginecologo top ditt. Francesco Gagliardi, un dottore dal cuore grande, umano ed estremamente professionale, che mi ha accompagnato per tutta la gravidanza credendo in me, nonostante i miei seri problemi di salute, sempre presente ogni singolo giorno del mio ricovero terminato ieri.
Ringrazio la dottoressa Di Netta, che con la sua calma, pazienza, estrema gentilezza e serietà mi è stata vicina.
Ringrazio il dottor Loyola che con la sua grande professionalità e pacatezza mi ha aiutata a superare i momenti difficili.
Ringrazio tutto il personale sanitario, in particolare le ostetriche Marta, Cecilia, Francesca, Antonietta, Giulia, Elisa, Maria e spero di non aver dimenticato nessuno , gli oss Franca, Francesca, Maria, Alberto, e tutte le ragazze del tirocinio sempre così carine, un grazie particolare a Beatrice che con i suoi sproni è riuscita a farmi rialzare dopo il cesareo. Ringrazio Rita che ogni mattina riusciva a regalarmi un sorriso.
Ringrazio tutto il personale della terapia intensiva neonatale per tutto quello che stanno facendo per il mio grande Dono del Signore.
Tutti loro hanno preso parte al Grande Miracolo della mia Vita.

Patologia trattata
Pancitopenia per malattia autoimmune riacutizzata.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Grazie al personale del 1° reparto Medicina

Mi chiamo Giancarlo Pugliese e sono stato ricoverato per 15 giorni al 1° reparto di Medicina generale per un problema causatomi da un intervento subìto di recente a una corda vocale.
Al pari dei tre pazienti che occupavano la stanza con me - sig. Silvio Papa -sig. Carlo Provenzano e ing. Giampiero Pavoni - desidero rivolgere un sentito grazie sia ai Dottori, attenti e scrupolosi, che agli Infermieri che ci hanno sopportato e supportato, ai Fisioterapisti (sempre simpatici e grintosi) e alle Logopediste, sempre molto precise.
Termino con un ulteriore pensiero e un ringraziamento agli infermieri, molto spesso sottovalutati, e una menzione per l'infermiere/a David, Antonio, Cinzia, Sabrina e tanti altri dei quali in questo momento mi sfuggono i nomi.
Grazie per esserci stati sempre e, nonostante tutto, sempre con il sorriso.

Patologia trattata
Polmonite.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Ostetricia

Ospedale con personale molto competente e soprattutto molto umano. Ringrazio la dottoressa Grassi per avermi seguita con cura e ringrazio Francesca Volpe per avermi accompagnato alla nascita del mio secondo figlio.
Grazie anche a tutto lo staff di Ostetricia.

Patologia trattata
Gravidanza.
Parto.
Voto medio 
 
1.5
Competenza 
 
3.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
1.0
Servizi 
 
1.0

Accoglienza pronto soccorso

Ogni qual volta mi sono recata al pronto soccorso, sono stata ricevuta dall’arroganza e dalla maleducazione del personale di tutti i livelli. Anche chiedere le più semplici e basilari informazioni risulta difficile. Saranno anche pochi come quantità di personale, ma con questo non si può giustificare la maleducazione.
Anche lasciare gli indumenti per le persone ricoverata al reparto del PS, sembra una missione impossibile.

Quando volevo stare accanto a mio padre in codice rosso, in seguito deceduto, in quanto giustamente preoccupata, e perché erano le ultime ore della sua vita, in tempi no covid, mi dovevo nascondere. Non ho personalmente trovato compassione nè comprensione. La gentilezza non è pervenuta.

Sottolineo, non è un caso isolato, tutte le volte è stato così.. Penserete "perché non cambia ospedale", ma questo è il più vicino e di ospedali aperti sempre meno ne esistono.
Bagni in condizioni assurde, sporchi maleodoranti e mancanti di ogni cosa, dal sapone alla carta igienica.
Spero vivamente che vi rendiate conto che chi viene da voi vive un momento delicato e di estrema apprensione e forse ricevere un sorriso una risposta educata e gentile, sarebbe la base delle cure.

Patologia trattata
Svariate, da problematiche circolatorie, all’accesso alla ginecologia da parte di parenti stretti, a codici rossi.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Reparto Medicina d'urgenza

Personale straordinario, competente, attento.. Mi sono sentito, da ricoverato, protetto veramente..
Una sorpresa in questi periodi.
Un sentito grazie allo staff del reparto medicina d'urgenza del S. Eugenio: entrato con varie fratture alle coste e un dolore così forte che mi sentivo morire (più ho il diabete), sono stato trattato con competenza straordinaria, gentilezza e profonda disponibilità. Ringrazio n particolare l'infermiera Rosanna Schiappa Pietra e la dottoressa Angela De Luca. Veramente angeli.

Patologia trattata
Politrauma, fratture multiple costole.
Voto medio 
 
2.5
Competenza 
 
2.0
Assistenza 
 
2.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
3.0

Meglio muta!!

Mia madre è stata recentemente ricoverata per quasi un mese nel reparto di Medicina 2 del Sant'Eugenio. A parte l'impressione che venisse "curata" a fasi alterne, in funzione del medico di turno, e a parte il ritardo che ho più di una volta rilevato nel trasferimento delle informazioni tra medico e infermeria, quello che davvero a mio avviso non è accettabile, sono i modi del personale medico talmente scortesi e sbrigativi, che spesso risultavano solo villani. Toni e modi che quasi sempre negano buon senso, empatia, solidarietà, attenzione e cura a chi fa assistenza, capacità di relazionarsi in modo almeno educato.

Patologia trattata
Insufficienza renale e polmonite.
Voto medio 
 
1.5
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
1.0

Pronto Soccorso

Mia nonna 92 anni è stata portata in ambulanza al pronto soccorso del Sant'Eugenio il 31 dicembre del 2018 per una persistente tachicardia (140 battiti al minuto da 2 giorni). Entrata in codice giallo con "lieve dispnea", è stata messa su un lettino alle ore 14:00; alle ore 19:00 l'abbiamo ritrovata in coma, in preda a scatti muscolari involontari, sempre sullo stesso lettino dove l'avevamo lasciata alle 14.00. L'hanno messa in codice rosso solo dopo che abbiamo fatto notare in che stato si trovasse. Il medico di guardia ci ha detto di averle dato un sedativo perché era agitata. Forse la dottoressa non si è preoccupata del peso di mia nonna (42 kg.) e dell'età prima di somministrare un sedativo. È entrata in coma cerebrale senza riprendere più conoscenza, si è spenta lentamente il giorno seguente.

Patologia trattata
Tachicardia e dispnea.
Voto medio 
 
1.3
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
1.0

Pronto soccorso

I medici e gli infermieri scherzavano e facevano battute mentre io, ustionato, tremavo per il dolore (codice giallo). Il medico ha a malapena alzato lo sguardo senza curarsi di esaminarmi. Ha delegato tutto all'infermiere e mi ha dimesso con una tachipirina e una garza grassa, nonostante io abbia chiesto ripetutamente di essere ricoverato, o perlomeno tenuto in osservazione fino a che il dolore e il tremore non fossero passati.

Patologia trattata
Ustione.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Ginecologo Aureli

Un ringraziamento di cuore al Dottor Aureli, Ginecologo del Sant'Eugenio.
Il 02/04/2017 ho avuto perdite ematiche, ero alla terza settimana di gravidanza, mi sono recata al PS, mi ha visitato il Dottor Aureli, il quale ha riscontrato aborto spontaneo. La disponibilita' e umanita' che mi ha trasmesso mi hanno rassicurata subito.
Lo consiglio vivamente per la professionalità e la grande disponibilità, doti che lo rendono davvero un ottimo DOTTORE.

Patologia trattata
Aborto spontaneo.
Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
4.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Ringraziamento per cure e prestazioni ricevute

Ho avuto un malore preoccupante in data 30 Dicembre 2016, con perdita di sensi e memoria per oltre 5 ore. Vista la situazione, si è provveduto al trasferimento presso l’Ospedale S. Eugenio - pronto soccorso. Qui con immediato intervento ed analisi, comprese TAC e Risonanza Magnetica, hanno diagnosticato un ATTACCO EPILETTICO e riscontrata la presenza di una MASSA SCURA DI ORIGINE AL MOMENTO SCONOSCIUTA ALLA TEMPIA SINISTRA.
Per questo e’ cominciata una serie di trattamenti medici, altre flebo incluse ecc. Ho trascorso un ultimo dell’anno a guardare con altri pazienti dalla finestra i fuochi d’artificio su Roma. Grande spettacolo, pero’ purtroppo, data la mia situazione di perdita di memoria, non ho alcun ricordo delle persone che mi hanno assistito e provveduto a sollevarmi in questa prima degenza. Non ricordo nè nomi nè fisionomie, pero’ ringrazio tutti per la professionalità e la gentilezza.

Patologia trattata
Attacco epilettico e successiva diagnosi di neoplasia cerebrale.
Voto medio 
 
1.8
Competenza 
 
2.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
1.0

Ricezione pronto soccorso pessima

Sono stato portato dopo incidente in scooter in questa struttura; dopo un'attesa di 10 ore in sala d'aspetto vengo finalmente medicato a mezzanotte.
Vista la caduta, è stata fatta una radiografia ed il referto recita: "non si rilevano sicure immagini", ovvero dopo una visita dal mio ortopedico ho dovuto fare una risonanza magnetica, visto che dal referto non siamo riusciti ad escludere eventuali problemi.

Patologia trattata
Analisi in seguito a caduta da scooter.