Ematoncologia Istituto Europeo di Oncologia

 
4.5 (9)

Recensioni dei pazienti

9 recensioni

 
(7)
4 stelle
 
(0)
 
(1)
 
(1)
1 stella
 
(0)
Voto medio 
 
4.5
 
4.5  (9)
 
4.2  (9)
 
4.7  (9)
 
4.6  (9)
Torna alla scheda

Filtra per malattia, intervento, sintomo

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
9 risultati - visualizzati 1 - 9  
 
Per Ordine 
 
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Ringraziamenti

Ringrazio tutto lo staff di ematoncologia: primario, medici, coordinatrice e personale infermieristico, per la straordinaria umanità e competenza.
Ringrazio, in particolare, la dottoressa Todisco, la dottoressa Sammassimo ed il dott. Pastano che mi hanno seguito e seguono con costante vicinanza e alta professionalità.
Anche se la distanza ha reso, a volte, difficoltoso il viaggio e la permanenza a Milano, sono felice di aver avuto allora la forza di non demordere di fronte alle avversità e di aver conservato sempre cieca fiducia in quanti si prendevano cura di me.
Non mi stancherò mai di dire "Grazie!".

Patologia trattata
Leucemia mieloide acuta.


Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Umanità tantissima

Mio marito è stato colpito per ben due volte in vent'anni da tumore al sistema linfatico - Linfoma di Hodgkin.
L'umanità, la gentilezza, il modo di proporsi del Dott. Alberto Agazzi sono stati encomiabili. La cosa era molto grave ma lui ha trovato le parole giuste per dirlo senza spaventare. E soprattutto ha sempre dimostrato di voler combattere a fianco di mio marito. È stato un cammino lungo, sofferto ma vincente.
Ringrazio con tutto il cuore e pubblicamente il Dott. Agazzi, medico premuroso e umano sopra ogni cosa.

Patologia trattata
Tumore al sistema linfatico.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Fantastici!

Sono stata recentemente ricoverata presso il reparto di oncoematologia dello IEO per essere sottoposta ad un trapianto autologo.
Durante la degenza ho ricevuto una assistenza medica ed infermieristica eccellenti!
Ringrazio per la straordinaria umanità e competenza in particolare la dottoressa Sammassimo, la coordinatrice e il personale infermieristico.! Un gruppo fantastico!
Grazie di cuore!

Patologia trattata
Linfoma non hodgkin.


Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Grazie di cuore, mi avete ridato la vita

Sono entrato che nulla era a posto. Potevo morire entro pochi giorni. Invece ho trovato veri angeli vestiti di bianco, dottori è infermieri. Ma è tutto l'istituto che è grandioso. Grazie grazie grazie.

Patologia trattata
Leucemia mieloide acuta.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Paziente

Ringrazio di cuore tutti, in particolare il dott. Martinelli e la dott.ssa Anna Vanazzi che mi hanno seguito con costante vicinanza e profonda professionalità. Devo a loro se oggi sono ancora qui a poter godere degli affetti più cari e a sperare nel futuro. Anche se la distanza ha reso, a volte, difficoltoso il viaggio e la permanenza a Milano, sono felice di aver avuto allora la forza di non demordere di fronte alle avversità e di aver conservato sempre cieca fiducia in quanti si prendevano cura di me. Non mi stancherò mai di dire "Grazie!".

Patologia trattata
Linfoma non hodgkin.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Linfoma

Ringrazio principalmente il dott. Alberto Agazzi per le cure e la fiducia di combattere sempre con il sorriso... E' una persona umile e professionale. Grazie a tutti per l'aiuto.

Patologia trattata
Linfoma non Hodgkin.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Reparto ematoncologia

Breve degenza nel reparto di ematologia oncologica per linfoma, i complimenti vanno a tutto il reparto, al Dott. Martinelli in modo particolare per la sua professionalità, umiltà e DISPONIBILITà, nonchè alla Dott.ssa Andreola per professionalità e pazienza.
Grazie di cuore: nonostante la lontananza da casa, mi avete riempito di calore umano.

Patologia trattata
LINFOMA.
Voto medio 
 
3.0
Competenza 
 
2.0
Assistenza 
 
2.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
4.0

Non sempre va bene all'IEO

Non dovrebbero farsi pubblicità che la loro chemioterapia non fa perdere i capelli... Meglio perderli e risolvere il problema che partire con il piede sbagliato e fare come prima linea ad una persona giovane uno schema di chemio che in ogni ospedale d'italia fanno solo alle persone anziane.
Così nel nostro caso hanno sottovalutato il problema e fatto tutta una serie di passi sbagliati. Un caso apparentemente semplice che, affrontato in prima linea con la terapia classica, avrebbe avuto forse buon esito, è stato trattato con schema ibrido più blando e come conseguenza il linfoma di hodgkin si è rafforzato creando recidive e rafforzando la refrattarietà ad ogni tipo di soluzione, compresi anticorpi monoclonali brentuximab, nivolumab.. Dopo il fallimento anche del trapianto autologo, ora è rimasto solo l'allogenico.

Patologia trattata
Linfoma di Hodgkin I stadio, localizzato inizialmente solo sui linfonodi del collo.
Voto medio 
 
2.3
Competenza 
 
3.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
2.0

Linfoma non Hodgkin

Agosto 2018, raggiungo Mimano dal Salento per un consulto col Dott. Agazzi che, vedendo la diagnostica, mi dice di iniziare la terapia subito data l'estensione del linfoma, proponendomi di trovare un posto letto nel suo reparto presto, ma che di certo avrei dovuto trasferirmi a Milano per 6 mesi per le conseguenze probabili di chemio, febbre, trasfusioni, ecc., paventandomi una situazione terribile, spingendomi praticamente a curarmi al Sud.
Purtroppo, a causa del suo ritardo nel visitarmi, saltò un consulto già fissato con un primario di un altro eccellente nosocomio milanese e, depressi, io e mio marito ritornammo a casa chiedendo poi al reparto ematologia più vicino, di curarmi lì (soffrendo per i tempi e la forte tossicità della terapia per un anno, di cui ero perplessa perché non condivisa dalla comunità scientifica milanese). Nel controllo successivo (dopo 5 mesi) il Dott. Agazzi smentì che mi sarei potuta curare allo IEO, perché non c'era posto.

Patologia trattata
Linfoma non Hodgkin.
9 risultati - visualizzati 1 - 9  
 
 


Altri contenuti interessanti su QSalute