Ginecologia Ospedale Avellino

 
4.7 (48)

Recensioni dei pazienti

4 recensioni con 4 stelle

48 recensioni

 
(41)
 
(4)
 
(2)
 
(1)
1 stella
 
(0)
Voto medio 
 
4.7
 
4.7  (48)
 
4.6  (48)
 
4.8  (48)
 
4.8  (48)
Torna alla scheda

Filtra per malattia, intervento, sintomo

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
4 risultati - visualizzati 1 - 4  
 
Per Ordine 
 
Voto medio 
 
3.5
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
5.0

Miomectomia

Sono molto rammaricata nel dover scrivere questa recensione negativa, anche perché per ben due volte sono stata ricoverata in questa struttura: nel reparto di ginecologia e poi in quello di ostetricia. Del primo posso solo esprimere pareri positivi e ringraziare a vita il dott. Russo, perché è solo grazie a lui che, nonostante le diverse problematiche, mi ha operata a 17 settimane di gravidanza dopo un mese di ospedale (dal 26 dicembre al 24 gennaio) di mioma intramurale peduncolare, salvando me e la mia bambina. Ma non potrò mai ringraziare chi il 7 luglio 2017 alle ore 23.00 ha rifiutato di occuparsi del mio parto solo perché affetta da epatite C... Il dottore in questione entra in sala travaglio e innanzi all'ostetrica Anna (bravissima, professionale e impeccabile) la invita più volte ad usare guanti diversi e che lui non voleva toccarmi per controllare la dilatazione. Nonostante i dolori, più volte ho ripetuto al dottore che risultavo positiva ma avevo terminato la cura da 9 mesi e che è risaputo che per negativizzarmi devono passare anni e che non ero incosciente da fare un figlio senza essermi curata... Ma lui continuava a dire che per toccarmi aveva bisogno di indossare guanti più alti... Dopo avermi rotto il sacco e portata in sala parto, il dottore fa fare tutto alla ostetrica, lui mette solo un gomito sulla mia pancia per far uscire il corpo della bambina, ma al momento di suturare lui si é rifiutato, dicendo no per carità... In quel momento mi sono sentita peggio di una lebbrosa...
Ringrazio il dottor Russo che, nonostante la conoscenza di ciò, mi ha trattata come una persona sana... La prevenzione è tutto, ma il rispetto per chi si ha di fronte è ben altro.

Patologia trattata
Mioma intramurale peduncolare.



Voto medio 
 
4.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
4.0

Miomectomia riuscita

Sono stata operata da poco per un mioma uterino di 3 cm. in laparoscopia. Ringrazio il dott. Giovanni Russo per la professionalità e la competenza. Un grazie speciale anche al dott. Di Marco che mi ha distratta con una bella chiacchierata mentre mi praticava l'anestesia. Buona assistenza anche da parte delle infermiere del reparto.

Patologia trattata
Mioma uterino.
Voto medio 
 
3.5
Competenza 
 
3.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
1.0
Servizi 
 
5.0

Ringraziamenti

Sono stata ricoverata in reparto dal tre agosto all'undici di settembre per risolvere problemi riguardanti perdite continue; correvo il rischio di perdere la mia bambina, che nasce di 750 grammi e viene ricoverata nel reparto di neonatologia il cinque settembre. Ringrazio per la pazienza tutte le infermiere, un ringraziamento particolare va al dott. Ardovino ed al dott. Di Prisco, chi hanno salvato la mia piccolina... Ma nello staff ci sono anche delle "pecore nere"... due medici privi di umanità...
Il reparto comunque funziona benissimo.

Patologia trattata
Placenta previa e perdita di liquido amniotico.

Voto medio 
 
3.8
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Laparoscopia fallita

Leggo gli altri commenti entusiasti e non voglio far cadere la fiducia nel reparto. Il prof. Ardovino tiene molto all'igiene ed al confort delle pazienti.
Gli altri commenti parlano con entusiasmo della competenza, professionalità e comprensione di altri componenti del team.
Non entro nei dettagli perchè sarebbe troppo lungo. Vengo operata dal prof. Ardovino in laparoscopia per sospetta sactosalpinge. Esito dell'intervento: nulla a carico dell'utero ed annessi. Metto una pietra sopra l'accaduto mandando maledizioni mentali ai ginecologi e medici radiologi che avevano rilevato una formazione di ca 9x3 cm., in parte vascolarizzata, che avevano imputato alla salpinge di sinistra. Un anno più tardi un esame eseguito per un altro motivo rileva la presenza di una formazione in corrispondenza del'utero. Mi reco nello studio privato del prof. Ardovino. Mi dice: "Queste sono ombre, io ho visto". Mi visita e dice che non c'è niente. Pochi giorni dopo un altro ginecologo ed un altro medico radiologo, che non informo dapprima dei precedenti, rilevano una formazione di ca 10x4 cm. in parte vascolarizzata che segue il decorso della salpinge di sinistra. Mi viene consigliata la laparoscopia. Dato che non sento nuovi fastidi rispetto ai problemi di stitichezza che oramai avevo da poco prima dell'intervento precedente, decido di soprassedere e tenere la formazione sotto controllo. Un anno più tardi comincio a sentire dei fastidi e delle tensioni in addome sulla sinistra e decido di controllare la situazione. La formazione da "salsiccia" è diventata quasi un palloncino. L'esito della laparoscopia precedente forse influenza i medici ginecologi e radiologi, che non sanno indicare con certezza un punto d'inizio della lesione che sposta l'ovaio sinistro verso l'alto, poggia sul colon e sulla vescica. Dopo essere stata spaventata ben bene (può degenerare, crescere e divenire inoperabile) accetto la proposta di intervento in laparotomia in altro ospedale. Risultato: sono operata in laparotomia longitudinale per un "banale" mioma uterino peduncolato sul davanti dell'utero. Dimensioni: cm. 12x8. Come è potuto sfuggire alla laparoscopia del prof. Ardovino, che si vanta di averne levati anche più grossi del mio? Se non poteva essere operato in quel momento, poteva almeno essere diagnosticato? In fondo mi avevano fatto firmare per laparoscopia diagnostica!

Patologia trattata
Sactosalpinge.
4 risultati - visualizzati 1 - 4  
 
 


Altri contenuti interessanti su QSalute