Senologia Ospedale Santo Spirito Roma

 
4.7 (9)

Recensioni dei pazienti

8 recensioni con 5 stelle

9 recensioni

 
(8)
4 stelle
 
(0)
3 stelle
 
(0)
 
(1)
1 stella
 
(0)
Voto medio 
 
4.7
 
4.6  (9)
 
4.6  (9)
 
4.9  (9)
 
4.7  (9)
Torna alla scheda

Filtra per malattia, intervento, sintomo

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
8 risultati - visualizzati 1 - 8  
 
Per Ordine 
 
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Una grande efficienza!

Non pensavamo di trovare una così grande efficienza in una struttura del Servizio Sanitario Nazionale.
Ci siamo ritrovate entrambe a cominciare il nostro percorso presso lo screening senologico dell'Ospedale Santo Spirito.
Tutte le indagini sono state eseguite e seguite con enorme professionalità e umanità.
Ci siamo ritrovate all'intervento accompagnate dalla rassicurante, enorme professionalità del Dott. Pierluigi Bonatti.
Nel reparto abbiamo trovato grande disponibilità, umanità e preparazione in tutto lo staff che non ci ha lasciate mai sole.
Siamo ancora qui, in attesa di uscire per tornare finalmente a casa...
Grazie di cuore a tutti.

Patologia trattata
Tumore della mammella.



Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Il Reparto Senologia e Chirurgia della mammella

Reparto Senologia e Chirurgia della mammella dell’ospedale Santo Spirito di Roma: meglio il S.S.N. di qualsiasi clinica privata!
Al professor Pierluigi Bonatti, chiunque si sia trovato a conoscerlo, riconosce, oltre alla magistrale bravura tecnica e professionale di chirurgo, doti umane di sensibilità, gentilezza, disponibilità, psicologia ed empatia verso il paziente e i suoi familiari, che fanno loro superare nel migliore dei modi la malattia.
Egli riconosce subito, al primo sguardo, le sofferenze e le paure di ciascun paziente e, di ognuno, i lati deboli e i punti di forza su cui far leva per fare in modo che superi nel miglior modo possibile il difficile percorso che lo aspetta, alleviandolo il più possibile; lui ama veramente il suo lavoro, la sua missione verso le pazienti, ed è onnipresente dal momento in cui deve trovare le parole migliori per annunciare la brutta notizia della malattia, sia nell’indirizzare la paziente, grazie alla perfetta organizzazione dei reparti coinvolti, sia nelle pratiche burocratiche, sia nel percorso di chemioterapia precedente l’intervento, sia nelle cure a questo posteriori: una organizzazione perfetta che libera il malato dalle incombenze pratiche e burocratiche che, in altri ospedali pubblici e privati, spesso, si aggiungono alla disperazione della malattia.
Tutto questo grazie alla perfetta sincronia tra i vari reparti e di tutti coloro che in questi “lavorano”, tra virgolette perché, ciò che costoro fanno, è tanto amorevole e affettuoso da farti sentire quasi in una famiglia, sempre col sorriso sulle labbra e tanta gentilezza, cosa che supera la semplice enorme professionalità ivi esistente, e che ti fa sentire una persona e non un numero: prima di entrare in sala operatoria, già sedata sulla barella, ho visto passare una infermiera che mi aveva curato in medicheria e, salutandola con un cenno della mano, me la sono vista arrivare sorridente e chiedermi se poteva darmi un bacio... Questo solo per fare un esempio, perché, per una magica coesistenza di dedizione verso il malato che non avrei mai potuto immaginare prima di conoscerla, “tutti” coloro che lavorano in questi reparti, le signore delle pulizie, chi lavora nel vettovagliamento, i barellieri portantini, gli infermieri, i tecnici dei macchinari per gli esami, le caposala, gli addetti all’amministrazione, la psicologa, tutti i medici, hanno in comune questa attenzione speciale e importantissima verso il paziente: chi ti saluta quando arrivi chiamandoti per nome, chi ti fa un sorriso o ti manda un bacio...
Nel dolore della malattia trovi, accomunato alla grande professionalità, tanto affetto  ed empatia che ti aiutano ad andare avanti con ottimismo.
Inoltre l’igiene, la pulizia e l’organizzazione delle sale del reparto Senologia, medicheria, chirurgia “Week Surgery”, non hanno nulla da invidiare a quelle della migliore clinica privata.
Tale organizzazione non penso possa essere casuale, ma che discenda da una intelligenza organizzativa, superiore, nel creare un ambiente pieno di sinergie positive...
Per tornare al Professor Bonatti, lui è, anche materialmente, dopo l’intervento, onnipresente nel reparto chirurgia, giorni feriali o festivi che siano, dalla mattina alla sera tardi, fino a darti la buonanotte, dopo averti chiesto come stai e aver risposto ad ogni tua domanda o ad ogni tuo dubbio.
Un medico che non solo “ti dà” il suo numero di telefono del cellulare; che non solo “ti risponde” al cellulare per fugare ogni dubbio; che non solo “non ti fa pesare di averti risposto”, che non solo se, non ricevendo risposta dopo pochi squilli tu, per non disturbarlo, attacchi pensando di richiamare quando sia libero, “ti richiama lui”!  e che, quando tu lo ringrazi stupita, sembra lui sinceramente stupito del tuo stupore, come se fosse normale la sua disponibilità!!
Il “medico” dell’immaginario collettivo, il medico che tutti i malati vorrebbero incontrare ma che, finora, io pensavo fosse solo una chimera...
Susanna, operata settembre 2019.

Patologia trattata
Carcinoma seno.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Meglio di così...

Mi sono operata a fine maggio. Tutto super. Mi sembrava di essere seguita privatamente ed anche la guarigione è molto veloce anche per il clima di positività. Il Prof. Pierluigi Bonatti poi è un medico speciale, il medico dei nostri sogni. Un angelo custode.

Patologia trattata
Cancro alla mammella.

Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Ottima organizzazione e tanta umanità

Sono stata operata per tumore alla mammella a fine maggio 2019. Grazie al Dott. Pierluigi Bonatti ho affrontato l'operazione a testa alta e da subito non mi sono sentita una malata. Non tante parole, ma tanta umanità e professionalità. Anche tutti gli altri, dal portantino all'infermiere, sono stati tutti molto comprensivi e sempre con un sorriso. Addirittura la signora delle pulizie che ho incontrato nel tragitto fino alla sala operatoria, mi ha fatto in bocca al lupo ed un gran sorriso. Mai sono stata in contatto diretto con il chirurgo, che a tutti i suoi pazienti lascia il cellulare per una risposta a eventuali domande. Dire grazie non basta, ma sono certa che il loro comportamento mi aiuterà a superare questo intoppo di percorso.

Patologia trattata
Tumore alla Mammella.
Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
4.0

Angeli al lavoro!

Ho ancora il drenaggio, ma desidero esprimere tutta la mia gratitudine per quanto affrontato fino ad ora. Dal primo incontro con il chirurgo Prof. PierLuigi Bonatti e la Dott.ssa Dalila Serafini, ho avuto l'impressione di trattare con persone di grande umanità e competenza. Confrontandomi con altre pazienti credenti abbiamo avuto tutte l'impressione di veri e propri Angeli. Professionisti instancabili, presenti, modesti per la loro evidente professionalità, sempre empaticamente volti al bene altrui, con una rara e squisita sensibilità. Una équipe organizzatissima per dare il massimo ai pazienti e contemporaneamente per donare il meglio a una struttura pubblica degna di questo nome. E' importantissimo il contributo dell'anestesista e del chirurgo plastico Dott. Giovanni Dal Pra. Indimenticabili quei volti del personale paramedico dotato di spiccata umanità, come quello dell'infermiere Antonio e di Maddalena, addetta alle pulizie. Per chi dovesse affrontare un percorso chirurgico, secondo la mia esperienza, non potrebbe capitare meglio di così. Seguiti in tutto il percorso, dallo screening, al ricovero, intervento e post operatorio.
Un centro così ben funzionante dovrebbe avere anche la possibilità di effettuare tutte le ricerche diagnostiche in sede, scintigrafia inclusa, ma questo non dipende certo dalla volontà degli operatori.

Patologia trattata
Carcinoma in situ mammella sx.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Senologia e oncologia centro d'eccellenza

Nel 2014 mi è stato diagnosticato un carcinoma al seno (avevo 37 anni appena compiuti) ma, nella sfortuna, ho avuto l'enorme fortuna di capitare al Santo Spirito. Farò nomi e cognomi perché in questo ospedale non solo mi hanno salvato la vita, ma ci sono medici ed infermieri che svolgono queste fondamentali professioni con immensa dedizione, impegno e soprattutto ciò che ogni paziente si aspetterebbe da un medico: UMANITÀ ED EMPATIA.
Il referto della mia biopsia è risultato negativo, ma il Dott. Francesco Tozzi non era convinto ed è andato avanti con ulteriori esami. Purtroppo aveva ragione, ma lo ringrazierò per il resto della mia vita per aver scoperto un mostro piccolissimo ma molto aggressivo. Se non avessi incontrato lui, quasi sicuramente quel referto sarebbe stato messo da parte ed io non sarei qui. Poi è arrivato un angelo in camice bianco, il dottor Bonatti Pierluigi, chirurgo senologo e direttore dell'ambulatorio di senologia, il quale mi ha dato la notizia nel modo più delicato e umano possibile, incoraggiandomi a lottare e facendomi sentire che non sarei stata sola. Dovevo affidarmi e avremmo lottato insieme. Alla fine di quel terribile momento mi ha dato il suo numero di telefono raccomandandosi di chiamarlo per qualunque dubbio! Ha persino abbracciato mia madre che piangeva in sala d'aspetto e le ha dato tutto il coraggio che le serviva!
In altri ospedali di Roma riesci a sapere a mala pena il nome di chi ti ha visitato e se vuoi rintracciare lo stesso medico, non sai a quale Santo votarti!
Al suo fianco un altro angelo, la dottoressa Serafini Dalila. Meravigliosa e con gli stessi modi umani e incoraggianti. Mi hanno presa per mano e mi hanno condotta fuori dal tunnel in un lungo e doloroso cammino.
LA SENOLOGIA DEL SANTO SPIRITO DEVE ESSERE UN VANTO PER LA SANITÀ ITALIANA. Da paziente non mi sono occupata di nulla. Hanno fatto tutto loro, persino 2 corsi di fisioterapia, il supporto di un'oncopsicologa, la bravissima dottoressa Sola Antonella e 2 esami genetici al Gemelli. Il Day hospital di oncologia poi è stato allo stesso livello di professionalità e umanità. Sottoporsi alla chemioterapia per mesi è terribile, ma al Santo Spirito tutto il personale riesce a trasmetterti positività, a strapparti un sorriso anche con una flebo al braccio e a farti sentire che sono tutti con te. Le mie oncologhe, le dottoresse Stani Simonetta e Sini Valentina sono  piene di passione per il loro lavoro e ogni loro gesto è per il bene dei loro pazienti. È questo che si sente. Io non sono mai stata un numero. Tuttora quando mi incontrano mi chiamano "Silvietta". Gli infermieri che ti iniettano quel veleno rosso che ti fa cadere i capelli, ma ti salva la vita sono unici. Solo persone così speciali possono ricoprire un ruolo così delicato e importante: Giulia, Ilaria, Simone, Antonella..
Anche nel reparto di week surgery ti senti accudito e tranquillo. Ho subìto 5 interventi e anche gli infermieri del reparto sono stati all'altezza della situazione. In particolare i "veterani" Angelo e Mauro, assistenti del Dott. Bonatti e della Dott.ssa Serafini.
Tutti, proprio tutti, hanno fatto sì che nel mio lungo e doloroso percorso di almeno un anno e mezzo io potessi essere forte come mai avrei immaginato e mi hanno curato con la medicina più efficace:il sorriso. Grazie di cuore a tutti per essere l'incarnazione dei medici e degli infermieri ideali. Così dovrebbero essere tutti coloro che vengono a contatto con chi sta soffrendo.

Patologia trattata
Ka mammario.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Quadrantectomia

Il Dr. Bonatti è un "family Doc": umanità e professionalità a tutto campo come un pacchetto dono incartato da gentilezza, sorrisi ed ironia. Aspetti questi che caratterizzano di conseguenza tutto il personale del reparto di oncologia, dagli infermieri, portantini, cuoche, pulizie. Il personale in sala operatoria, meticoloso e attento, rispecchia il lavoro di cucitura e tessitura.
Cosa accade poi quando si entra in contatto del centro di chemioterapia? Tanti casi e troppi da seguire... il personale andrebbe supportato con altro personale specializzato per non far gravare il duro lavoro dei medici e degli infermieri e tirocinanti; aumentare il personale garantirebbe meno fatiche che appesantiscono un lavoro così sfibrante, anche se la serenità regna sovrana.

Ringrazio di tutto e tutti.
Dr. Bonatti e dr. Serafini THE BEST.

Patologia trattata
Carcinoma duttale infiltrante mammario.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Dott. Bonatti senologia

Sono stata operata al seno per un tumore dal dottor Bonatti. È una persona splendida, molto preparata e molto umana e disponibile verso i pazienti e verso i parenti. Tutti i medici dovrebbero essere come lui. Spero che a nessuno serva ma, in caso contrario, vi consiglio di affidarvi a lui.

Patologia trattata
Tumore mammario.
8 risultati - visualizzati 1 - 8  
 
 


Altri contenuti interessanti su QSalute