Chirurgia Epatobiliare San Raffaele

 
4.9 (98)
Scrivi Recensione
Il reparto di Chirurgia Generale Epatobiliare dell'Ospedale San Raffaele di Milano, Istituto Scientifico Universitario situato in Via Olgettina 60, ha come Primario il Prof. Luca Aldrighetti. L'attività è dedicata al trattamento integrato delle patologie maligne e benigne del fegato di interesse chirurgico, con prioritaria e specifica attenzione alla patologia tumorale primitiva (epatocarcinoma, colangiocarcinoma, neoplasie rare) e secondaria (metastasi epatiche da neoplasia colorettale, da tumore neuroendocrino, da neoplasie non colorettali non neuroendocrine) del fegato e delle vie biliari (colangiocarcinoma extraepatico, perilare e distale). La recente e rilevante evoluzione delle tecniche e delle tecnologie della chirurgia del fegato nonché le notevoli complessità delle tematiche riguardanti la patologia tumorale del fegato, impediscono il più attuale, idoneo ed integrato trattamento del paziente portatore di neoplasia del fegato in un contesto di chirurgia generale non spe cificamente dedicato. Per questo motivo, la U.O. è caratterizzata da risorse umane e strutturali che sono state esclusivamente destinate – nel corso di oltre un decennio - a realizzare una estensiva competenza in ogni ambito della chirurgia epatica, con una casistica di quasi 4000 resezioni epatiche (attualmente circa 350 resezioni/anno di cui due terzi realizzate con approccio mini-invasivo) includenti ogni tipologia di resezioni epatiche convenzionali (epatectomie maggiori, epatectomie minori, resezioni di risparmio parenchimale ecoguidate) nonché programmi specifici di resezioni estensive (epatectomie in due tempi, ALPPS) e resezioni mini-invasive laparoscopiche e robotiche. Il Programma di Chirurgia Mini-Invasiva del Fegato, (Chirurgia Laparoscopica e Chirurgia Robotica del Fegato), che conta attualmente oltre 1700 resezioni eseguite, è attivo da circa 15 anni e la UO Chirurgia Epatobiliare occupa in quest’ambito una riconosciuta leadership nazionale ed internazionale. Es so prevede, oltre alla tecnica laparoscopica convenzionale, la disponibilità della tecnologia robotica: per quest'ultima sono previste due sedute operatorie settimanali appositamente dedicate per offrire a casistica di alta complessità la possibilità di intervento mini-invasivo, con i tutti i conseguenti benefici per il singolo paziente e la comunità. Questo progetto consente di eseguire circa 150 resezioni epatiche robotiche all’anno, ponendo l’Unità di Chirurgia Epatobiliare OSR al primo posto in Italia e tra i primi al mondo per numero per volume di attività, completando le possibilità di chirurgia mini-invasiva del fegato. Il volume e l’intensità dell’attività chirurgica è centrata sulle esigenze del paziente, affinchè i tempi di attesa siano contenuti ed adeguati alla severità della diagnosi ed alla conseguente necessità di un trattamento sollecito, efficiente, efficace. Particolare attenzione viene costantemente posta alla multidisciplinarietà di approcci o al paziente portatore di neoplasia epatica, con la definizione dell’iter diagnostico-terapeutico per ogni singolo paziente da parte di team multidisciplinare – includente chirurgo epatico, oncologo, epatologo medico, radiologo interventista, radioterapista – nel corso di specifico meeting settimanale (MMEB – Meeting Multidisciplinare EpatoBiliare). E’ stato inoltre creato un team specifico (team DUCA: Disease Unit ColangiocArcinoma), per la diagnosi e la definizione della strategia terapeutica per il colangiocarcinoma, intraepatico ed extraepatico: il gruppo di lavoro segue un protocollo dedicato offrendo ai Pazienti un trattamento multimodale multidisciplinare con le più innovative tecnologie e terapie oncologiche. Questo approccio multidisciplinare e dedicato ha consentito di ottimizzare i risultati oncologici e attenuare significativamente i rischi della chirurgia. In questo modo si creano le basi per un lavoro interdisciplinare, indispensabile per ottimizzare le pr estazioni di diagnosi e cura. Indipendentemente dalla fase della malattia e dalle esigenze terapeutiche, le figure professionali non sono più separate in strutture che trattano isolati aspetti della medesima malattia, ma collaborano all’interno del medesimo gruppo, intervenendo nelle diverse fasi del trattamento. Nell'ambito dell'approccio olistico al paziente, obiettivo prioritario, oltre alla cura della malattia epatica, è il recupero funzionale postoperatorio precoce, volto a minimizzare l’impatto dell’intervento e dell’ospedalizzazione sulla qualità di vita. Il nostro team epatobiliare ha sposato l’idea di un lavoro d’èquipe (chirurgo, anestesista e infermiere con una specifica competenza negli interventi sul fegato e sulle vie biliari - navigator nurse) volto a migliorare e ad ottimizzare l’assistenza clinica nell’ambito del programma ERAS (Enhanced Recovery After Surgery). Fanno parte dell'equipe dell'unità operativa i dottori Marco Catena, Francesca Ratti , Federica Cipriani, Antonella Tudisco e Gianluca Fornoni, la research nurse Laura Frisardi e la navigator nurse Pertshanush Stepanyan.

Recensioni dei pazienti

98 recensioni

 
(94)
 
(3)
 
(1)
2 stelle
 
(0)
1 stella
 
(0)
Voto medio 
 
4.9
 
5.0  (98)
 
5.0  (98)
 
4.8  (98)
 
4.9  (98)
Visualizza tutte le recensioni

Filtra per malattia, intervento, sintomo

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Gli angeli con le mascherine

Il titolo la dice lunga.
"Angeli con le mascherine", persone di cui per un mese ho visto solo gli occhi... Da quegli occhi cercavo di prendere tutto quello che potevo, maggiormente sorrisi - e me ne facevano tanti..
A marzo 2022 scopro di avere un carcinoma al fegato. Il mondo si ferma, la mia vita si ferma. Come un naufrago che cerca terra in mezzo al largo dell'oceano, cerco chi potesse salvarmi la vita, perché é così che ci si sente. Prenoto 2 visite per scegliere dove operarmi: una al San Raffaele di Milano e una al Gemelli di Roma.
Con le poche forze che avevo mi reco alla prima, dove conosco di persona il primo angelo con la mascherina, il professor Luca Aldrighetti. Stavo talmente male che alla visita dovevano andare solo i miei genitori, ma qualcosa mi spinse a farmi forza e conoscerlo di persona! Io dovevo assolutamente parlarci. Ricordo che prese carta e penna disegnando su un foglio il tipo di intervento. Quanti anni ha Federica? 30 risposi. E davanti ai miei 30 anni lui fu TEMPESTIVO. Ho firmato il modulo della visita chirurgica chiedendo a mia madre di cancellare quella al Gemelli. Non c'era bisogno di sentire 2 campane. Io avevo già scelto. Si parlava solo di lui nei corridoi, al bar dell'ospedale, negli ascensori... e se mai leggerà questa recensione, é bene che lo sappia! Si parla di lui come una eccellenza in carne ed ossa.
Mi operano e, data l'importanza del mio intervento di epatectomia destra, la mia degenza dura un mese. Dire che é stato facile mentirei, ma dire che mi hanno rimessa a NUOVO é poco.. é più il fegato che mi hanno tolto che quello che mi é rimasto, ma non hanno mai smesso di prendersi cura di me e della mia ripresa, nè di avere infinita pazienza,
di rassicurarmi, di sorridermi. Grazie é riduttivo. In questo reparto non sei un numero, non sei un letto, sei una persona con un problema che loro vogliono a tutti i costi risolvere. Potrei scrivere per ore dei miei angeli con la mascherina! Delle dottoresse Cipriani, Tudisco, Ratti, dei dottori Catena e Fornoni; degli specializzando bravissimi seppur giovanissimi; delle carezze della Pergi.
Ma soprattutto di LUI. Il mio chirurgo custode.
Mi auguro che la mia recensione sia di aiuto a chi sta cercando la sua àncora di salvezza.
Mi auguro che vi incoraggi ad affidarvi come ho fatto io. Cadere nelle mani sbagliate é molto facile. Rimanere stupiti da una recensione e tirare un sospiro di sollievo anche!
Con immenso affetto,
Federica La Rocca - a quasi 4 mesi post operazione.

Patologia trattata
Epatocarcinoma.


Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Ringraziamenti al Prof. Aldrighetti ed equipe

Posso solo ringraziare infinitamente il Prof. Aldrighetti e il suo meraviglioso staff, che mi hanno accolto e assistito sempre con grandissima professionalità e umanità.
In particolare ringrazio di cuore il prof. Aldrighetti che da subito mi ha dato informazioni, spiegazioni e ulteriore motivazione nella lotta contro "l'ospite indesiderato", infondendomi una sicurezza con spirito quasi paterno. Con il suo staff mi ha guidato nel percorso fino all'intervento chirurgico, che ho affrontato sentendomi sicuro di essere nelle "mani giuste".
Intervento di resezione del VI-VII segmento epatico + emicolectomia destra.
Sono contentissimo dei risultati ottenuti e del decorso post-operatorio, non posso che ringraziare di cuore il Prof. Aldrighetti, la Dott.ssa Cipriani, la Dott.ssa Ratti, la Dott.ssa Tudisco, la Pergi, tutto il team medico e gli infermieri che mi hanno aiutato in questa parte del mio percorso, eliminando "l'ospite indesiderato" da colon e fegato...
Con il Prof. Aldrighetti i sogni possono diventare realtà!
Ancora GRAZIE di cuore a tutti.

Patologia trattata
Adenocarcinoma del colon con metastasi a fegato e polmoni.
Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
5.0

Lotta al cancro insieme agli angeli del S.Raffaele

Equipe fantastica. Ringrazio di cuore il prof. Aldrighetti, la dottoressa Tudisco, la Pergi, tutta l’equipe medica e gli infermieri che mi hanno dato una speranza ed aiuto nella mia lotta.
In questi momenti di difficoltà, anche avere persone vicine professionalmente, preparate e generose nell’assisterti, aiuta a rimanere concentrati per l’unico obiettivo di reagire e non mollare mai!
Grazie di cuore.

Patologia trattata
Adenocarcinoma del sigma-colon con metastasi al fegato.


Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Grazie a tutta l'equipe del Prof. Aldrighetti

Mio padre è stato operato il 19 gennaio dal Prof. Aldrighetti, dopo due anni di calvario trascorsi tra un ricovero e l'altro c/o vari ospedali della sicilia, in cui nessun medico aveva la più pallida idea di come risolvere il suo problema.
Io non so come ringraziare il prof. e tutta l'equipe del reparto epatobiliare del San Raffaele.
Tutto ha inizio due anni fa, con febbri altissime e violente, i tanti ricoveri, le infezioni che via via diventavano più aggressive fino ad arrivare alla setticemia del mese di novembre del 2021.
Mio padre era ormai debilitato dalle tante terapie antibiotiche che all'ospedale di Cefalù avevano somministrato come cura al suo problema.
Cure sbagliate... che hanno invece debilitato il fisico di papà e di fatto reso ancora più aggressivi i batteri.
Finalmente contatto il prof., che prontamente ha risposto alla mia richiesta di aiuto.
Mio padre doveva essere operato con urgenza: la parte sinistra del fegato era ormai atrofizzata dalle tante infezioni e ascessi, così come la via biliare era infetta da batteri multiresistenti.
L'intervento è stato un po' lungo, ma necessario.
Il post intervento pesante e sofferente, ma papà è stato paziente ad aspettare che la guarigione arrivasse.
Adesso sta bene e lentamente si sta riprendendo.
Ringrazio il Prof. Aldrighetti, tutta l'equipe e in particolare il grande dott. Fornoni, che ha sempre risposto ad ogni mia email di richiesta notizie.
Ringrazio il dott. Catena, sempre disponibile e chiaro nelle sue spiegazioni.
Ringrazio la cara Pergi per avermi sempre incoraggiata con un parola di conforto.
Sono felice di avere incontrato i medici del San Raffaele, senza di loro papà non sarebbe più con me.
Che Dio benedica le loro mani attente e sempre protese ad aiutare i più bisognosi di cure.
Con affetto.

Patologia trattata
Colangiti batteriche ricorrenti con ascessi al fegato complicate da batteri multiresistenti.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Ringraziamenti

Vorrei esprimere i miei più sinceri ringraziamenti e complimenti a tutto il personale medico e paramedico del reparto di Chirurgia Epatica per l'alta professionalità e l'attenzione umana che mi sono state prestate nel periodo di degenza appena concluso.
Grazie di cuore.

Patologia trattata
Colangiocarcinoma.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

GRANDE PROFESSIONALITÀ E UMANITÀ

A febbraio mia mamma di anni 84 è stata operata per un adenocarcinoma del coledoco distale dal Prof. Luca Aldrighetti; l’operazione è andata bene ma, vista l’età di mia mamma, purtroppo sono sorte delle complicanze, risolte in tempi brevi dall'intervento in modo tempestivo da parte dell’intero staff del reparto epatobiliare, che non smetterò mai di ringraziare.
Il Professore Luca Aldrighetti è una persona eccezionale, ha dato la forza a mia mamma di reagire. Ringrazio anche il dott. Gianluca Fornoni per la disponibilità data a tutte le mie domande, la dottoressa Federica Cipriani e l’intero staff, compresi gli infermieri, che sono sempre stati vicini a mia mamma anche con un semplice sorriso. Ringrazio Pergi per essermi stata vicina nei momenti più bui sempre con una parola di conforto.
Grazie di tutto!!!

Patologia trattata
Adenocarcinoma del coledoco distale.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Il prezioso regalo del tempo di vita

Ho contattato il professore Luca Aldrighetti a dicembre del 2021, per via di mia sorella Maria Giovanna. In seguito alla manifestazione del fuoco di Sant'Antonio (con esordio a Giugno 2021) che tardava a risolvere, osservando anche inappetenza, dimagrimento e spossatezza insieme ad uno svenimento anomalo, insisto per farle fare degli accertamenti diagnostici, tra cui il marker tumorale ca19, che risulta positivo insieme alle Ggt alte. Parte un lungo iter diagnostico che oscilla per mesi tra l'ipotesi di colangite e colangiocarcinoma.
Contatto il professore Aldrighetti, dietro consiglio di un amico medico, con la richiesta di una presa in carico: era infatti necessario fare un'ecoendoscopia. Il professore mi chiama di domenica mattina, mi chiede di mandargli subito gli esami che avevamo effettuato (Tac e risonanza) e mi richiama dopo averli esaminati un'ora dopo. Il tutto, ripeto, di domenica... cosa che mi fa subito intuire di essere capitata in mani ottime. E l'intuizione si è trasformata in certezza nei mesi successivi, nell'osservare con quanta cura, attenzione, competenza e, soprattutto, delicatezza empatica, il professore si sia dedicato a noi.
Il Professore è un luminare a livello internazionale e questo lo racconta meglio di me il suo curriculum strepitoso, che vi invito a visionare; ma il curriculum non racconta l'aspetto umano che per me è stato essenziale, soprattutto quando il sospetto di colangiocarcinoma è stato confermato: neoplasia di Klatskin.
Io ho sempre avuto bisogno di avere un contatto diretto con il professore che, pazientemente, non me lo ha mai negato, pur avendo ben altro di cui occuparsi che rassicurare me. Ha risposto alle mie email nei momenti critici del post-intervento, che ci sono stati e che sono stati comunque egregiamente gestiti dall'equipe. Ha risposto ai miei messaggi finanche da New York. Questo per me è stato fondamentale, un inestimabile valore aggiunto alla straordinaria competenza chirurgica e professionale e di ricerca per la quale è noto. E poi è anche simpatico, guarda un po'.
Ieri abbiamo ricevuto la buona notizia di un istologico favorevole. La neoplasia era, per fortuna, in una fase precoce ma, anche se la situazione fosse stata più grave come, in tutta onestà, mi aspettavo, io avrei avuto la certezza di trovarmi al posto giusto, con le persone giuste. Mi sento di dire anche di non spaventarvi se ci saranno complicazioni nel vostro percorso, sono previste, sono ben gestite da tutta una equipe.
Grazie al Professore del mio cuore.
Grazie,però, anche a Pergy, che ha risposto sempre alle mie domande e che ha il raro dono di saper rassicurare chiunque nei momenti più bui. Pergy è morbida delicatezza.
Grazie a tutta l'equipe, alla dottoressa Cipriani e dottoressa Todeschi, alla dottoressa Ingallinella e dottoressa Gasparini che erano in turno nelle ore più ostiche, quando mia sorella è andata in coma per qualche giorno; al loro lato umano che mi ha sostenuta non poco.
Grazie al dottor Fornoni e alla sua qualità aggiunta di chiarezza esplicativa, oltreché portatore di buone notizie:-)
Grazie a Maria Scinu, infermiera instancabile, attenta a tutto senza rinunciare al sorriso.
Grazie agli Oss che hanno il contatto più intimo con il paziente, non ricordo il nome di tutti, mi è rimasta nel cuore Emma.
Grazie di aver fatto a me e mia sorella il regalo inestimabile di altro tempo di vita insieme.

Patologia trattata
NEOPLASIA DI KLATSKIN - epatectomia destra laparotomica, resezione del Carrefour biliare e colecistectomia, linfadenectomia stazioni addominale 8 e 12.
Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
4.0

Adenocarcinoma colon retto con metastasi epatica

Mio papà è stato sottoposto a bonifica della parte sinistra, una procedura per isolare la parte destra del fegato e in un secondo step dopo un mese è stato sottoposto ad epatectomia del lato destro. Nel mio paese mi avevano detto che era inoperabile. Dopo qualche mese purtroppo la malattia si è ripresentata e dopo pochi cicli di chemio il dott. Aldrighetti è nuovamente intervenuto sul fegato bonificando le piccole metastasi che si erano ripresentate. Ovviamente anche questo impensabile per molti medici.

Ci sono molti aspetti che mi piacerebbe sottolineare che riguardano il reparto tutto:
1) la capacità di saper accettare sfide che altri avevano abbandonato;
2) l'ottimo lavoro di squadra: non solo un chirurgo o più chirurghi specializzati che operano, ma anche un reparto che si dà un gran da fare per assistere il paziente nel post operatorio;
3) la capacità di pensare il paziente come una persona... umanizzando la cura, che è un bel concetto che in molti professano ma in pochi mettono in pratica, non dimenticando che è importante l'obiettivo, ma anche il percorso.

Patologia trattata
Adenocarcinoma colon retto con metastasi al fegato.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

L’eccellenza mondiale siete voi!

Scrivo questa recensione per tutti quelli che come me si trovano ad affrontare queste situazioni.
Già da quasi due anni mio padre è seguito egregiamente presso il reparto di Chirurgia epatobiliare diretto dal grandissimo Prof. Aldrighetti, dove è stato sottoposto per ben due volte a due interventi di rimozione di HCC su cirrosi. Ad ogni visita di follow up veniamo accolti sempre con grande professionalità ed empatia. Il Prof. Aldrighetti, con la sua simpatia, è sempre pronto a sdrammatizzare i momenti più difficili, facendo sentire il paziente come a casa, venendo incontro ad ogni esigenza dello stesso con gentilezza e professionalità.
Volevo citare anche la splendida e meravigliosa Dott.ssa Federica Cipriani, sempre disponibile a chiarire ogni nostro dubbio, approcciandosi al paziente calorosamente ma allo stesso tempo con professionalità.
Un grazie di cuore anche a Pergi, punto fondamentale per l’assistenza del paziente anche dopo le dimissioni.
Io purtroppo, vivendo all’estero, non ho la possibilità di seguire mio padre in maniera scrupolosa, ma il fatto di averlo affidato a questa splendida èquipe mi fa sentire come se fossi in Italia.
L’eccellenza siete voi!

Patologia trattata
HCC su cirrosi.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Equipe eccezionale

Nel mese di Novembre, facendo casualmente un'ecografia, ho scoperto la presenza di un nodulo epatico al 7° segmento. Ho effettuato la Tac e si è evidenziata la presenza di un epatocarcinoma. Ovviamente è stato un brutto colpo. In Sicilia, regione dove abito, c'è un centro di eccellenza - l'Ismett - dove ho subito chiesto a diversi medici chi fosse il numero uno in Italia in questo ambito. Siamo stati indirizzati al San Raffaele dal Prof. Luca Aldrighetti. Mai scelta fu più azzeccata! Il professore è una persona estremamente competente, gentile e con una grande umanità. Mi ha visitato a fine Dicembre chiarendomi in maniera dettagliata le varie fasi dell'intervento. Ha evidenziato gli ipotetici rischi ma mi ha rassicurato sulla fattibilità dell'intervento con la tecnica mini-invasiva. A metà Gennaio sono stato operato con tecnica robotica. L'operazione è andata benissimo, già il giorno dopo ero in piedi e riuscivo ad alimentarmi. Dopo 3 giorni sono stato dimesso. Se state leggendo questa recensione sicuramente siete alla ricerca di qualcuno che può aiutarvi nel modo migliore. Il professore Aldrighetti ed il suo staff sono davvero un'eccellenza in campo internazionale. Un grazie davvero di cuore al caro professore Aldrighetti, al Dott. Catena, alla Dott.ssa Cipriani, alla Dott.ssa Ratti, al Dott. Fornoni e a tutto l'incredibile staff.
Purtroppo la pandemia non ha consentito ai miei cari di potermi visitare nei giorni di degenza, ma sono stato seguito dallo staff infermieristico in maniera eccellente. Un grazie speciale alla cara Pergi, che dal giorno in cui ci siamo conosciuti al colloquio pre-operatorio fino ad oggi, è una presenza costante ed affettuosa. Ha continuato a telefonare anche a casa quasi giornalmente per accertarsi delle mie condizioni, sempre con una grande professionalità e con grande umanità. Quando ci si imbatte in situazioni come la mia, si rimane un po' spiazzati e non si sa come muoversi, ma grazie a Dio esistono angeli sulla terra che riescono a farti tornare il sorriso. Grazie!!!

Patologia trattata
Epatocarcinoma.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Tanta professionalità e umanità

A inizio novembre abbiamo scoperto improvvisamente che mia mamma era affetta da colangiocarcinoma ilare.
Siamo entrati in contatto con il Prof. Aldrighetti e la sua equipe dopo aver ricevuto da altre strutture solo dei "no", "non è possibile operare", "noi non possiamo fare niente".
Il professor Aldrighetti e la sua equipe ci hanno permesso di tonare a sperare. Hanno salvato la vita di mia mamma.
Dopo un lunghissimo e complicato intervento ("epatectomia destra allargata con resezione carrefour biliare e anastomosi bilio-digestiva"), il tumore è stato completamente rimosso.
Il decorso post operatorio si è svolto senza complicanze. Durante tutto il decorso mia mamma ha sempre avuto un'assistenza continua e vigile da parte degli infermieri e di tutti gli operatori sanitari.
Infinite grazie a tutta la equipe.
In primis al prof. Aldrighetti per la sua professionalità e umanità che, nonostante il ruolo che ricopre, è sempre disponibile con i pazienti. Un grazie anche alla dottoressa Ratti che ha sempre risposto a ogni nostra domanda con professionalità ed empatia.
Per ultimo, ma non per ordine di importanza, un grazie a Pergy, che ha seguito mia mamma con affetto e professionalità continuando a preoccuparsi della sua salute anche dopo le sue dimissioni.
Grazie davvero di cuore.

Patologia trattata
Colangiocarcinoma ilare (Tumore di Klatskin).
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

L'eccellenza scientifica e l'umanità: un connubio

La malattia rende le persone vulnerabili e tristi; l'unico modo per affrontare un possibile percorso di guarigione è quello di affidarsi a specialisti di assoluto valore scientifico come il prof. Aldrighetti e la sua equipe. Quando poi tale valore è unito dalla capacità di empatia, vicinanza e rassicurazione verso il paziente, allora è possibile affrontare ogni cosa con coraggio e qualche sorriso. La ciliegina sulla torta è Pergi, che accompagna il paziente dopo l'intervento con infinita dolcezza e grande professionalità.

Patologia trattata
Tumore colon.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

CHIRURGIA EPATO-BILIARE

Embolizzazione di angioma e successivo intervento chirurgico di epatectomia sinistra laparoscopica.
Un ringraziamento a tutta l'equipe della Chirurgia epato-biliare per la professionalità dimostrata. Un ringraziamento speciale alla Dott.ssa Francesca Ratti, non solo per la competenza, ma anche per la profonda umanità dimostrata.

Patologia trattata
Angioma emifegato sx.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

GRANDE PROFESSIONALITÀ E UMANITÀ

Nella storia della mia malattia ho avuto la Fortuna con la F maiuscola di incontrare il prof. Aldrighetti e tutto il suo staff, persone umane, di grande competenza e professionalità.
Sono stata indirizzata a fine agosto 2021 al S. Raffaele dall'ospedale in cui ero in cura per metastasi nel fegato diagnosticata a marzo 2021.
Sono stata operata dal Prof. Aldrighetti e dalla sua èquipe a ottobre 2021. All'esito dell istologico è arrivata una doccia fredda, quella che a marzo 2021 era stata diagnosticata (da un altro ospedale) come metastasi, era invece un colangiocarcinoma epatico. In questa situazione abbiamo ricevuto tutto il sostegno e la disponibilità del team multidisciplinare, che ha collaborato per inquadrare il mio caso.
A seguito della diagnosi di colangiocarcinoma, era necessario ed indispensabile effettuare un intervento di linfadenectomia, così mi sono riaffidata a inizio gennaio 2022 al reparto epatobiliare per procedere al secondo intervento.
Ringrazio infinitamente il Prof. Aldrighetti per la sua professionalità e umanità, una persona che, nonostante il ruolo che ricopre, è sempre disponibile per i suoi pazienti. Grazie alle sue competenze mi ha permesso di effettuare la cura migliore e inquadrare correttamente la mia malattia.
Ringrazio la dottoressa Ratti, che non ha mai esitato a rispondere a ogni mia domanda.
Ringrazio tutti i medici, gli infermieri, Oss e Osa che lavorano presso il reparto Epato-biliare del San Raffaele, sempre presenti e disponibili.
Un grazie infinito e di cuore a Pergy, che mi è sempre stata vicina e dato supporto (e anche sopportato) dal giorno in cui l'ho incontrata fino ad oggi, sempre gentile e disponibile, persone come lei sono degli angeli durante il percorso nella cura della malattia.

Patologia trattata
Colangiocarcinoma epatico.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Professionalità e umanità

Definire un fulmine a ciel sereno la scoperta di un patologia così importante è un eufemismo, ma questa è la vita, e grazie a questo staff meraviglioso che coopera in maniera efficiente a tuttotondo, sono salva. Salva perché nulla è stato lasciato al caso, ogni minimo dubbio è stato pretesto di indagini ed intervento tempestivo, nei limiti del possibile, al fine di arginare la situazione ed eliminare così il problema, radicalmente. Non finirò mai di esser grata per la professionalità e l’umanità dimostratemi in un momento della vita nel quale tutto sembra distorto e tremendamente difficile da affrontare, sia fisicamente che psicologicamente. Ringrazio tutti, senza distinzioni di ruolo, per esser stati così competenti e presenti nel mio percorso di controlli, che tutt’ora prosegue nell’ambito di questa eccellente struttura sanitaria che è il San Raffaele. Sentirsi seguiti non per prassi, ma per passione e deontologia eticamente professionale, è molto di aiuto al paziente. Il tutto avvenuto in un contesto avverso alla sanità che è il Covid, che rallenta e intralcia tutte le prassi, aumenta esponenzialmente l’ansia di dover affrontare una realtà di degenza ospedaliera e grava enormemente sull’impegno dello staff.
Grazie infinite di cuore.

Patologia trattata
Carcinoma epatocellulare primitivo.
Voto medio 
 
3.5
Competenza 
 
4.0
Assistenza 
 
3.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
3.0

INTERVENTO CHIRURGICO

Sono una paziente operata di calcolosi della colecisti più metastasi tumorale al S. Raffaele. Il chirurgo che ha eseguito l'intervento è il Dott. Marco Catena, consigliatomi dai miei medici curanti. Lo stesso è stato per me un punto di riferimento indispensabile nei giorni di degenza, sempre disponibile a rispondere alle mie innumerevoli domande, e per questo lo ringrazio.
Il protocollo per Covid ha negato la possibilità di accesso ai miei familiari ed io ho avuto difficoltà anche solo per la pulizia quotidiana, essendo bloccata a letto... Quel poco personale che c'era, era sempre di corsa ed avevo la sensazione di disturbarlo. Nonostante ciò, ho avuto una buona degenza e ringrazio tutto lo staff.

Patologia trattata
METASTASI BILIARI, CALCOLOSI ALLA CISTIFELLEA.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Professionalità, umanità, empatia

A fine Giugno 2021, mentre mia moglie (38 anni) aveva un ittero in corso, abbiamo scoperto improvvisamente e nel giro
di pochissimi giorni che era affetta da un colangiocarcinoma intraepatico con metastasi epatiche, omentali e linfonodali.
Solo chi è passato personalmente o molto da vicino ad un’esperienza simile, può capire che il mondo in quel momento si ferma e sembra crollarti addosso.
Quando c’è anche una figlia di 14 mesi, la disperazione si amplifica e tutto continua a sembrare “impossibile”.
Non operabile, mia moglie ha iniziato la chemioterapia che in 4 mesi non ha dato i risultati sperati. In più il suo sistema immunitario è risultato troppo compromesso già alla fine del primo ciclo.
In quel momento ogni luce si spegne, anche se cerchi di crearla da solo per riuscire ad andare avanti e per provare a dare un po’ di serenità ad una piccola che ha bisogno di attenzioni e di amore.
Grazie alla pazienza, alla determinazione e alla forza di mia sorella Silvia, che ha contattato un numero innumerevole di chirurghi e strutture, ricevendo solo dei “no”, “non è possibile operare“, “non c’è nulla da fare“, finalmente una luce si è accesa davvero: è stata lei a trovare nel professor Aldrighetti, un uomo oltre che un professionista senza eguali, che è andato oltre il suo compito, oltre la sua professionalità, spinto forse dal giuramento di Ippocrate, forse dalla sua empatia, dalla sua umanità o dalla voglia di provare a donare ad una neo-famiglia una seconda chance, una seconda vita.
Grazie al professor Luca Aldrighetti e alla sua fantastica équipe, mia moglie, dopo ore di un complicatissimo e lunghissimo intervento avvenuto il 6/12/2021, non ha più nulla di estraneo dentro di lei: un regalo, perché lo ritengo tale, che non ha prezzo, che non si riceve quasi mai durante una vita intera, che ti permette di sorridere nuovamente e di piangere di gioia. Tutti dovrebbero sapere che grazie al professor Aldrighetti esiste l’incredibile opportunità di essere salvati, che non esistono solo i “no”, ma che esistono uomini visionari e così geniali da crederci e che riescono a fare la differenza.
Un ringraziamento va anche a tutti gli Infermieri, i fisioterapisti, gli OSS che hanno reso tempestiva la ripresa di mia moglie e per la loro gentilezza e umanità che li ha contraddistinti.
Grazie Prof. Aldrighetti, infinitamente grazie.
Mario Ingretolli, marito di Giovanna Travan

Patologia trattata
Colangiocarcinoma intraepatico con metastasi epatiche, omentali e linfonodali.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Èquipe eccezionale: professionalità e umanità

Affrontare una malattia mette a dura prova il paziente e i familiari che gli stanno accanto, ma quando si incontrano la professionalità e l'umanità di una èquipe come quella guidata dal Prof. Aldrighetti, beh.. posso garantire che ci si sente protetti, accuditi, accompagnati in un percorso sicuramente difficile ma sostenuti da una rete di professionisti competenti e attenti a tutti gli aspetti della malattia.
Dopo mesi di indagini sulla causa dell'alterazione degli esami ematochimici di mia madre, e le diverse diagnosi che si concludevano con: "lesione di non univoca interpretazione" al fegato, finalmente mi è stato consigliato di contattare il Prof. Aldrighetti, presentatomi come il miglior chirurgo nel campo delle malattie epato-biliari, ed esperto nell'uso delle ultime tecnologie della chirurgia del fegato.
Subito dopo il primo incontro con il Prof., che ci ha ricevuto in tempi celeri, abbiamo compreso di aver intrapreso la strada giusta che avrebbe garantito le migliori cure a mia madre.
Solo dopo un'attenta e scrupolosa formulazione del quesito diagnostico che ha coinvolto l'intero team multidisciplinare, con esami specifici svolti all'interno dell'Ospedale San Raffaele (segnalo l'efficienza del sistema di prenotazione e gestione dell'attesa all'accettazione con tempi ridottissimi e privi di inutili code) è stato fissato l'intervento.
La chiarezza nella comunicazione da parte del Prof. su come si sarebbe svolto l'intervento ha rassicurato mia madre e me. L'intervento è stato abilmente effettuato in robotica e questo ha permesso un precoce recupero post-operatorio, nonostante l'alta complessità dell'intervento (settoriectomia dorsale destra).
Il decorso post-operatorio si è svolto senza complicanze, con l’assistenza continua e vigile degli infermieri e di tutti gli operatori sanitari.
Fin dal primo giorno di ricovero, infatti, mia madre ha ricevuto un trattamento estremamente sollecito ed efficiente.
La dottoressa Cipriani e le dottoresse specializzande mi hanno costantemente informato e aggiornato sulle condizioni di salute di mia madre.
A causa dell’emergenza pandemica le visite dei parenti erano interdette, ma mia madre è riuscita ad affrontato questo difficile momento con tranquillità e serenità perché circondata da un’èquipe professionale, competente e con uno spiccato senso di umanità.
Non finiremo mai di ringraziare tutti, i medici e gli assistenti di sala operatoria che prima dell’anestesia hanno scherzato e riso con lei, gli infermieri sempre presenti e sorridenti, gli operatori sociosanitari affettuosi e solerti. Un grazie speciale a Pertshanush Stepanyan, “il nostro angelo Pergi”, premurosa e attenta alle esigenze di mamma sia durante il decorso post-operatorio in ospedale sia nei mesi successivi.
Un grazie al lavoro di èquipe del Dott. Paganelli, Dott. Catena, Dott. Finazzi, Dott.ssa Ratti, Dott.ssa Cipriani, Dott.ssa Tudisco, Dott.ssa Campanile, Dott.ssa Ingallinella, Dott.ssa Marino, Dott. Manfrino, magistralmente capitanati dal Prof. Aldrighetti.

Patologia trattata
Metastasi epatiche da precedente neoplasia del colon-retto.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Il Prof. Aldrighetti ed il suo team: un’eccellenza

Dopo un primo incontro in cui il prof. Aldrighetti mi ha spiegato la situazione in maniera chiara e puntuale e proposto la strada da percorrere, guidato dalla grande esperienza maturata sul campo non ho avuto dubbi riguardo alla scelta di raggiungere da Roma l’Ospedale San Raffaele per affidarmi all’equipe in parola. Le aspettative sono state ampiamente superate, grazie alla competenza professionale ed alle tecniche operatorie (robotica), accompagnate da un rapporto diretto con tutto lo staff che, per tutti i 12 giorni di degenza, mi ha seguito passo passo, guidandomi addirittura un volta rientrato a casa nelle successive settimane di recupero post-operatorio.
Consigliato in tutto senza se e senza ma!

Patologia trattata
Angioma epatico gigante.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Valutazione intervento

Intervento chirurgico di spleno-pancreasectomia distale e settoriectomia posteriore destra.
Competenze uniche e umanità dell'equipe capeggiata dal Prof. Aldrighetti.

Patologia trattata
Tumore neuroendocrino del pancreas con metastasi al fegato.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Grazie infinite al prof. Aldrighetti ed equipe

Il 13-09-2021 sono stata sottoposta presso il reparto di chirurgia epatobiliare dell’ospedale San Raffaele ad un intervento di epatectomia destra per l’asportazione di un voluminoso angioma epatico del diametro di cm.20 da parte del prof.Luca Aldrighetti e della sua equipe. L’intervento è stato preceduto da embolizzazione arteriosa ed è stato eseguito per via laparoscopica.
Desidero esprimere i miei più sentiti ringraziamenti al prof. Aldrighetti per il pieno successo dell’intervento, lungo e complesso, per la sua professionalità, competenza e umanità. Inoltre ringrazio tutta l’equipe per la professionalità, l’impegno e l’attenzione dimostratami, il dott. Michele Paganelli, il dott. Marco Catena, il dott. Renato Finazzi, la dott.ssa Federica Cipriani, la dott.ssa Francesca Ratti, l’anestesista dott.ssa Raffaella Reineke e la specializzanda dott.ssa Sara Ingallinella. Grazie inoltre alla navigator nurse Stepanyan Pertshanush (Pergi) che mi ha seguita costantemente dopo le dimissioni e a tutto il personale infermieristico e OSS.
Di nuovo grazie di cuore al prof. Aldrighetti e a tutta l’equipe della chirurgia epatobiliare: un reparto di assoluta eccellenza.

Patologia trattata
Angioma epatico di cm. 20.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Dopo 7 anni, ancora grazie di cuore

Come fa capire il titolo della mia recensione, sono passati 7 anni da quando mia mamma, la signora Rosa, di anni 76 all'epoca dei fatti, ha avuto la fortuna di incontrare il professor Luca Aldrighetti.
Viviamo in provincia di Lecce e nel 2014 a mia madre, dopo mesi di lunghe indagini e calo ponderale del peso, vennero diagnosticati:
- lesione solida disomogenea con diametro di 35 mm. alla colecisti
- quattro lesioni ipodense in S3 (2), S5 e al passaggio S2-S4, lesione ipodensa di 12 mm. in S2 e secondarismo in S4.
Sul referto di dimissioni dell'ospedale della mia zona venne scritto "paziente inoperabile".

Dopo attente ricerche decidemmo di partire, andare su a Milano e di rivolgerci al professor Aldrighetti. La migliore decisione della nostra vita se penso al fatto che mentre sto scrivendo questa recensione mia mamma, che ora ha 83 anni, sta disegnando con i suoi pronipoti ed è ad oggi completamente guarita.

Il professore e tutta la sua èquipe si sono dimostrati molto professionali e umani nell'affrontare il caso.
La mamma è stata sottoposta a colecistectomia ed epatectomia sinistra.

Durante tutto il decorso ospedaliero, il professore e tutto il reparto si sono sempre interessati di mia madre e anche a distanza di anni, quando io pensavo non si ricordassero più di noi siamo stati chiamati per sapere come stava mia madre.
Non ho dubbi nel raccomandare di rivolgersi senza esitazione al professore Aldrighetti e al reparto di chirurgia epato-biliare dell'ospedale San Raffaele di Milano a chiunque dovesse affrontare una situazione simile alla mia.
A tutto ciò aggiungo la estrema disponibilità del Prof. Aldrighetti che, nonostante gli innumerevoli impegni professionali, risponde con sollecitudine e rassicurante sicurezza a tutti i nostri dubbi.
Grazie a tutti.

Patologia trattata
- 1 lesione solida disomogenea con diametro di 35 mm. alla colecisti.
- 4 lesioni epatiche e secondarismo in S4.

(l'esame istologico ha confermato la presenza di adenocarcinoma della colecisti infiltrante il connettivo sottosieroso e di carcinoma epatocellulare di tipo trabecolare, pseudoghiandolare e focalmente a cellule chiare scarsamente differenziato infiltrante il connettivo periviscerale).
Voto medio 
 
4.0
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

GRANDISSIMA PROFESSIONALITÀ MA ANCHE TANTA UMANITÀ

All'età di 63 anni, lo scorso mese di luglio, nel corso di un controllo ecografico all'addome superiore, mi hanno diagnosticato un HCC al VII Segmento del fegato. Accusato il colpo, mia figlia ha contattato da Marsala, località in cui vivo e lavoro, il centro di Chirurgia Epatobiliare del San Raffaele di Milano diretto dal Chiarissimo Professor Luca Maria Aldrighetti. In lui ho scoperto non solo un grandissimo e validissimo chirurgo, ma anche un uomo, che al di là del valore professionale, mi ha saputo trasmettere serenità e certezze sull'intervento che avrei dovuto affrontare anche alla luce delle mie comorbilita'.
Per questo desidero esprimergli tutta la mia riconoscenza e quella della mia famiglia.
Stessa cosa desidero fare nei confronti della validissima équipe che lo collabora, i dottori dr. Paganelli, dr. Ratti, dr. Cipriani, dr. Catena, dr. Tudisco, dr. Finazzi, gli specializzandi tutti nonché l'anestesista Raffaella Reineke.
Un affettuoso grazie desidero, inoltre, rivolgerlo all'impareggiabile e affettuosissima tutor Pergy, costantemente presente nel post ricovero.
Con immutata stima e infinita riconoscenza.
Nino

Patologia trattata
EPATOCARCINOMA PRIMITIVO.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Reparto Epatobiliare - Prof. Aidrighetti

Ringrazio il reparto Epatobiliare e un ringraziamento speciale al Prof. Aidrighetti per tutta la loro competenza e umanità nei riguardi del mio papà.
Dopo mesi di angoscia e disperazione presso diversi ospedali del Piemonte, finalmente un po’ di luce… Intervento riuscito!!!
Grazie!

Patologia trattata
Colangiocarcinoma epatico.
Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
5.0

Grazie di cuore

Nel mese di luglio sono stata sottoposta ad un impegnativo intervento di resezione epatica con il Prof. Aldrighetti e il suo team. Sono stata trattata con grande professionalità e umanità, che non è da dare per scontato! Durante le due settimane di degenza ho conosciuto un personale sanitario attento e disponibile che non ha mai lasciato nulla al caso. Una volta dimessa sono stata seguita quotidianamente da Perghi alla quale dedico un plauso particolare per la grande umanità e costanza. Il mio recupero è veloce e costante. Voglio quindi ringraziare tutti di cuore, Ivana.

Patologia trattata
Tumore al fegato/ cistifellea.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Un centro di eccellenza e grande umanità

A gennaio 2021, dopo sospetto di colangiocarcinoma a seguito di risonanza magnetica, il mio epatologo ha consigliato di rivolgersi a un centro di eccellenza e la scelta è ricaduta sul reparto di Chirurgia epatobiliare del San Raffaele guidato dal Prof. Luca Aldrighetti. Già dal primo incontro il Prof. Aldrighetti e il Dr. Fiorentini trasmettono grande fiducia. Siamo ancora in piena pandemia, tutto viene rallentato, ma vengo contattata per tutti gli esami del caso e, in meno di un mese dalla prima visita, vengo ricoverata per l'intervento. Grazie alla competenza del Prof. Aldrighetti e della sua equipe l'intervento viene effettuato con successo e dopo 5 giorni vengo dimessa. Sono passati sei mesi dall'intervento e sono tuttora seguita per chemioterapia adiuvante (alto rischio di recidiva) dal Dr. Casadei Gardini e dalla Dr.ssa Burgio. Sia nel reparto di chirurgia epatobiliare che nell'ambulatorio oncologico ho trovato grande professionalità ed empatia. Infinite grazie a tutto lo staff, in primis al Prof. Aldrighetti, al Dr. Fiorentini, al Dr. Lee che mi ha spiegato in maniera chiara e comprensibile la tecnica dell'intervento, al Dr. Miguel Angeritz che con la sua delicatezza ha "lavorato" sul mio addome dolente. Per ultimo, ma non per importanza, un grazie speciale a Pergy, che mi ha seguita con affetto e costanza anche dopo la dimissione, a Dario, che con la sua simpatia rallegrava le ns. giornate e a tutto il personale infermieristico sempre presente in modo professionale e molto discreto. Infinita riconoscenza al Prof. Aldrighetti e a tutto lo staff.

Patologia trattata
Colangiocarcinoma.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Resezione segmento epatico e linfoadenectomia

Voglio esprimere come medico e come moglie di paziente, tutta la mia gratitudine e riconoscenza al Prof. Aldrighetti e a tutta la Sua equipe per l'intervento eseguito in laparoscopia con competenza e maestria a mio marito per recidiva di colangiocarcinoma, già operato in altra sede.
Il Prof. Aldrighetti è stato fin dal primo incontro chiaro, empatico e rassicurante, pur non nascondendo la complessità dell’intervento, soprattutto con tecnica laparoscopica dopo precedente intervento laparotomico. L’intervento e’ stato eseguito al meglio e ad oggi, dopo 14 mesi, i controlli sono regolari e assicuranti con una qualità di vita perfettamente nella norma. Ora siamo consapevoli dell’elevato rischio di recidiva, ma sappiamo dove trovare le migliori professionalità, competenza ed accoglienza.
A tutto ciò aggiungo la estrema disponibilità del Prof. Aldrighetti che, nonostante gli innumerevoli impegni professionali, risponde con sollecitudine e rassicurante sicurezza a tutti i nostri dubbi e quesiti.
Grazie Prof. Luca Aldrighetti, grazie Dott. Marco Catena e grazie a tutta l’equipe, l’eccellenza siete Voi.

Patologia trattata
Recidiva colangiocarcinoma.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Un centro all’avanguardia

Sono stata visitata da Prof. Aldrighetti a fronte di una situazione molto complessa da trattare. Fin dall’inizio è stato molto esaustivo nella spiegazione delle opzioni e delle opportunità, anche sperimentali, con un’umanità unica.
Lui, assieme alla sua equipe, ha studiato un intervento ad hoc, molto complesso ed efficace per aggredire tutte le macchie presenti nel fegato, applicando diversi approcci. Durante tutto il percorso (degenza e post degenza) sono stata seguita con cura ed interesse, non comuni, dal personale medico e infermieristico. Dopo la dimissione ho continuato ad avere un contatto costante con la responsabile infermieristica che, contattandomi sistematicamente per richiedermi aggiornamenti sul mio stato di salute, mi ha fornito indicazioni e supporto quando necessario. Tutto per niente scontato. Consiglio vivamente questo centro di eccellenza, per me un punto di riferimento eccezionale.

Patologia trattata
Colangiocarcinoma.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Competenza e umanità

L'equipe è preparata e competente.
Nonostante le complicanze del mio caso, sono riusciti a trovare la soluzione migliore e a portare a termine l'intervento (rimozione di metà fegato) senza conseguenze.

Patologia trattata
Tumore al fegato.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

ECCELLENZA ITALIANA

Grazie all’umanità, competenza, professionalità che il Primario Prof. Luca Aldrighetti sa trasmettere, il reparto di Chirurgia epato-biliare dell’Ospedale San Raffaele di Milano è un’eccellenza.
Eccellente l’èquipe, che ringrazio ricordando i colleghi con cui ho avuto un contatto più diretto:
Dr.ssa Cipriani, Dr. Paganelli, Dr.ssa Ratti, Dr. Fiorentini e le “specializzande” Dr.ssa Sara e Dr.ssa
Rebecca, ottimamente istradate.
Un grazie al personale paramedico tutto, che con responsabilità e alta dedizione sa rendere il ricovero piacevole trasformando l’Ospedale in “casa”.
Un grazie particolare all’infermiera Pergy, che ti segue con affetto e dopo la dimissione non ti molla mai.
Un quadro clinico non è solo un uomo malato a letto; è un quadro del malato circondato dal suo lavoro, le sue relazioni, timori, gioie, speranze.
Qualità essenziale del medico è l’umanità e il segreto della cura del malato sta nel preoccuparsi del malato non dimenticando il comandamento dei nostri docenti:
guarire qualche volta, alleviare spesso, confortare sempre.
Durante il breve ricovero per l’intervento questi precetti li ho ampiamente “respirati” e spero professati in quarant’anni di Medicina di Base.
Grazie di cuore Prof. Aldrighetti, persona meravigliosa!v

Patologia trattata
Epatocarcinoma primitivo.
Tumore primitivo polo superiore rene dx.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Eccellenza italiana

Sono da anni residente in Canada, ma quando in un'operazione di rimozione della colecisti fatta ad Ottawa è risultata diagnosi di carcinoma incidentale, ho subito deciso di prendere un volo per l’Italia, nonostante gli ostacoli ai viaggi causati dalla pandemia Covid e lasciando in Canada mio marito e mia figlia di 9 anni.
Il Prof. Aldrighetti e la sua equipe mi hanno accolto non solo con competenze scientifiche all’avanguardia nel mondo, ma con una umanità e comprensione che non si trovano altrove. Nel giro di pochi giorni sono stati fatti tutti gli accertamenti, e subito di seguito l’intervento (5 ore in chirurgia micro-invasiva robotica).
Intervento di radicalizzazione di precedente intervento alla colecisti, con linfo-adenenectomia e asportazione di parenchima epatico e di moncone del dotto cistico.
A seguito dell’intervento ho ricevuto supporto continuativo durante i cinque giorni di degenza e, grazie alla perizia operatoria del professore e della sua equipe, nel giro di due giorni ero già perfettamente in grado di alzarmi, sedermi per mangiare, e passeggiare senza aiuto. L’esame atomo-patologico è stato sollecitato per permettere l’organizzazione veloce di una riunione multidisciplinare (con chirurghi, oncologi, etc.) per decidere se fosse necessaria una terapia farmacologica. Essendo stato deciso che ulteriori terapie non sono necessarie dato l’esito negativo dell’esame patologico, il Prof. Aldrighetti, la Dott.ssa Ratti, la Dott.ssa Cipriani e Pergi mi hanno poi assistito nella preparazione di documentazione in inglese per permettermi di tornare in Canada e avere indicazioni chiare sui necessari esami da fare nel futuro. Mai in questo soggiorno in Italia mi sono sentita abbandonata a me stessa, o con domande senza risposta. Tutta l’equipe senza esitazione ha messo a disposizione la propria esperienza ed il proprio tempo per aiutarmi, un qualcosa che era assolutamente mancato in Canada e che ritengo essenziale per offrire al paziente un supporto a tutto tondo.
Non posso che ringraziare tutti i membri della Chirurgia Epatobiliare dell’Ospedale San Raffaele per il lavoro straordinario che offrono, per la serietà, per l’umanità, e perché no anche per il senso dell’umorismo che è certo necessario anche, o forse soprattutto, in situazioni di grande stress.

Patologia trattata
Adenocarcinoma incidentale della colecisti.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

E L’ECCELLENZA CONTINUA

A distanza di 27 mesi dall’intervento sotto citato, sono sempre seguito con controlli ed esami periodici mensili con la massima attenzione e cortesia dall’oncologa Foti Sivia.
Mi sento pertanto in dovere di ribadire ancora i miei ringraziamenti al Dott. Luca Aldrighetti e Staff per la professionalità continuativa con cui vengo assistito

Patologia trattata
Resezione epatica S5- S6 + colecistectomia ed emicolectomia destra per via laparoscopica.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Grazie

Grazie. Grazie. Grazie.
Ad ogni mio risveglio dico grazie al prof. Luca Aldrighetti.

Grazie per la tempestività del prof. Aldrighetti nel convocarmi presso il S. Raffaele, la sua chiarezza e umanità al tempo stesso nell'esporre la mia situazione e i rischi dell'operazione, l'umanità immensa nel dirmi: "dobbiamo essere alleati per la sua vita".
Dopo una settimana di ulteriori accertamenti, finalmente il 6 Aprile 2021 la mia chance.
Ero felicissima quella mattina, forse incosciente ma piena di fede... fiducia in lui, in tutto quello che, oltre le parole schiette, mi hanno trasmesso il tono della sua voce ed il suo sguardo.
Grazie all'ECCELLENTE èquipe del Prof. Aldrighetti: Dott. Paganelli, Dott. Catena, Dott. Finazzi, Dott.ssa Cipriani, Dott.ssa Ratti, Dott. Fiorentini, Dott. Delpini, Dott. Angeriz, Dott. Lee, Dott.ssa Campanile, Dott. Socci.
Grazie al reparto di Chirurgia epatobiliare dove, oltre ad eccezionale competenza, sono stata assistita con immensa umanità.
Ancora adesso Pergi mi assiste e supporta via telefono.
E' giusto ed opportuno che venga divulgata questa eccellenza e la continua ricerca.
E' giusto che tutti sappiano che esistono angeli in carne ed ossa che si prodigano e si adoperano, dediti alla vita altrui.
E' giusto che si sappia che esiste, grazie al San Raffaele di Milano, l'opportunità incredibile di essere salvati.
Grazie infinitamente. Grazie Prof. ALDRIGHETTI.

Patologia trattata
Carcinoma epatocellulare con trombosi portale.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

GRAZIE!!!

ECCELLENZA, PROFESSIONALITA’, COMPETENZA, UMANITA’, EMPATIA contraddistinguono il Prof. Aldrighetti e la sua fantastica equipe, tra cui ringrazio in particolar modo la dott.ssa Federica Cipriani e la dott.ssa Francesca Ratti.
Grazie alla meticolosità e tempestività del Prof. Aldrighetti nell’indagare una lesione epatica sospetta, risultata poi essere un angioma, mi sono state inaspettatamente riscontrate delle metastasi linfonodali di carcinoma.
L’intervento effettuato abilmente in robotica ha consentito l’asportazione delle suddette metastasi, altrimenti difficilmente raggiungibili, ed un decorso postoperatorio più semplice, “risparmiando” le strutture limitrofe alla zona operata, riducendo il dolore e garantendo una più celere ripresa alle normali attività.
Nel periodo della pandemia in cui riuscire a contattare le strutture ospedaliere è assai arduo, poter contare su un canale diretto col Prof. Aldrighetti e la sua equipe per qualsiasi necessità è ed è stato confortante e rasserenante.
Non finirò mai di essere riconoscente al Prof. Luca Aldrighetti ed alla sua equipe!
Un ringraziamento speciale a Pergy, che mi ha seguito quotidianamente e continua tutt’oggi a seguirmi a casa con zelo e affetto, facendomi sentire sempre accudita.

Patologia trattata
Angioma epatico, metastasi linfonodali retroportali di carcinoma.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Non smetterò mai di ringraziarvi!

GRAZIE INFINITE DI CUORE al Dott. Luca Aldrighetti e alla dott.ssa Federica Cipriani, che con grande disponibilità, attenzione, preoccupazione e sensibilità, hanno seguito il mio problema di salute (pancreatite acuta e calcoli alla colecisti) fin dall'inizio dei miei contatti via mail (causa pandemia), dall'entrata in pronto soccorso con urgenza per forti dolori addominale con conseguente ricovero l'8 Marzo 2021, e intervento eseguito il 15 Marzo dopo aver riportato con molta cura e attenzione il mio pancreas ai valori normali.
ECCELLENTI MEDICI CHE CON GRANDE PROFESSIONALITA', COMPETENZA E UMANTA' mi hanno fatto sentire fiduciosa e rassicurata, anche se pur un intervento di poche ore, ma pur sempre un intervento, in confronto a tanti altri importanti e lunghi che ogni giorno affrontano, CON MANI ESPERTE E CAPACI.
Infondere fiducia a un paziente che in quel momento particolare un po' di timore ce l'ha, è veramente molto importante e sinonimo di umanità.
ECCELLENTE tutta l'equipe del Prof. Aldrighetti: Dott. Paganelli, Dott. Catena, Dott. Finazzi, Dott.ssa Cipriani, Dott.ssa Ratti, Dott. Fiorentini, Dott. Delpini, Dott. Angeriz, Dott. Lee, Dott.ssa Campanile, Dott. Socci.
A tutti voi un grazie di cuore soprattutto per aver tenuto conto con rispetto la mia posizione riguardo alla D.A.T. (Dichiarazione Anticipata di Trattamento), documento importante a cui tengo molto portandolo sempre con me in caso di cure mediche.
Un grazie a medici e assistenti della sala operatoria che prima della anestesia mi hanno fatto sentire tranquilla e serena, addormentandomi con la musica a me preferita: lode a questa iniziativa a me nuova.
Grazie a chi lavora negli ospedali in questo tremendo tempo di pandemia: infermieri e collaboratori che lavorano strenuamente a ritmi incalzanti con disponibilità e attenzione.
Infine ultimo ma non meno importante, grazie a PERGY: premurosa e gentile nel seguire il percorso post-operatorio una volta rientrati a casa.
Posso dire felicemente che il mio incubo di dolorosissime coliche è terminato finalmente.

Patologia trattata
Pancreatite acuta con coliche ricorrenti.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Professionalità unita a calore e umanità

Desidero ringraziare dal profondo del cuore il professor Aldrighetti e la sua equipe (tra cui il gentilissimo dott. Fiorentini) che hanno operato mia mamma per un tumore alla colecisti. L'intervento è stato lungo e complesso e il periodo ovviamente non ha consentito a noi familiari di esserle vicini, ma la loro professionalità e la profonda umanità ci ha aiutato moltissimo. Sono medici con la M maiuscola, davvero rari. Hanno tutta la nostra gratitudine.

Pergi poi è davvero preziosa, ci segue tuttora nel post operatorio, rispondendo con pazienza e gentilezza a tutti i nostri dubbi e domande.
Grazie!!!

Patologia trattata
Tumore colecisti.
Voto medio 
 
3.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
3.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
2.0

Competenza e professionalità

Sono stata ricoverata al San Raffaele per essere sottoposta a doppio intervento per via laparoscopica, al colon ed al fegato; mi sono sentita nelle mani giuste, seguita dal Prof. Luca Aldrighetti e dal Prof. Rosati che hanno con estrema competenza e professionalità risolto il mio doppio problema.
Lo staff di entrambi si è reso molto disponibile, ma devo in particolare segnalare la sensibilità e la profonda umanità dello specializzando dott. Miguel Angeritz, che ha risposto con pazienza alle mie mille domande, e mi ha amorevolmente medicata al momento delle dimissioni.
Un ringraziamento speciale a Pergi, che una volta a casa, mi ha seguito con costanza e professionalità.

Patologia trattata
Cancro del colon - metastasi epatiche.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

GRAZIE PER LA VOSTRA UMANITÀ

Sono stata ricoverata nel reparto di cChirurgia epatobiliare dell’Ospedale di San Raffaele in un periodo storico in cui sarebbe meglio starne lontano...
La paura di un’ulteriore operazione (la seconda in due anni e mezzo) e la preoccupazione di dover affrontarla da sola, senza i miei più cari affetti vicino, era davvero devastante..
Sono riuscita a superare tutto questo soprattutto grazie al sostegno e alla straordinaria UMANITÀ di tutta l’equipe del dottor Aldrighetti, che mi ha dato una speranza e mi è sempre stato accanto sia dal punto di vista medico che psicologico. Devo ringraziare anche il personale infermieristico, veramente molto gentile e sempre disponibile con tutti i pazienti.
Un immenso grazie a tutti voi!!
Ma soprattutto un grazie di cuore a Fergy, che mi è stata vicino sia in reparto che nel periodo post operatorio a casa. Senza il suo sostegno e i suoi consigli non sarei riuscita a superare tutto questo.
Non vi dimenticherò mai!! GRAZIE!
Nicoletta Gherbesi

Patologia trattata
Tumore al fegato.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Una storia vera, una fiaba a lieto fine...

Ho scritto questa storia per spiegare ai miei nipotini il motivo del mio ricovero al San Raffaele.
....................................................................
A Pietro e Margherita.
C’era una volta una nonna: era un tipo allegro, le piaceva stare con i suoi nipoti, inventare storie, cucinare torte, fare passeggiate e giocare, raccontare i segreti dell’orto.
Un brutto giorno scoprì che dentro di lei era venuto ad abitare uno gnomo maligno, perfido e silenzioso. Era un Colangio della famiglia dei Carcini, parassiti della peggior specie. Eh già, i Carcini erano tipi pericolosi: si nascondevano, stavano zitti zitti, ma spesso mettevano su famiglia andando ad abitare qua e là con il rischio di diventare così numerosi da rendere il compito di scovarli quasi impossibile.
Piano piano Colangio stava tessendo dentro di lei una tela per spegnere il suo sorriso.
La nonna divenne triste, ma per poco. Subito cercò e trovò un mago dalle mani d’oro che le promise che l’avrebbe aiutata a scacciare quell’intruso.
Il mago in realtà era un sapiente che tutti chiamavano il Professore.
Quando lui parlava, le persone ascoltavano con interesse e ammirazione le sue parole. Si capiva subito che era appassionato del suo lavoro: gli brillavano gli occhi e infondeva fiducia e speranza.
Il Professore era a capo di uno staff di altri sapienti, esperti dalle mani d’oro; tra loro vi erano due meravigliose ragazze, belle come fate, che non solo avevano le mani d’oro, ma dispensavano affetto e sorrisi.
Il Professore disse alla nonna che avrebbe dovuto affrontare una dura battaglia e che anche lei doveva fare bene la sua parte senza mostrare allo gnomo la sua paura.
La nonna ce la mise tutta: ricacciò le lacrime che le salivano agli occhi, continuò a sorridere, indossò abiti colorati (non il viola che era il colore preferito da Colangio!) e si affidò con fiducia all’équipe dei sapienti.
La portarono nella loro grande officina dove su una cupola si innalzava un angelo dalle ali bianche e dorate, dal nome importante: San Raffaele.
La esaminarono in lungo e in largo e alla fine decisero che l’ora era arrivata.
Tutto era pronto e il Professore si mise all’opera con i suoi assistenti: grazie alla sua abilità e all’aiuto di potenti pozioni magiche il Colangio fu sconfitto e tolto di mezzo. Durante la battaglia, la nonna dormiva e al suo risveglio con grande stupore non sentì alcun dolore. Aveva i segni della battaglia, ma tutto sommato stava bene.
Intorno al suo letto ogni giorno andavano e venivano tanti giovani, ragazzi e ragazze, gentili e premurosi, vestiti di bianco con il colletto verde e rosso che eseguivano le istruzioni dei sapienti e aiutavano la nonna a recuperare le forze. Le dicevano: “Cara, come stai oggi? “e la nonna si sentiva circondata da tanto affetto come se fosse stata a casa sua.
Era un brutto periodo: c’era un nemico invisibile nell’aria e tutti giravano con le mascherine. Per di più non ci si poteva abbracciare e il nonno non poteva venire a trovare la nonna. Loro due si parlavano con il cellulare e spesso la nonna doveva consolare e incoraggiare il nonno che senza di lei si sentiva solo.
Venne finalmente il giorno del rientro a casa. La nonna stava bene, ma doveva riposare ancora un po’.
C’era una persona speciale, anche lei era come una fata buona e bella, che la chiamava spesso per sentire se andava tutto bene: aveva un nome dolce e la voce che sapeva di miele. La incoraggiava, la rassicurava, le donava consigli per aiutarla a riprendere le forze e le sue abitudini.
Un giorno alla nonna tolsero i segni della battaglia e giorno dopo giorno riprese la vita di sempre.
Il momento più bello fu quando il Professore le comunicò che era andato tutto bene e che poteva tirare un sospiro di sollievo.
Alla fine, la storia ci dice che quando qualcosa non va come vorremmo, dobbiamo cercare dentro di noi la forza di reagire e riconoscere con gratitudine il bene che ci viene regalato da tante persone buone che amano il loro lavoro e si adoperano per migliorare la vita di chi non sta bene. Sono bravi dottori e infermieri che meritano tutto il nostro rispetto e riconoscenza. la nonna Maria
....................................................................
Ringrazio tutti i medici del reparto di Chirurgia epatobiliare che mi hanno assistito, in particolare il Prof. Aldrighetti al quale soprattutto va la mia riconoscenza per avermi dettagliato con chiarezza le fasi dell’intervento e per averlo eseguito con la perizia che tutti, pazienti e colleghi, gli riconoscono; le dott.sse Ratti e Cipriani, per l’atteggiamento cordiale, accogliente, affettuoso; il dott. Angeriz, il dott. Delpini e il dott. Lee che sempre presenti in reparto hanno riposto con pazienza alle mie domande; il dott. Paganelli, presenza rassicurante; il dott. Catena che ha informato con tatto e chiarezza mio marito sulla mia condizione; la navigator nurse sig.ra Pergi che si prende cura dei pazienti dimessi con amorevole attenzione e naturalmente il personale infermieristico dei reparti dove sono stata ricoverata. Un ringraziamento particolare alla dott.ssa Ronzoni che ho conosciuto al primo appuntamento in ospedale: mi ha accolta con gentilezza, ha compreso la mia preoccupazione, predisponendo l’iter degli accertamenti diagnostici in breve tempo.

Patologia trattata
Colangiocarcinoma intra-epatico.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

SENTIRSI AL SICURO...

Mai avrei immaginato di far ritorno nello stesso reparto ed in quelle stanze, dopo soli due anni e mezzo dall'intervento di resezione del fegato per un HCC, praticatomi con successo dal carissimo Prof. Aldrighetti ed il suo Staff nel mese di Agosto del 2018. Già allora avevo avuto modo di testare e beneficiare del calore ed accoglienza, oltre alla competenza e professionalità, da parte di tutta la struttura e del personale medico e paramedico, che mi avevano, fin dal mio primo incontro, prima dell'intervento, trasmesso quella sensazione di "sicurezza" ed "affidabilità" che, dalla prospettiva di un paziente, sono le due cose in assoluto che si ricercano prima di ogni altra conseguenza... A distanza di quel lasso di tempo, pur avendo seguito tutti gli step successivi e controlli programmati, purtroppo il mio vecchio "amico" lo scorso Novembre ha pensato bene di ritornare a farmi visita. Con la stessa fiducia e stima di allora, nei confronti del Prof. Aldrighetti ed il suo team di specialisti, mi sono di nuovo affidato alle loro cure ed esperienza. La scorsa settimana mi sono sottoposto ad un secondo intervento, riuscito con successo, come nel primo caso, grazie alla scrupolosa indagine preventiva ed analisi ampiamente discussa e didatticamente spiegatami, che mi ha permesso di affrontare ancora una volta in totale fiducia ciò che poi mi è stato praticato: l'asportazione del nodulo tumorale che si era formato, praticata in laparoscopia, con un decorso postoperatorio, dal mio punto di vista, provato sulla mia pelle, in assoluta serenità, data l'assenza di dolori e ferite (al contrario del primo intervento praticato in laparoscopia e conseguente chirurgia tradizionale necessaria per la rimozione del segmento di fegato da asportare). L'essermi ritrovato a rivivere questo "deja vù" in un ambiente così familiare e circondato da persone a me così vicine e amichevoli, l'aver ritrovato lo stesso calore di allora, hanno contribuito a farmi sentire "tutelato" da tutto il contesto. In più, quale gradita sorpresa, si è aggiunta l'attenzione prestatami dalla cordiale e cortese Pergi, "New Entry" nello staff del carissimo e ormai "amico" Luca Aldrighetti ("Prof.") durante la mia permanenza in reparto e poi successivamente, una volta a casa. In qualità di "tutore" al paziente, richiedendomi notizie quotidiane sul mio stato. Tutto ciò non può che farmi ancora e per sempre, giustificare il mio totale senso di riconoscenza e profonda stima per tutte le attenzione che mi sono sentito rivolgere e confidenza raggiunta nei momenti più difficili, che ho superato grazie a questa "Equipe" di persone speciali che mai dimenticherò. Tornerò a breve da loro per un controllo e la rimozione dei punti esterni. Spero in quell'occasione di potervi rivedere tutti e ringraziare ancora una volta con il mio cuore per come vi siete dimostrati.
Con affetto,
Claudio Cortinovis

Patologia trattata
RECIDIVA IN HCC.
Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
5.0

Infiniti ringraziamenti

Scriviamo queste righe per esternare tutta la nostra gratitudine al prof. Aldrighetti ed a ogni singolo componente del suo staff, medici ed infermieri, che abbiamo avuto il piacere di conoscere ed apprezzare durante la nostra permanenza presso l’ospedale San Raffaele. Dopo un ricovero di urgenza per un tumore alle vie biliari in altre strutture ospedaliere, ci siamo indirizzati al Dipartimento di chirurgia epato-biliare del professore Aldrighetti, a sèguito di numerosi positivi riscontri riferiti da molti colleghi. Devo dire che mai fiducia fu più ben riposta, sia per la alta professionalità di tutti i componenti del Dipartimento, sia per la loro calda umanità e felice percezione della nostra situazione psicologica mia e di mia moglie; quando questi due aspetti si compenetrano, allora si può affermare di essere curati da medici che veramente seguono il dettame ippocratico.A
desso siamo giunti alla non semplice ma positiva conclusione del percorso terapeutico di tipo chirurgico e, se da una parte vi è la soddisfazione di aver eradicato la malattia, dall’altra vi è il rimpianto per doverci allontanare da questi medici che, grazie a rispetto e fiducia, sono diventati parte della nostra famiglia.

Patologia trattata
Tumore di Klatskin.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Professionalità ed umanità

Sono qui a parlare della malattia di mio padre perché possa dare speranza ad altri pazienti nella stessa situazione. La nostra avventura inizia ad ottobre 2019, quando in seguito ad una colonscopia viene diagnosticato un carcinoma della curva splenica. La successiva TAC evidenzia secondarismi epatici. È il nostro stesso endoscopista ad indirizzarci al San Raffaele, presso il reparto di chirurgia epatobiliare diretto dal prof. Aldrighetti. Dopo aver inviato tutta la documentazione, sono stata personalmente contatta telefonicamente dal dott. Guido Fiorentini, il quale mi ha esposto dettagliatamente tutti i particolari dell’intervento a cui doveva necessariamente essere sottoposto mio padre ed ha lasciato ampio spazio alle domande che avevo da porgli.
A febbraio 2020 l’intervento: è durato quasi 10 ore, riuscitissimo e in laparoscopia. Non privo però di complicanze: una infezione ci ha costretti a tornare in ospedale dopo 15 giorni ed ancora una volta si sono dimostrati tutti disponibilissimi: lo hanno immediatamente ricoverato e risolto il problema.
Viviamo a 900 km. di distanza da Milano, ma non ci siamo mai sentiti soli: il dott. Fiorentini è sempre raggiungibile e disponibile a sciogliere qualsiasi dubbio, pronto a ricevere gli esami di controllo e verificare lo stato di salute. La grandiosa Pergi che mi telefona ancora oggi per venire a conoscenza delle condizioni di mio padre: se non ci fosse bisognerebbe inventarla! Quello del prof. Aldrighetti è uno staff fantastico, grande professionalità ed umanità. Oltre al dott. Fiorentini, con grande gratitudine ricordo il dott. Paganelli, di poche parole ma tanto gentile e paziente: mi ha ricevuto nel suo studio per colloquiare tutti i pomeriggi durante la degenza di mio padre. Chi l’avrebbe mai fatto?
Ricordo inoltre con affetto tutte le infermiere e gli infermieri pronti ad aiutare mio padre in ogni momento, sempre con una parola dolce o un gesto affettuoso: atteggiamenti questi che per un paziente valgono tanto.
Il reparto di Chirurgia epatobiliare del San Raffaele è dunque un centro di eccellenza per competenze e professionalità, ma anche per umanità, aspetto questo che purtroppo oggi è diventato una rarità.

Patologia trattata
Metastasi epatiche da K colon.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Grazie

Poco più di un mese fa, a mio marito è stato diagnosticato un brutto male, uno di quelli che fa paura solo a sentirne il nome, un carcinoma alle vie biliari. L’intervento da fare era urgente ma, grazie a una cara persona che ce lo consigliò, descrivendolo come il migliore in questo ambito, abbiamo conosciuto il professore Aldrighetti. Il quattro ottobre, appena dopo il ricovero, una dottoressa Federica Cipriani con fare gentile e rassicurante ci ha spiegato per filo e per segno l’intervento. Forse, proprio l’accuratezza dei dettagli descritti, ci ha resi un po’ più “sereni”, grazie anche alle parole di conforto spese per noi.
Il giorno successivo, dopo ore di attesa estenuante il dottor Catena ci fece chiamare per discutere l’evoluzione dell’intervento. Dopo aver atteso all’incirca tre ore le nostre aspettative non erano più rosee.
Invece il dottor Catena quel giorno ci fece un bellissimo regalo, ci disse che l’intervento era andato più che bene e che finalmente saremmo potuti stare più che tranquilli. In particolare ci spiegò come il professor Aldrighetti, con estrema cura e perizia, si fosse accorto che qualcosa nell’intervento dovesse essere modificato rispetto a quello che precedentemente era stato deciso. Credo fortemente che se non fosse stato lui, naturalmente con la sua equipe, a operare mio marito, strutturando ad hoc l’intervento per di più sul momento, oggi non sarebbe più qui. Ringrazio vivamente il professor Aldrighetti in quanto, non solo durante l’intervento ha mostrato un’estrema premura per i dettagli nonché per il paziente, anche successivamente è rimasto disponibile per ogni eventuale chiarimento. Ringrazio naturalmente anche tutta l’equipe che si è occupata di mio marito per più di 11 ore di intervento, in particolare la dottoressa Ratti che ho avuto il piacere di conoscere qualche giorno dopo l’intervento.
Ringrazio anche i ragazzi specializzandi che hanno seguito mio marito ogni giorno Luca Otraviani ( ragazzo di Brescia), e lo specializzando Delpini.
Infine vorrei ringraziare l’infermiera Pergi sempre disponibile e dedita al suo lavoro, tanto da rimanere in contatto con me per monitorare lei stessa la guarigione di mio marito. Vorrei ringraziare, per ultimo e non per importanza, tutto il reparto in cui è stato mio marito.
Quello che ho scritto più che una review è un ringraziamento come ben si può notare. Di questi tempi questo è l’unico modo che abbiamo per esprimere la nostra gratitudine nei confronti di tutte le persone competenti e buone che abbiamo incontrato sul nostro cammino, non ancora concluso ma sicuramente più roseo.
Ringrazio di cuore tutto il team del Prof. Luca Aldrighetti per l'impegno, la professionalità, l'umanità e la grande ambizione di voler trovare a tutti i costi la soluzione.Chissà magari un giorno potrò rivedere queste persone meravigliose di persona e offrirgli un caffè...
Grazie.

Patologia trattata
Carcinoma delle vie biliari.
Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
5.0

Emangioendotelioma epitelioide epatico

Subito dopo le mie nozze nel 2019, eseguo una ecografia all'addome per gonfiori di pancia dalle dimensioni assurde. Scopro di avere dei noduli al fegato. Ho cominciato tutta una serie di indagini nella mia città: esami e prelievi di ogni tipo. Soddisfatta del trattamento ma non del risultato, poiché per andare oltre mi sono dovuta necessariamente spostare su Roma, dietro consiglio della mia dottoressa. Prenoto una visita presso lo studio privato di un noto professore, il quale, oltre a non guardarmi neanche in faccia e a non esprimere interesse nei confronti del mio problema, mi prenota una risonanza magnetica con il mezzo di contrasto presso l'ospedale dove presta servizio. Dopo un paio di settimane, mi presento in ospedale per eseguire l'esame, ma due dottori molto giovani e spavaldi decidono di non farmelo eseguire per una mia presunta gravidanza inventata dal nulla, in quanto sapendo di dover affrontare certi tipi di esami sono stata sempre molto attenta. Quindi, dopo 500 km. andata e ritorno, 250 euro tra hotel e pasti e 165 euro di visita privata, torno a casa a mani vuote. Decido di eseguire la risonanza nella mia città. Mi richiama l'ospedale di Roma per riprenotare la risonanza, ma io rispondo di averla fatta da me. Mi chiedono il referto, che io prontamente invio. Dopo circa un mese, mi scrivono un messaggio su WhatsApp (né una email, né una telefonata), dicendo che si tratta solo di una infiammazione. La mia dottoressa chiede di eseguire una laparoscopia, che Roma rifiuta di fare poiché ritenuta NON necessaria. Io, la mia famiglia e la mia dottoressa decidiamo di andare avanti e prendere un'altra direzione per dare un nome e un cognome alla mia problematica! Nel frattempo è passato quasi un anno...
Troviamo il profilo del professore Aldrighetti sul sito dell'ospedale San Raffaele.
Contattiamo l'ospedale, prenotiamo la visita e partiamo in pieno agosto! Tutto alla velocità della luce e con una efficienza strepitosa. Oltre ad essere stata ricevuta con estrema gentilezza e disponibilità dal Professore e da alcuni membri della sua équipe, posso assicurare di aver avuto un'attenta analisi del mio caso da parte loro con grande professionalità e cortesia. Risposte immediate sul da farsi, concretezza e tanta voglia di fare! Gli occhi del professore mi hanno da subito ispirato fiducia, la sua sfrenata ambizione di voler risolvere il problema!!!
Sono stata assistita e ricoverata nel suo reparto per due interventi a distanza di un mese luno dall'altro, di cui il primo, una laparoscopia necessaria per avere l'esame istologico, e il secondo di vitale importanza per la mia sopravvivenza, in quanto l'esame istologico ha delineato una malattia tumorale molto rara... e che avevo dentro di me da un anno!!!
Non ci sono parole per descrivere la mia esperienza sia a livello medico-sanitario, che umano- assistenziale. Un'equipe medico-sanitaria senza eguali, sempre presenti, accorti, che lavora senza sosta per garantire la salute dei pazienti. Ringrazio di cuore tutto il team del professore Luca Aldrighetti per l'impegno, la professionalità, l'umanità e la grande ambizione di voler trovare a tutti i costi la soluzione per ogni paziente. Mi sono sentita come a casa, è stata una esperienza incredibile soprattutto a livello umano! E ringrazio tutti gli infermieri, Oss, la caposala dolcissima, e Pergi, che mi ha assistita telefonicamente dopo essere tornata a casa.
Siete UNICI!
INFINITAMENTE GRAZIE!!!

Patologia trattata
Emangioendotelioma epitelioide del fegato.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Quando si dice ECCELLENZA...

Ci tengo a scrivere questa recensione per chi, come me che in questo momento si trova ad affrontare certe "bestie", possa avere un lume di speranza e sapere che per fortuna ci sono grandi persone e professionisti come l'equipe del Prof. Aldrighetti, pronti ad aiutarci.
Tutto è partito circa due anni fa, quando a mio padre veniva diagnosticato un nodulo epatico, interpretato però come benigno.
Passato il periodo sopra citato, tramite una RMN, tale nodulo si rivela essere un HCC, giudicato purtroppo inoperabile dagli stessi medici che avevano seguito mio padre.
Non convinti di tale esito, ci rivolgiamo allora al reparto di chirurgia epatobiliare del S. Raffaele, in particolare al Prof. Luca Aldrighetti.
Sin dal primo istante abbiamo capito di essere nel posto giusto.
Il Prof. Aldrighetti insieme al Dott. Fiorentini hanno subito visionato tutti i precedenti referti (ormai vecchi di due mesi) e pazientemente ci è stato spiegato, nel dettaglio, la reale situazione ed il da farsi. Ci tengo a precisare che tutto è avvenuto in un tempo brevissimo, tra nuovi esami da fare e giorno dell'intervento.
Il Prof. Aldrighetti, insieme alla sua splendida equipe, hanno eseguito un delicatissimo e magistrale intervento di segmentectomia durato circa 10 ore e con un esito stupefacente.
Durante il periodo di degenza mio padre è stato seguito egregiamente e scrupolosamente da tutto il personale medico ed infermieristico - e per questo non finiremo mai di ringraziare tutti.
Purtroppo, a causa della pandemia legata al Covid-19, non ho avuto il piacere di interagire con tutti coloro che hanno seguito mio padre e di cui purtroppo non ricorda i nomi.
Ringrazio infinitamente l'immenso Prof. Aldrighetti, grandissimo professionista, capace di andare oltre, lì dove molti medici si sono arresi e in particolare grandissimo uomo, capace di infondere speranza al paziente tramite la sua simpatia ed ironia, mettendoci al nostro agio sin dal primo incontro.
Il Dott. Guido Fiorentini, il quale ci ha seguito tramite mail e telefonate, rispondendo pazientemente e dettagliatamente ad ogni nostra domanda.
Il Dott. Marco Catena, che il giorno dopo l'intervento ci ha contattati e spiegato scrupolosamente tutto sull'esito dell'intervento.
La splendida navigator nurse Pergi, che sia in reparto che tramite telefonate dopo le dimissioni di mio padre si premurava di sapere l'andamento di mio padre.
Anche se la battaglia è ancora lunga, ci sentiamo sicuri ed in ottime mani.
Inoltre è bello sapere che anche altri pazienti hanno recensito le medesime sensazioni che abbiamo provato noi.

Patologia trattata
EPATOCARCINOMA.
Guarda tutte le opinioni degli utenti